in

Dieta del morbo di Crohn: guida nutrizionale

Panoramica

La malattia di Crohn è un tipo di malattia infiammatoria intestinale (IBD) . Può certamente causare problemi quando si tratta di scegliere cosa mangiare e bere. Non solo la condizione causa infiammazione del tratto digestivo e sintomi spiacevoli, ma le conseguenze a lungo termine possono includere anche la malnutrizione.

Per rendere le cose più complicate, le tue abitudini alimentari possono peggiorare i sintomi. Anche se non esiste una dieta curativa nota per il morbo di Crohn, mangiare ed evitare determinati alimenti può aiutare a prevenire le riacutizzazioni .

Cibi da mangiare

cereali

I cereali sono alimenti dietetici comuni. I cereali integrali sono spesso propagandati come i maggiori benefici dietetici perché sono ricchi di fibre e sostanze nutritive.La ricerca suggerisceFonte attendibile che una dieta ricca di fibre può ridurre il rischio di sviluppare IBD.

Ma una volta ricevuta una diagnosi di IBD e la malattia è attiva, il fattore fibra può essere problematico e, a seconda dei sintomi individuali, il medico può raccomandare una dieta povera di fibre .

Ciò significa che dovrai limitare la quantità di cereali integrali che mangi. Secondo la Crohn’s and Colitis Foundation of America (CCFA) , le persone con Crohn possono beneficiare di un piano alimentare a basso contenuto di fibre e a basso residuo per aiutare a gestire la costrizione intestinale o i sintomi acuti. Questo tipo di dieta riduce le fibre e gli “scarti” che possono rimanere indietro e irritare l’intestino.

Tuttavia, la ricerca in corso mette in dubbio l’utilità delle diete a basso contenuto di fibre nella gestione della malattia di Crohn. Un piccolo studio del 2015 che utilizzava una dieta vegetale che includeva uova, latticini, pesce e fibre ha mostrato un alto tasso di remissione mantenuta in due anni.

Nel complesso, i ricercatori hanno esaminato anche altri studi e hanno concluso che le diete a base vegetale possono aiutare a ridurre l’infiammazione intestinale e migliorare la salute generale. I ricercatori hanno riferito che l’assunzione maggiore di fibre non ha comportato sintomi o esiti sfavorevoli.

Cereali da mangiare:

  • riso e pasta di riso
  • patate
  • farina di mais e polenta
  • fiocchi d’avena
  • pane senza glutine

Frutta e verdura

Frutta e verdura hanno numerosi benefici per la salute, ma possono causare problemi per lo stesso motivo dei cereali integrali: alto contenuto di fibre insolubili.

Invece di evitare del tutto frutta e verdura, puoi comunque raccogliere alcuni dei loro benefici elaborandoli in modo diverso. Ad esempio, cuocere e cuocere al vapore frutta e verdura può renderle più facilmente digeribili, sebbene questo processo possa anche rimuovere alcuni dei loro importanti nutrienti, in particolare vitamine ed enzimi idrosolubili.

Si consiglia di parlare con il proprio medico e dietista dei modi per prevenire eventuali carenze .

Frutta e verdura da provare:

  • Salsa di mele
  • verdure al vapore o ben cotte
  • cetrioli pelati
  • peperoni
  • banane
  • Cantalupo
  • schiacciare
  • zucca

Proteine ​​e carne

Quando si tratta delle riacutizzazioni di Crohn, la tua selezione di proteine ​​dovrebbe essere basata sul contenuto di grassi. Optare per proteine ​​con meno grassi è una scelta migliore.

Proteine ​​da mangiare:

  • uova
  • pesce
  • crostacei
  • filetto di maiale
  • burro di arachidi
  • carne bianca pollame
  • tofu e altri prodotti a base di soia

Latticini

Mentre altre persone con Crohn possono essere in grado di bere un bicchiere di latte qua e là senza problemi, potresti non tollerare molto bene i latticini .

Invece, prova a mangiare sostituti del latte, che sono ampiamente disponibili nei negozi di alimentari e nei supermercati.

Latticini o alternative al latte da provare:

  • sostituti del latte come latte , yogurt e formaggio a base di piante come soia, cocco, mandorle, lino o canapa
  • latticini fermentati a basso contenuto di grassi come yogurt o kefir

Cibi da evitare

cereali

Se hai l’IBD, mangiare molte fibre può essere problematico.

La fibra insolubile, che si trova nelle bucce di frutta e verdura, nei semi, nelle verdure a foglia scura e nei prodotti integrali, passa intatta attraverso il tratto digestivo . Ciò può aumentare la diarrea e il dolore addominale . Tuttavia, anche altre sostanze nei cereali possono essere la causa, comeglutineFonte attendibile o carboidrati fermentabili (FODMAPFonte attendibile).

Quali cereali evitare o limitare:

  • pane di farina integrale
  • pasta integrale
  • segale e prodotti di segale
  • orzo

Frutta e verdura

A causa dei loro numerosi benefici, è un peccato pensare che frutta e verdura dovrebbero essere evitate dalle persone con Crohn. La verità è che i prodotti crudi contengono anche molte fibre insolubili, e questo causa dolori allo stomaco e alla digestione.

Non devi necessariamente eliminare ogni frutta e verdura dalla tua dieta, ma alcuni frutti e verdure possono essere eccezionalmente duri per il tratto digestivo di un Crohn, sia a causa del contenuto di fibre che di FODMAP .

Quale frutta e verdura limitare eventualmente:

  • mele con la buccia
  • broccoli
  • cavolo
  • cavolfiore
  • carciofi
  • ciliegie
  • Pesche
  • prugne

Proteine ​​e carne

Le carni con un contenuto di grassi più elevato dovrebbero essere evitate, poiché possono causare riacutizzazioni.

Quali proteine ​​evitare o limitare:

  • carne rossa
  • salsicce
  • carne scura pollame

Latticini

La Mayo Clinic consiglia alle persone con malattia di Crohn di limitare i latticini o evitarli del tutto. Questo perché l’intolleranza al lattosio tende a coincidere con l’ IBD .

Il lattosio, un tipo di zucchero del latte, può aumentare il rischio di gas o dolori addominali e diarrea . I cibi ricchi di grassi possono anche essere più difficili da digerire.

Latticini da evitare:

  • Burro
  • crema
  • latticini interi
  • margarina

Se decidi di dedicarti ai latticini, assicurati di optare per prodotti a basso contenuto di grassi, limita l’assunzione e utilizza prodotti enzimatici come la lattasi (Lactaid) o prodotti senza lattosio per aiutare a controllare eventuali riacutizzazioni risultanti. Puoi anche provare queste 13 ricette per la cena senza latticini.

Le bevande

Considerando la natura della malattia di Crohn, è generalmente una buona idea bere più liquidi. La migliore bevanda preferita tende ad essere semplice acqua. L’acqua fornisce anche la migliore forma di idratazione. La disidratazione è spesso un rischio nei casi di diarrea cronica.

Quali bevande evitare o limitare:

  • caffè
  • tè nero
  • bibita
  • vino, liquori e birra

Prova questi invece:

  • acqua naturale
  • acqua frizzante (se tollerata)
  • tisana senza caffeina

Le bevande contenenti caffeina , come caffè, tè e soda, aumentano la diarrea. L’alcol può avere lo stesso effetto. Neanche la soda e l’acqua gassata sono necessariamente buone scelte. Possono aumentare il gas in molte persone.

Se non puoi vivere senza la tua caffeina quotidiana o un bicchiere di vino occasionale, ricorda che la moderazione è la chiave. Prova a bere acqua insieme a queste bevande per ridurre al minimo i loro potenziali effetti negativi.

Spezie

I cibi piccanti possono agire come irritanti per alcuni e peggiorare i sintomi. Come regola generale, dovresti evitare tutto ciò che è eccessivamente piccante. D’altra parte, la curcuma (o curcumina) è stata collegata alla riduzione al minimo delle riacutizzazioni della malattia di Crohn negli studi preliminari . Ha un sapore leggermente piccante.

Quali spezie evitare o limitare:

  • Pepe di Giamaica
  • Pepe nero
  • pepe di Caienna
  • peperoncino in polvere
  • Jalapenos
  • aglio
  • cipolle bianche, gialle o viola
  • paprica
  • wasabi

Prova questi invece:

  • Curcuma
  • Zenzero
  • erba cipollina o cipolle verdi
  • cumino
  • scorza di limone
  • erbe fresche
  • mostarda

Ottieni approfondimenti settimanali sui modi per gestire le condizioni digestive e migliorare la salute dell’intestino.

Vitamine e integratori

I problemi con gli alimenti possono giustificare uno sguardo a vitamine e integratori. Secondo la Mayo Clinic, un multivitaminico può essere una delle scelte migliori per il morbo di Crohn. Questi integratori possono aiutare a prevenire la malnutrizione causata dall’incapacità dell’intestino tenue di assorbire correttamente i nutrienti dagli alimenti che mangi.

Inoltre, se la tua dieta è molto limitata a causa delle riacutizzazioni, un multivitaminico con minerali può aiutare a colmare i nutrienti mancanti. Il calcio è un altro importante integratore da considerare, soprattutto se non si mangiano molti latticini.

A seconda del grado della malattia e dell’infiammazione, dei farmaci che stai assumendo e se si sono verificati interventi chirurgici di resezione, acido folico , vitamina B-12 , vitamina D e vitamine liposolubili (vitamine A, D, E e K) sono le carenze nutrizionali più comuni.

Sebbene gli integratori possano aiutare, dovresti discuterne prima con il medico e il dietologo per evitare il rischio di dosi eccessive e interazioni farmacologiche.

Prospettive e altre considerazioni dietetiche

La dieta può aiutare a prevenire le riacutizzazioni di Crohn. Tuttavia, cibi e bevande tendono a influenzare i pazienti con Crohn in modo diverso. Ciò significa che un alimento potrebbe causare riacutizzazioni per alcune persone e non per altre. In generale, se sai che un determinato cibo aggrava i tuoi sintomi , dovresti aver cura di evitarlo del tutto. Se pensi che un alimento stia peggiorando i tuoi sintomi, prova a eliminarlo dalla tua dieta e vedi se i tuoi sintomi migliorano. Se lo aggiungi di nuovo in un secondo momento e i sintomi riprendono, probabilmente sarebbe meglio evitarlo. Pasti più piccoli e più frequenti possono anche ridurre il lavoro del tratto digestivo.

Nuove aree di ricerca in Crohn includono:

  • l’uso di probiotici
  • l’assunzione di omega-3 presenti nel pesce e nell’olio di semi di lino
  • pesce
  • cibi fibrosi come lo psillio che rimangono non digeriti fino al colon
  • trigliceridi a catena media presenti nel cocco
  • intolleranza al glutineFonte attendibile
  • un dieta a basso contenuto di FODMAPFonte attendibile
  • una dieta enterale ricca di fibre

È importante considerare che non è solo ciò che mangi che può aggravare i sintomi. Anche il modo in cui cucini e lavori il cibo può fare la differenza. I cibi fritti e grassi sono comunemente segnalati come colpevoli di riacutizzazioni, quindi opta invece per cibi al forno e alla griglia. La malattia di Crohn può rendere difficile la digestione dei grassi, peggiorando la diarrea e altri sintomi.

La dieta può svolgere un ruolo cruciale nella gestione complessiva del Crohn, ma è una malattia complessa e multifattoriale. Spesso richiede molti metodi di trattamento di supporto, non solo la sola dieta.

In effetti, il CCFA rileva che pochi studi di ricerca hanno indicato la dieta come la soluzione. Questo perché la dieta può aiutare a prevenire e alleviare i sintomi, ma il cibo in sé potrebbe non essere sufficiente per affrontare l’infiammazione e le cicatrici sottostanti che causano i sintomi in primo luogo.

Continua a consultare il medico per il trattamento e i follow-up. Assicurati di discutere eventuali differenze nei sintomi. La consulenza nutrizionale può anche migliorare l’efficacia dei farmaci e la qualità generale della vita.

Scopri più risorse per vivere con Crohn con l’app gratuita IBD Healthline. Questa app fornisce accesso a informazioni approvate da esperti su Crohn, nonché supporto tra pari attraverso conversazioni individuali e discussioni di gruppo dal vivo. Scarica l’app per iPhone o Android.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Comprensione del ciclo di remissione e ricaduta nella malattia di Crohn

Come sto battendo Crohn?