in

Cos’è l’esofagite?

Esofagite è un’irritazione o gonfiore del esofago , il tubo che trasporta il cibo dalla bocca allo stomaco. Esistono diversi tipi di esofagite, che di solito presentano sintomi come dolore durante la deglutizione e bruciore di stomaco. Il trattamento varia in base alla causa specifica, ma le opzioni in genere includono farmaci, cambiamenti dietetici e talvolta interventi chirurgici.

Questo articolo fornisce una panoramica sull’esofagite e delinea i sintomi, le cause e le opzioni di trattamento.

Tipi di esofagite

Esistono molti tipi di esofagite, che hanno tutte cause sottostanti diverse.

  • L’esofagite da reflusso è il tipo più comune, che si verifica quando si ha il disturbo digestivo malattia da reflusso gastroesofageo (GERD).
  • L’esofagite infettiva è causata da un’infezione fungina, lievito, virale o batterica che irrita l’esofago.
  • L’esofagite da ingestione caustica si verifica quando una sostanza chimica viene ingerita e finisce per bruciare l’esofago.
  • L’esofagite indotta da farmaci deriva dal contatto prolungato con pillole come antibiotici o aspirina, che possono interrompere la barriera protettiva dell’esofago.
  • Esofagite eosinofila 
  • è provocato da una risposta allergica o immunitaria agli alimenti o irritanti ambientali.
  • L’esofagite indotta da radiazioni si verifica a seguito di irritazione dopo radioterapia per il trattamento del cancro.
  • L’esofagite da malattia sistemica si verifica quando una malattia sistemica (a livello corporeo) rende l’esofago più incline all’infiammazione.

Sintomi di esofagite

Con l’esofagite, è comune sperimentare bruciore di stomaco, difficoltà a deglutire o dolore durante la deglutizione.

Altri sintomi possono includere:

  • Gola infiammata
  • Sentirsi come se qualcosa fosse bloccato in gola
  • Sensazione di bruciore nell’esofago
  • Tosse
  • Raucedine
  • Nausea o vomito
  • Febbre

Quando vedere un operatore sanitario

  • Contattare un operatore sanitario se si verificano segni di esofagite che durano più di pochi giorni e sono abbastanza gravi da rendere difficile mangiare o dormire.
  • Chiama il 911 o cerca assistenza medica di emergenza se avverti dolore toracico duraturo, hai cibo alloggiato in gola, hai mancanza di respiro dopo aver mangiato o hai difficoltà a respirare o parlare.2

Cause

Il rivestimento dell’esofago è sensibile, quindi a volte è vulnerabile a irritazioni e gonfiore. Diversi fattori possono contribuire ad aumentare il rischio di sviluppare esofagite, tra cui:3

  • Acido dello stomaco reflusso: per le persone con malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), l’acido dello stomaco può fuoriuscire nel tubo del cibo. Questo di solito accade quando un muscolo alla fine dell’esofago non si chiude correttamente. Può anche essere innescato da gravidanza, obesità, fumo, uso di alcol, bere bevande gassate o mangiare cibi grassi o piccanti.4
  • Vomito eccessivo: l’acido contenuto nel vomito può irritare l’esofago e il vomito eccessivo può portare a ulteriori infiammazioni.5
  • Uso di farmaci: Alcuni farmaci come l’aspirina, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS, come ibuprofene e naprossene), antibiotici, integratori di vitamina C e cloruro di potassio possono causare danni quando sono in contatto con il rivestimento protettivo dell’esofago per un lungo periodo di tempo. Questo può accadere quando non viene utilizzata abbastanza acqua per lavarsi e ingoiare una pillola.
  • Infezioni: Infezioni causate da virus come il virus dell’herpes simplex, lievito (Candida ), o i batteri possono provocare irritazione dell’esofago. Questo è più spesso visto nelle persone con un sistema immunitario indebolito a causa dell’HIV / AIDS o di un recente trapianto di organi, ma può accadere anche in persone con un sistema immunitario normale.
  • Irritazione chimica: l’ingestione accidentale o intenzionale di una sostanza chimica forte, come candeggina domestica, detergente per lo scarico o detergente, può causare lesioni all’esofago.7 Maggiore è l’esposizione alla sostanza chimica, più grave (e potenzialmente pericolosa per la vita) sarà l’irritazione. L’ingestione di una base forte, come un tubo o un pulitore di scarico, è uno dei tipi più pericolosi di ingestione, perché la base liquifica i tessuti.
  • Lesioni da radiazioni: Ottenere un trattamento radioterapico per il cancro, in particolare nella zona del torace o del collo, a volte può causare esofagite. Il rivestimento dell’esofago è sensibile all’infiammazione e può iniziare ad assottigliarsi o consumarsi dopo le radiazioni.
  • Malattie sistemiche: Alcune malattie che colpiscono tutto il corpo possono contribuire allo sviluppo dell’esofagite. Ciò include condizioni come sclerodermia malattia infiammatoria intestinale (IBD), Behçet’s malattia , o Sjögren sindrome.
  • Risposta allergica/immunitaria: le reazioni esofagee agli alimenti o alle sostanze irritanti contribuiscono allo sviluppo di eosinofilo Esofagite, una malattia autoimmune grave e cronica.

Diagnosi

Il tuo medico vorrà prima eseguire un esame fisico, visualizzare la tua storia medica e discutere i tuoi sintomi.

Da lì, è possibile ottenere almeno uno dei seguenti test diagnostici:

  • Endoscopia 
  • : Questa procedura utilizza un endoscopio (un tubo flessibile con una luce e una telecamera) per fornire una visione diretta dell’esofago. Consente all’operatore sanitario di verificare la presenza di segni di infiammazione nel tubo alimentare.
  • Biopsia : Se il medico individua infiammazioni o ulcere nell’esofago, può prelevare un piccolo campione di questi tessuti o cellule da esaminare in laboratorio.
  • Radiografie al bario : Un fornitore prenderà i raggi X del tuo esofago mentre ingerisci una soluzione speciale (bario) che ricopre il rivestimento esofageo e fornisce un’immagine chiara del tubo alimentare.
  • Manometria esofagea : Inserendo un tubo attraverso il naso, lungo l’esofago e nello stomaco, questo test misura quanto bene funziona l’esofago.
  • Test allergologici: se il medico sospetta che l’esofagite possa essere causata da una reazione allergica o immunitaria, può ordinare test cutanei, esami del sangue o patch test alimentari per restringere il cibo o l’allergene ambientale.

Trattamento

Le opzioni di trattamento per l’esofagite dipenderanno dalla causa. Queste opzioni possono includere farmaci, cambiamenti nella dieta e nello stile di vita o potenzialmente interventi chirurgici.

Gli approcci terapeutici comuni includono:

  • Farmaci: Diversi farmaci possono essere prescritti a seconda della causa sospetta di esofagite.13 Gli inibitori della pompa protonica (PPI) sono solitamente raccomandati per ridurre l’acido se la GERD è la causa dell’esofagite. Corticosteroidi  può aiutare a ridurre l’infiammazione da esofagite sistemica correlata alla malattia. Antibiotici, antifungini o antivirali possono essere prescritti per l’esofagite infettiva.
  • Cessazione del farmaco: D’altra parte, se l’esofagite è indotta da farmaci, il medico può raccomandare di interrompere il farmaco o ordinare una versione liquida, se disponibile. Ricorda di non smettere mai di prendere un farmaco senza prima l’approvazione del tuo fornitore di prescrizione.
  • Cambiamenti nello stile di vita: i casi di esofagite dovuta a reflusso acido o un allergene possono essere affrontati con modifiche alla dieta o all’ambiente circostante. Una volta identificato il colpevole, il tuo fornitore può aiutarti a evitare o sostituire alimenti o sostanze irritanti che scatenano l’esofagite. Possono anche raccomandare cambiamenti nello stile di vita come mangiare lentamente, perdere peso o smettere di fumare.
  • ChirurgiaFundoplicazione di Nissen è un trattamento chirurgico per l’esofagite correlata alla GERD. Il chirurgo rafforzerà lo sfintere (muscolo che stringe) nella parte inferiore dell’esofago per ridurre il reflusso acido.
  • Dilatazione esofagea : Se l’esofago si è ristretto a causa di cicatrici da reflusso acido dello stomaco, questa procedura può aiutare. Si tratta di utilizzare un tubo speciale o un palloncino chirurgico per aprire fisicamente l’esofago.

Complicanze dell’esofagite

Se non viene trattata, l’esofagite può essere dolorosa e scomoda. Per evitare complicazioni indesiderate come difficoltà a deglutire o mangiare, sanguinamento, restringimento dell’esofago o ulcere, contattare un operatore sanitario il prima possibile. Saranno in grado di fornire una diagnosi e un sollievo con il trattamento.

Prognosi

Molti tipi di esofagite rispondono bene al trattamento. Ma l’esofagite può avere gravi conseguenze se non trattata.

L’esofagite correlata alla GERD ha il potenziale per svilupparsi in una condizione nota come esofago di Barrett, in cui il rivestimento dell’esofago è danneggiato dall’acido dello stomaco. Questo può aumentare il rischio di cancro esofageo.

La diagnosi precoce e il trattamento sono fondamentali per la migliore prognosi, quindi è importante contattare un operatore sanitario il prima possibile se si sospetta che si possa verificare una qualche forma di esofagite.

Le modifiche allo stile di vita come smettere di fumare, ridurre l’assunzione di alcol, mantenere un peso sano e formare migliori abitudini digestive possono aiutare a controllare i sintomi e affrontare le cause alla radice dell’esofagite.

Sommario

L’esofagite è irritazione o infiammazione dell’esofago, che è il tubo che va dalla gola allo stomaco. Ci sono molte cause diverse di esofagite, dal reflusso acido all’irritazione chimica alle allergie alimentari. A seconda della causa specifica, il trattamento può includere farmaci da prescrizione, cambiamenti dietetici o interventi chirurgici.

Una parola da Verywell

Vivere con una condizione digestiva come l’esofagite non è solo fisicamente scomodo, ma può essere emotivamente travolgente. Le persone con diagnosi di alcuni tipi di esofagite sono ad aumentato rischio di sperimentare ansia e depressione.19 Ma l’aiuto è disponibile. Se pensi di aver bisogno di un sistema di supporto esterno, chiedi a un operatore sanitario un rinvio a un professionista della salute mentale per parlare di eventuali preoccupazioni e imparare nuovi strumenti per far fronte in modo efficace.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Miralax (Polietilenglicole 3350) – Orale usi, effetti collaterali e dosaggi

Nexium (Esomeprazolo) – Orale usi, effetti collaterali e dosaggi