in

10 segni e sintomi della sindrome dell’intestino irritabile

La sindrome dell’intestino irritabile è un disturbo intestinale caratterizzato da crampi, gonfiore e attacchi di costipazione e diarrea, tra gli altri sintomi.

La comunicazione interrotta tra l’intestino e il cervello causa i segni ei sintomi della sindrome dell’intestino irritabile (IBS). Questo tipo di condizione è un disturbo gastrointestinale funzionale.

La ricerca è ancora in corso sul motivo esatto per cui alcune persone contraggono l’IBS. Può darsi che il loro intestino sia particolarmente sensibile allo stress o ad alcuni cibi.

Circa il 12% degli adulti negli Stati Uniti ha l’IBS. Le donne hanno il doppio delle probabilità di avere l’IBS rispetto agli uomini. È anche più comune nelle persone di età inferiore ai 50 anni.

Questo articolo esplora 10 sintomi di IBS. Continua a leggere per imparare a riconoscerlo. Discutiamo anche di altre condizioni che potrebbero causare sintomi simili.

1. Dolore e crampi

L’esperienza di dolore e crampi nell’addome inferiore sono due dei principali sintomi dell’IBS.

Una ipersensibilità dell’intestino probabilmente causa questi sintomi.

L’IBS influisce sul modo in cui il cervello e l’intestino lavorano insieme e la condizione può causare la contrazione dei muscoli dell’intestino più del necessario per un normale movimento intestinale.

Contrazioni eccessive dei muscoli intestinali possono portare a dolori addominali inferiori e crampi.

2. Gas eccessivo

Le persone con IBS possono sperimentare una quantità eccessiva di gas. I medici non ne conoscono la ragione esatta, sebbene esistano diverse teorie.

Una teoria è che l’IBS causi un problema con i batteri nell’intestino. I batteri possono creare alcune tossine che possono causare un eccesso di gas.

Un’altra teoria è che le viscere delle persone con IBS sono meno in grado di tollerare e trasportare gas. Questo fa sì che le persone con IBS si sentano più gassose di altre persone.

3. Gonfiore

La sensazione di gonfiore è un altro sintomo di IBS. Il gonfiore si riferisce a una raccolta di gas nell’intestino, che può far sentire l’addome pieno e apparire più rotondo del solito. Gli stessi fattori che causano un eccesso di gas nell’IBS possono anche causare gonfiore.

4. Diarrea

La diarrea è un sintomo chiave dell’IBS. Succede perché i muscoli dell’intestino si contraggono più del necessario. La diarrea può essere accompagnata da una sensazione di crampi muscolari.

Per produrre un normale movimento intestinale, l’intestino si contrae e si rilassa in modo ritmico. In IBS, tuttavia, questo ritmo è interrotto. L’IBS può accelerare o rallentare le contrazioni muscolari intestinali. Quindi, l’IBS può causare sia stitichezza che diarrea in momenti diversi.

Come con altri sintomi dell’IBS, la diarrea è correlata al modo in cui il cervello e l’intestino comunicano. La ricerca sul motivo esatto per cui questo accade è in corso.

5. Costipazione

La stitichezza si verifica quando una persona ha difficoltà a passare le feci. Una persona soffre di stitichezza quando ha:

  • meno di tre movimenti intestinali in una settimana
  • feci dure, secche o grumose
  • difficoltà o dolore durante il passaggio delle feci
  • una sensazione di movimento intestinale incompleto

Ci sono molte possibili cause di stitichezza, tra cui disidratazione , mancanza di fibre nella dieta e stress. L’IBS può anche causare stitichezza influenzando il modo in cui i muscoli dell’intestino si contraggono.

Quando qualcuno è stitico, i muscoli intestinali non si contraggono tanto quanto dovrebbero.

A seconda dei sintomi specifici di una persona, un medico può fare riferimento ai seguenti tipi di IBS:

  • IBS con diarrea, che è diarrea e costipazione solo occasionale
  • IBS con costipazione, che è costipazione e diarrea solo occasionale
  • IBS con abitudini intestinali miste, ovvero quando una persona ha regolarmente sia costipazione che diarrea

I medici possono anche riferirsi a IBS predominante nella stitichezza e nella diarrea.

6. Sensibilità agli oligo-, di-, mono-saccaridi e polioli fermentescibili

Le persone con IBS possono essere più sensibili agli alimenti fermentescibili di oligo-, di-, mono-saccaridi e polioli (FODMAP). Questi sono tipi di carboidrati che possono causare infiammazioni o irritazioni nell’intestino.

I FODMAP possono aumentare la quantità di acqua che entra nell’intestino e i batteri nell’intestino possono farli fermentare. Questo può aumentare il gas intestinale.

Le persone possono essere in grado di ridurre i sintomi dell’IBS evitando cibi ad alto contenuto di FODMAP, che includono:

  • cipolle
  • avocado
  • Lenticchie
  • aglio
  • fagioli
  • mandorle
  • anacardi

Per molte persone con IBS, mangiare FODMAP innesca altri segni e sintomi di IBS. Una meta-analisi del 2017 ha rilevato che il consumo di una dieta a basso contenuto di FODMAP può migliorare i sintomi dell’IBS.

Scopri di più sul collegamento tra diete FODMAP e IBS qui .

7. Stanchezza

Sentirsi molto stanchi o affaticati è un altro sintomo comune di IBS.

Una revisione ha rilevato che la stanchezza si verificava insieme ad altri sintomi di IBS, inclusi sintomi correlati all’intestino, disagio psicologico e qualità della vita correlata alla salute.

Sono necessarie ulteriori ricerche, poiché i professionisti medici non comprendono ancora del tutto perché l’IBS a volte porti alla fatica.

8. Dolori articolari

Le persone con IBS possono avere maggiori probabilità di provare dolori articolari. Gli scienziati non sanno ancora perché, ma potrebbe essere dovuto a una maggiore infiammazione nel corpo.

Uno studio del 2017 ha rilevato che le persone con IBS avevano un aumentato rischio di un tipo di dolore articolare chiamato disturbo temporomandibolare. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere questo collegamento.

9. Sensazione di stress

C’è un forte legame tra IBS e stress. Il sistema nervoso controlla l’intestino e risponde allo stress psicologico.

Il legame tra IBS e stress va in entrambe le direzioni. Sentirsi stressati può peggiorare i sintomi dell’IBS ei sintomi fisici dell’IBS possono causare disagio psicologico.

10. Nebbia cerebrale

Anche il gas intestinale e il gonfiore, che sono sintomi di IBS, sono collegati alla nebbia del cervello.

La nebbia cerebrale, o pensiero annebbiato, descrive confusione mentale, capacità di giudizio alterata e difficoltà di concentrazione.

Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere appieno il legame tra problemi con l’intestino e la nebbia del cervello.

Cos’altro potrebbe essere?

IBS non è l’unica spiegazione per i sintomi esplorati in questo articolo. È meglio parlare con un medico per ottenere una diagnosi corretta.

L’esperienza di gas eccessivo o gonfiore non significa necessariamente che una persona abbia l’IBS. Se iniziano a diventare gassosi subito dopo aver mangiato, potrebbero avere una proliferazione batterica intestinale.

Inoltre, avere la diarrea frequentemente o urgentemente può essere un segno di:

  • malattia infiammatoria intestinale
  • celiachia
  • malassorbimento degli acidi biliari
  • sindrome da dumping

prospettiva

L’IBS è una condizione di salute a lungo termine che può influire sul benessere di una persona se non cerca un trattamento. Comprendere i segni e i sintomi dell’IBS può aiutare una persona che soffre della condizione a ottenere un aiuto appropriato.

Sono disponibili molte opzioni di trattamento per aiutare una persona con IBS a gestire la propria condizione. Molti di questi si concentrano sul legame tra stress e IBS. Un medico può anche raccomandare la consulenza e le tecniche di rilassamento progressivo come un modo per alleviare i sintomi.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Il succo di aloe vera è buono per l’IBS?

Quali sono le cause del gonfiore addominale?