in

Ho imparato quello che mi aspettavo: testare i rimedi alla moda del carbone attivo

La scienza dietro il carbone attivo

Come qualcuno che è sempre alla ricerca di modi economici per risolvere i problemi estetici, ho letto molto sui molti modi in cui il carbone attivo dovrebbe avvantaggiarti. Ecco una carrellata di ciò che ho imparato, dai fatti scientifici alle teorie supportate dalla ricerca e un elenco ancora più lungo di forse:

Molti prodotti per la cura della pelle, barrette di succhi e marchi per la salute affermano che il carbone attivo può presumibilmente :

  • sbiancare i denti
  • prevenire i postumi di una sbornia
  • promuovere una digestione sana e alleviare il gas e il gonfiore
  • gestire l’odore del corpo
  • curare l’acne
  • alleviare il prurito e il dolore causati da insetti, morsi di serpente ed edera velenosa o quercia
  • prevenire il danno cellulare nel fegato e nei reni e così facendo prevenire l’invecchiamento precoce
  • ridurre il colesterolo

Quello che sicuramente non può fare è aiutarti a perdere peso o fornire valore nutrizionale: in realtà assorbe altre cose di valore. Bere acqua e mangiare più fibre aiuta il tuo corpo a disintossicarsi molto meglio.

Quindi, alla fine della giornata, quasi tutte le affermazioni sui rimedi casalinghi sul carbone attivo non sono supportate da prove scientifiche. Esistono studi precedenti sui benefici per la riduzione del gas e del gonfiore, ma anche questa non è una prova definitiva. Eppure alcune persone sostengono ancora fermamente le raccomandazioni del carbone attivo.

Quindi, in qualità di editore di informazioni sulla salute, ho deciso di testare personalmente tre delle affermazioni più popolari, con alcune basi scientifiche:

  • trattamento per l’acne
  • sbiancamento dei denti
  • cura per i postumi di una sbornia
Il carbone attivo controllerà l’olio e i batteri sulla pelle?

I marchi per la cura della pelle hanno utilizzato la reputazione del carbone di legna come sostanza assorbente per vendere una serie di detergenti per il viso e maschere per il viso che contengono carbone. Finora non ci sono studi che mettano alla prova la capacità del carbone di assorbire l’olio sul viso. Tuttavia, duestudiFonte attendibiletrovato alcune prove che il carbone attivo e le maschere di argilla sono antibatteriche. Forse possono uccidere i batteri che causano l’acne?

Il blog di bellezza scientifica Lab Muffin ha teorizzato che l’uso del carbone di legna sulla pelle avrà lo stesso effetto dell’uso di una maschera di argilla, se lo lasci acceso per ore.

Quindi, come “controllo”, ho usato a maschera di argilla bentonitica sul naso, che è la parte più grassa del mio viso. Ho lasciato la maschera sul viso per circa 20 minuti prima di lavarla via. Pochi giorni dopo, ho mescolato il potere dell’argilla bentonitica con carbone e acqua.

La differenza più grande che ho notato è che la maschera all’argilla mescolata al carbone mi ha reso il viso meno pruriginoso rispetto alle volte in cui ho usato l’argilla da sola..

La mia pelle era bella e liscia dopo la maschera all’argilla al carbone, ma gli effetti non erano particolarmente duraturi. Ma non ho mai sentito parlare di una maschera per il viso che curi tutti i problemi della pelle dopo un solo utilizzo.

Lo rifarei? Il carbone sembra un’aggiunta decente a una maschera di argilla, se non altro per evitare che sia così pruriginosa. Potrebbe essere meglio controllare i batteri rispetto all’olio.

Cosa possono fare due settimane di carbone attivo ai tuoi denti?

Ecco come funziona il normale dentifricio non sbiancante: rimuove le macchie dai denti strofinandole via. Ci sono alcune prove scientifiche che il carbone attivo può essere uno sbiancante per denti efficace perché il carbone attivo è più abrasivo del dentifricio. Ciò significa che può potenzialmente sbiancare i denti, ma anche danneggiare lo smalto.

Per testare l’efficacia del carbone attivo, ma anche per evitare di danneggiare il mio smalto strofinandolo direttamente sui denti, l’ho mescolato con olio di cocco e poi ho tirato l’olio. L’estrazione dell’olio comporta il fruscio dell’olio di cocco in bocca estudiFonte attendibile hanno scoperto che può aiutare a ridurre la gengivite e la placca.

Per due settimane ho aperto una capsula di polvere di carbone e mescolato conolio di cocco , olio da tirare per due minuti al mattino. Dopo aver sputato il composto, mi sono lavato i denti con unspazzolino da denti non elettrico enormale dentifricio non sbiancante .

Nessuno ti dice che la polvere di carbone è super disordinata

Mi è finito sul lavandino, sulle mani e sul viso. Questo è un sacco di pulizia in più rispetto a quello che ci sarebbe con lo spazzolino da denti e il dentifricio standard. Sputerei l’olio di carbone nel lavandino e userei acqua calda per sciogliere l’olio di cocco, cercando di pulire adeguatamente il lavandino (che ho scoperto alla fine del mio esperimento è davvero dannoso per il tuo scarico, quindi non farlo) .

Ho scattato foto ogni giorno mentre facevo questo esperimento e, anche se non mi sembra che le immagini mostrino grandi miglioramenti, sento che i miei denti sembrano più bianchi. Ma forse questo è solo l’effetto placebo: dopo una boccata di denti neri, qualsiasi quantità di bianco sembrerà bianca .

Lo rifarei? Nah, sono felice di tornare a un semplice vecchio dentifricio e spazzolino, perché è molto più semplice. Ci sono già dentifrici con carbone di legna, se vuoi provarlo.

Il carbone attivo è la cura per i postumi di una sbornia?

Molte persone hanno teorie sul modo perfetto per prevenire i postumi di una sbornia (oltre a non bere). Dal momento che il carbone può assorbire alcuni veleni nello stomaco, le persone si sono chiesti se può impedirti di ubriacarti o di avere i postumi di una sbornia.

Uno studio sugli animaliFonte attendibileha dimostrato che il consumo di carbone contemporaneamente all’alcol può impedire l’aumento del livello di alcol nel sangue. Alcuni siti Web , forum e riviste consigliano il carbone di legna basandosi sulla teoria che assorbirà i solfati nel vino o lo zucchero nei miscelatori per cocktail. Ma non ci sono molte ricerche a sostegno di ciò. Il carbone è usato per veleni specifici, non per l’alcol. Lo stomaco assorbe l’alcol troppo velocemente .

Ma ho comunque deciso di provare. Non ci sono linee guida ufficiali su quando prendere il carbone attivo, ma ho deciso di prendere la pillola dopo, piuttosto che prima, poiché dovevo testare il potenziale di cura della sbornia.

Così, il giorno del mio compleanno — la notte in cui bevo più a lungo, grazie a tanti amici generosi — ho deciso di mettere alla prova questo metodo. Dopo tre barrette, molti drink, un giro (o due?) di shot, ho preso una pillola di carbone. Sembra prudente dire qui: ho imparato quel compleanno o no, bere “per la scienza” è orribile. Rimani con meno della moderazione: un drink e poi acqua, acqua, acqua.

La mattina dopo, mi sono svegliato sentendomi – non benissimo, ma molto meglio di quanto mi aspettassi considerando tutto il bere che ho bevuto “per la scienza”. Sulla base dello studio sugli animali, penso che il carbone abbia assorbito molto dell’alcol che avevo consumato immediatamente prima di prendere la capsula.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

I manghi fanno bene?

Pulizia del colon: cosa devi sapere