in

Verità o favola? 8 modi per (forse) spostare il lavoro in modo naturale

Il tuo corpo lavorerà quando sarà pronto, ma vale la pena provare alcuni di questi metodi folcloristici

Hai portato un bambino nella pancia da 39 settimane e il momento che stavi aspettando è dietro l’angolo. Oh, l’attesa!

E l’incertezza. E l’esaurimento. E, francamente, il disagio.

Tutto ciò può far passare quelle ultime settimane, giorni o ore a passo di lumaca.

Se ti ritrovi a setacciare i blog sulla gravidanza e le bacheche Internet per qualsiasi cosa tu possa fare per aiutare il tuo corpo a spingere il tuo corpo al travaglio, sicuramente non sei solo. Anche se non esiste un modo garantito per farlo, ci sono alcune tecniche naturali su cui molte donne giurano.

Alcuni di loro sono semplicemente racconti di vecchie mogli, mentre altri sono stati effettivamente studiati dai ricercatori. Ma se hai intenzione di provare qualsiasi metodo per avviare rapidamente il tuo travaglio, l’infermiera ostetrica certificata Jessica Costa, MSN, APRN, CNM consiglia di discuterne prima con la tua ostetrica o il tuo medico.

Qui, valuta quali metodi comunemente usati sono sicuri da provare e quali sono degni di cautela.

A piedi

Questo è uno dei modi più semplici con cui le donne cercano di iniziare il loro travaglio. Nessuno studio lo ha trovato efficace, ma alcuni hanno scoperto che passare il tempo in posizione verticale durante il travaglio ha il potenziale per abbreviare il processo.

“Il movimento non indurrà il travaglio, ma può davvero aiutare a far progredire il travaglio e mettere il bambino in una buona posizione per la nascita”, afferma Costa.

Il verdetto: fallo, per favore! “Incoraggio vivamente le donne a rimanere attive durante la gravidanza e camminare 30 minuti quasi tutti i giorni”, dice. “Questo aiuta con la preparazione del travaglio, il posizionamento fetale e anche la resistenza.”

Rapporto sessuale

Alcuni studi non hanno trovato differenze nei tempi del travaglio per le donne che fanno sesso durante la fine della gravidanza e per quelle che non lo fanno. Ma c’è una spiegazione biologica che suggerisce che potrebbe valere la pena provare.

“Fare l’amore può aiutare a stimolare il naturale ormone dell’amore del corpo, l’ossitocina, e questo è ciò che provoca le contrazioni”, spiega Costa. “L’orgasmo di una donna può anche aiutare a contrarre l’utero se il corpo è pronto e lo sperma è una fonte naturale di prostaglandine, che possono ammorbidire la cervice.”

Il verdetto: sentiti libero di provarlo. Se non altro, è un buon modo per rimanere in contatto con il tuo partner durante questo periodo emozionante e impegnativo.

ananas

L’ananas è caricato con un enzima chiamato bromelina che a volte viene utilizzato per aiutare a far muovere le viscere. Non è stato studiato bene, ma il pensiero è che, poiché l’utero si trova proprio accanto all’intestino, potrebbe anche irritarsi e iniziare a contrarsi.

Il verdetto: “Se una donna non è in travaglio, vale la pena provare”, dice Costa. Riceverai anche una buona dose di vitamina C, fibre e manganese.

Stimolazione dei capezzoli

Stimolare i capezzoli rilascia ossitocina e in realtà c’è una solida ricerca dietro questo metodo.

“A volte una mamma entra con l’acqua rotta ma non è in travaglio, o il travaglio è iniziato e sta rallentando”, spiega Costa. “Le farò provare la stimolazione del capezzolo prima di iniziare Petocin (un farmaco che induce il travaglio).”

Il verdetto: può essere efficace. Ma raccomanda alle donne di farlo solo sotto la supervisione di un medico o di un’ostetrica. È meglio monitorare il bambino e assicurarsi che tolleri la stimolazione.

Olio di ricino

Prodotto dal semi di ricino poco conosciuto, l’olio di ricino è un potente lassativo che stimola l’intestino. Può, a sua volta, irritare l’utero e causare contrazioni.

Il verdetto: non è per tutti e non è privo di rischi, quindi parla con il tuo medico o l’ostetrica per sapere se è una buona opzione per te.

“Per alcune donne può funzionare alla grande, ma per altre causerà solo molta diarrea e molti viaggi in bagno”, dice Costa. “Il tuo corpo deve essere pronto affinché funzioni e il tuo medico può aiutarti con il momento giusto. Può anche causare disidratazione, quindi rimanere idratati è fondamentale se si utilizza questo metodo. “

Stripping della membrana

Questa procedura può essere eseguita durante una visita con un medico o un’ostetrica una volta che hai iniziato a dilatarti. Lui o lei usa un dito per separare il sacco amniotico che circonda il bambino dall’area intorno alla cervice. Si pensa che questo inneschi il rilascio di prostaglandine, che sono ormoni che ammorbidiscono la cervice e preparano l’utero a contrarsi.

Il verdetto: la ricerca è mista su questo e Costa dice di consigliare i pazienti su base individuale su questo metodo.

“Non è privo di rischi, come potenzialmente rompere la sacca d’acqua, causare infezioni o contrazioni irritanti irregolari che non portano al travaglio”, spiega. “Ma per alcune donne può aiutare a ridurre le loro possibilità di aver bisogno di un’induzione formale o ad abbreviare la durata della gravidanza.” Questa è un’opzione da discutere con l’ostetrica o il medico.

Date

Come nella frutta, non una cena a lume di candela e un film. Mangiare i datteri può aiutare ad ammorbidire la cervice e promuovere il travaglio spontaneo, dice Costa. In uno studio , le donne che hanno mangiato il frutto del dattero per quattro settimane prima della data di scadenza avevano meno probabilità di aver bisogno di un’induzione formale.

Il verdetto: Costa incoraggia tutti i suoi pazienti a mangiare sei datteri al giorno. Assicurati solo di acquistare i datteri interi e snocciolati, piuttosto che quelli che vengono tagliati a cubetti e ricoperti di zucchero.

Tè in foglie di lampone rosso

Questa tisana ricca di ferro, calcio e vitamine non indurrà il travaglio, ma gli studi hanno dimostrato che è sicura e potenzialmente benefica durante la gravidanza.

“È un tonico uterino, quindi non stimola o accorcia il travaglio, ma può aiutare il travaglio spontaneo e facilitare il travaglio per le donne”, dice Costa.

Il verdetto: raccomanda alle donne di bere da una a due tazze al giorno a partire da 32 settimane.

Forse la cosa più importante da fare mentre aspetti l’arrivo del tuo nuovo bambino è la più difficile da ingoiare: abbi pazienza.

“Dico alle persone di godersi il più possibile gli ultimi giorni di gravidanza”, dice Costa. “A volte hai solo bisogno di una tintura di tempo! Prometto che ci sarà una fine. “

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Dolore laggiù? 5 motivi per cui la tua vagina fa male

Quali sono i segni che mio figlio ha un’allergia alimentare?