in

Morbo di Crohn: fatti, statistiche e te

La malattia di Crohn è un tipo di malattia infiammatoria intestinale (IBD) in cui una risposta anormale del sistema immunitario provoca un’infiammazione cronica nel tratto digestivo. Questo può portare a:

  • dolore addominale
  • diarrea grave
  • fatica
  • crampi
  • perdita di peso
  • malnutrizione

Il morbo di Crohn viene spesso confuso con la colite ulcerosa , una IBD simile che colpisce solo l’intestino crasso.

Nel 2015, circa 3,1 milioniFonte attendibilegli adulti negli Stati Uniti avevano ricevuto una diagnosi di IBD e, secondo la Crohn’s & Colitis Foundation , la malattia di Crohn può colpire fino a 780.000 americani.

Durante gli anni dal 2003 al 2013Fonte attendibile, non vi è stato alcun cambiamento significativo nel tasso di ospedalizzazione quando la malattia di Crohn era la diagnosi primaria. Il tasso di ospedalizzazione, tuttavia, è aumentato in modo significativo durante questo periodo in cui la malattia di Crohn era la diagnosi secondaria, passando da oltre 120.000 ricoveri ospedalieri nel 2003 a oltre 196.000 nel 2013.

Chi ottiene la malattia di Crohn?

Chiunque può sviluppare il morbo di Crohn o la colite ulcerosa. Le MICI, tuttavia, vengono solitamente diagnosticate in giovani adulti di età compresa tra 15 e 35 anni .

I bambini hanno il doppio delle probabilità di essere diagnosticati con il Crohn rispetto alla colite ulcerosa. I ragazzi sviluppano IBD a un tasso leggermente superiore rispetto alle ragazze.

Negli Stati UnitiFonte attendibile, la colite ulcerosa è leggermente più comune nei maschi, mentre il morbo di Crohn è più frequente nelle femmine. I bianchi e gli ebrei ashkenaziti sviluppano il morbo di Crohn a un tasso più elevato rispetto ad altre etnie.

Il Canada ha la più alta incidenza di Crohn nel mondo. Ci sono anche aumentatiTassi di ospedalizzazione correlati a IBDFonte attendibile negli stati settentrionali rispetto agli stati meridionali sia per la colite ulcerosa che per il morbo di Crohn.

I fattori di rischio per la malattia di Crohn non sono chiaramente stabiliti, ma la storia familiare e il fumo di sigaretta potrebbero essere fattori nello sviluppo della malattia.

I fumatori attivi hanno una probabilità doppia rispetto ai non fumatori di sviluppare il morbo di Crohn eil fumo peggioraFonte attendibile risultati del trattamento e aumenta le riacutizzazioni tra le persone con malattia di Crohn.

cause

Una causa della malattia di Crohn può essere una reazione autoimmune in cui il sistema immunitario attacca erroneamente i batteri sani nel tratto gastrointestinale.

Il morbo di Crohn colpisce più comunemente la fine dell’intestino tenue (l’ileo) e l’inizio del colon. Detto questo, può interessare anche qualsiasi parte del tratto gastrointestinale, dalla bocca all’ano.

L’infiammazione cronica provoca l’ispessimento della parete intestinale, che scatena i sintomi.

Circa il 20% delle persone con IBD ha un altro membro della famiglia con IBD e le famiglie spesso condividono un modello di malattia simile. Tra il 5 e il 20% delle persone con IBD ha un parente di primo grado con uno.

Quando entrambi i genitori hanno una malattia infiammatoria intestinale, il rischio per i loro figli di sviluppare la malattia di Crohn è 35 percentoFonte attendibile.

Potrebbe esserci anche un elemento ambientale. I tassi di Crohn sono più alti nei paesi sviluppati, nelle aree urbane e nei climi settentrionali.

Lo stress e la dieta possono peggiorare il morbo di Crohn, ma si pensa che nessuno dei due causi la malattia. È probabile che il morbo di Crohn sia causato da una combinazione di fattori.

Sintomi

I sintomi della malattia variano da persona a persona, a seconda del tipo di Crohn .

La forma più diffusa è chiamata ileocolite, che colpisce l’estremità dell’intestino tenue (ileo) e l’intestino crasso (colon). I sintomi includono:

  • dolore nella parte inferiore o centrale
    dell’addome
  • diarrea
  • perdita di peso

Ileite colpisce solo l’ileo, ma provoca gli stessi sintomi.

La malattia di Crohn gastroduodenale si manifesta all’inizio dell’intestino tenue (duodeno) e dello stomaco. I sintomi principali sono perdita di appetito, nausea e vomito, che possono causare perdita di peso.

La digiunoileite, un altro tipo di Crohn, provoca aree di infiammazione nella parte superiore dell’intestino tenue (digiuno). Può causare forti dolori addominali e crampi, soprattutto dopo aver mangiato. Un altro sintomo è la diarrea.

Quando il morbo di Crohn colpisce solo il colon, si parla di colite granulomatosa di Crohn. Questo tipo di Crohn provoca diarrea e sanguinamento rettale. Le persone possono sviluppare ascessi e ulcere nell’area dell’ano. Altri sintomi includono dolori articolari e lesioni cutanee.

Altri sintomi generali del morbo di Crohn includono affaticamento, febbre e sudorazioni notturne.

Altri sintomi includono:

  • diarrea
  • dolori addominali e crampi
  • sangue nelle feci
  • ulcere della bocca
  • riduzione dell’appetito e perdita di peso
  • dolore o drenaggio vicino o intorno
    all’ano a causa di un’infiammazione da un tunnel nella pelle ( fistola )

Alcune persone hanno un bisogno urgente di muovere le viscere. Anche la stitichezza può essere un problema. Le donne possono avere un’interruzione del loro ciclo mestruale, mentre i bambini piccoli possono avere uno sviluppo ritardato.

La maggior parte delle persone con Crohn ha episodi di attività della malattia seguiti da remissioni . Lo stress di una riacutizzazione può portare ad ansia e ritiro sociale.

Diagnosi e trattamento

Non esiste un singolo test in grado di diagnosticare positivamente la malattia di Crohn. Se hai sintomi, il medico probabilmente eseguirà una serie di test per escludere altre condizioni.

I test diagnostici possono includere:

  • esami del sangue per cercare infezioni
    o anemia
  • test fecali per vedere se c’è
    sangue nelle feci
  • endoscopia a capsula o endoscopia a
    doppio palloncino, due procedure che consentono una migliore visione
    dell’intestino tenue
  • sigmoidoscopia flessibile ,
    una procedura che aiuta il medico a visualizzare l’ultima sezione del colon
  • colonscopia per consentire ai medici di osservare bene l’intera lunghezza del
    colon e di prelevare campioni per l’analisi (biopsia)
  • test di imaging come la
    tomografia computerizzata (TC) o la risonanza magnetica (MRI) per ottenere immagini dettagliate
    dell’area addominale e del tratto intestinale

La presenza di cellule infiammatorie in una colonscopia può aiutare a diagnosticare il Crohn.

Non esiste una cura per il morbo di Crohn e il trattamento di solito prevede un approccio combinato. L’obiettivo del trattamento medico è ridurre l’infiammazione che scatena i segni e i sintomi.

Gli immunosoppressori possono aiutare a controllare la risposta infiammatoria del sistema immunitario. Vari farmaci , inclusi farmaci antinfiammatori, corticosteroidi e antibiotici, possono essere usati per trattare i sintomi individuali.

La Crohn’s & Colitis Foundation stima che dai due terzi ai tre quarti di quelli con malattia di Crohn subiranno una o più operazioni nel corso della loro vita. Circa il 30% dei pazienti chirurgici avrà una riacutizzazione entro 3 anni e l’80% ne avrà una entro 20 anni.

Le buone decisioni nutrizionali sono cruciali per le persone con Crohn. Le modifiche dietetiche, specialmente durante gravi riacutizzazioni, possono aiutare a ridurre i sintomi della malattia e sostituire i nutrienti persi.

Un medico può consigliarti di apportare modifiche alla tua dieta come:

  • evitando
    bevande gassate o “ gassate ”
  • evitando popcorn, bucce vegetali,
    noci e altri cibi ricchi di fibre
  • bere più liquidi
  • mangiare pasti più piccoli più spesso
  • tenere un diario alimentare
    per aiutare a identificare gli alimenti che causano problemi

Ottieni approfondimenti settimanali sui modi per gestire le condizioni digestive e migliorare la salute dell’intestino.

complicazioni

Il morbo di Crohn può portare a fessure o lacrime nel rivestimento dell’ano. Ciò può causare sanguinamento e dolore.

Una complicanza comune e grave è quando l’infiammazione e il tessuto cicatriziale bloccano l’intestino. Il Crohn può anche causare ulcere all’interno dell’intestino.

Un’altra grave complicazione è la formazione di fistole, spazi anomali che collegano gli organi all’interno del corpo. Le fistole colpiscono circa il 30% delle persone con malattia di Crohn, secondo la Crohn’s & Colitis Foundation. Questi passaggi anormali possono spesso essere infettati.

La malattia di Crohn può anche aumentare il rischio di cancro del colon-retto .

Vivere con la malattia di Crohn richiede anche un tributo emotivo. L’imbarazzo per i problemi del bagno può interferire con la tua vita sociale e la tua carriera. Potresti trovare utile cercare consulenza o unirti a un gruppo di supporto per persone con IBD.

Quelli con IBD hanno maggiori probabilità di avere particolari condizioni di salute croniche, rispetto a quelli senza IBD. Questi includono:

  • malattia cardiovascolare
  • malattia respiratoria
  • cancro
  • artrite
  • malattie renali
  • malattia del fegato
Costi

Il Crohn è una malattia costosa.

In un Recensione del 2008Fonte attendibile, i costi medici diretti sono stati $ 18.022 a $ 18.932 per paziente all’anno negli Stati Uniti. L’onere finanziario totale annuo dell’IBD negli Stati Uniti è stimato tra 14,6 miliardi di dollari e 31,6 miliardi di dollari .

Condividi su Pinterest

I costi erano più alti per le persone con attività di malattia più grave. I pazienti nel 25% superiore hanno una media di $ 60.582 all’anno. Quelli nel 2% più alto hanno in media più di $ 300.000 all’anno.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Come sto battendo Crohn?

Tutto quello che devi sapere sui campioni di feci se vivi con IBD