in

Puoi mangiare troppo aglio?

Per molti chef casalinghi, l’aglio è la spezia preferita con cui cucinare grazie al suo sapore e aroma pungenti. Funziona particolarmente bene in stufati, salse, pizze e primi piatti.

Questo potente ingrediente è legato a numerosi benefici per la salute grazie alle sue proprietà medicinali. Tuttavia, nonostante la sua versatilità e i suoi benefici per la salute, alcuni amanti dell’aglio si chiedono se sia possibile esagerare (1Fonte attendibile).

Questo articolo esamina la ricerca per determinare se puoi mangiare troppo aglio.

Effetti collaterali dell’aglio

Sebbene l’aglio sia un’aggiunta salutare a una dieta equilibrata, mangiarne troppo può causare diversi effetti collaterali.

Aumento del rischio di sanguinamento

Uno degli effetti collaterali più gravi del consumo di troppo aglio è un aumento del rischio di sanguinamento, soprattutto se si assumono anticoagulanti o si è sottoposti a un intervento chirurgico.

Questo perché l’aglio ha proprietà antitrombotiche, il che significa che può prevenire la formazione di coaguli di sangue (2Fonte attendibile).

Sebbene il sanguinamento indotto dall’aglio sia raro, un rapporto ha dettagliato un caso in cui una persona ha sperimentato un aumento del sanguinamento dopo aver mangiato regolarmente 12 grammi di aglio – circa 4 chiodi di garofano – al giorno prima dell’intervento chirurgico (3Fonte attendibile).

In un altro caso di studio, una persona ha subito un’eccessiva decolorazione e lividi dopo l’intervento chirurgico. La possibile causa era un integratore alimentare che la persona stava assumendo, che conteneva olio di pesce e 10 mg di concentrato di aglio, entrambi i quali influenzano la formazione di coaguli di sangue (4Fonte attendibile).

Pertanto, è importante parlare con il proprio medico prima di utilizzare integratori di aglio. Se stai assumendo farmaci o stai per sottoporti a un intervento chirurgico, dovresti anche consultare un operatore sanitario prima di aggiungere l’aglio alla tua dieta.

alito che sa di aglio

L’aglio contiene una varietà di composti solforati , a cui sono spesso attribuiti i suoi numerosi benefici per la salute (1Fonte attendibile).

Tuttavia, questi composti possono causare l’alitosi, soprattutto se consumati in grandi quantità. Ciò è particolarmente vero per l’aglio crudo, poiché la cottura riduce il contenuto di questi composti solforati benefici (5Fonte attendibile6Fonte attendibile).

Tuttavia, puoi provare diversi rimedi casalinghi per sbarazzarti dell’alito d’aglio .

Problemi digestivi

Come le cipolle, i porri e gli asparagi , l’aglio è ricco di fruttani, un tipo di carboidrati che in alcune persone può causare gonfiore, gas e mal di stomaco (7Fonte attendibile).

Infatti, quando le persone con un’intolleranza ai fruttani mangiano un alimento ricco di fruttani, non viene completamente assorbito nell’intestino tenue. Invece, viaggia intatto nel colon e viene fermentato nell’intestino, un processo che può contribuire a problemi digestivi (7Fonte attendibile).

Pertanto, le persone che seguono una dieta a basso contenuto di FODMAP – una dieta di eliminazione destinata a identificare alimenti specifici che scatenano problemi digestivi – sono spesso incoraggiate a limitare l’assunzione di aglio (8Fonte attendibile).

Bruciore di stomaco

Se hai la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), potresti prendere in considerazione la possibilità di ridurre l’assunzione di aglio.

GERD è una condizione comune che si verifica quando l’acido dello stomaco risale nell’esofago, causando sintomi come bruciore di stomaco e nausea (9Fonte attendibile).

L’aglio può ridurre il tono dello sfintere esofageo inferiore (LES), che è la capacità dei muscoli nella parte inferiore dell’esofago di chiudersi e impedire l’ingresso di acido. A sua volta, questo può innescare il reflusso acido (10Fonte attendibile).

Tuttavia, alcuni alimenti colpiscono le persone con GERD in modo diverso. Se scopri che mangiare molto aglio non provoca sintomi, è probabile che non sia necessario limitare l’assunzione (11Fonte attendibile).

Per aiutarti a creare il tuo miglior piano alimentare, ti invieremo una guida esperta e basata su prove sulla nutrizione e sulla perdita di peso.

Quanto dovresti mangiare?

Sebbene non esistano raccomandazioni ufficiali su quanto aglio dovresti mangiare, gli studi dimostrano che mangiare 1-2 chiodi di garofano (3-6 grammi) al giorno può avere benefici per la salute (1Fonte attendibile).

Se noti effetti collaterali dopo aver mangiato più di questa quantità, considera di ridurre l’assunzione.

Cucinare l’aglio prima di mangiarlo può anche aiutare a prevenire effetti collaterali come alito d’aglio, problemi digestivi e reflusso acido (11Fonte attendibile).

Se hai problemi di salute di base o stai assumendo farmaci, è meglio parlare con il medico prima di apportare modifiche alla dieta o utilizzare integratori a base di erbe.

La linea di fondo

L’aglio è altamente nutriente e associato a una varietà di benefici per la salute.

Tuttavia, se ne mangi troppo, può causare effetti collaterali come alitosi, reflusso acido, problemi digestivi e un aumento del rischio di sanguinamento.

Pertanto, è meglio gustare questa deliziosa spezia con moderazione e ridurne l’assunzione se si iniziano a manifestare effetti negativi.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

6 vitamine e integratori per il reflusso acido

Le sigarette hanno un effetto lassativo?