in

Nutri il tuo intestino: comprendi i probiotici, i prebiotici e i simbiotici

Il ritmo con cui il nostro stile di vita e la nostra dieta stanno cambiando, l’infezione intestinale sotto forma di indigestione, diarrea, gonfiore, disagio, ulcerazione sta diventando sempre più comune .

E poi, a peggiorare le cose, inseriamo gli antibiotici così facilmente che la nostra salute intestinale va a male. Secondo gli esperti il ​​bisogno del momento è nutrire il tuo intestino, non coccolare la tua lingua! La superstrada per un intestino pacifico può essere ben pavimentata con le pietre miliari del prebiotico, probiotico e sinbiotico. Sappiamo cosa sono esattamente? Come traggono vantaggio? Da dove li prendiamo? Disha Jhaveri, dietista al PD Hinduja Hospital, Mahim ti dà le risposte …

Cosa sono i probiotici?

Esistono oltre 400 specie distinte di microrganismi che popolano le varie regioni del tubo digerente umano adulto, che costituiscono quasi due kg di peso corporeo totale. Ciò include batteri dannosi e utili. Pro: I biotici sono alimenti o concentrati di organismi vivi che contribuiscono a un ambiente microbico sano e sopprimono i potenziali microbi nocivi. I probiotici possono essere batteri, muffe o lieviti. Ma la maggior parte dei probiotici sono batteri. Tra i batteri, i batteri dell’acido lattico sono più popolari. Il primo probiotico registrato è stato il latte fermentato.

Alimenti come yogurt, latte fermentato, paneer, latticello, dhokla, idli, snack bar, bevande energetiche e persino alimenti per bambini possono contenere probiotici. E alimenti probiotici confezionati come Amul Flaavyo (yogurt aromatizzato con vitamine probiotiche), Lassi probiotico Amul Prolife, b-Activ Probiotic Dahi di Mother Diary, b-Activ Probiotic Lassi, b- Activ Curd e Nutrifit (Fragola e Mango), Nestle Nesvita Dahi , Nestle Actiplus Dahi, Attune Granola Bars, Yakult Dairy Drink (latte fermentato) sono disponibili nel mercato indiano

Sebbene i prodotti probiotici siano disponibili sul mercato, difficilmente disponiamo di dati di ricerca sui tassi di sopravvivenza di questi microbi nel nostro intestino. Inoltre, il problema principale del mercato indiano è la mancanza di un’etichettatura corretta e di linee guida sullo stoccaggio di tali prodotti. Recentemente l’Indian Council of Medical Research (ICMR) e il Department of Biotechnology (DBT), 2011 hanno definito le linee guida per tali prodotti, quindi possiamo aspettarci presto una nuova alba in questo campo.

Il Probiotico di importanza medicinale può anche essere integrato tramite capsule o bustine di batteri disponibili in farmacia. Ranbaxy (Binifit), Dr. Reddy’s Laboratories, Zydus Cadila, Unichem, JB Chem e Glaxo SmithKline sono i concorrenti in questo campo. Un recente rapporto del National Center for Complementary and Alternative Medicine (NCCAM) e dell’American Society for Microbiology indica che i probiotici possono essere usati per trattare la diarrea, le infezioni del tratto urinario e del tratto genitale femminile, la sindrome dell’intestino irritabile, persino ridurre la recidiva della vescica o cancro al colon o dermatite atopica nei bambini, allergie stagionali, sinusiti e bronchiti. In questo modo i probiotici possono migliorare l’immunità, favorire una migliore digestione, assorbimento del calcio e prevenzione delle allergie e dei tumori del colon. Tuttavia,

Cosa sono i prebiotici?

I prebiotici sono ingredienti dietetici fermentati selettivamente che determinano cambiamenti specifici nella composizione e / o nell’attività della microflora gastrointestinale conferendo così benefici alla salute dell’ospite. A differenza dei probiotici, un prebiotico prende di mira la microflora già presente nell’ecosistema, agisce come un “alimento” per i microbi bersaglio.

I prebiotici più ampiamente accettati sono FOS (fruttooligosaccaridi) e GOS (galattooligosaccaridi). FOS e GOS si trovano naturalmente in alimenti come asparagi, aglio, carciofi, cipolla, frumento e avena, così come la soia. Tuttavia, ci vorrebbe una grande quantità di questi alimenti perché i loro oligosaccaridi attivi esercitino un utile effetto prebiotico. Un metodo più realistico consiste nel fortificare i cibi popolari con quantità definite di prebiotici. Pertanto, scoprirai che i composti prebiotici vengono aggiunti a molti alimenti tra cui yogurt, cereali, pane, biscotti, dessert al latte, barrette di integratori alimentari, gelati, creme spalmabili, bevande, acqua, latte artificiale, nonché ad alcuni alimenti di origine animale.

Cosa sono i Synbiotici?

I batteri probiotici presi insieme ai prebiotici che supportano la loro crescita sono chiamati “simbiotici”. Entrambi lavorano insieme in modo sinergico promuovendo in modo più efficiente i benefici dei probiotici.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Mastica bene il cibo

Stelle colpite da diarrea verbale ai 5thGold Awards