in

Potresti avere intolleranza al lattosio?

Sono passati trenta minuti da quando hai mangiato una coppa di gelato e ora il tuo stomaco ha i crampi e gassoso. Ti senti come se potessi avere la diarrea . Questo suona come te? Oppure hai mangiato latte, purè di patate o anche caramelle quasi 2 ore fa e hai questi sintomi. Suona come te? In caso contrario, potresti avere un’intolleranza al lattosio .

Il lattosio è lo zucchero principale nel latte e nella maggior parte degli altri prodotti lattiero-caseari. Il tuo intestino tenue produce l’enzima lattasi per aiutarti a digerire quello zucchero. Quando sei intollerante al lattosio , non produci abbastanza lattasi per digerire bene il lattosio.

Non puoi curare l’intolleranza al lattosio , ma se cambi cosa e come mangi, potresti eliminare i tuoi sintomi.

Allevia i tuoi sintomi

Milioni di americani hanno sintomi di intolleranza al lattosio:

  • Gonfiore
  • Crampi
  • Diarrea
  • Gas doloroso
  • Nausea

Puoi usare prove ed errori per scoprire quali alimenti causano sintomi e in quale quantità. E poi controlla con il tuo medico per una diagnosi. Potresti essere sensibile a piccole quantità di alimenti che contengono lattosio, oppure potresti avere sintomi solo se mangi molto lattosio. I tuoi sintomi possono essere gravi o lievi. L’intolleranza al lattosio è diversa per tutti.

Trova i colpevoli (Suggerimento: potrebbe non essere solo un caseificio).

Latte e latticini sono gli alimenti a base di lattosio più conosciuti, ma ce ne sono molti altri. Alcuni prodotti non caseari contengono una proteina chiamata caseina , che può contenere tracce di lattosio. Per evitare i sintomi dell’intolleranza al lattosio, leggere attentamente le etichette degli alimenti. Quando fai la spesa o cucini, cerca questi ingredienti che contengono lattosio:

  • cagliata
  • Solidi secchi del latte
  • latte
  • Sottoprodotti del latte
  • Latte in polvere secco
  • Siero

Se sei molto sensibile al lattosio, potresti dover evitare cibi come:

  • Prodotti da forno
  • Preparati per pane, prodotti da forno e pancake
  • Cereali per la colazione
  • Alcuni tipi di caramelle, come il cioccolato al latte
  • Alimenti istantanei ( miscele di bevande per la colazione , purè di patate, zuppe e bevande sostitutive del pasto)
  • Margarina
  • Creme non casearie (liquide e in polvere)
  • Farcitura montata non casearia
  • Carni lavorate (pancetta, hot dog, salsicce e salumi)
  • Barrette proteiche e sostitutive del pasto
  • Condimento per insalata

Ottieni una diagnosi

Il medico potrebbe chiederti di tenere un diario dei cibi che mangi, di annotare quando hai i sintomi e di smettere di mangiare un cibo offensivo per vedere se i sintomi scompaiono. Per aiutare a fare una diagnosi, alcuni medici esaminano semplicemente i sintomi e se evitare i latticini per 2 settimane li allevia.

Per confermare la diagnosi, il medico può eseguire altri test, come:

Test del respiro all’idrogeno.  Normalmente, le persone hanno pochissimo idrogeno nel respiro. Se il tuo corpo non digerisce il lattosio, però, l’idrogeno si accumula nell’intestino e dopo un po ‘è nel tuo respiro. Questo test misura la quantità di idrogeno presente nel tuo respiro dopo aver bevuto una bevanda ricca di lattosio più volte in poche ore. Se i tuoi livelli sono alti 3-5 ore dopo, il tuo corpo non digerisce bene il lattosio.

Test di tolleranza al lattosio.  Quando il tuo corpo scompone il lattosio, rilascia zucchero nel sangue . Questo verifica la quantità di zucchero nel sangue . Dopo aver digiunato, viene prelevato un piccolo campione di sangue. Quindi, bevi un liquido ad alto contenuto di lattosio. Due ore dopo, dai un altro campione di sangue. Poiché il lattosio fa aumentare i livelli di zucchero nel sangue, i livelli di zucchero nel sangue in questo campione dovrebbero essere più alti. Se sei intollerante al lattosio, avrai solo un basso aumento della glicemia. Ma questo test viene eseguito raramente.

Come gestire l’intolleranza al lattosio

Non puoi cambiare il modo in cui il tuo corpo digerisce il lattosio, ma puoi ridurre o addirittura interrompere i sintomi.

Parla con il tuo medico o un dietista registrato che può aiutarti a pianificare una dieta sana che ti fa sentire bene. Tieni un diario alimentare per aiutarti a capire quanti latticini (se ce ne sono) puoi mangiare senza avere sintomi. Molte persone non hanno bisogno di smettere di mangiare tutti i latticini.

Se apporti piccoli cambiamenti a ciò che mangi, potresti essere in grado di prevenire i sintomi aiutando il tuo corpo a digerire più facilmente i latticini.

Non mangiare solo latticini. È più facile per il tuo corpo digerire il lattosio quando lo mangi con altri alimenti. Quindi prova ad avere piccole quantità di latte o latticini durante i pasti.

Scegli latticini più facili da digerire. Alcune persone trovano più facile digerire i latticini come formaggio, yogurt e ricotta.

Utilizzare latte e latticini senza o a ridotto contenuto di lattosio. Puoi trovare prodotti lattiero-caseari con la maggior parte del lattosio rimosso o con aggiunta di lattasi in molti negozi di alimentari.

Passa ai prodotti senza latticini. Ci sono molte opzioni non casearie, come il latte di mandorle, riso o soia. Nota speciale sui neonati e sui bambini piccoli: quando i bambini hanno sintomi di intolleranza al lattosio (sebbene sia raro nei bambini di età inferiore ai 6 anni), i pediatri consigliano di passare dalla formula del latte vaccino alla formula del latte di soia fino alla scomparsa dei sintomi, quindi aggiungendo lentamente la formula del latte vaccino e i latticini tornano nella loro dieta.

Prendi un sostituto dell’enzima lattasi . Questi sono disponibili al banco in pillole o capsule. Assumere la dose consigliata con il primo drink o boccone di latticini per aiutare a prevenire i sintomi di intolleranza al lattosio.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Esami a raggi X del tratto digerente per la malattia di Crohn

Trattamento di intossicazione alimentare