in

8 sorprendenti benefici di Cherimoya (crema di mele)

La Cherimoya ( Annona cherimola ) è un frutto verde a forma di cono con buccia coriacea e polpa cremosa e dolce.

Ritenuto originario delle Ande sudamericane, è coltivato in zone tropicali con altitudini elevate (1Fonte attendibile2Fonte attendibile).

Per la sua consistenza cremosa, la cherimoya è anche conosciuta come crema di mele. Viene spesso mangiato con un cucchiaio e servito freddo come una crema pasticcera. La Cherimoya ha un sapore dolce simile ad altri frutti tropicali, come banana e ananas (2Fonte attendibile).

Ricco di fibre, vitamine e minerali, questo frutto unico può supportare l’immunità, ridurre l’infiammazione e promuovere la salute degli occhi e del cuore (3Fonte attendibile4Fonte attendibile).

Tuttavia, alcune parti di cherimoya contengono tossine che possono danneggiare il sistema nervoso se consumate in quantità elevate ( 5 ,6Fonte attendibile).

Ecco 8 sorprendenti benefici della cherimoya.

1. Ad alto contenuto di antiossidanti

Cherimoya è ricco di antiossidanti , che combattono i radicali liberi nel tuo corpo. Alti livelli di radicali liberi possono causare stress ossidativo, che è associato a molte malattie croniche, tra cui cancro e malattie cardiache ( 7 ,8Fonte attendibile).

Alcuni composti in cherimoya – tra cui acido kaurenoico, flavonoidi, carotenoidi e vitamina C – hanno potenti effetti antiossidanti (3Fonte attendibile4Fonte attendibile).

Uno studio in provetta ha scoperto che sia la buccia che la polpa sono eccellenti fonti di antiossidanti, con composti nella buccia particolarmente efficaci nel prevenire il danno ossidativo ( 9 ).

Tuttavia, tieni presente che non dovresti mangiare la buccia di cherimoya a causa di problemi di salute. Questo è spiegato più dettagliatamente di seguito.

Gli antiossidanti carotenoidi di Cherimoya, come la luteina, possono essere particolarmente potenti. La ricerca mostra che gli alimenti ricchi di carotenoidi possono migliorare la salute degli occhi e ridurre il rischio di malattie cardiache e alcuni tipi di cancro (10Fonte attendibile, 11Fonte attendibile).

2. Può migliorare il tuo umore

Cherimoya è un’ottima fonte di vitamina B6 (piridossina). Infatti, 1 tazza (160 grammi) di frutta contiene il 24% della dose giornaliera di riferimento (RDI) (12)Fonte attendibile.

La vitamina B6 svolge un ruolo importante nella creazione di neurotrasmettitori, tra cui serotonina e dopamina, che aiutano a regolare l’umore (13Fonte attendibile14Fonte attendibile).

Livelli inadeguati di questa vitamina possono contribuire a disturbi dell’umore.

In effetti, bassi livelli ematici di vitamina B6 sono collegati alla depressione, specialmente negli anziani. Uno studio sugli anziani ha scoperto che la carenza di vitamina B6 raddoppia le possibilità di depressione (13Fonte attendibile15 ).

Aumentando i livelli di questa importante vitamina, mangiare cibi come la cherimoya può aiutare a ridurre il rischio di depressione correlata alla carenza di vitamina B6 .

3. Può giovare alla salute degli occhi

Cherimoya è ricco di luteina, un carotenoide antiossidante, uno dei principali antiossidanti nei tuoi occhi che mantengono una visione sana combattendo i radicali liberi (3Fonte attendibile16Fonte attendibile).

Diversi studi associano un’elevata assunzione di luteina con una buona salute degli occhi e un minor rischio di degenerazione maculare senile (AMD), una condizione caratterizzata da danni agli occhi e perdita della vista.17Fonte attendibile18Fonte attendibile19Fonte attendibile).

La luteina può anche proteggere da altri problemi agli occhi, inclusa la cataratta, che è un annebbiamento dell’occhio che causa problemi di vista e perdita della vista (16Fonte attendibile20Fonte attendibile).

Una revisione di 8 studi ha rilevato che gli individui con i livelli ematici più alti di luteina avevano un rischio inferiore del 27% di sviluppare la cataratta, rispetto a quelli con i livelli più bassi.21Fonte attendibile).

Pertanto, il consumo di cibi ricchi di luteina, come la cherimoya, può favorire la salute degli occhi e ridurre il rischio di condizioni come AMD e cataratta.

4. Può prevenire la pressione alta

Cherimoya è ricco di sostanze nutritive che aiutano a regolare la pressione sanguigna, come potassio e magnesio.

In particolare, 1 tazza (160 grammi) di frutta vanta il 10% della RDA per il potassio e oltre il 6% della RDA per il magnesio (11Fonte attendibile).

Sia il potassio che il magnesio favoriscono la dilatazione dei vasi sanguigni, che a sua volta aiuta ad abbassare la pressione sanguigna. La pressione alta può aumentare il rischio di malattie cardiache e ictus (22Fonte attendibile23Fonte attendibile24Fonte attendibile).

Una revisione ha rilevato che il consumo di DV per il potassio – 4.700 mg al giorno – può ridurre la pressione sanguigna sistolica e diastolica rispettivamente di circa 8 e 4 mm Hg (20Fonte attendibile).

Un’altra recensione ha trovato una relazione inversa tra l’assunzione di magnesio e il rischio di ipertensione, confrontando le persone con il più alto apporto di magnesio con quelli con il più basso apporto. Ogni ulteriore assunzione di 100 mg al giorno di magnesio era associata a un rischio inferiore del 5% di ipertensione arteriosa (25Fonte attendibile).

5. Può favorire una buona digestione

Una tazza (160 grammi) di cherimoya offre quasi 5 grammi di fibra alimentare, che rappresenta oltre il 17% della RDA (12Fonte attendibile).

Poiché la fibra non può essere digerita o assorbita, aggiunge volume alle feci e aiuta a spostarle attraverso l’intestino (26Fonte attendibile).

Inoltre, le fibre solubili, come quelle che si trovano nella cherimoya, possono nutrire i batteri buoni nell’intestino, oltre a subire la fermentazione per produrre acidi grassi a catena corta (SCFA) . Questi acidi includono butirrato, acetato e propionato (27Fonte attendibile28Fonte attendibile29Fonte attendibile30 ).

Gli SCFA sono fonti di energia per il tuo corpo e possono proteggere dalle condizioni infiammatorie che colpiscono il tuo tratto digestivo, come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa (31Fonte attendibile).

Supportando movimenti intestinali sani e nutrendo i batteri intestinali, la cherimoya e altri alimenti ricchi di fibre possono promuovere una salute digestiva ottimale.

6. Può avere proprietà antitumorali

Alcuni dei composti in cherimoya possono aiutare a combattere il cancro.

Cherimoya contiene flavonoidi tra cui catechina, epicatechina ed epigallocatechina, che hanno dimostrato di arrestare la crescita delle cellule tumorali negli studi in provetta (4Fonte attendibile32Fonte attendibile33Fonte attendibile).

Uno studio ha scoperto che il trattamento delle cellule tumorali della vescica con epicatechina ha portato a una crescita e replicazione cellulare significativamente inferiore, rispetto alle cellule che non hanno ricevuto questo flavonoide (34Fonte attendibile).

Un altro studio in provetta ha osservato che alcune catechine, comprese quelle in cherimoya, hanno fermato fino al 100% della crescita delle cellule del cancro al seno (35Fonte attendibile).

Inoltre, gli studi sulla popolazione suggeriscono che gli individui che consumano diete ricche di flavonoidi hanno un rischio inferiore di sviluppare alcuni tipi di cancro, come quelli dello stomaco e del colon, rispetto alle persone la cui dieta è povera di questi composti (36Fonte attendibile37Fonte attendibile).

Tuttavia, sono necessari ulteriori studi sull’uomo per comprendere appieno come il composto trovato in cherimoya e altri frutti influenzino il cancro .

7. Può combattere l’infiammazione

L’infiammazione cronica è collegata all’aumento del rischio di molte malattie, comprese le malattie cardiache e il cancro (38Fonte attendibile39Fonte attendibile).

In particolare, la cherimoya fornisce diversi composti antinfiammatori, incluso l’acido kaurenoico (39Fonte attendibile)

Questo acido ha forti effetti antinfiammatori e ha dimostrato di ridurre alcune proteine ​​infiammatorie in studi sugli animali (40Fonte attendibile41Fonte attendibile42Fonte attendibile).

Inoltre, cherimoya vanta catechina ed epicatechina, antiossidanti flavonoidi che hanno dimostrato di avere potenti effetti antinfiammatori in studi in provetta e su animali (43Fonte attendibile44Fonte attendibile45Fonte attendibile46Fonte attendibile).

Uno studio ha osservato che i topi alimentati con una dieta arricchita con epicatechina avevano ridotto i livelli ematici della proteina C-reattiva (CRP) marcatore infiammatorio, rispetto a un gruppo di controllo.47Fonte attendibile).

Alti livelli di PCR sono associati all’aterosclerosi, un indurimento e restringimento delle arterie che aumenta significativamente il rischio di malattie cardiache (47Fonte attendibile48Fonte attendibile).

8. Può supportare l’immunità

Come altri frutti tropicali, la cherimoya è ricca di vitamina C, un nutriente che supporta l’immunità combattendo infezioni e malattie (49Fonte attendibile50Fonte attendibile51Fonte attendibile).

La carenza di vitamina C è collegata a un sistema immunitario compromesso e a un aumento del rischio di infezioni (49Fonte attendibile).

Gli studi sull’uomo rivelano inoltre che la vitamina C può aiutare a ridurre la durata del comune raffreddore. Tuttavia, la ricerca è mista e si è concentrata principalmente sugli integratori piuttosto che sulla vitamina C dietetica (52Fonte attendibile).

Il consumo di cherimoya e altri alimenti ricchi di questa vitamina è un modo semplice per garantire un’adeguata salute immunitaria.

Effetti collaterali di cherimoya

Anche se la cherimoya offre notevoli benefici per la salute, contiene piccole quantità di composti tossici.

Cherimoya e altri frutti della specie Annona contengono annonacina, una tossina che può colpire il cervello e il sistema nervoso (53Fonte attendibile54Fonte attendibile55 ).

Infatti, studi osservazionali nelle aree tropicali collegano l’elevato consumo di frutti di Annona ad un aumentato rischio di un tipo specifico di malattia di Parkinson che non risponde ai farmaci comuni ( 56 ,57Fonte attendibile).

Tutte le parti della pianta di cherimoya possono contenere annonacina, ma è più concentrata nei semi e nella buccia (53Fonte attendibile58Fonte attendibile).

Per gustare la cherimoya e limitare l’esposizione all’annonacina, rimuovere e scartare i semi e la pelle prima di mangiare.

Se sei particolarmente preoccupato per l’annonacina o hai il morbo di Parkinson o un’altra condizione del sistema nervoso, potrebbe essere meglio evitare la cherimoya.

Come mangiare la cherimoya?

Cherimoya può essere trovato in molti negozi di alimentari e alimenti naturali, ma potrebbe non essere disponibile a seconda della tua posizione.

Si conserva a temperatura ambiente fino a quando non si ammorbidisce, poi si conserva in frigo per un massimo di 3 giorni.

Per preparare la cherimoya, togliere ed eliminare la pelle e i semi, quindi affettare con un coltello da cucina e tagliare a pezzi la frutta.

Cherimoya ha un sapore delizioso in macedonia, mescolato a yogurt o farina d’avena , o mescolato a frullati o condimenti per insalata. Puoi anche mangiare la cherimoya fredda come una crema pasticcera tagliando a metà il frutto, quindi scavando la polpa con un cucchiaio.

Ricette di dolci che puoi provare:

  • torta di mandorle cherimoya
  • sorbetto al lime cherimoya
  • crostata cherimoya

Funziona bene anche in piatti salati come la cherimoya con gamberi al lime e la zuppa fredda estiva alla cherimoya .

La linea di fondo

La Cherimoya, nota anche come crema di mele, è un dolce frutto tropicale dalla consistenza cremosa.

È ricco di nutrienti benefici che possono supportare il tuo umore, l’immunità e la digestione .

Tuttavia, la cherimoya contiene piccole quantità di composti tossici, specialmente nella pelle e nei semi. Per consumare la cherimoya in modo sicuro, prima stacca la pelle e rimuovi i semi.

Questo frutto unico può essere un’ottima aggiunta a una dieta ricca di nutrienti ed equilibrata .

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Semi di chia vs semi di lino: uno è più sano dell’altro?

Come il tè Chai può migliorare la tua salute