in

12 alimenti che contengono enzimi digestivi naturali

Molti organi lavorano insieme per formare il tuo sistema digestivo (1Fonte attendibile).

Questi organi prendono il cibo e i liquidi che mangi e li scompongono in forme più semplici, come proteine, carboidrati, grassi e vitamine. I nutrienti vengono quindi trasportati attraverso l’intestino tenue e nel flusso sanguigno, dove forniscono energia per la crescita e la riparazione.

Gli enzimi digestivi sono necessari per questo processo, poiché scompongono molecole come grassi, proteine ​​e carboidrati in molecole ancora più piccole che possono essere facilmente assorbite.

Esistono tre tipi principali di enzimi digestivi:

  • Proteasi: scompongono le proteine ​​in piccoli peptidi e amminoacidi
  • Lipasi: scompongono il grasso in tre acidi grassi più una molecola di glicerolo
  • Amilasi: scompongono i carboidrati come l’amido in zuccheri semplici

Gli enzimi sono prodotti anche nell’intestino tenue, tra cui lattasi, maltasi e sucrasi.

Se il corpo non è in grado di produrre abbastanza enzimi digestivi, le molecole del cibo non possono essere digerite correttamente. Questo può portare a disturbi digestivi come l’intolleranza al lattosio.

Pertanto, mangiare cibi ricchi di enzimi digestivi naturali può aiutare a migliorare la digestione.

Ecco 12 alimenti che contengono enzimi digestivi naturali.

1. Ananas

L’ananas è un delizioso frutto tropicale ricco di enzimi digestivi.

In particolare, gli ananas contengono un gruppo di enzimi digestivi chiamati bromelina (2Fonte attendibile).

Questi enzimi sono proteasi, che scompongono le proteine ​​nei suoi elementi costitutivi, inclusi gli amminoacidi. Questo aiuta la digestione e l’assorbimento delle proteine ​​(3Fonte attendibile).

La bromelina può essere acquistata in polvere per aiutare ad intenerire le carni dure. È anche ampiamente disponibile come integratore per la salute per aiutare le persone che hanno difficoltà a digerire le proteine ​​(4Fonte attendibile).

Uno studio su persone con insufficienza pancreatica, una condizione in cui il pancreas non può produrre abbastanza enzimi digestivi, ha scoperto che l’assunzione di bromelina combinata con un integratore di enzimi pancreatici ha migliorato la digestione più del solo integratore enzimatico (3Fonte attendibile, 5Fonte attendibile).

RIEPILOGOGli ananas contengono un gruppo di enzimi digestivi chiamati bromelina, che aiuta a scomporre le proteine ​​in amminoacidi. La bromelina è disponibile anche come supplemento.

Come tagliare un ananas

Come tagliare: ananas
0 secondi di 1 minuto, 29 secondi Volume 0%

2. Papaya

La papaya è un altro frutto tropicale ricco di enzimi digestivi.

Come l’ananas, anche la papaia contiene proteasi che aiutano a digerire le proteine. Tuttavia, contengono un diverso gruppo di proteasi noto come papaina (6Fonte attendibile).

La papaina è disponibile anche come batticarne e integratore digestivo.

Gli studi hanno dimostrato che l’assunzione di una formula a base di papaia può aiutare ad alleviare i sintomi digestivi dell’IBS , come stitichezza e gonfiore (7Fonte attendibile).

Se vuoi mangiare la papaia, assicurati di mangiarla matura e cruda, poiché l’esposizione al calore può distruggere i loro enzimi digestivi.

Inoltre, la papaia acerba o semimatura può essere pericolosa per le donne in gravidanza, poiché può stimolare le contrazioni (8Fonte attendibile).

RIEPILOGOLa papaia contiene l’enzima digestivo papaina, che scompone le proteine ​​in blocchi costitutivi, compresi gli amminoacidi. Assicurati di mangiare papaya matura e cruda, poiché il calore elevato può distruggere i loro enzimi digestivi.

RISORSE SANITARIE
Healthline: salute mentale in primo piano

Per il mese della consapevolezza sulla salute mentale, abbiamo intervistato Taraji P. Henson, Jewel, Michelle Williams e altri in una conversazione onesta per mettere a fuoco lo stato della salute mentale. Guarda la registrazione qui.

GUARDA ORA

3. Mango

I manghi sono un succoso frutto tropicale popolare in estate.

Contengono gli enzimi digestivi amilasi, un gruppo di enzimi che scompongono i carboidrati dall’amido (un carboidrato complesso) in zuccheri come glucosio e maltosio.

Gli enzimi amilasi nei manghi diventano più attivi man mano che il frutto matura. Ecco perché i manghi diventano più dolci quando iniziano a maturare (9Fonte attendibile).

Gli enzimi amilasi sono prodotti anche dal pancreas e dalle ghiandole salivari. Aiutano ad abbattere i carboidrati in modo che vengano facilmente assorbiti dall’organismo.

Ecco perché spesso si consiglia di masticare bene il cibo prima di deglutire, poiché gli enzimi amilasi nella saliva aiutano a scomporre i carboidrati per facilitare la digestione e l’assorbimento (10Fonte attendibile).

RIEPILOGOI manghi contengono l’enzima digestivo amilasi, che scompone i carboidrati dall’amido (un carboidrato complesso) in zuccheri come glucosio e maltosio. L’amilasi aiuta anche la maturazione dei manghi.

4. Miele

Si stima che gli americani consumino oltre 400 milioni di libbre di miele ogni anno ( 11 ).

Questo delizioso liquido è ricco di molti composti benefici, compresi gli enzimi digestivi (12Fonte attendibile).

Di seguito sono riportati gli enzimi presenti nel miele, in particolare il miele grezzo (13Fonte attendibile, 14Fonte attendibile, 15Fonte attendibile, 16Fonte attendibile):

  • Diastasi: abbattere l’amido in maltosio
  • Amilasi: scompongono l’amido in zuccheri come glucosio e maltosio
  • Invertasi: scompongono il saccarosio, un tipo di zucchero, in glucosio e fruttosio
  • Proteasi: scompongono le proteine ​​in amminoacidi

Assicurati di acquistare miele crudo se stai cercando i suoi benefici per la salute dell’apparato digerente. Il miele lavorato viene spesso riscaldato e il calore elevato può distruggere gli enzimi digestivi.

RIEPILOGOIl miele contiene una varietà di enzimi digestivi, tra cui diastasi, amilasi, invertasi e proteasi. Assicurati di acquistare miele crudo, poiché non è esposto a calore elevato. Il miele lavorato può essere riscaldato, il che distrugge gli enzimi digestivi.

5. Banane

Le banane sono un altro frutto che contiene enzimi digestivi naturali.

Contengono amilasi e glucosidasi, due gruppi di enzimi che scompongono i carboidrati complessi come l’amido in zuccheri più piccoli e più facilmente assorbibili (17Fonte attendibile).

Come i manghi, questi enzimi scompongono l’amido in zuccheri quando le banane iniziano a maturare. Ecco perché le banane gialle mature sono molto più dolci delle banane verdi acerbe (18Fonte attendibile, 19Fonte attendibile).

Oltre al loro contenuto di enzimi, le banane sono un’ottima fonte di fibre alimentari, che possono aiutare la salute dell’apparato digerente. Una banana media (118 grammi) fornisce 3,1 grammi di fibre ( 20 ).

Uno studio di due mesi su 34 donne ha esaminato la connessione tra il consumo di banane e la crescita di batteri intestinali sani.

Le donne che mangiavano due banane al giorno hanno sperimentato un aumento modesto e non significativo dei batteri intestinali sani. Tuttavia, hanno sperimentato un gonfiore significativamente inferiore (21Fonte attendibile).

RIEPILOGOLe banane contengono amilasi e glucosidasi, due enzimi che digeriscono amidi complessi in zuccheri facilmente assorbibili. Sono più attivi quando le banane iniziano a maturare, motivo per cui le banane gialle sono molto più dolci delle banane verdi.

6. Avocado

A differenza di altri frutti, gli avocado sono unici in quanto ricchi di grassi sani e poveri di zuccheri.

Contengono l’enzima digestivo lipasi. Questo enzima aiuta a digerire le molecole di grasso in molecole più piccole, come gli acidi grassi e il glicerolo, che sono più facili da assorbire per il corpo (22Fonte attendibile).

La lipasi è prodotta anche dal pancreas, quindi non è necessario ottenerla dalla dieta. Tuttavia, l’assunzione di un integratore di lipasi può aiutare a facilitare la digestione, soprattutto dopo un pasto ricco di grassi (23Fonte attendibile).

Gli avocado contengono anche altri enzimi, tra cui la polifenolo ossidasi. Questo enzima è responsabile della colorazione marrone degli avocado verdi in presenza di ossigeno (24Fonte attendibile, 25 ).

RIEPILOGOGli avocado contengono l’enzima digestivo lipasi, che scompone le molecole di grasso in acidi grassi più piccoli e glicerolo. Sebbene la lipasi sia prodotta dal corpo, il consumo di avocado o l’assunzione di un integratore di lipasi può facilitare la digestione dopo un pasto ricco di grassi.

7. Kefir

Il kefir è una bevanda a base di latte fermentato popolare nella comunità della salute naturale.

Si ottiene aggiungendo al latte i “grani” di kefir. Questi “grani” sono in realtà colture di lieviti, batteri lattici e batteri acetici che assomigliano a un cavolfiore (26Fonte attendibile).

Durante la fermentazione, i batteri digeriscono gli zuccheri naturali del latte e li convertono in acidi organici e anidride carbonica. Questo processo crea condizioni che aiutano i batteri a crescere ma aggiunge anche sostanze nutritive, enzimi e altri composti benefici (27Fonte attendibile).

Kefir contiene molti enzimi digestivi, tra cui lipasi, proteasi e lattasi (28Fonte attendibile, 29 ,30Fonte attendibile).

La lattasi aiuta la digestione del lattosio, uno zucchero del latte spesso mal digerito. Uno studio ha scoperto che il kefir migliora la digestione del lattosio nelle persone con intolleranza al lattosio (31Fonte attendibile).

RIEPILOGOIl kefir è una bevanda a base di latte fermentato che contiene molti enzimi digestivi, tra cui lipasi, proteasi e lattasi. Questi enzimi scompongono rispettivamente le molecole di grasso, proteine ​​e lattosio.

8. Crauti

I crauti sono un tipo di cavolo fermentato che ha un distinto sapore aspro.

Il processo di fermentazione aggiunge anche enzimi digestivi, il che rende il consumo di crauti un ottimo modo per aumentare l’assunzione di enzimi digestivi (32Fonte attendibile).

Oltre a contenere enzimi digestivi, i crauti sono anche considerati un alimento probiotico , poiché contengono batteri intestinali sani che migliorano la salute dell’apparato digerente e l’immunità (33Fonte attendibile, 34Fonte attendibile).

Molti studi hanno dimostrato che il consumo di probiotici può alleviare i sintomi digestivi, come gonfiore, gas, costipazione, diarrea e mal di stomaco, sia negli adulti sani che in quelli con IBS, morbo di Crohn e colite ulcerosa (35Fonte attendibile, 36Fonte attendibile, 37Fonte attendibile, 38Fonte attendibile).

Assicurati di mangiare crauti crudi o non pastorizzati piuttosto che crauti cotti. Le alte temperature possono disattivare i suoi enzimi digestivi.

RIEPILOGOI crauti sono un tipo di cavolo fermentato ricco di molti enzimi digestivi. Le proprietà probiotiche dei crauti possono aiutare ad alleviare i sintomi digestivi.

9. Kimchi

Il kimchi è un contorno piccante coreano a base di verdure fermentate.

Come con i crauti e il kefir, il processo di fermentazione aggiunge batteri sani, che forniscono nutrienti, enzimi e altri benefici (39Fonte attendibile).

Kimchi contiene batteri della specie Bacillus , che producono proteasi, lipasi e amilasi. Questi enzimi digeriscono rispettivamente proteine, grassi e carboidrati (40Fonte attendibile, 41Fonte attendibile).

Oltre ad aiutare la digestione, il kimchi è stato collegato a molti altri benefici per la salute. Può essere particolarmente efficace nell’abbassare il colesterolo e altri fattori di rischio di malattie cardiache ( 42 ).

In uno studio su 100 partecipanti giovani e sani, gli scienziati hanno scoperto che coloro che hanno mangiato più kimchi hanno sperimentato la maggiore riduzione del colesterolo totale nel sangue. Un aumento del colesterolo totale nel sangue è un fattore di rischio per le malattie cardiache (43Fonte attendibile).

RIEPILOGOCome i crauti, il kimchi è un altro piatto a base di verdure fermentate. Viene fermentato con batteri della specie Bacillus , che tendono ad aggiungere enzimi, come proteasi, lipasi e amilasi.

Fidati dell’istinto. Iscriviti alla nostra newsletter IBD

Ottieni approfondimenti settimanali sui modi per gestire le condizioni digestive e migliorare la salute dell’intestino.

10. Miso

Il miso è un condimento popolare nella cucina giapponese.

È fatto fermentando i semi di soia con sale e koji, un tipo di fungo (44Fonte attendibile, 45Fonte attendibile).

Koji aggiunge una varietà di enzimi digestivi, tra cui lattasi, lipasi, proteasi e amilasi ( 46 , 47 ,48Fonte attendibile).

Questo è uno dei motivi per cui il miso può migliorare la capacità di digerire e assorbire gli alimenti.

In effetti, gli studi hanno dimostrato che i batteri del miso possono ridurre i sintomi legati a problemi digestivi, come la malattia dell’intestino irritabile (IBD) ( 49 ).

Inoltre, la fermentazione dei semi di soia aiuta a migliorare la loro qualità nutrizionale riducendo il loro contenuto di antinutrienti. Gli antinutrienti sono composti presenti naturalmente negli alimenti che possono ostacolare l’assorbimento dei nutrienti legandosi ad essi (50Fonte attendibile).

RIEPILOGOIl miso è un condimento popolare nella cucina giapponese, ottenuto dalla fermentazione dei semi di soia. È fermentato con i funghi koji, che aggiunge enzimi digestivi, come lattasi, lipasi, proteasi e amilasi.

11. Kiwi

Il kiwi è una bacca commestibile che viene spesso consigliata per facilitare la digestione ( 51 ).

È un’ottima fonte di enzimi digestivi, in particolare una proteasi chiamata actinidain. Questo enzima aiuta a digerire le proteine ​​ed è usato commercialmente per intenerire le carni dure (52Fonte attendibile, 53Fonte attendibile).

Inoltre, il kiwi contiene molti altri enzimi che aiutano a maturare il frutto (54Fonte attendibile).

Gli scienziati ritengono che l’actinidaina sia uno dei motivi per cui i kiwi sembrano aiutare la digestione.

Uno studio sugli animali ha scoperto che l’aggiunta di kiwi alla dieta ha migliorato la digestione di manzo, glutine e proteine ​​di soia isolate nello stomaco. Si pensava che ciò fosse dovuto al suo contenuto di actinidaina ( 55 ).

Un altro studio sugli animali ha analizzato gli effetti dell’actinidaina sulla digestione. Ha nutrito alcuni animali kiwi con actinidaina attiva e altri kiwi animali senza actinidaina attiva.

I risultati hanno mostrato che gli animali alimentati con kiwi con actinidain attivo hanno digerito la carne in modo più efficiente. La carne si muoveva anche più velocemente attraverso lo stomaco (56Fonte attendibile).

Molti studi umani hanno anche scoperto che il kiwi aiuta la digestione, riduce il gonfiore e aiuta ad alleviare la stitichezza (57Fonte attendibile, 58Fonte attendibile, 59Fonte attendibile, 60Fonte attendibile).

RIEPILOGOIl kiwi contiene l’enzima digestivo actinidain, che aiuta a digerire le proteine. Inoltre, il consumo di kiwi può alleviare i sintomi digestivi come gonfiore e costipazione.

12. Zenzero

Lo zenzero fa parte della cucina e della medicina tradizionale da migliaia di anni.

Alcuni degli straordinari benefici per la salute dello zenzero possono essere attribuiti ai suoi enzimi digestivi.

Lo zenzero contiene la proteasi zingibain, che digerisce le proteine ​​nei loro elementi costitutivi. Zingibain è usato commercialmente per fare la cagliata di latte allo zenzero, un popolare dessert cinese ( 61 ).

A differenza di altre proteasi, non viene spesso utilizzata per intenerire le carni, poiché ha una breve durata (62Fonte attendibile).

Spesso si pensa che il cibo rimasto nello stomaco per troppo tempo sia la causa dell’indigestione.

Studi su adulti sani e su quelli con indigestione mostrano che lo zenzero aiuta il cibo a muoversi più velocemente attraverso lo stomaco favorendo le contrazioni (63Fonte attendibile, 64Fonte attendibile).

Gli studi sugli animali hanno anche dimostrato che le spezie, incluso lo zenzero, hanno contribuito ad aumentare la produzione del corpo di enzimi digestivi come amilasi e lipasi (65Fonte attendibile).

Inoltre, lo zenzero sembra essere un trattamento promettente per nausea e vomito (66Fonte attendibile).

RIEPILOGOLo zenzero contiene l’enzima digestivo zingibain, che è una proteasi. Può aiutare la digestione aiutando il cibo a muoversi più velocemente attraverso il tratto digestivo e aumentando la produzione di enzimi digestivi da parte del corpo.

La linea di fondo

Gli enzimi digestivi sono proteine ​​che scompongono le molecole più grandi come grassi, proteine ​​e carboidrati in molecole più piccole che sono più facili da assorbire attraverso l’intestino tenue.

Senza enzimi digestivi sufficienti, il corpo non è in grado di digerire correttamente le particelle di cibo, il che può portare a intolleranze alimentari.

Gli enzimi digestivi possono essere ottenuti da integratori o naturalmente attraverso gli alimenti.

Gli alimenti che contengono enzimi digestivi naturali includono ananas, papaia, mango, miele, banane, avocado, kefir, crauti, kimchi, miso, kiwi e zenzero.

L’aggiunta di uno di questi alimenti alla tua dieta può aiutare a promuovere la digestione e una migliore salute dell’intestino.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Gli integratori di enzimi digestivi possono trattare l’IBS?

Tè allo zenzero in gravidanza: benefici, sicurezza e indicazioni