in

Nozioni di base sulla salute dell’apparato digerente

Informazioni sull’apparato digerente

L’apparato digerente è un gruppo di organi che lavorano insieme per trasformare il cibo che mangi in energia e sostanze nutritive di cui il tuo corpo ha bisogno. Dopo aver consumato cibo e liquidi, il sistema digestivo li scompone nelle loro parti fondamentali: carboidrati, proteine, grassi e vitamine. Questi nutrienti di base vengono quindi assorbiti nel flusso sanguigno, che li trasporta alle cellule di tutto il corpo. I nutrienti forniscono alle cellule l’energia di cui hanno bisogno per la crescita e la riparazione. Tutto nel tuo corpo, dagli ormoni al cuore, ha bisogno dei nutrienti del processo digestivo per funzionare correttamente.

Come funziona l’apparato digerente

Quando mangi, il cibo viaggia dalla bocca lungo l’esofago fino allo stomaco. Quindi si muove attraverso l’intestino tenue e crasso e infine attraverso l’ano come rifiuto. Anche il fegato, il pancreas e la cistifellea sono inclusi nell’apparato digerente. Questi organi producono sostanze chimiche che consentono la digestione.

Tutti questi organi lavorano in armonia per assicurarsi che il corpo riceva i nutrienti di cui ha bisogno. Alcuni degli organi sono cavi, mentre altri sono solidi. Una serie di contrazioni muscolari sposta il cibo attraverso l’apparato digerente dagli organi cavi agli organi solidi. Questo importante processo è chiamato peristalsi.

Gli organi cavi dell’apparato digerente includono quanto segue:

Bocca

La digestione inizia in bocca. È qui che l’azione della masticazione inizia a scomporre i cibi amidacei in carboidrati. Speciali ghiandole all’interno della bocca rilasciano la saliva. La saliva e gli enzimi presenti nella saliva aiutano anche ad accelerare la scomposizione dei cibi amidacei.

Esofago

Questo organo spinge il cibo dalla bocca alla parte successiva dell’apparato digerente, lo stomaco.

Stomaco

Una volta che il cibo scende nell’esofago, i muscoli nella parte superiore dello stomaco si rilassano per consentire al cibo di entrare. Dopo che il cibo è entrato nello stomaco, i muscoli nella parte inferiore dello stomaco iniziano a muoversi. Il movimento combina il cibo con i succhi gastrici acidi prodotti dalle ghiandole dello stomaco. L’acido scompone principalmente gli alimenti contenenti proteine. Alla fine, il contenuto dello stomaco viene svuotato nell’intestino tenue.

Intestino tenue

I muscoli dell’intestino tenue mescolano il cibo con i propri succhi digestivi, insieme a quelli del pancreas e del fegato. Poiché l’intestino tenue spinge il cibo verso l’intestino crasso, questi succhi digestivi aiutano a scomporre ulteriormente il cibo in carboidrati, grassi e proteine. Le pareti dell’intestino tenue assorbono quindi i nutrienti dal cibo digerito e li immettono nel flusso sanguigno. Da lì, il sangue trasporta i nutrienti alle cellule di tutto il corpo.

Intestino crasso

Non tutto il cibo viene scomposto dall’apparato digerente. I rifiuti, o cibo non digerito e cellule morte, vengono spinti verso il basso nell’intestino crasso. L’intestino crasso assorbe l’acqua e i nutrienti rimanenti dai rifiuti prima di trasformarli in feci solide. Le feci vengono immagazzinate alla fine dell’intestino crasso, chiamato retto, fino a quando non vengono espulse dal corpo durante un movimento intestinale.

Mentre gli organi cavi svolgono ruoli critici nel processo digestivo, gli organi solidi rilasciano varie sostanze chimiche che consentono al processo digestivo di funzionare effettivamente.

Gli organi solidi dell’apparato digerente includono quanto segue:

Pancreas

Il pancreas si trova nella parte superiore dell’addome, dietro lo stomaco. Produce succhi digestivi che aiutano l’intestino tenue a scomporre il cibo in carboidrati, proteine ​​e grassi. Produce anche sostanze chimiche che aiutano a regolare i livelli di zucchero nel sangue, che influenzano la quantità di energia che il corpo ha a disposizione per l’uso.

Fegato

Il fegato è un organo molto grande situato sopra lo stomaco nella parte superiore dell’addome. Tra le sue molte importanti funzioni, il fegato crea la bile, una sostanza digestiva che viene immagazzinata nella cistifellea. Durante la digestione, la bile viene inviata nell’intestino tenue per aiutare a scomporre gli alimenti che contengono grassi. Oltre ad aiutare il processo digestivo, il fegato immagazzina anche sostanze nutritive e aiuta a rimuovere le tossine dal corpo.

Cistifellea

La cistifellea è una piccola sacca che immagazzina la bile prodotta nel fegato. Durante la digestione, la cistifellea rilascia la bile nella parte superiore dell’intestino tenue per abbattere gli alimenti che contengono grassi.

Iscriviti per ricevere i nostri consigli e trucchi nutrizionali quotidiani

Mangiare sano non dovrebbe essere una seccatura. Ti invieremo i nostri suggerimenti basati su prove sulla pianificazione dei pasti e sulla nutrizione.

Problemi dell’apparato digerente

A volte, una o più parti dell’apparato digerente non funzionano correttamente. Ciò può causare qualsiasi cosa, da lievi disagi a gravi problemi di salute. Alcuni problemi comuni del sistema digestivo includono:

Reflusso acido e GERD

Il reflusso acido si verifica quando l’acido dello stomaco o la bile rifluiscono nell’esofago, causando bruciore di stomaco e altri sintomi fastidiosi. La maggior parte delle persone soffre di reflusso acido di tanto in tanto, soprattutto dopo aver mangiato cibi piccanti o pasti pesanti. Quando il reflusso acido si verifica più di due volte a settimana, tuttavia, la condizione è considerata malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) . Mentre il reflusso acido può causare qualche disagio, GERD ha il potenziale per causare seri problemi di salute.

I sintomi di reflusso acido e GERD includono:

  • una sensazione di bruciore al petto (bruciore di stomaco) che a volte si sposta fino alla gola
  • un sapore aspro in fondo alla bocca
  • difficoltà a deglutire
  • tosse secca
  • gola infiammata
  • nausea
  • ruttare
  • rigurgito di cibo o liquido acido
  • sentire un groppo in gola

calcoli biliari

I calcoli biliari sono pezzi solidificati di liquido digestivo che possono formarsi nella cistifellea. Possono essere piccoli come un granello di sabbia o grandi come una pallina da golf. Le persone possono avere un calcolo biliare o più calcoli biliari contemporaneamente. Alcune persone non hanno bisogno di alcun trattamento per i loro calcoli biliari, mentre altre potrebbero richiedere un intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea.

Esistono due tipi principali di calcoli biliari: calcoli di colesterolo e calcoli di bilirubina. I calcoli biliari di colesterolo sono gialli e costituiti principalmente da colesterolo. I calcoli di bilirubina, d’altra parte, sono marrone scuro o neri e contengono bilirubina. La bilirubina è una sostanza chimica prodotta dal corpo quando scompone i globuli rossi.

Un piccolo calcolo biliare potrebbe non causare alcun sintomo. Un calcolo più grande, tuttavia, spesso causa sintomi. Questi sintomi possono includere:

  • dolore nella parte superiore destra dell’addome che si irradia alla spalla destra o alle scapole
  • tinta gialla nella pelle o nel bianco degli occhi (ittero)
  • febbre
  • nausea
  • vomito
  • sgabelli color argilla

Sindrome dell’intestino irritabile (IBS)

L’IBS è un insieme di sintomi che colpiscono l’intestino crasso, causando estremo disagio e dolore addominale. È una condizione cronica che deve essere gestita con un trattamento a lungo termine. La maggior parte delle persone con IBS può controllare i propri sintomi modificando la propria dieta e cambiando le proprie abitudini di vita. Alcune persone, tuttavia, possono manifestare sintomi gravi e necessitano di farmaci e consulenza.

I sintomi comuni dell’IBS includono:

  • dolore o crampi addominali
  • gonfiore
  • gas
  • diarrea
  • stipsi
  • muco nelle feci

Emorroidi

Le emorroidi , chiamate anche pile, sono vene gonfie intorno all’ano o nel retto inferiore alla fine dell’intestino crasso. Le emorroidi possono essere interne o esterne. Le emorroidi interne si trovano all’interno del retto, mentre le emorroidi esterne si trovano sotto la pelle intorno all’ano.

Alcuni sintomi comuni delle emorroidi includono:

  • sanguinamento durante i movimenti intestinali
  • prurito o irritazione intorno all’ano
  • dolore o disagio intorno all’ano
  • gonfiore intorno all’ano
  • un nodulo vicino all’ano
  • perdita di feci

Mentre le emorroidi possono causare qualche disagio, in genere possono essere trattate con unguenti, creme o supposte da banco. Le emorroidi più gravi che non si risolvono con semplici trattamenti domiciliari potrebbero dover essere trattate con un intervento chirurgico.

Fissa un appuntamento con il medico se si verificano sintomi di uno dei disturbi digestivi sopra descritti. Dovresti anche contattare immediatamente il medico se hai forti dolori o emorragie, o emorragie accompagnate da vertigini o vertigini.

Mantenimento della salute dell’apparato digerente

Mantenere il tuo sistema digestivo sano può aiutarti a evitare problemi digestivi. Segui questi semplici consigli per mantenere il tuo sistema digestivo in perfetta forma:

  • Mangia sette o più porzioni di frutta e verdura ogni giorno. Frutta e verdura contengono fibre, minerali, enzimi, vitamine e prebiotici che mantengono sano il tuo apparato digerente.
  • Mangia pane, pasta e cereali integrali. I cereali integrali contengono più fibre e sostanze nutritive rispetto ai prodotti a base di cereali bianchi “arricchiti” e aiutano i batteri buoni del colon a prosperare.
  • Evita le carni lavorate, come salsicce e hot dog, poiché possono causare problemi all’apparato digerente. Dovresti anche limitare il consumo di manzo, maiale e agnello. Queste carni hanno maggiori probabilità di trasportare batteri che possono danneggiare il sistema digestivo.
  • Assumi abbastanza calcio e vitamina D. Puoi prevenire problemi digestivi assicurandoti di consumare una quantità adeguata di cibi e bevande ricchi di calcio, come latte, tofu e yogurt. Anche l’assunzione di integratori di vitamina D e l’aumento sicuro dell’esposizione alla luce solare possono aiutare a prevenire problemi digestivi.
  • Allenarsi regolarmente. Rimanere fisicamente attivi può aiutare a mantenere un sistema digestivo sano. Cerca di fare 30 minuti di attività da moderata a vigorosa almeno tre giorni alla settimana.

Le persone in sovrappeso o sottopeso possono essere soggette a maggiori problemi digestivi. Fare esercizio e seguire una dieta sana può aiutare a ridurre il rischio. Se stai lottando per perdere o aumentare di peso, parla con il tuo medico di cosa puoi fare.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

19 curiosità sull’apparato digerente

Cosa dicono i principi del Feng Shui e del Vastu Shastra sulla direzione del sonno