in

Cosa dovresti sapere sulla sindrome da dumping?

La sindrome da dumping, chiamata anche svuotamento gastrico rapido, si verifica quando il cibo si sposta troppo rapidamente dallo stomaco alla prima sezione dell’intestino tenue, nota come duodeno.

I sintomi della sindrome da dumping includono crampi, diarrea e nausea dopo aver mangiato, in particolare dopo aver mangiato cibi ricchi di zuccheri.

La sindrome da dumping può essere trattata attraverso cambiamenti nella dieta e nello stile di vita. I casi più gravi possono richiedere farmaci o interventi chirurgici.

Continua a leggere per saperne di più sui sintomi e le cause della sindrome da dumping e sulle opzioni di trattamento disponibili.

Fasi della sindrome da dumping

Ci sono due fasi della sindrome da dumping:

  • Sindrome da dumping precoce: i sintomi iniziano 10-30 minuti dopo aver mangiato.
  • Sindrome da dumping tardivo: i sintomi iniziano 2 o 3 ore dopo aver mangiato.

Secondo l’ Istituto Nazionale di Diabete e Malattie Digestive e Renali , circa il 75% delle persone con sindrome da dumping sperimenta la sindrome da dumping precoce e circa il 25% soffre di sindrome da dumping tardivo. Alcune persone sperimentano entrambe le fasi.

Sintomi

I sintomi della sindrome da dumping variano a seconda dell’individuo e della fase della condizione.

Sintomi della sindrome da dumping precoce

I sintomi si manifestano rapidamente dopo aver mangiato, soprattutto se il pasto era ricco di zuccheri. Le persone con sindrome da dumping precoce possono sperimentare:

  • diarrea
  • vertigini
  • sensazione di gonfiore
  • aumento della frequenza cardiaca
  • nausea
  • arrossamento della pelle
  • mal di stomaco e crampi
  • vomito

Sintomi della sindrome da dumping tardiva

Si verifica entro 3 ore dai pasti, la sindrome da dumping tardivo può causare un basso livello di zucchero nel sangue, che può portare ai seguenti sintomi:

  • vertigini
  • fatica
  • fame
  • aumento della frequenza cardiaca
  • arrossamento della pelle
  • sudorazione
  • debolezza

Alcune persone possono manifestare sintomi di sindrome da dumping sia precoce che tardiva.

Cause e fattori di rischio

Negli individui sani, il cibo si sposta dallo stomaco all’intestino nel corso di diverse ore. Con la sindrome da dumping, tuttavia, le particelle di cibo non vengono immagazzinate nello stomaco abbastanza a lungo e vengono svuotate nel duodeno troppo rapidamente.

La sindrome da dumping precoce è causata dall’arrivo improvviso di una grande quantità di cibo nello stomaco. Ciò porta al rapido movimento del fluido nell’intestino, che causa disagio, gonfiore e diarrea.

La sindrome da dumping tardivo deriva dal rilascio di una grande quantità di insulina da parte del corpo . L’insulina è un ormone che aiuta il corpo ad assorbire gli zuccheri rilasciati dal cibo. Un aumento del livello di insulina nel sangue porta a un basso livello di zucchero nel sangue.

La causa più comune della sindrome da dumping è la chirurgia, con la condizione che si manifesta in almeno il 15% delle persone a cui è stata asportata parte dello stomaco.

I seguenti tipi di intervento chirurgico aumentano il rischio di sindrome da dumping:

  • Gastrectomia : questo tipo di intervento chirurgico, che prevede la rimozione di una parte o di tutto lo stomaco, può essere eseguito su persone con cancro allo stomaco .
  • Intervento di bypass gastrico : tipicamente eseguito per trattare l’ obesità pericolosa per la vita , l’intervento di bypass gastrico crea una piccola sacca nello stomaco per aiutare i pazienti a limitare l’assunzione di cibo.
  • Esofagectomia : in questa procedura, parte o tutto il tubo del cibo viene rimosso e ricostruito utilizzando un’altra parte del corpo. Un’esofagectomia può essere utilizzata per trattare il cancro esofageo avanzato .

Alcune persone potrebbero non sviluppare la sindrome da dumping fino ad anni dopo l’intervento.

Diagnosi

Per diagnosticare la sindrome da dumping, un medico può eseguire alcune o tutte le seguenti operazioni:

  • Storia medica : un medico può diagnosticare la sindrome da dumping prendendo una storia medica e familiare completa e valutando segni e sintomi. Alcuni medici utilizzano un sistema di punteggio per assegnare punti a ciascun sintomo, con il punteggio totale che determina la presenza della sindrome da dumping.
  • Test di tolleranza al glucosio orale : questo test misura la glicemia per verificare i bassi livelli associati alla sindrome da dumping tardivo.
  • Test di svuotamento gastrico : in questo test viene consumato cibo contenente un materiale radioattivo. Il passaggio del materiale radioattivo viene tracciato attraverso l’apparato digerente con uno scanner per vedere quanto velocemente il cibo lascia lo stomaco ed entra nell’intestino tenue.

Trattamento

I cambiamenti nello stile di vita e nella dieta possono essere utilizzati per alleviare i sintomi della sindrome da dumping e sono spesso molto efficaci.

I casi più gravi che non migliorano con lo stile di vita e i cambiamenti nella dieta possono richiedere farmaci o interventi chirurgici.

Stile di vita e cambiamenti nella dieta

Quanto segue può aiutare ad alleviare i sintomi della sindrome da dumping:

  • mangiare da cinque a sei piccoli pasti durante il giorno, invece di tre pasti abbondanti
  • smetti di mangiare una volta pieno
  • masticare accuratamente il cibo per aiutare la digestione
  • non bere liquidi nei 30 minuti prima o dopo i pasti
  • bere 8 bicchieri d’acqua nell’arco della giornata, ma solo lontano dai pasti
  • sdraiarsi per 30 minuti dopo un pasto
  • consumare cibi ricchi di fibre, come farina d’avena, pane integrale, fagioli, lenticchie e verdure
  • limitare o evitare cibi ad alto contenuto di zucchero come caramelle, torte, succhi di frutta e soda
  • limitare o evitare pane bianco, riso bianco e pasta bianca
  • eliminare l’alcol
  • aumentare l’assunzione di proteine ​​mangiando cibi come carni magre, pesce e tofu
  • rimuovere i latticini dalla dieta per vedere se questo allevia i sintomi, poiché i latticini sono ricchi di lattosio, zucchero naturale
  • aggiungere pectina, psillio o gomma di guar ai pasti per rallentare la velocità con cui il cibo si muove attraverso il sistema digestivo

Poiché la sindrome da dumping può influenzare l’assorbimento dei nutrienti, gli integratori alimentari possono essere utili. Tuttavia, è consigliabile discuterne prima con un medico.

Farmaco

Se i cambiamenti nella dieta non migliorano i sintomi, un medico può prescrivere un’iniezione di octreotide. Questo è un farmaco anti-diarroico che rallenta la velocità con cui il cibo si svuota nell’intestino tenue. Può anche prevenire il rilascio di insulina per ridurre il rischio di bassi livelli di zucchero nel sangue.

Le reazioni avverse a questo farmaco includono nausea e vomito.

Chirurgia

Se la sindrome da dumping non risponde ad altri trattamenti o se è causata da un precedente intervento chirurgico, un medico può suggerire un intervento chirurgico come trattamento.

Esistono diverse procedure chirurgiche che possono trattare la condizione. Il tipo richiesto di solito dipende dalla chirurgia gastrica iniziale eseguita.

Tuttavia, l’ Istituto nazionale per il diabete e le malattie digestive e renali avverte che la chirurgia correttiva per la sindrome da dumping spesso non ha successo.

Complicazioni

La sindrome da dumping è una complicanza comune degli interventi chirurgici gastrici. Altre complicazioni che possono insorgere con la sindrome da dumping e come risultato di un intervento chirurgico includono:

  • problemi con l’assorbimento dei nutrienti
  • anemia , a causa della mancanza di vitamina B-12, acido folico o ferro
  • osteoporosi , o ossa deboli, causate da problemi con l’ assorbimento del calcio

Porta via

È importante contattare un medico se:

  • si verificano i sintomi della sindrome da dumping
  • i cambiamenti nella dieta non alleviano i sintomi
  • c’è una significativa perdita di peso dovuta ai sintomi della sindrome da dumping

Molte persone con sindrome da dumping precoce guariscono entro pochi mesi, soprattutto se apportano modifiche al loro stile di vita e alle abitudini alimentari.

In alcuni casi, possono essere necessari farmaci o interventi chirurgici per alleviare la sindrome da dumping.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Perché la mia cacca è arancione?

Giardiasi: che cos’è la febbre del castoro?