in

Domperidone: a cosa serve, come assumerlo e possibili effetti

Il domperidone è un medicinale per trattare la cattiva digestione, la nausea e il vomito sia nei bambini che negli adulti e deve essere utilizzato per periodi inferiori a una settimana.

Questo medicinale può essere trovato sotto nomi commerciali come Motilium, Moperidone, Restol, Agilam, Idom, Tilium, Seronex, tra gli altri ed è disponibile sotto forma di compresse o sospensione orale in gocce e deve essere utilizzato sotto guida medica.  

Cosa serve

Questo medicinale è indicato per il trattamento di problemi di digestione frequentemente associati a svuotamento gastrico ritardato, reflusso gastroesofageo ed esofagite, sazietà precoce, sensazione di pienezza, distensione addominale, dolore addominale superiore, eruttazione eccessiva e gas intestinali, nausea e vomito, bruciore di stomaco. e bruciore di stomaco con o senza rigurgito del contenuto gastrico.

Oltre a ciò, è indicato anche nei casi di nausea e vomito di origine funzionale, organica, infettiva o alimentare o indotti da radioterapia o cure farmacologiche.

Come bere

Domperidone deve essere assunto tra i 15 ei 30 minuti prima dei pasti e, se necessario, prima di coricarsi. 

Per adulti e adolescenti di peso superiore a 35 kg, si raccomanda la dose di 10 mg, 3 volte al giorno, per via orale, e la dose massima di 40 mg non deve essere superata.

Nei neonati e nei bambini di età inferiore a 12 anni o di peso inferiore a 35 kg, la dose raccomandata è di 0,25 ml / kg di peso corporeo, fino a 3 volte al giorno, per via orale.

Effetti collaterali

Gli effetti indesiderati più comuni che possono verificarsi durante il trattamento con domperidone sono depressione, ansia, diminuzione del desiderio sessuale, mal di testa, sonnolenza, irrequietezza, diarrea, eruzione cutanea, prurito, ingrossamento e sensibilità del seno, produzione di latte, assenza di appetito mestruale, dolore al seno e debolezza muscolare.

Controindicazioni

Domperidone è controindicato durante la gravidanza o quando se ne sospetta l’esistenza, a meno che a giudizio del medico il rapporto rischio / beneficio materno-fetale non sia favorevole. Se l’uso di questo farmaco è essenziale durante l’allattamento al seno, dovrebbe essere temporaneamente sospeso per la durata del trattamento, perché non ci sono studi che dimostrino se pone rischi o meno per il bambino. 

Questo medicinale è controindicato anche in pazienti con intolleranza nota al domperidone o ad uno qualsiasi dei suoi componenti, in presenza di un tumore ipofisario secernente prolattina e in caso di sanguinamento gastrointestinale, ostruzione meccanica e perforazione intestinale. 

La somministrazione congiunta di domperidone e farmaci che alterano il ritmo cardiaco come itraconazolo, ketoconazolo, posaconazolo, voriconazolo, eritromicina, claritromicina, telitromicina, amiodarone, ritonavir o saquinavir è controindicata. 

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Cosa può causare la cacca verde nei bambini e cosa fare

Come prevenire la diarrea durante l’assunzione di antibiotici