in

Come mantenere equilibrata la flora intestinale

Potresti aver sentito tutto sulla pulizia del colon, sui batteri buoni e sui batteri cattivi, ma cosa sono la flora intestinale?

Flora intestinale è il termine gergale dato ai batteri buoni e cattivi che vivono all’interno del tratto digestivo. Il tipo e la quantità di batteri presenti dipendono dalla loro posizione nel corpo (intestino tenue contro colon). Come deposito per le feci, il colon è pieno di centinaia di diversi tipi di batteri, che hanno lavori specifici da svolgere.

Cattiva Flora

Probabilmente hai sentito parlare di alcuni dei patogeni più comuni, che sono batteri che possono causare malattie negli esseri umani se lasciati incontrollati, compresi germi come lo streptococco (mal di gola) o E. coli (infezioni del tratto urinario e diarrea). Alcuni degli altri germi comuni trovati nel colon umano includono:

  • La crescita eccessiva di Clostridium Difficile (C. diff) può causare più feci verdi, maleodoranti e acquose ogni giorno, così come dolore addominale e tenerezza.
  • Enterococcus Faecalis è una delle cause di infezioni post-chirurgiche nell’addome e infezioni del tratto urinario.
  • Escherichia Coli (E. coli) è la causa più popolare di diarrea negli adulti, e questo batterio è presente in quasi tutti i colon sani degli adulti.
  • La crescita eccessiva di Klebsiella è associata a una dieta occidentale che include molte carni e prodotti animali.
  • La crescita eccessiva di Bacteroides è associata alla colite, un’infiammazione dolorosa del colon.

Buona Flora

I batteri buoni, come Bifidobacteria e Lactobacillus, aiutano a tenere sotto controllo questi batteri cattivi. Senza una buona flora, l’intero colon sarebbe invaso da una cattiva flora, che si tradurrebbe in sintomi come diarrea o addirittura malattia. Questi germi protettivi e microscopici hanno molte funzioni importanti tra cui:

  • Distruggere i batteri cattivi e prevenire la crescita eccessiva
  • Rompere le bolle di gas dalla fermentazione degli alimenti
  • Potenziare la funzione del sistema immunitario
  • Assistere con la sintesi vitaminica (vitamine B e K nell’intestino tenue)
  • Mantieni regolari i tuoi movimenti intestinali
  • Mantieni il colon “pulito” (naturalmente) negando la necessità di detergenti per il colon

Distruggere il bene con il male

Che siano etichettati come batteri “buoni” o “cattivi”, sono entrambi organismi unicellulari che vengono distrutti abbastanza facilmente. A volte, è un male necessario, come quando devi prendere antibiotici per uccidere un’infezione da mal di gola. Tuttavia, gli antibiotici uccidono anche i batteri buoni, che possono portare a problemi di composizione come:

  • Irregolarità intestinale (diarrea e costipazione)
  • Crescita eccessiva di lievito (può causare prurito, bruciore intorno all’ano e portare a infezioni vaginali e orali da lieviti)
  • Disbiosi (il nome tecnico per una mancanza di batteri buoni o uno squilibrio batterico)
  • Complicazioni per le persone che soffrono di sindrome dell’intestino irritabile

Ci sono molti modi per distruggere i batteri, alcuni dei quali sono fuori dal tuo controllo. Se hai bisogno di prendere antibiotici per curare un’infezione, puoi uccidere i tuoi batteri, buoni e cattivi.4 Allo stesso modo, i batteri possono essere distrutti da:

  • Lassativo cronico o integrazione di fibre
  • Diarrea prolungata (elimina i batteri)
  • Stress (emotivo)
  • Completamento di una preparazione intestinale, come quella richiesta per una colonscopia

Diagnosi di problemi con la flora intestinale

Spesso, i problemi con la flora intestinale si correggeranno e non è richiesta alcuna azione da parte tua. Tuttavia, le persone che affrontano problemi intestinali cronici, come la colite o la malattia infiammatoria intestinale, possono aver bisogno di una gestione più aggressiva dei batteri del colon.

Il Comprehensive Digestive Stool Analysis (CDSA), è un test delle feci che controlla quale tipo e quantità di batteri sono presenti, i tassi di assorbimento dei nutrienti (quanto velocemente si digerisce) e quanto bene si digerisce il cibo. Se c’è una differenza significativa nella proporzione di batteri cattivi rispetto a quelli buoni, il medico potrebbe suggerire di assumere un probiotico o un integratore microbico vivo che può aiutare a ripopolare la flora buona nel colon.

Probiotici e Prebiotici

Anche se a volte sono usati in modo intercambiabile, un probiotico non è la stessa cosa di un prebiotico. I probiotici sono i batteri reali, mentre i prebiotici sono alimenti non digeribili che aiutano a stabilire un ambiente sano per far prosperare i batteri buoni. Diversi tipi di fibre alimentari, come l’inulina, sono prebiotici. Gli alimenti probiotici ben noti includono yogurt e altri alimenti fermentati, come i crauti.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Cause di sanguinamento dal retto

Lomotil (Difenossilato e Atropina)- Orale usi, effetti collaterali e dosaggi