in

Lo scoop sulla cacca

introduzione

È facile essere ossessionati dai movimenti intestinali del tuo bambino. Con più di 2.000 cambi di pannolini solo durante il primo anno, hai molte opportunità per studiare il colore, la consistenza, l’odore e la frequenza delle feci del tuo bambino. Il suo profilo di cacca dipende molto dall’età e dalla dieta, e conoscere cosa è normale per il tuo bambino è la chiave per individuare problemi come la diarrea o un’allergia.

I primi pannolini sporchi del tuo neonato conterranno feci appiccicose, simili a catrame, verde-nere chiamate meconio. Una volta che questo passa dal suo sistema, i suoi BM assumeranno le caratteristiche rivelatrici della cacca derivata dal latte materno o artificiale.

Neonati allattati al seno Se stai allattando, il tuo bambino avrà probabilmente feci squallide, che cola, giallo senape che non hanno molto odore. Nelle prime settimane avrà almeno quattro evacuazioni al giorno; i neonati allattati al seno di solito fanno la cacca dopo ogni poppata fino a una dozzina di volte al giorno.

Lattanti alimentati con latte artificiale I bambini con latte artificiale tendono a fare la cacca meno spesso, circa tre o quattro volte al giorno. Le loro feci sono solitamente verdastre o giallo scuro, più solide e più puzzolenti.

Indipendentemente dal fatto che stia assumendo latte materno , artificiale o entrambi, i movimenti intestinali di tuo figlio diventeranno meno frequenti man mano che invecchia. Entro 4 mesi, la maggior parte dei bambini ha una media di circa due cacca al giorno, afferma il gastroenterologo pediatrico di Houston Bryan Vartabedian, MD, autore di First Foods (St. Martin’s, 2001). “Ma la frequenza è meno importante della coerenza e dello sforzo che impiega tuo figlio a superare le feci”, osserva. “Va bene se il tuo bambino va solo una volta ogni tre giorni finché le sue feci rimangono morbide, sta ingrassando e non ha dolore addominale o gonfiore”.

Bambini che mangiano cibi solidi Il cambio del pannolino diventa più spiacevole tra i 4 ei 6 mesi, quando il bambino inizia a mangiare cibi solidi. Gli zuccheri di frutta e verdura modificano la quantità e i tipi di batteri nel colon di tuo figlio. Questo di solito non influisce sulla frequenza dei movimenti intestinali, ma le feci possono diventare più marroni, più sode e addirittura puzzolenti. A volte possono assumere i colori dell’ultimo pasto del tuo bambino, quindi non sorprenderti se apri il pannolino e trovi cacca arancione brillante (i probabili resti delle carote scolate che ha consumato). Una volta che il tuo bambino inizia a mangiare cibi più grossi, è normale vedere pezzi non digeriti, ad esempio piselli o pasta, nelle sue feci.

Diarrea RX

Se le feci del tuo bambino diventano molli, acquose e più frequenti del solito, il probabile colpevole è un virus allo stomaco, afferma il dott. Vartabedian. Un’infezione da rotavirus, particolarmente comune durante i mesi invernali, è la causa più comune di diarrea grave (della durata di circa 10-12 giorni) nei bambini di età inferiore a 2 anni e si diffonde facilmente attraverso le mani o i giocattoli sporchi. Un’allergia al latte o al cibo, cambiamenti nella dieta di una mamma che allatta, assunzione eccessiva di succo (in particolare mela o pera) e alcuni antibiotici possono anche scatenare la diarrea.

Cosa fare:

Chiama il tuo medico se il tuo bambino ha feci acquose per più di tre giorni (immediatamente se ha meno di 3 mesi), se la diarrea è accompagnata da vomito o se vedi sangue nelle sue feci. Sostituisci i liquidi persi con una soluzione elettrolitica orale, somministrando al tuo bambino un po’ alla volta. Il medico può anche suggerire una formula a metà forza e altri alimenti facili da digerire (banane, salsa di mele o riso) per alcuni giorni.

Quando preoccuparsi?

I casi lievi scompaiono in due-cinque giorni. Ma se anche il tuo bambino ha problemi a trattenere i liquidi, potrebbe essere a rischio di disidratazione. Chiama il tuo medico se il tuo bambino mostra segni di secchezza: un punto debole infossato sul cranio, poche lacrime, bocca secca, minzione rara, letargia e rifiuto di mangiare.

Sollievo dalla stitichezza

È comune per i bambini avere stitichezza di tanto in tanto, anche se è più raro tra i bambini allattati al seno . Il consumo di soia formula , i cambiamenti nella dieta (come ad esempio l’introduzione di cereali per l’infanzia), e l’eccessivo consumo di latte può portare a duro, poco frequenti, feci difficili da pass.

Cosa fare:

Se il tuo bambino non fa la cacca da due o tre giorni, le sue feci sono dure e secche e noti che si sforza eccessivamente per far passare un movimento intestinale, offrile acqua extra tra una poppata e l’altra. Se il tuo bambino ha più di 6 mesi, puoi offrire succo di prugna o di mela (diluire 2 once con acqua – gli zuccheri che contiene aiutano a trattenere i liquidi all’interno dell’intestino e ad ammorbidire le feci. Non usare lassativi, ammorbidenti delle feci o altri farmaci senza che il medico stia bene.

Quando preoccuparsi:

Chiama il tuo pediatra se i movimenti intestinali del tuo bambino attirano sangue o se ha feci forti o esplosive.

Problema cacca

La maggior parte delle volte, non sbatterai le ciglia (o non tapparti il ​​naso) davanti al contenuto del pannolino del tuo bambino. Ma consulta il tuo medico se tuo figlio sviluppa una di queste bandiere rosse.

Problema: sangue nelle feci

Protocollo cacca: il pediatra può suggerire un cambiamento nella dieta del bambino per ammorbidire le feci o consigliare di passare a una formula per lattanti ipoallergenica.

Cosa potrebbe essere:

Molto probabilmente ragadi anali, o tagli, dovuti al passaggio di uno sgabello duro. Potrebbe anche indicare un’allergia al latte o un’infezione batterica nell’intestino.

Problema: feci chiare, quasi bianche

Cosa potrebbe essere:

Nessun flusso biliare; possibile disfunzione epatica.

Protocollo cacca: richiede una valutazione immediata da parte del medico, che può eseguire esami del sangue, un’ecografia e altri esami del fegato.

Problema: muco nelle feci

Cosa potrebbe essere:

Un’allergia al latte o un’infezione intestinale (anche se in alcuni bambini il muco è normale).

Protocollo cacca: il tuo bambino potrebbe aver bisogno di un cambio di formula; alcuni medici ordineranno una coltura delle feci per verificare la presenza di batteri.

Problema: feci ricorrenti dure, simili a pellet

Cosa potrebbe essere:

Stipsi; assunzione di liquidi inadeguata.

Protocollo cacca: il pediatra può suggerire di cambiare le formule per lattanti o raccomandare un farmaco per aiutare ad ammorbidire le feci.

Problema: feci eccessivamente acquose

Cosa potrebbe essere:

Diarrea infettiva; intolleranza alle formule

Protocollo cacca: il medico può eseguire test delle feci per virus o batteri e consigliare cambiamenti nella dieta del bambino.

Problema: feci esplosive

Cosa potrebbe essere:

Eccesso di gas dovuto all’intolleranza alle formule o all’aria ingerita (ad esempio durante il pianto o l’allattamento); restringimento o blocco dell’ano.

Protocollo cacca: il medico può indirizzarti a un chirurgo pediatrico se è preoccupato che il tuo bambino possa avere un’ostruzione intestinale.

Problema: grasso o olio nelle feci

Cosa potrebbe essere:

Scarso assorbimento o assunzione eccessiva di grassi.

Protocollo cacca: richiede un esame approfondito; il pediatra può eseguire un’analisi delle feci per il grasso, nonché screening per la fibrosi cistica.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

La guida alla cacca del bambino: cosa è normale, cosa no

Pulire le parti più disordinate del bambino