in

Suggerimenti per il trattamento dell’irritazione cutanea da diarrea

Mentre la maggior parte degli adulti sani sperimenterà diarrea occasionale , le persone con sindrome dell’intestino irritabile (IBS) e malattia infiammatoria intestinale (IBD) possono avere diarrea ripetutamente e per un periodo di tempo prolungato.

A volte, la diarrea può infiammare e bruciare la pelle, soprattutto se le feci sono molto molli e acide. Sottoporsi a un intervento chirurgico come una sacca a J o l’anastomosi ileoanaleprocedura, in cui il colon viene alterato o rimosso, può anche provocare feci acide e brucianti. Questo può essere irritante per la pelle e difficile da trattare.

Tuttavia, hai diverse opzioni per ridurre l’irritazione della pelle dovuta a diarrea persistente, inclusi cambiamenti nella dieta che possono aiutarti ad avere meno diarrea in primo luogo.

Mantieni pulita la zona anale

Dopo un movimento intestinale, pulire la zona anale con salviettine umidificate o salviettine per neonati invece della carta igienica. Ci sono anche salviettine medicate che puoi acquistare online che contengono ingredienti come l’amamelide o l’ aloe vera che si dice leniscano la pelle infiammata.

A volte, tuttavia, anche la pulizia delicata può essere dolorosa. Una tattica che aiutano maggio è quello di lavare l’ano e il tessuto circostante in una sede bagno o di utilizzare un doccetta di residui fecali filo dalla pelle. 1  Lascia asciugare la pelle all’aria o usa un asciugacapelli impostato alla temperatura più fresca.2

Applicare una crema barriera

Una crema barriera è una lozione o un gel topico che riveste la pelle e fornisce un minimo di protezione dalla diarrea acquosa. La crema per dermatite da pannolino contenente ossido di zinco funziona molto bene se applicata sulla pelle pulita e asciutta. Anche la gelatina di petrolio o la vitamina A o la crema di vitamina D possono essere efficaci.

Riapplica uno strato sottile di crema dopo ogni movimento intestinale. Se l’infiammazione anale è grave, potresti applicare uno strato subito prima di un movimento intestinale, se possibile.

Se si sviluppano spasmi o si hanno ragadi anali , incontrare un gastroenterologo e chiedere informazioni su farmaci da prescrizione come la nitroglicerina topica che possono aiutare ad alleviare gli spasmi e promuovere la guarigione.3

Evita bagni caldi e docce

Può sembrare ragionevole trattare i tessuti anali e rettali infiammati con un lungo ammollo in un bagno caldo. Tuttavia, i bagni e le docce calde possono effettivamente seccare la pelle e peggiorare le tue condizioni. Questo è particolarmente vero se hai tagli o fessure; ammollo queste ferite può effettivamente rallentare il processo di guarigione.

Un occasionale ammollo in un bagno tiepido può essere utile. 1  Se non hai ragadi, puoi persino aggiungere sale Epsom o farina d’avena colloidale , che possono essere lenitivi. Evita i bagnoschiuma o gli oli da bagno profumati o i sali che possono irritare la pelle.

Dopo il bagno o la doccia, applicare una crema barriera all’ano e ai tessuti circostanti per aiutare a trattenere l’umidità.4

Bere molti liquidi

Se hai la diarrea, soprattutto se cronica o esplosiva, corri il rischio di disidratazione . Bere acqua e altri fluidi idratanti possono aiutare a prevenire la disidratazione e mantenere la pelle secca.

Come regola generale, dovresti bere non meno di otto bicchieri d’acqua da 8 once al giorno. Se hai la diarrea, probabilmente dovrai bere di più. Oltre all’acqua, puoi sorseggiare una bevanda sportiva ricca di elettroliti per aiutare a sostituire il sodio, il potassio e altri importanti elettroliti persi, ma non esagerare.5

Evita di stare seduto a lungo

Stare seduti per un lungo periodo di tempo non è facile per i glutei, soprattutto se hai le emorroidi . Pertanto, è necessario evitare di stare seduti per ore e ore, che non solo stressano i tessuti ma creano umidità che satura la pelle e favorisce l’infezione. Anche se hai un lavoro da scrivania, prova ad alternare tra seduta e in piedi ogni 30 minuti circa.

Puoi anche provare a sederti su un cuscino progettato per alleviare la pressione e l’accumulo di umidità. Un cuscino gonfiabile per emorroidi a forma di ciambella è una delle opzioni migliori (ma una che la maggior parte di noi detesterebbe portare al lavoro).

Ci sono anche cuscini in gel o schiuma a griglia che puoi acquistare che non leggono “emorroidi” ma funzionano in modo altrettanto efficiente. Alla fine, sarà utile qualsiasi cuscino che riduca la pressione sul fondoschiena.6

Evita gli alimenti problematici

Alcuni alimenti possono scatenare la diarrea o aumentare l’acidità delle feci. Tra i 10 tipi di alimenti che le persone con diarrea dovrebbero evitare o limitare sono:

  • Alcol
  • Dolcificanti artificiali (inclusi sorbitolo e mannitolo)
  • Caffè e bevande contenenti caffeina
  • Agrumi e succhi
  • Latticini (soprattutto se intolleranti al lattosio )
  • Alimenti grassi (inclusa carne rossa, salse alla panna e pelle di pollo)
  • Cibi fritti
  • Alimenti ricchi di fibre (come cereali integrali e verdure crocifere)
  • Alimenti ad alto contenuto di FODMAP 2  (come aglio, cipolle e carciofi)
  • Cibi piccanti

Potrebbe anche essere necessario evitare il glutine se ritieni di essere affetto da celiachia o intolleranza al glutine .

Anche gli integratori e i rimedi erboristici possono essere problematici. Tra quelli che possono promuovere feci acquose o acide ci sono:

  • peperoncino di Cayenna
  • Ginseng
  • Glucosamina
  • Cardo mariano
  • Saw palmetto

Cerca un trattamento

In definitiva, il modo migliore per aiutare la tua pelle a guarire è arrivare a curare la diarrea alla fonte. Puoi iniziare chiedendo al tuo medico di farmaci anti-diarroici come l’ imodium (loperamide) che puoi usare su base continuativa purché non causi stitichezza. 3

Farmaci più potenti, come Lotronex (alosetron), Viberzi (eluxadolina) o Xifaxan (rifaximina), possono essere prescritti per trattare l’IBS da moderata a grave.

Un’altra strategia chiave è mangiare cibi che possono tenere sotto controllo i sintomi della diarrea. Questi includono cibi insipidi e leganti, come:

  • Salsa di mele
  • Banane
  • Patate bollite o al vapore
  • Pane o pane tostato
  • Cereali caldi, come farina d’avena o crema di grano
  • Cracker di soda
  • riso bianco

Una dieta blanda può aiutare ad alleviare la diarrea, ma non è intesa per un uso continuativo. Se non altro, una dieta sana ed equilibrata è ancora più importante se si ha la diarrea per garantire una corretta alimentazione.

Se la diarrea persiste nonostante questi interventi, non soffrire in silenzio. Rivolgiti al tuo medico o chiedi un rinvio a uno specialista gastroenterologo.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Terapia di reidratazione orale (ORT) per la malattia diarroica

Farmaci antidiarroici e quando usarli