in

C. diff Trattamento: Cosa Sapere

C. diff è un tipo di batterio che può comunemente trasmettere l’infezione a individui in contesti sanitari, come ospedali, strutture di riabilitazione e strutture infermieristiche qualificate. La maggior parte delle infezioni da C. diff sono associate all’assunzione recente di antibiotici per un’infezione o altri problemi.

C. diff può causare vari sintomi, più comunemente diarrea, crampi addominali, indigestione, mal di stomaco e gonfiore.

Se un’infezione da C. diff progredisce e diventa più complicata, può svilupparsi in colite, un’infiammazione generalizzata dell’intestino. La colite è una forma più grave di infezione da C. diff e richiede una terapia intensiva e spesso una degenza ospedaliera. Un’altra forma più grave di colite da C. diff è un disturbo noto come megacolon tossico, una condizione associata a gravi malattie sistemiche e tossicità.

Questo articolo discute le cause, i sintomi, la diagnosi e il trattamento per C. diff.

Quali sono le cause?

L’infezione da C. diff è causata da un batterio noto come clostridium difficile (C. difficile). È un batterio che vive nell’intestino umano. Le persone possono trasmettere C. diff attraverso il contatto con un’altra persona che ha C. diff o toccando una superficie ambientale, come un corrimano o un sedile del water, contaminato da C. diffSi noti che il disinfettante per le mani non uccide C. diffdevi lavarti le mani con acqua e sapone.

C. diff è facilmente trasmissibile, in particolare in ambienti sanitari come:

  • Ospedali
  • Strutture infermieristiche
  • Strutture di riabilitazione

Come si diffonde C. diff?

C. diff è un batterio molto infettivo noto per diffondersi abbastanza facilmente. Nelle strutture sanitarie, dove C. diff è spesso acquisito, la diffusione è controllata prendendo precauzioni come indossare guanti, camici e scudi facciali in combinazione con un accurato lavaggio delle mani.6

C. diff è noto per causare epidemie e può diffondersi rapidamente tra le persone in ospedale o in altre strutture sanitarie

Per questo motivo, le persone con C. diff sono spesso limitate a stanze specifiche in un ospedale o in un ambiente sanitario durante un’infezione attiva. Inoltre, i familiari e gli operatori sanitari che entrano in contatto con una persona con C. diff devono prendere ulteriori precauzioni8 per limitare la diffusione, compreso lavarsi frequentemente le mani e indossare dispositivi di sicurezza per l’isolamento a contatto.

Fattori di rischio per l’infezione da C. diff

Il più grande fattore di rischio per l’infezione da C. diff è l’uso recente di antibiotici.

Poiché gli antibiotici prendono di mira i batteri nel corpo, possono interrompere il microbioma naturale dell’intestino. Questo può portare allo sviluppo di infezione da C. diff. Inoltre, una precedente infezione da C. diff può anche aumentare la probabilità di sviluppare un’infezione futura.

I fattori di rischio includono:

  • Uso di antibiotici 9(Clindamicina, cefalosporine, fluorochinoloni)
  • Agenti chemioterapici (5FU, lenalidomide, doxorubicina)
  • Chirurgia recente3 (maniche gastriche, bypass gastrico, chirurgia del colon)
  • Nutrizione enterale (alimentazione del tubo)
  • Precedente infezione da C. diff

C. diff Sintomi

Un’infezione da C. diff può essere molto scomoda. La maggior parte delle persone riporterà diarrea in corso e disagio nella pancia. I sintomi più comuni sono:10

  • Diarrea
  • Gonfiore
  • Flatulenza
  • Nausea
  • Vomito
  • Febbre

Man mano che l’infezione da C. diff diventa più grave, anche la natura e l’intensità di questi sintomi possono aumentare. Questo è considerato lo sviluppo di una forma più complicata di C. diff nota come colite.

Con la colite, l’intestino si infiamma e si irrita. Se i sintomi progrediscono, può svilupparsi un’emergenza medica nota come megacolon tossico, in cui l’intero tratto intestinale viene interrotto.

Il megacolon tossico è un’emergenza medica e richiede un trattamento urgente.

C. diff Diagnosi

Esistono diversi modi per diagnosticare un’infezione da C. diff utilizzando test diagnostici del sangue e delle feci.

Alcuni test diagnostici tentano di esaminare i livelli specifici di C. diff nelle feci.11 Questo è noto come test di amplificazione nucleica. Altri test diagnostici si basano sul rilevamento di una tossina prodotta dai batteri C. diff.

Altri esami del sangue che valutano i livelli di globuli bianchi nel corpo possono essere utilizzati per aiutare a identificare un’infezione da C. diff.

Inoltre, i test di imaging per esaminare l’intestino, come le scansioni TC e i raggi X, possono anche essere utilizzati per aiutare nella diagnosi di C. diff e le complicanze di C. diff, come la colite.

Infine, l’ispezione diretta del colon utilizzando una telecamera durante una procedura di colonscopia può anche identificare un’infezione da C. diff, anche se questo di solito viene utilizzato solo nei casi più gravi.

C. diff Trattamenti

Ci sono molte opzioni di trattamento disponibili per l’infezione da C. diff. La selezione del trattamento migliore si basa sulla valutazione della gravità dell’infezione e del numero di infezioni precedenti di C. diff.

Antibiotici orali

Il trattamento dell’infezione da C. diff è finalizzato principalmente all’eliminazione dei batteri C. diff con antibiotici. In particolare, l’antibiotico orale vancomicina è il trattamento più comunemente usato per l’infezione da C. diff.

In alternativa, il trattamento con gli antibiotici metronidazolo e fidaxomicina sono anche comunemente usati per l’infezione da C. diffTutti questi antibiotici vengono somministrati per via orale, tramite pillole che è possibile deglutire, in modo che il farmaco possa passare attraverso il sistema digestivo e raggiungere il colon. Poiché i batteri C. diff risiedono nel colon, questa è l’area in cui l’antibiotico ha più bisogno di funzionare.

Antibiotici per via endovenosa (IV)

Gli antibiotici per via endovenosa vengono somministrati attraverso una flebo direttamente nel flusso sanguigno. Questi antibiotici non passano attraverso il sistema digestivo e il colon, quindi non sono frequentemente usati per trattare l’infezione da C. diffSe l’infezione da C. diff è grave, il metronidazolo iv può essere usato per il trattamento.

Trapianto di microbiota fecale

Infezioni ripetute con C. diff possono provocare lo sviluppo di resistenza agli antibiotici. Resistenza significa che i batteri C. diff non possono più essere trattati efficacemente con antibiotici come vancomicina e fidaxomicina.

In caso di infezioni continue e ripetute da C. diff, il team sanitario può raccomandare una nuova procedura nota come trapianto di microbiota fecale quando il microbioma batterico viene sostituito con altri batteri da un donatore. La procedura prevede una colonscopia in cui un operatore sanitario visualizza il colon con una piccola telecamera e quindi trasferisce i batteri da un’altra persona nel colon.

I trapianti di microbiota fecale sono una procedura relativamente nuova, ma hanno dimostrato efficacia nel trattamento di frequenti infezioni da C. diff e di gravi infezioni da C. diff che non rispondono agli antibiotici.

Chirurgia

Nei casi più gravi, può essere necessario un intervento chirurgico per C. diff, anche se è riservato ai casi di infezione grave. L’intervento chirurgico comporta la rimozione delle parti infette dell’intestino. Rimuovendo l’infezione, l’intervento chirurgico può migliorare significativamente i sintomi, ma comporta rischi e spesso richiede al chirurgo di creare un’apertura alternativa nel corpo per la rimozione dei rifiuti chiamata stomia.

Rimedi naturali per C. diff

Poiché gli antibiotici possono potenzialmente interrompere la popolazione microbica nel corpo, sono stati esplorati trattamenti alternativi per l’infezione da C. diff.

I trattamenti alternativi più ampiamente studiati sono i probiotici, che aiutano ad aumentare la diversità e la popolazione di microbi nell’intestino. È importante sottolineare che nessuno di questi rimedi naturali ha dimostrato di essere efficace quanto gli antibiotici nel trattamento di C. diff.

C. diff Dieta

Alcune persone con C. diff hanno riportato miglioramenti nei loro sintomi quando modificano la loro dieta per includere alimenti ricchi di batteri, come verdure e cibi fermentati, nonché cibi morbidi e facili da digerire.

Mentre la ricerca medica non ha ancora identificato la migliore dieta per C. diff, ci sono molte diete che aiutano con problemi digestivi. Alcune diete, come la dieta a basso contenuto di FODMAP, aiutano con la diarrea e la sindrome dell’intestino irritabile (IBS).

Probiotici

Poiché gli antibiotici eliminano e interrompono i batteri che vivono naturalmente nell’intestino, i probiotici sono stati utilizzati per aiutare a sostituire i batteri persi.

Diversi studi hanno valutato i benefici dei probiotici tra quelli con infezione da C. diff e mostrano effetti misti.17 Alcune prove suggeriscono che i probiotici possono aiutare, specialmente se somministrati insieme agli antibiotici per trattare C. diff, mentre altri studi non mostrano alcun beneficio significativo dai probiotici.

Attualmente, i trattamenti probiotici non sono raccomandati dal punto di vista medico dall’American Gastroenterological Association o dalla Infectious Disease Society of America in base alla loro mancanza di prove; tuttavia, ci sono studi in corso in questo settore.

Olio di semi neri

Negli esperimenti, l’olio di semi neri e un particolare componente chiamato timochinone hanno dimostrato di limitare la crescita dei batteri C. diff nelle colture di laboratorio.

Gli esperimenti hanno dimostrato che il timochinone può avere un impatto sui batteri C. diff e limitare la loro capacità di crescere. Tuttavia, nessuno studio ha valutato l’uso dell’olio di semi neri nelle persone o nelle persone con C. diff, quindi la sua sicurezza e i potenziali effetti rimangono sconosciuti. In questo momento, l’olio di semi neri non è un trattamento raccomandato dal punto di vista medico per l’infezione da C. diff.

Estratto di acqua di mirra

Negli esperimenti, l’estratto di acqua di mirra ha dimostrato di limitare la crescita dei batteri C. diff negli studi di laboratorio. Gli esperimenti hanno scoperto che l’estratto di acqua di mirra può avere un impatto sui batteri C. diff e limitare la loro capacità di crescere. Tuttavia, nessuno studio ha valutato l’uso dell’estratto di acqua di mirra nelle persone o nelle persone con C. diff, quindi i suoi effetti rimangono sconosciuti. In questo momento, l’estratto di acqua di mirra non è un trattamento approvato dal punto di vista medico per l’infezione da C. diff.

Complicazioni di C. diff

Le complicanze più gravi dell’infezione da C. diff sono la colite e il megacolon tossico.19 La colite è un’infiammazione generale dell’intestino ed è un segno di grave infezione. Il megacolon tossico è un’emergenza medica che si verifica quando l’intestino si ostruisce. Il megacolon tossico è una condizione grave e potenzialmente fatale che richiede un trattamento tempestivo.

Puoi prevenire C. diff?

Il modo migliore per prevenire C. diff è lavarsi correttamente le mani e praticare una buona igiene, soprattutto prima di mangiare. Poiché l’infezione da C. diff può essere trasferita da persona a persona, è meglio igienizzare sempre le mani correttamente dopo aver incontrato qualcuno, dopo aver stretto la mano o dopo essere entrati in contatto con una superficie.

Inoltre, lavora con il tuo medico per assicurarti di non assumere farmaci non necessari.

Segni che C. diff sta tornando

Potresti notare che l’infezione da C. diff è tornata se noti un aumento dei movimenti intestinali acquosi o che colano, crampi addominali o indigestione. Altri sintomi di C. diff, come vomito, nausea o febbre, possono essere segni di una recidiva di infezione da C. diff.

Come prevenire la ricorrenza di C. diff

C. diff recidiva è difficile da prevedere o anticipare. È possibile garantire le migliori possibilità di prevenire le recidive completando un ciclo completo di antibiotici per il trattamento. Alcune diete possono anche aiutare a prevenire il ripetersi dei sintomi.

Outlook con C. diff

C. diff è un’infezione batterica che può causare grave diarrea e crampi. È curabile con antibiotici e riposo. Se hai un’infezione da C. diff, potrebbero essere necessari diversi giorni o addirittura settimane per sentirti normale.

Sommario

Clostridium difficile, o C. diff, è un’infezione batterica che può causare diarrea e mal di stomaco. Il miglior trattamento per C. diff sono gli antibiotici che puoi ottenere dal tuo medico. Dovresti cercare assistenza medica se sviluppi sintomi gravi da C. diff, tra cui febbre o bassa pressione sanguigna. I rimedi naturali, compresi i probiotici, sono stati esplorati come trattamento aggiuntivo per C. diff, ma non sono un sostituto per gli antibiotici.

Una parola da Verywell

Un’infezione da C. diff può essere scomoda e francamente angosciante. Sappi che ci sono trattamenti disponibili per l’infezione da C. diff e che, col tempo, questo passerà. Se hai avuto un’infezione da C. diff in passato, ci sono opzioni di trattamento per aiutare a ridurre il rischio di recidiva. Consultare il proprio medico sulle migliori opzioni disponibili.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Vena pancreatica

Trulanza (Plecanatide) – Orale usi, effetti collaterali e dosaggi