in

Convivere bene con la malattia di Crohn: 6 errori da evitare

Fare scelte alimentari intelligenti non è sufficiente

Se hai il morbo di Crohn , sai che molti cibi possono scatenare una riacutizzazione e lasciarti soffrire di dolori addominali, diarrea e affaticamento. Ma c’è di più nel gestire la tua condizione che fare scelte alimentari intelligenti.

Capire quali altri comportamenti possono peggiorare le tue condizioni può consentirti di adattare il tuo stile di vita per tenere a bada i sintomi, afferma il gastroenterologo Benjamin Click, MD .

“Un paziente informato è il miglior paziente”, dice. “Hanno le migliori possibilità di migliori risultati complessivi con la malattia”.

Il Dr. Click consiglia di evitare questi sei errori per posizionarti al meglio per sintomi meno gravi e meno riacutizzazioni.

Assunzione di erbe e integratori

Le carenze vitaminiche associate al Crohn possono rendere utili alcuni integratori (come vitamina D , B12 e acido folico, ad esempio).

Ma altri integratori possono effettivamente peggiorare le tue condizioni. L’erba di San Giovanni, ad esempio, può aumentare il mal di stomaco, la nausea e il vomito e il cohosh nero può causare problemi al fegato.

Il Dr. Click consiglia di parlare con il medico prima di iniziare a utilizzare erbe o integratori. Solo il tuo fornitore può dirti come questi prodotti interagiranno con i farmaci su prescrizione che stai assumendo.

Fumo

Sai che fumare fa male alla salute in generale, ma può davvero devastare il tuo sistema quando hai la malattia di Crohn, dice.

Non importa cosa fumi: sigarette, sigari e persino vaporizzatori possono favorire l’infiammazione e metterti a maggior rischio di ricaduta.

Accendersi potrebbe anche significare che dovrai prendere più farmaci o aver bisogno di più interventi chirurgici per controllare la tua condizione.

Bevendo alcool

Ovviamente è una tua scelta se vuoi bere un cocktail o un bicchiere di vino occasionalmente quando sei fuori a pranzo o la sera. Ma tieni presente che l’alcol può interagire negativamente con alcuni farmaci che prendi.

La malattia di Crohn irrita il rivestimento intestinale e l’eccesso di alcol può anche aggravarlo ulteriormente. Se il tuo intestino è infiammato, aumenti la probabilità di sanguinamento, malnutrizione e peggioramento dei sintomi in generale, dice il dottor Click.

Bere alcol con moderazione probabilmente non è dannoso, ma la soglia di irritazione di ogni persona è diversa.

Rinunciare alle vaccinazioni

Mantenere la propria salute prevenendo le infezioni è una parte fondamentale della convivenza con il Crohn, quindi non rinunciare alle vaccinazioni consigliate dal medico. Rappresentano un rischio minimo.

“I dati sono stati decisamente a favore della vaccinazione”, spiega il dott. Click. “In generale, la raccomandazione è di evitare i vaccini vivi quando si è immunosoppressi, ma il numero di vaccini vivi è diminuito nel corso degli anni. Abbiamo essenzialmente un vaccino “morto” per la maggior parte delle principali malattie per le quali vacciniamo nella sindrome dell’intestino irritabile “.

Il Crohn ti rende più vulnerabile all’influenza e alla polmonite, quindi è particolarmente importante ottenere i vaccini contro l’influenza e lo pneumococco.

E, se il tuo medico ti consiglia di prendere tofacitinib , parla anche del vaccino contro lo zoster (Shingrix), consiglia il dottor Click.

Discutere tutti i vaccini e i loro possibili effetti collaterali con il proprio medico.

Lascia che lo stress abbia la meglio su di te

Quando sei ansioso o stressato, ha un impatto diretto sulla gravità dei tuoi sintomi, dice il dottor Click.

Puoi ridurre al minimo gli effetti dello stress con una buona igiene del sonno. E fai tutto l’ esercizio fisico che il tuo corpo ti permette. È una buona idea discutere l’attività fisica appropriata con il medico.

Non parliamo di pianificazione familiare

Se stai pensando di mettere su famiglia , è importante discuterne con il tuo gastroenterologo. Lui o lei può identificare la migliore strategia per il trattamento della malattia di Crohn durante la gravidanza.

“I dati suggeriscono che la malattia di Crohn attiva è la cosa più pericolosa per un bambino – non i farmaci che usiamo per curarla”, dice il dottor Click. “Quindi includi sempre il tuo medico nella conversazione e assicurati che tutti siano sulla stessa pagina.”

Soprattutto, lavora a stretto contatto con il tuo medico per assicurarti di comprendere appieno le opzioni di trattamento , nonché i comportamenti che hanno maggiori probabilità di peggiorare il tuo Crohn.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Per quanto tempo vivono i germi del Norovirus sulle superfici domestiche (e in ufficio)?

Dolore laggiù? 5 motivi per cui la tua vagina fa male