in

Tendinite d’Achille

Cos’è la tendinite d’Achille?

Il tendine di Achille attacca i muscoli del polpaccio all’osso del tallone, o calcagno. Usi questo tendine per saltare, camminare, correre e stare in piedi sulle punte dei piedi.

Un’attività fisica continua e intensa, come correre e saltare, può causare un’infiammazione dolorosa del tendine di Achille, nota come tendinite di Achille (o tendinite).

Esistono due tipi di tendinite di Achille: tendinite di Achille inserzionale e tendinite di Achille non inserzionale.

  • La tendinite inserzionale dell’Achille colpisce la parte inferiore del tendine dove si attacca al calcagno.
  • La tendinite di Achille non inserzionale coinvolge le fibre nella porzione centrale del tendine e tende a colpire le persone più giovani che sono attive.

Semplici trattamenti domiciliari possono aiutare la tendinite di Achille. Tuttavia, se il trattamento domiciliare non funziona, è importante consultare un medico. Se la tua tendinite peggiora, il tendine può lacerarsi. Potresti aver bisogno di farmaci o interventi chirurgici per alleviare il dolore.

Cause della tendinite d’Achille

L’esercizio eccessivo o la camminata causano comunemente tendinite d’Achille, specialmente per gli atleti. Tuttavia, anche fattori non correlati all’esercizio fisico possono contribuire al rischio. L’artrite reumatoide e l’infezione sono entrambe legate alla tendinite.

Qualsiasi attività ripetuta che affatica il tendine di Achille può potenzialmente causare tendinite . Alcune cause includono:

  • allenarsi senza un adeguato riscaldamento
  • sforzare i muscoli del polpaccio durante esercizi ripetuti o attività fisica
  • praticare sport, come il tennis, che richiedono soste rapide e cambi di direzione
  • aumento improvviso dell’attività fisica senza consentire al corpo di adattarsi a un maggiore allenamento
  • indossare scarpe vecchie o poco aderenti
  • indossare tacchi alti ogni giorno o per periodi prolungati
  • avere speroni ossei nella parte posteriore dei talloni
  • essendo più vecchio, poiché il tendine di Achille si indebolisce con l’età

I sintomi della tendinite d’Achille

I sintomi includono:

  • disagio o gonfiore nella parte posteriore del tallone
  • muscoli del polpaccio tesi
  • gamma limitata di movimento quando si flette il piede
  • pelle del tallone eccessivamente calda al tatto

Il sintomo principale della tendinite di Achille è il dolore e il gonfiore nella parte posteriore del tallone quando si cammina o si corre. Altri sintomi includono muscoli del polpaccio tesi e gamma limitata di movimento quando si flette il piede.

Questa condizione può anche rendere la pelle del tallone eccessivamente calda al tatto.

Diagnosi di tendinite d’Achille

Per diagnosticare la tendinite di Achille, il medico ti farà alcune domande sul dolore e sul gonfiore al tallone o al polpaccio. Il medico potrebbe chiederti di stare in piedi sulle punte dei piedi mentre osserva la tua gamma di movimento e flessibilità .

Il medico si sente anche intorno, o palpa direttamente l’area per individuare dove il dolore e il gonfiore sono più gravi.

I test di imaging possono aiutare a confermare la tendinite di Achille, ma di solito non sono necessari. Se ordinati, i test includono:

  • Raggi X , che forniscono immagini di ossa di piedi e gambe
  • Scansioni MRI, che possono rilevare rotture e degenerazione dei tessuti
  • ultrasuoni , che possono mostrare movimento del tendine, danni correlati e infiammazione

Curare la tendinite d’Achille

Sono disponibili molti trattamenti per la tendinite di Achille, che vanno dai rimedi casalinghi, come il riposo e i farmaci antinfiammatori , ai trattamenti più invasivi, come le iniezioni di steroidi, le iniezioni di plasma ricco di piastrine (PRP) e la chirurgia. Il medico potrebbe suggerire:

  • ridurre l’attività fisica
  • allungare molto delicatamente e successivamente rafforzare i muscoli del polpaccio
  • passare a uno sport diverso e meno faticoso
  • ghiacciare l’area dopo l’esercizio o quando si ha dolore
  • alzando il piede per diminuire qualsiasi gonfiore
  • indossare un tutore ostivale da passeggio per impedire il movimento del tallone
  • andare in fisioterapia
  • prendendo farmaci antinfiammatori, come l’ aspirina (Bufferin ) o ibuprofene (Advil ), per un tempo limitato
  • indossare una scarpa con tacco rialzato per allentare la tensione del tendine d’Achille

metodo RISO

Il metodo di riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione (RICE) è solitamente efficace nel trattamento della tendinite di Achille subito dopo l’infortunio. Questo metodo funziona nel modo seguente:

Riposo: non esercitare pressione o peso sul tendine per uno o due giorni finché non riesci a camminare sul tendine senza dolore. Il tendine di solito guarisce più velocemente se non viene sottoposto a ulteriore sforzo durante questo periodo.

Il medico potrebbe suggerirti di usare le stampelle se devi percorrere lunghe distanze mentre riposi il tendine.

Ghiaccio: metti il ​​ghiaccio in un sacchetto, avvolgilo in un panno e posiziona il sacchetto di ghiaccio avvolto sulla pelle. Tieni la sacca sul tendine per 15-20 minuti, quindi togli la sacca per lasciare che il tendine si riscaldi di nuovo. Il ghiaccio di solito fa diminuire l’infiammazione o il gonfiore più velocemente.

Compressione: avvolgere abendaggio onastro atletico intorno al tendine per comprimere la lesione. Puoi anche legare un capo di abbigliamento intorno a quest’area.

Ciò impedisce al tendine di gonfiarsi troppo. Ma non avvolgere o legare qualcosa di troppo stretto attorno al tendine, poiché può limitare il flusso sanguigno.

Elevazione: alza il piede sopra il livello del petto. Poiché il tuo piede è più alto del tuo cuore, il sangue ritorna al cuore e mantiene basso il gonfiore. È più facile da fare sdraiandosi e appoggiando il piede su un cuscino o su un’altra superficie rialzata.

Chirurgia

Nel caso in cui questo trattamento non sia efficace, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per riparare il tendine di Achille. Se la condizione peggiora e non viene trattata, c’è un rischio maggiore di rottura dell’Achille, che richiede un intervento chirurgico. Ciò può causare dolore acuto nella zona del tallone.

Il medico può consigliare alcune opzioni per un intervento chirurgico di rottura del tendine in base a quanto grave è la tua rottura e se hai avuto una rottura prima. Il medico di solito ti indirizzerà a un chirurgo ortopedico per decidere quale procedura è la migliore per te. Se non hai già un ortopedico, il nostro strumento Healthline FindCare può aiutarti a metterti in contatto con i medici della tua zona.

Un metodo chirurgico è chiamato riparazione aperta. In questo intervento, un chirurgo pratica un’incisione per aprire la gamba sopra l’osso del tallone. Quindi ricuciono i due lati del tendine rotto e chiudono l’incisione.

In un altro metodo, un chirurgo pratica un’incisione per aprire l’area della gamba in cui è avvenuta la rottura. Quindi passano gli aghi con punti di sutura attraverso il tendine e la pelle e tornano indietro attraverso l’incisione. Infine, legano le suture insieme.

Complicazioni della tendinite di Achille

Le complicanze più comuni della tendinite di Achille sono dolore, difficoltà a camminare o fare esercizio fisico e il tendine o l’osso del tallone si deformano.

Puoi anche sperimentare una lesione completa, o rottura, del tendine di Achille . In questo caso, di solito avrai bisogno di un intervento chirurgico per riparare la rottura.

Uno studio del 2017 ha rilevato che complicazioni come infezioni o difficoltà nella guarigione delle ferite sono possibili, sebbene non comuni, dopo un intervento chirurgico per tendinite di Achille.

Le complicazioni possono peggiorare se non si seguono le istruzioni del medico dopo un’operazione. Se continui a stressare o usurare il tendine di Achille dopo un intervento chirurgico, il tendine può rompersi di nuovo.

Recupero e prospettive dalla tendinite d’Achille

La tendinite di solito scompare dopo alcuni giorni, dopo il riposo e un adeguato trattamento domiciliare (incluso il metodo RICE). Il recupero richiede molto più tempo se continui a esercitare pressione sul tendine o non cambi le tue abitudini di esercizio per prevenire un altro infortunio o rottura.

La tendinite a lungo termine può causare problemi peggiori, tra cui la tendinite inserzionale o il tendine che si inserisce nell’osso del tallone e la tendinosi o l’indebolimento del tendine.

Una rottura del tendine o una tendinite cronica può richiedere un trattamento o un intervento chirurgico a lungo termine. Il recupero dall’intervento chirurgico può richiedere da poche settimane ad alcuni mesi per il completo recupero.

Cercare subito un trattamento per la tendinite o la rottura del tendine è molto importante. Seguire attentamente le istruzioni del medico ti darà una possibilità molto migliore per un rapido recupero.

Prevenire la tendinite d’Achille

Per ridurre il rischio di tendinite di Achille, prova a:

  • Allunga i muscoli del polpaccio all’inizio di ogni giornata per migliorare la tua agilità e rendere il tendine di Achille meno soggetto a lesioni. Cerca di fare stretching prima e dopo gli allenamenti. Per allungare il tendine di Achille, stai con una gamba dritta e piegati in avanti mentre tieni il tallone a terra.
  • Inizia una nuova routine di esercizi, intensificando gradualmente la tua attività fisica.
  • Combina esercizi ad alto e basso impatto , come il basket con il nuoto , per ridurre lo stress costante sui tendini.
  • Scegli scarpe con un’ammortizzazione e un supporto plantare adeguati. Assicurati anche che il tallone sia leggermente sollevato per allentare la tensione del tendine d’Achille. Se hai indossato un paio di scarpe per molto tempo, valuta la possibilità di sostituirle o di utilizzare i plantari.
  • Riduci gradualmente la misura del tacco delle scarpe quando passi da tacchi alti a scarpe basse. Ciò consente al tendine di allungarsi lentamente e aumentare la sua gamma di movimento.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Benefici del cardo benedetto

Un piccolo aiuto qui: la salute dell’intestino