in

Come si sente la stitichezza?

Panoramica

La stitichezza è quando hai feci difficili da eliminare, non ti senti come se avessi passato tutte le feci, o ci sono quattro o più giorni tra un movimento intestinale e l’altro.

La stitichezza può farti sentire costantemente gonfio o a disagio. Potresti anche riscontrare effetti collaterali dannosi, come ostruzioni intestinali, a causa della stitichezza cronica .

Si stima che il 15% degli americani abbia problemi di stitichezza.

Questo articolo esplorerà come può essere la stitichezza e cosa puoi fare per affrontarla, incluso se sei incinta o hai le emorroidi.

Potrebbe essere utile esaminare prima il percorso che segue il cibo quando viene digerito.

La tua autostrada della digestione

Il tratto digestivo si estende dalla bocca al retto. Alcuni dei principali organi coinvolti nella digestione sono:

  • stomaco
  • intestino tenue
  • intestino crasso, dove le feci escono infine attraverso il retto

Lungo ogni punto del tratto gastrointestinale, i nutrienti vengono assorbiti e i rifiuti derivanti dalla scomposizione del cibo vengono infine rilasciati dal corpo.

Movimenti speciali, tra cui il movimento nello stomaco e la peristalsi (un movimento ritmico) nell’intestino, aiutano a spingere il materiale alimentare in avanti attraverso il tratto digestivo.

Più le feci sono morbide e voluminose, più è probabile che attivino i movimenti dell’intestino e si muovano in avanti. Quando è il momento di andare in bagno, i muscoli del pavimento pelvico lavorano insieme per aiutare a spingere le feci fuori dal retto.

Come si sente la stitichezza?

La stitichezza può verificarsi a causa di uno o più guasti del percorso previsto in cui vengono escrete le feci.

Questi possono includere feci a movimento lento, feci dure o problemi con i muscoli e i nervi necessari per passare un movimento intestinale.

Di conseguenza, la stitichezza può “sentire” come molti sintomi. Esempi inclusi:

  • pienezza nello stomaco o nella regione pelvica
  • crampi alle viscere
  • sensazione che le feci rimangano nel retto ma non possano passare
  • sensazioni di pesantezza o disagio nello stomaco e nelle regioni addominali
  • sensazione di dolore alla schiena

A volte è difficile distinguere tra disagio nello stomaco e nell’intestino. Potresti sentire crampi o gonfiore nell’intestino che spinge verso l’alto lo stomaco.

Di conseguenza, potresti avvertire fastidio allo stomaco mentre l’area della stitichezza è davvero nel tuo intestino.

RISORSE SANITARIE
TRANSFORM: Equità sanitaria

In collaborazione con VolunteerMatch, Healthline sta lanciando Transform Today, uno strumento di ricerca locale in cui puoi trovare opportunità per combattere le disuguaglianze di salute nella tua comunità, oggi.

PER SAPERNE DI PIÙ

Quando la stitichezza può essere un’emergenza?

A volte la stitichezza può essere un’emergenza medica.

Consultare immediatamente un medico e un trattamento se si verifica quanto segue:

  • i sintomi non migliorano o peggiorano anche dopo aver provato misure di autocura a casa, compresi i lassativi
  • dolore continuato dopo aver provato ad avere movimenti intestinali o dolore che peggiora
  • costipazione che si alterna a diarrea

Questi sintomi possono essere un segno di sanguinamento nel tratto digestivo o che si sta verificando un blocco intestinale. Queste possono essere emergenze pericolose per la vita.

Quali sono i trattamenti per la stitichezza?

I trattamenti per la stitichezza possono variare dallo stile di vita ai trattamenti farmacologici. Se hai un’ostruzione o una cicatrice che blocca il movimento delle feci, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Alcune misure di auto-cura a casa che puoi utilizzare per ridurre l’incidenza della stitichezza includono:

  • Bere molta acqua fino al punto in cui l’urina dovrebbe essere di colore giallo pallido.
  • Mangiare almeno 25 grammi di fibre al giorno attraverso fonti come verdure, cereali integrali e frutta.
  • Impegnarsi in una regolare attività fisica, come camminare, andare in bicicletta o ballare. Questi elementi di attività fisica possono imitare il movimento naturale delle feci e aiutare le feci a muoversi più rapidamente.
  • Parlare con il medico dei farmaci che potresti assumere che influiscono sulla stitichezza. Tuttavia, non dovresti interrompere l’assunzione dei medicinali senza aver prima consultato il medico.

Esistono anche farmaci da banco (OTC) che possono idealmente ridurre la stitichezza, come ad esempio integratori di fibre .

Come si sente la stitichezza durante la gravidanza?

Le donne incinte soffrono di costipazione a un tasso più elevato rispetto alla popolazione generale. Uno stimatodall’11 al 38 percentoFonte attendibile delle donne in gravidanza ha problemi di stitichezza.

Alcuni dei fattori che rendono più probabile che le donne incinte abbiano stitichezza includono:

  • aumento dei livelli di progesterone e riduzione degli ormoni chiamati motilina che rallentano il movimento intestinale
  • aumento dell’assorbimento di acqua nell’intestino che fa seccare le feci
  • aumento degli integratori di calcio e ferro che possono aumentare il rischio di stitichezza
  • utero allargato che preme sugli intestini, rallentandone il movimento
  • diminuzione dell’attività fisica

La stitichezza può essere difficile da riconoscere inizialmente se sei incinta perché potresti essere incerto che i tuoi sintomi siano legati alla gravidanza. Gli esempi potrebbero includere gonfiore o sensazione di pienezza addominale e pressione.

Quando sei incinta, non puoi prendere gli stessi farmaci che hai preso quando non ti aspettavi, a causa delle preoccupazioni che i farmaci potrebbero influenzare il bambino.

Inoltre, non ci sono molti dati sulla sicurezza dell’uso di lassativi per promuovere i movimenti intestinali durante la gravidanza.

Tuttavia, alcuni trattamenti che non sembrano essere associati a effetti collaterali negativi includono:

  • agenti formanti massa (sebbene questi possano causare gas, crampi e gonfiore in alcune donne in gravidanza)
  • lassativi lubrificanti, come olio minerale
  • emollienti delle feci, come il docusato di sodio (Colace )

A volte i lassativi possono portare a squilibri elettrolitici che potrebbero farti sentire male e potenzialmente influenzare il tuo bambino.

Per questo motivo, è importante che se sei incinta prendi questi farmaci per un breve periodo e provi tecniche di stile di vita, come più fibre, maggiore assunzione di acqua e più attività fisica (se tollerata).

NEWSLETTER DELLA LINEA SANITARIA
Ricevi la nostra email settimanale sulla salute del cuore

Per aiutarti a prenderti cura del tuo cuore, ti invieremo una guida sulla gestione della pressione alta, del colesterolo, dell’alimentazione e altro ancora.

Quando sei stitico e hai le emorroidi

Le emorroidi sono vasi sanguigni gonfi che si verificano all’interno o all’esterno del retto. Possono sanguinare e rendere dolorosi i movimenti intestinali.

Questo può essere particolarmente difficile se hai le emorroidi con costipazione perché i tuoi movimenti intestinali possono già passare più lentamente o essere difficili da superare. La combinazione delle due condizioni può rendere l’andare in bagno un’esperienza estremamente spiacevole.

Tuttavia, se sei stitico e soffri di emorroidi, non dovresti cercare di rimandare l’andare in bagno quando ti viene voglia. Ciò può mettere a dura prova le viscere e peggiorare le emorroidi quando alla fine passi le feci.

Quando hai le emorroidi, cambiare la posizione del tuo corpo quando usi il bagno può aiutare a ridurre la pressione sul retto. Un esempio potrebbe essere piantare i piedi su un piccolo sgabello mentre vai in bagno. Questo può facilitare il passaggio delle feci .

Trattare la stitichezza con le emorroidi

Adottare misure per trattare sia la stitichezza che le emorroidi può aiutare a ridurre l’incidenza di entrambe le condizioni. Esempi inclusi:

  • Detergere delicatamente e accuratamente la zona anale dopo essere andati in bagno. Alcune persone potrebbero trovare utile l’uso di salviette per neonati o il risciacquo dell’area .
  • Bere molta acqua per rendere le feci meno dure.
  • Applicazione di creme antinfiammatorie (ad es. steroidi come OTC Preparazione H ) alla zona per ridurre il prurito e l’irritazione della pelle.
  • Mangiare una dieta ricca di fibre, come frutta, verdura e cereali per aiutare ad aggiungere massa alle feci in modo naturale e facilitare il passaggio.

Se continui ad avere problemi con le emorroidi, incluso il sangue nelle feci, parli con il medico.

Cosa causa la stitichezza?

La stitichezza può derivare da diversi motivi sottostanti. Questi possono includere:

  • invecchiamento
  • diabete
  • cambiamenti nella dieta, come la riduzione delle fibre o il mancato consumo di liquidi a sufficienza
  • storia di chirurgia del colon
  • storia di disturbi gastrointestinali, come la sindrome dell’intestino irritabile
  • storia di disturbi del pavimento pelvico
  • ostruzioni intestinali
  • gravidanza

Può anche derivare dall’assunzione di determinati farmaci, come ad esempio:

  • antiacidi contenenti alluminio e calcio
  • anticonvulsivanti
  • bloccanti dei canali del calcio
  • diuretici
  • integratori di ferro
  • narcotici antidolorifici
  • medicinali usati per trattare il morbo di Parkinson

A volte, il movimento del colon rallenta senza motivo noto e provoca stitichezza.

L’asporto

Che sia temporanea o cronica, la stitichezza può essere un evento spiacevole i cui sintomi non sempre si manifestano dove e quando pensi che accadranno.

Fortunatamente, la maggior parte dei casi di stitichezza può risolversi con misure di autocura a casa. Se i sintomi non si risolvono o provi dolore e sanguinamento, chiama un medico.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

6 benefici per la salute basati sull’evidenza dei semi di canapa

I benefici delle passeggiate di meditazione