in

8 modi per alleviare i sintomi dell’IBS naturalmente

La sindrome dell’intestino irritabile (IBS) colpisce il 20% degli americani; se sei uno di loro, continua a leggere.

Tieni traccia dei tuoi sintomi

Le cause più comuni di diarrea cronica non infettiva sono le intolleranze alimentari e l’IBS è spesso innescata da determinati alimenti. Registra l’assunzione di cibo per identificare i fattori scatenanti. I fattori scatenanti comuni da cercare sono i latticini, il frumento, la carne di manzo e la sensibilità alla soia. Annota anche i giorni in cui ti senti particolarmente stressato, poiché anche l’ansia può essere un fattore scatenante per l’IBS. Sapere cosa è più probabile che provochi una riacutizzazione può aiutarti a ridurre i sintomi in futuro. Fai attenzione a questi nove segni di IBS .

Scopri quali sono gli alimenti difficili da digerire per te ed eliminali dalla tua dieta

Uno studio del 2009 pubblicato sul Journal of the American Dietetic Association ha mostrato che per un quarto dei malati di IBS, i loro sintomi erano “causati o esacerbati” dal consumo di “carboidrati fermentescibili e scarsamente assorbiti, inclusi fruttosio, fruttani (presenti nel grano e cipolle) , sorbitolo e altri alcoli di zucchero. Gli alcoli di zucchero, spesso presenti negli alimenti a basso contenuto di carboidrati o senza zucchero, sono difficili da assorbire per il tuo corpo e possono causare gonfiore, crampi e diarrea. Fai attenzione a bevande dietetiche, caramelle e gomme senza zucchero e dolcificanti artificiali ed elimina tutti gli alimenti trigger che peggiorano i sintomi. Assicurati di stare alla larga da questi 10 alimenti che esacerbano il tuo IBS .

Cambia la frequenza con cui mangi

L’eccesso di cibo è molto difficile per il tuo sistema digestivo ed è probabile che aumenti i tuoi sintomi di IBS. Invece di consumare un paio di pasti al giorno, cerca di fare pasti piccoli e frequenti durante la giornata. Il tuo corpo avrà un tempo più facile digerire queste porzioni e potresti notare che i tuoi sintomi sono notevolmente ridotti.

Prova la menta piperita

Molti studi sono stati condotti sull’olio di menta piperita e sulla sua capacità di alleviare i sintomi dell’IBS. I ricercatori dell’Università di Scienze Mediche di Teheran hanno somministrato a 90 persone con IBS un placebo o una capsula di olio di menta piperita a rilascio ritardato con rivestimento speciale tre volte al giorno per otto settimane. Alla fine dello studio, 14 persone che hanno assunto l’olio di menta piperita hanno riferito di essere prive di dolore o disagio. In uno studio separato taiwanese, i pazienti affetti da IBS trattati con capsule di olio di menta piperita da 15 a 30 minuti prima dei pasti hanno sperimentato significativamente meno gonfiore, brontolio allo stomaco e gas. Il dolore addominale è stato ridotto o completamente scomparso in alcuni casi. Per alleviare i tuoi sintomi, prova a sorseggiare un tè alla menta o ad aggiungere qualche goccia di olio di menta piperita a un bicchiere d’acqua. La sindrome dell’intestino irritabile non è l’unica condizione che causa un immenso mal di stomaco, eccone altrecause del mal di stomaco e cosa significano per la tua salute !

Aggiungi la curcuma alla tua dieta

La curcuma potrebbe ridurre le contrazioni muscolari anormali e l’infiammazione per chi soffre di IBS. Per sfruttare i suoi benefici, prova a prenderne da 300 a 400 milligrammi tre volte al giorno.

Chiedi informazioni al tuo medico sui probiotici

Se assunti regolarmente, i probiotici possono aiutare a promuovere la crescita di batteri sani e superare gli insetti nocivi che possono causare gas, gonfiore e altri sintomi. Uno studio del 2013 pubblicato su Gastroenterology ha dimostrato che l’assunzione di probiotici ha invertito gli effetti negativi dello stress sulla flora intestinale, alleviando i sintomi dell’IBS. Lo yogurt bianco è un’ottima fonte di probiotici, ma se sei sensibile ai latticini, segui gli integratori probiotici. La sindrome dell’intestino irritabile può anche essere uno dei tanti sintomi della fibromialgia .

Evita gli stimolanti

La caffeina, il tabacco e le bevande energetiche possono causare irritazione intestinale e diarrea. Tagliali dalla tua dieta se soffri di IBS.

Gestisci il tuo stress

Anche se lo stress non causa l’IBS, è stato dimostrato che aggrava i sintomi per coloro che lo hanno già. In una revisione della letteratura, i ricercatori della UCLA School of Medicine hanno trovato ampie prove di un legame tra stress e IBS, compreso quel 40% di coloro che soffrono di IBS anche “aumento dell’ansia”. Uno studio del 2013 pubblicato sulla rivista Gastroenterology ha dimostrato che lo stress altera l’equilibrio della flora intestinale in un modo che contribuisce all’IBS. Lo yoga, la meditazione e gli esercizi di respirazione possono aiutare a gestire lo stress e ridurre i sintomi dell’IBS. Assicurati di conoscere le 11 cose che i tuoi movimenti intestinali rivelano sulla tua salute .

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Sindrome dell’intestino irritabile: 9 sintomi e fattori di rischio che devi sapere

Indovina cosa: la tua sindrome dell’intestino irritabile può effettivamente essere causata da sensibilità al cibo