in

RSV vs influenza vs polmonite: risolvere la febbre e la tosse di tuo figlio

Quando i sintomi richiedono un viaggio dal medico

È un dilemma che può sconcertare anche i genitori più esperti: tuo figlio è infelice con la tosse e la febbre. Non vuoi correre dal medico se un virus comune è il colpevole e il riposo e i liquidi faranno il trucco. Ma non vuoi ritardare e rischiare che una condizione più grave prenda piede.

Come fai a sapere quando la malattia di tuo figlio è qualcosa di grave come il virus dell’influenza (influenza), il virus respiratorio sinciziale (RSV) o la polmonite , per esempio?

Febbre e tosse sono sintomi comuni a tutti e tre e anche a una serie di malattie meno gravi, afferma la pediatra Amy Sniderman, MD .

Ci guida attraverso i sintomi comuni che dovresti tenere d’occhio e offre consigli su quando fare il check-in con il medico di tuo figlio.

È l’influenza?

I segni comuni dell’influenza includono febbre, tosse, congestione, dolori muscolari e brividi.

“A volte i bambini più piccoli avranno vomito o diarrea, ma in genere è più una condizione respiratoria”, dice il dottor Sniderman.

Chiama subito il medico se tuo figlio non mangia o beve, non urina o si comporta in modo molto più stanco o irritabile del solito, consiglia.

È particolarmente importante chiamare il medico quando si sospetta l’influenza se il bambino ha una condizione medica di base come l’asma o il diabete. I bambini che hanno queste condizioni sono a maggior rischio di sviluppare complicanze.

Il dottor Sniderman consiglia di sottoporsi a vaccinazione antinfluenzale a qualsiasi bambino di età superiore a 6 mesi per aiutare a prevenire malattie gravi.

“Il modo migliore per prevenire l’influenza è ottenere il vaccino antinfluenzale”, dice. “Anche se prendi l’influenza dopo aver ricevuto un vaccino antinfluenzale, i tuoi sintomi non saranno così gravi e avrai meno probabilità di sperimentare complicazioni come la polmonite.”

È RSV?

L’RSV è una malattia contagiosa che infetta le vie respiratorie e può portare a infezioni più gravi come polmonite o bronchiolite.

I sintomi di RSV includono naso che cola, tosse, febbre e talvolta difficoltà respiratorie o difficoltà respiratorie, afferma il dott.Sniderman.

Nei bambini più grandi, RSV può assomigliare a un brutto raffreddore. Nei bambini, tuttavia, a volte è una malattia grave, in particolare per quelli con altre condizioni mediche come l’asma o per coloro che sono nati prematuramente.

Chiama subito il pediatra se tuo figlio mostra uno di questi segni:

  • Febbre alta.
  • Febbre che dura più di due giorni.
  • Respirazione rapida o difficile.
  • Irritabilità o stanchezza estrema.
  • Minzione ridotta
  • Disidratazione.

“L’RSV tende a produrre molto muco, quindi puoi aiutare il tuo bambino a stare tranquillo incoraggiandolo a soffiarsi il naso, o usando un dispositivo di aspirazione nasale per rimuovere il muco dal naso del tuo bambino”, dice il dottor Sniderman.

È la polmonite?

I sintomi della polmonite nei bambini possono includere tosse, febbre e respirazione veloce o difficile.

“Con la polmonite, tuo figlio agirà più malato che con un normale raffreddore”, dice il dottor Sniderman.

Se sospetti che tuo figlio abbia la polmonite, contatta il suo medico.

Di solito i medici possono diagnosticare la polmonite esaminando il bambino, ma a volte è necessaria una radiografia del torace, dice.

In caso di dubbio, chiama il medico

Ancora preoccupato e chiedendo? Poiché i sintomi di influenza, RSV e polmonite possono sovrapporsi, la diagnosi è complicata, afferma il dott.Sniderman. Quindi non sentirti come se avessi bisogno di diagnosticare tuo figlio da solo.

“Se tuo figlio si sente male e tu sei preoccupato per lui, dovresti chiamare il suo medico”, dice. “Questo è il motivo per cui siamo qui.”

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Neonato con gravi problemi alla pancia? Capire l’allergia e l’intolleranza alle proteine ​​del latte

Per quanto tempo vivono i germi del Norovirus sulle superfici domestiche (e in ufficio)?