in

Come puoi sapere quando un bambino è disidratato?

La disidratazione si verifica quando il corpo utilizza o perde più liquidi di quelli che riceve. La disidratazione può colpire chiunque, compresi i bambini piccoli.

Nella maggior parte dei giorni, le persone sostituiranno facilmente i liquidi bevendo e mangiando come al solito. Tuttavia, la diarrea , il vomito, la malattia e il caldo possono aumentare la perdita di liquidi e rendere più probabile la disidratazione .

Gli operatori sanitari dovrebbero essere consapevoli dei segni premonitori di disidratazione nei bambini piccoli perché può portare a gravi complicazioni di salute. In casi gravi, può anche essere fatale.

Continua a leggere per saperne di più sui segni, i sintomi e le cause della disidratazione. Copriamo anche il trattamento e quando vedere un medico. Con la cura adeguata, trattare la disidratazione è semplice e porta al pieno recupero.

Segni e sintomi di disidratazione nei bambini piccoli

Se un bambino ha un virus allo stomaco, vomita, ha la diarrea o si rifiuta di bere o mangiare, gli operatori sanitari dovrebbero monitorarlo per i segni di disidratazione.

I caregiver dovrebbero tenere a mente che il bambino potrebbe non comprendere i sintomi iniziali di sete o disidratazione o essere in grado di comunicarli ad altri. È fondamentale non aspettare che il bambino sia eccessivamente assetato prima di agire.

I segni di disidratazione nei bambini piccoli possono includere:

  • urinare meno frequentemente
  • pannolini asciutti, o nessuna minzione, per 3 ore o più
  • niente lacrime quando si piange
  • labbra screpolate
  • una bocca secca
  • occhi infossati
  • letargia
  • diminuzione dell’attività
  • sonnolenza
  • piangere o essere pignoli
  • muco secco o appiccicoso sulla lingua o sul rivestimento della bocca
  • respiro veloce
  • un battito cardiaco accelerato

Cause e fattori di rischio

La disidratazione nei bambini si verifica quando c’è più liquido che esce dal corpo rispetto a quello che entra.

Alcuni casi possono derivare da bambini piccoli che non bevono abbastanza acqua. Tuttavia, a volte è possibile che un’infezione, una malattia o una malattia porti alla disidratazione.

I fattori di rischio per la disidratazione nei bambini piccoli includono:

  • non bere abbastanza acqua
  • vomito
  • diarrea
  • infezioni virali, come rotavirus, virus Norwalk e adenovirus
  • infezioni batteriche, tra cui Salmonella , Escherichia coli , Campylobacter e Clostridium difficile
  • infezioni parassitarie, come Giardia lamblia , nota anche come giardiasi
  • sudorazione eccessiva a causa della febbre o del caldo
  • la febbre
  • malattie croniche, tra cui diabete , disturbi intestinali, celiachia e fibrosi cistica
  • una reazione al farmaco
  • clima caldo e umido

Diagnosi

Per comprendere la causa e la gravità della disidratazione di un bambino, il medico prenderà in considerazione la sua storia medica, discuterà i suoi segni e sintomi con un caregiver ed effettuerà un esame fisico.

Il medico può anche ordinare test di laboratorio specifici per aiutarli a determinare il trattamento ottimale. I test per le cause di disidratazione possono includere:

  • un esame emocromocitometrico completo per cercare infezioni
  • emocolture per verificare la presenza di infezioni
  • esami ematochimici per identificare squilibri elettrolitici, in caso di diarrea e vomito
  • esami delle urine per cercare infezioni della vescica, determinare la gravità della disidratazione e verificare la presenza di diabete non controllato
  • radiografia del torace
  • test per l’infezione da rotavirus
  • analisi delle feci
  • una puntura lombare per testare il liquido spinale

Trattamento e rimedi casalinghi

I caregiver di solito possono trattare la disidratazione nei bambini piccoli a casa. Il primo passo nel trattamento è sostituire i liquidi persi con liquidi di reidratazione orale progettati per sostituire gli elettroliti e lo zucchero.

Le persone possono trovare prodotti per la reidratazione orale da banco (OTC) nei negozi di alimentari, nei negozi di droga o in linea .

Zuppe chiare, ghiaccioli e scaglie di ghiaccio possono aiutare con la reidratazione, soprattutto se un bambino si rifiuta di bere acqua. Se il bambino sta ancora allattando, dovrebbe continuare a farlo insieme alla soluzione di reidratazione e alla sua dieta solida.

Se un bambino ha bisogno di cure mediche, il medico può fornire la reidratazione sotto forma di una soluzione IV.

I bambini piccoli che sono stati malati possono ricominciare a mangiare se non hanno vomitato per 4 ore. Per decenni, le persone hanno usato la dieta BRAT, che consiste in banane , riso, salsa di mele e pane tostato, per alleviare la diarrea e il vomito nei bambini.

Sebbene questa dieta sia sicura e riceva feedback aneddotici positivi, non sono state condotte ricerche complete per confermare quanto bene funzioni.

Tuttavia, uno studio controllato randomizzato in singolo cieco del 2016 ha rilevato che la zuppa di riso era efficace insieme a una soluzione di reidratazione orale prescritta per i bambini di età compresa tra 8 e 24 mesi con diarrea acuta.

Quando vedere un dottore

I caregiver dovrebbero portare un bambino con uno dei seguenti sintomi da un medico:

  • non urinare per più di 3 ore
  • più minzione del normale
  • diarrea che dura per più di 24 ore
  • bocca asciutta
  • piangere senza lacrime
  • feci sanguinolente
  • occhi infossati
  • febbre di 102 ° F o superiore
  • dolore addominale o rettale
  • diminuzione dei livelli di attività

Quando chiamare i servizi di emergenza

La disidratazione può diventare grave.

Se non è possibile contattare un medico, è fondamentale contattare i servizi di emergenza o recarsi al pronto soccorso locale se il bambino:

  • ha la bocca secca
  • ha un forte dolore allo stomaco
  • è letargico o difficile da svegliare

Prevenire la disidratazione nei bambini piccoli

Essendo consapevoli dei fattori di rischio per la disidratazione e sostituendo prontamente i liquidi, gli operatori sanitari possono spesso prevenire la disidratazione nei bambini piccoli. Anche le seguenti tecniche possono aiutare:

  • Se un bambino vomita, ha la diarrea o mostra i primi segni di disidratazione, somministragli una soluzione di reidratazione orale il prima possibile.
  • Quando fuori fa caldo e c’è il sole, consenti ai bambini di acclimatarsi al caldo lentamente.
  • Assicurati che i bambini bevano abbastanza acqua durante il giorno, soprattutto se non stanno bene o è una giornata calda.
  • Dare ai bambini acqua naturale invece di bevande analcoliche zuccherate perché cibi e bevande zuccherati o salati possono portare alla disidratazione.

prospettiva

Nella maggior parte dei casi, i bambini si disidratano a causa di una semplice infezione virale. La disidratazione durante la malattia può causare spiacevoli effetti collaterali e gravi complicazioni e può essere fatale senza trattamento. Pertanto, è fondamentale prevenire e curare la disidratazione.

Dare al bambino una quantità sufficiente di liquidi utilizzando liquidi di reidratazione orale o una flebo quando necessario, dovrebbe garantire che si riprenda completamente.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Imodio (loperamide)

Quali sono le cause dei movimenti intestinali schiumosi?