in

Cosa può causare agitazione allo stomaco?

L’agitazione dello stomaco è una sensazione di disagio nell’addome che può manifestarsi insieme a nausea e altri sintomi digestivi. Sebbene lo stomaco agitato sia spesso solo temporaneo, a volte può essere un segno di una condizione sottostante.

In questo articolo, descriviamo 11 possibili cause di agitazione gastrica. Spieghiamo anche quando vedere un medico e forniamo alcuni suggerimenti per il trattamento e la prevenzione del ribollimento dello stomaco.

1. Indigestione

Indigestione , o dispepsia, si riferisce a dolore o fastidio nella parte superiore dell’addome.

Altri sintomi di indigestione possono includere :

  • una sensazione di bruciore nella parte superiore dell’addome
  • si sazia troppo presto o si sente a disagio mentre si mangia
  • gonfiore
  • uno stomaco agitato o gorgogliante
  • eruttazione o gas
  • nausea
  • vomito

Non c’è sempre una ragione ovvia per l’indigestione, ma alcune cause comuni includono :

  • mangiare o bere troppo o troppo velocemente
  • mangiare cibi piccanti, grassi o acidi
  • bere troppe bevande contenenti caffeina o gassate
  • fatica
  • fumare

L’indigestione ricorrente a volte può essere un sintomo di una condizione medica sottostante, come ad esempio :

  • bruciore di stomaco e malattia da reflusso gastroesofageo ( GERD )
  • ulcera allo stomaco
  • gastrite
  • infiammazione della cistifellea
  • infezione da batteri Helicobacter pylori
  • intolleranza al lattosio
  • sindrome dell’intestino irritabile (IBS)
  • cancro allo stomaco

Le persone con indigestione grave o ricorrente dovrebbero consultare un medico. Dovrebbero rivolgersi immediatamente a un medico se l’indigestione accompagna uno dei seguenti sintomi :

  • perdita di peso inspiegabile
  • difficoltà a deglutire
  • vomito grave o frequente, soprattutto se il vomito contiene sangue
  • feci nere, catramose o sanguinanti
  • fiato corto
  • dolore addominale grave e persistente
  • dolore al petto, alla mascella, al collo o al braccio
  • ittero , che è un ingiallimento della pelle e delle braccia

2. Stress e ansia

L’intestino e il cervello condividono molte delle stesse connessioni nervose. Per questo motivo, stress e ansia possono avere un effetto significativo sul sistema digerente.

Quando una persona si sente stressata o ansiosa, il suo corpo rilascia ormoni dello stress.

Alcuni di questi ormoni entrano nel tratto digestivo, dove possono portare ai seguenti sintomi e condizioni:

  • agitazione dello stomaco
  • indigestione
  • nausea
  • perdita di appetito
  • stipsi
  • diarrea
  • ulcere peptiche
  • IBS

3. Sindrome premestruale

Molte persone hanno la sindrome premestruale (PMS) , il che significa che sperimentano una serie di sintomi nella settimana prima del ciclo.

In uno studio del 2014 che ha coinvolto donne sane, gli scienziati hanno studiato le relazioni tra sintomi digestivi, umore e mestruazioni.

Dei 156 partecipanti, il 73% ha riferito di aver sperimentato almeno uno dei seguenti sintomi digestivi prima o durante il ciclo:

  • gonfiore
  • dolore addominale
  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • stipsi
  • dolore pelvico

I problemi digestivi erano più comuni tra i partecipanti che avevano anche sintomi psicologici, come umore depresso, ansia e affaticamento . Gli autori hanno suggerito che alcuni ormoni che il corpo rilascia durante le mestruazioni possono influenzare la funzione intestinale.

4. Gravidanza

I problemi digestivi sono comuni durante la gravidanza e possono verificarsi a causa dei cambiamenti ormonali che avvengono all’interno del corpo della donna. Nelle fasi successive della gravidanza, l’utero e il feto ingranditi possono anche esercitare una pressione crescente sulla cavità addominale.

I problemi digestivi che possono verificarsi durante la gravidanza includono:

  • bruciore di stomaco e reflusso acido
  • diarrea
  • stipsi
  • gonfiore
  • eruttazione o gas
  • nausea e vomito

5. Intossicazione alimentare

L’intossicazione alimentare è una malattia comune che colpisce le persone che hanno consumato cibi o bevande contaminati. Le cause più comuni di intossicazione alimentare sono batteri e virus nocivi. Altre cause includono alcuni parassiti, muffe e sostanze chimiche.

Sebbene chiunque possa contrarre un’intossicazione alimentare, le seguenti persone hanno un rischio maggiore :

  • bambini piccoli
  • donne incinte
  • adulti più anziani
  • persone con un sistema immunitario indebolito, come quelli sottoposti a trapianto di organi o che convivono con l’ HIV

I sintomi dell’intossicazione alimentare possono variare da lievi a gravi e possono richiedere ore o addirittura giorni prima che si manifestino dopo che una persona ha consumato il cibo contaminato.

I sintomi comuni di intossicazione alimentare includono:

  • indigestione
  • dolore addominale e crampi
  • nausea e vomito
  • diarrea
  • febbre
  • brividi

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) , chiunque manifesti uno dei seguenti sintomi dovrebbe consultare un medico:

  • una temperatura superiore a 101,5 ° F
  • vomito frequente
  • disidratazione
  • vertigini quando si alza in piedi
  • diarrea che dura più di 3 giorni
  • sangue nelle feci

6. Gastroenterite virale

La gastroenterite virale , che le persone spesso chiamano ” influenza intestinale “, è un’infezione virale dell’intestino.

La causa più comune di gastroenterite virale negli adulti è il norovirus , che rappresenta tra i 19 ei 21 milioni di casi di malattia ogni anno negli Stati Uniti. Nei bambini, la causa più comune di gastroenterite virale è il rotavirus.

I sintomi generali della gastroenterite virale includono:

  • dolore addominale e crampi
  • nausea
  • vomito
  • diarrea acquosa
  • febbre

La gastroenterite virale di solito non è grave. Tuttavia, vomito e diarrea frequenti possono portare a una grave disidratazione , specialmente nei neonati e nei bambini piccoli. Segni e sintomi di disidratazione includono :

  • sete
  • bocca asciutta
  • minzione rara
  • occhi o guance infossati
  • letargia
  • turgore cutaneo ridotto, che è quando la pelle rimane sollevata dopo averla pizzicata

I sintomi che richiedono cure mediche immediate includono :

  • letargia o irritabilità
  • febbre alta
  • vomito frequente
  • diarrea che dura più di 2 giorni
  • passando sei o più feci molli in un giorno
  • feci nere, catramose o sanguinanti
  • forte dolore all’addome o al retto

Il trattamento per le persone con gastroenterite virale prevede principalmente la sostituzione dei liquidi persi e degli elettroliti per prevenire la disidratazione.

7. Intolleranza al lattosio

L’agitazione dello stomaco a volte può essere un sintomo di un’intolleranza alimentare, come l’intolleranza al lattosio .

Le persone con intolleranza al lattosio manifestano sintomi digestivi dopo aver consumato cibi contenenti lattosio, uno zucchero che è naturalmente presente nel latte e nei latticini. Questi sintomi si verificano perché il loro corpo non produce abbastanza lattasi, un enzima che scompone il lattosio.

L’intolleranza al lattosio è diversa dall’allergia al latte, che è dovuta a una risposta immunitaria.

I sintomi dell’intolleranza al lattosio possono includere :

  • gonfiore e gas
  • dolore addominale e crampi
  • agitazione dello stomaco
  • nausea o vomito
  • diarrea o feci molli e maleodoranti

Molte persone con intolleranza al lattosio possono gestire i loro sintomi apportando cambiamenti nella dieta per evitare questo zucchero.

8. Celiachia

Le persone affette da celiachia manifestano sintomi digestivi dopo aver mangiato prodotti contenenti glutine. Il glutine è una proteina presente principalmente nel grano, nell’orzo e nella segale.

Nelle persone affette da celiachia, il sistema immunitario reagisce in modo eccessivo alla presenza di glutine e inizia ad attaccare il rivestimento dell’intestino tenue.

I sintomi della celiachia possono variare da persona a persona. Tuttavia, alcuni sintomi digestivi comuni di questa condizione includono:

  • dolore addominale o crampi
  • nausea
  • vomito
  • gonfiore e gas
  • diarrea persistente o costipazione
  • feci pallide, grasse o maleodoranti

Altri sintomi possono includere :

  • perdita o aumento di peso inspiegabili
  • dolore alle ossa o alle articolazioni
  • crampi muscolari
  • formicolio o intorpidimento alle gambe
  • piaghe alla bocca
  • un’eruzione cutanea pruriginosa
  • confusione e stanchezza
  • crescita ritardata o pubertà nei bambini

Poiché i sintomi possono essere simili a quelli di altri disturbi digestivi, la celiachia può essere difficile da diagnosticare per i medici. Le persone celiache possono gestire i loro sintomi adottando una dieta priva di glutine.

9. IBS

L’IBS è un disturbo che colpisce la funzione dell’intestino. Tra il 10 e il 15% delle persone negli Stati Uniti soffre di IBS.

Gli esperti non sanno cosa causa l’IBS, ma ritengono che possa essere dovuto alla maggiore sensibilità delle viscere.

I sintomi comuni di IBS includono :

  • dolore o fastidio addominale
  • gonfiore
  • diarrea o costipazione

Alcune persone con IBS possono anche sperimentare una gamma più ampia di sintomi , tra cui:

  • dolori muscolari e dolori
  • mal di schiena
  • fibromialgia
  • fatica
  • mal di testa
  • dolore durante il rapporto sessuale
  • sintomi urinari

I medici generalmente raccomandano cambiamenti nella dieta e nello stile di vita per le persone con IBS. Tuttavia, potrebbero anche prescrivere farmaci per alleviare i sintomi.

10. Ostruzione intestinale

Un’ostruzione intestinale è un blocco all’interno dell’intestino tenue o crasso che può impedire il passaggio di cibo digerito e prodotti di scarto.

Le cause di un’ostruzione intestinale possono includere :

  • un ernia
  • un tumore
  • tessuto cicatriziale derivante da un intervento chirurgico intestinale

I sintomi più comuni di un’ostruzione includono:

  • gonfiore e gorgoglio
  • dolore addominale che arriva a ondate
  • incapacità di passare il gas
  • nausea
  • vomito

Le ostruzioni intestinali possono portare a complicazioni potenzialmente pericolose per la vita. Le persone con sintomi di ostruzione dovrebbero consultare immediatamente un medico.

11. Farmaci

Alcuni farmaci possono causare sintomi digestivi, come agitazione dello stomaco, come effetto collaterale. Questi includono:

  • lassativi
  • alcuni antibiotici
  • farmaci antinfiammatori non steroidei, come ibuprofene e naprossene

Quando vedere un dottore

Le persone dovrebbero parlare con un medico se avvertono un ribollimento dello stomaco che peggiora, non migliora o si ripresenta.

Si consiglia inoltre di consultare un medico se il ribollimento dello stomaco accompagna altri sintomi preoccupanti, tra cui:

  • dolore intenso
  • grave disidratazione
  • diarrea o vomito grave o persistente
  • sangue nel vomito o nelle feci
  • perdita di peso inspiegabile
  • febbre alta

Trattamento e prevenzione

Il trattamento per uno stomaco agitato dipende dalla sua causa sottostante. Tuttavia, alcuni passaggi che le persone possono intraprendere per aiutare a prevenire o alleviare il mal di stomaco includono:

  • gestire i livelli di stress e ansia
  • praticare una buona igiene alimentare
  • evitando cibi che innescano sintomi
  • ridurre il consumo di caffeina e alcol
  • consumare prodotti contenenti vero zenzero , che può aiutare a proteggere dai sintomi digestivi
  • prendendo antiacidi per lenire il bruciore di stomaco
  • provare i probiotici, che possono aiutare a promuovere una migliore salute intestinale

Sommario

Ci sono molte possibili cause di agitazione gastrica, tra cui indigestione, stress e ansia e l’assunzione di determinati farmaci.

L’agitazione dello stomaco spesso causa solo un disagio temporaneo prima di risolversi senza trattamento. Tuttavia, questo sintomo a volte può essere un segno di un problema di salute sottostante.

Le persone con agitazione gastrica persistente o ricorrente dovrebbero consultare un medico, soprattutto se si verifica insieme a sintomi gravi o preoccupanti.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Cause di muco nella cacca di un bambino

Perché la mia cacca è arancione?