in

Segni e sintomi che il tuo bambino potrebbe essere intollerante al lattosio

Il latte di mucca può fare molto sulla pancia — negli adulti e nei bambini. Anche se ciò non ci impedisce sempre di mangiare una ciotola di gelato, potremmo pagarlo in seguito con quel familiare gorgoglio di stomaco.

Di solito, è il lattosio nel latte il colpevole dei problemi di pancia. Se sei intollerante al lattosio, il tuo corpo non può digerire il lattosio, lo zucchero nei latticini. E di conseguenza, bere latte o mangiare latticini come formaggio o yogurt può causare sintomi che vanno dai crampi allo stomaco alla diarrea.

Molti adulti vivono con un’intolleranza al lattosio . In effetti, si stima che colpisca il maggior numero diDa 30 a 50 milioni di adulti americaniFonte attendibile. Ma più raramente, anche i bambini possono averlo.

Ecco cosa devi sapere sull’intolleranza al lattosio nei bambini e su come un’intolleranza influenza l’allattamento al seno e l’alimentazione artificiale.

Quali sono i sintomi di un’intolleranza al lattosio nei bambini?

Naturalmente, se il tuo bambino sembra avere problemi a digerire i latticini, questo non significa necessariamente che sia intollerante al lattosio. I loro sintomi potrebbero essere causati da qualcos’altro. (Niente della genitorialità è mai semplice, vero?)

Ma in genere, i sintomi di un’intolleranza al lattosio nei bambini includono:

  • diarrea (consulta la nostra guida alla cacca dei bambini intolleranti al lattosio )
  • crampi allo stomaco
  • gonfiore
  • gas

Dal momento che i bambini non possono parlare, non possono spiegare cosa li preoccupa. Quindi non è sempre facile dire quando hanno problemi di stomaco.

I segni di mal di stomaco potrebbero includere:

  • stringendo i pugni
  • inarcando la schiena
  • calciare o sollevare le gambe
  • piangendo mentre passa il gas

Uno stomaco gonfio può sembrare leggermente più grande del normale e risultare duro al tatto.

Un altro segno di intolleranza al lattosio sono i sintomi che iniziano poco dopo la poppata, entro 30 minuti o 2 ore dal consumo di latte materno, formula a base di latte o cibi solidi contenenti latticini.

È invece un’allergia al latte?

Tieni anche presente che il tuo bambino potrebbe non avere un problema con il lattosio, ma piuttosto un’allergia al latte .

I sintomi dell’allergia al latte sono simili ai sintomi di un’intolleranza al lattosio, ma queste condizioni non sono le stesse.

Un’allergia al latte è un tipo di allergia alimentare che si verifica quando il sistema immunitario reagisce in modo eccessivo ai latticini. Se il tuo bambino ha un’allergia al latte, potrebbe avere mal di stomaco e diarrea. Ma avranno anche sintomi che non si verificano con un’intolleranza:

  • respiro sibilante
  • tosse
  • rigonfiamento
  • prurito
  • occhi pieni di lacrime
  • vomito

Se sospetti un’allergia al latte, anche lieve, consulta il medico. Un’allergia al latte può avanzare e causare sintomi gravi come un calo della pressione sanguigna, problemi di respirazione e anafilassi . Secondo Food Allergy Research and Education , le allergie al latte colpiscono circa il 2,5% dei bambini sotto i 3 anni.

Quanto è comune l’intolleranza al lattosio nei bambini?

La maggior parte delle persone con intolleranza al lattosio non sviluppa sintomi fino a quando la produzione naturale di lattasi, l’enzima che aiuta il corpo a digerire il lattosio, diminuisce.

Questo declino di solito non si verifica fino alla tarda infanzia, durante l’adolescenza o nell’età adulta. Quindi l’intolleranza al lattosio nei bambini di età inferiore a 1 è piuttosto rara, ma non è impossibile.

Deficit congenito di lattasi

Alcuni bambini hanno un’intolleranza al lattosio perché sono nati senza enzimi lattasi per cominciare. Questo è noto come deficit congenito di lattasi e se il tuo bambino ha questa carenza, lo saprai quasi immediatamente dopo la nascita. Avranno sintomi dopo aver bevuto latte materno – che contiene anche lattosio – o formula a base di latte di mucca.

Non si sa quanti bambini nascano con questa condizione in tutto il mondo. Fatto interessante: sembra essere più comune in Finlandia, dove circa 1 neonato su 60.000 non riesce a digerire il lattosio. (Nota che questo è ancora piuttosto raro!)

La causa di questa carenza è una mutazione del gene LCT, che essenzialmente istruisce il corpo a produrre l’enzima necessario per digerire il lattosio. Questa è una condizione ereditaria, quindi i bambini ereditano questa mutazione genetica da entrambi i genitori.

Deficit di lattasi dello sviluppo

Alcuni neonati prematuri nascono con un deficit di lattasi evolutiva. Questa è un’intolleranza temporanea che si verifica nei bambini nati prima che il loro intestino tenue sia completamente sviluppato (generalmente prima della 34a settimana di gestazione).

Inoltre, alcuni bambini sviluppano un’intolleranza al lattosio temporanea dopo una malattia virale, come la gastroenterite .

Come viene diagnosticata un’intolleranza al lattosio in un bambino?

Se il tuo bambino ha segni di intolleranza al lattosio, non diagnosticare la condizione da solo. Parla con il tuo pediatra. Avranno più esperienza nel distinguere tra un’intolleranza al lattosio e un’allergia al latte.

Dal momento che un’intolleranza al lattosio è rara nei bambini, il medico può fare riferimento a un allergologo per escludere un’allergia al latte dopo anche escludere altri problemi digestivi comuni.

L’allergologo può esporre la pelle del tuo bambino a una piccola quantità di proteine ​​del latte e quindi monitorare la sua pelle per una reazione allergica.

Se il tuo bambino non ha un’allergia al latte, il medico può prelevare un campione di feci per verificare l’acidità della sua cacca. Una bassa acidità può essere un segno di malassorbimento del lattosio e tracce di glucosio sono una prova di lattosio non digerito.

Il medico può anche suggerire di rimuovere il lattosio dalla dieta per 1 o 2 settimane per vedere se i sintomi digestivi migliorano.

In che modo un’intolleranza al lattosio influisce sull’allattamento al seno e sull’alimentazione artificiale?

Se i test diagnostici confermano un’intolleranza al lattosio, non farti prendere dal panico e interrompi l’allattamento. La possibilità di continuare l’allattamento al seno dipende dal tipo di carenza di lattasi.

Ad esempio, se il tuo bambino sviluppa un’intolleranza al lattosio dopo una malattia virale, la raccomandazione generale è di continuare l’allattamento al seno. Il latte materno può dare una spinta al loro sistema immunitario e aiutare a guarire il loro intestino.

Se il tuo bambino ha un deficit di lattasi durante lo sviluppo a causa di un parto prematuro, questa condizione dura solo poche settimane o mesi. Quindi il tuo bambino può eventualmente bere latte artificiale o latte materno senza problemi, anche se nel frattempo dovrai usare latte artificiale senza lattosio.

Ma l’allattamento al seno non è un’opzione se il tuo bambino ha un deficit congenito di lattasi. Il lattosio nel latte materno può causare grave diarrea e portare a disidratazione e perdita di elettroliti. Avrai bisogno di nutrire il tuo bambino con latte artificiale senza lattosio.

Il mio bambino supererà l’intolleranza al lattosio?

L’intolleranza al lattosio a seguito di una malattia virale o di un parto prematuro è solitamente temporanea – evviva! – e il corpo del tuo bambino potrebbe eventualmente produrre livelli normali dell’enzima lattasi per digerire lo zucchero nel latte.

Ma una carenza congenita di lattasi è una condizione che dura tutta la vita e dovrai modificare la dieta del tuo piccolo per evitare i sintomi.

La buona notizia è che le formule per lattanti senza lattosio contengono sostanze nutritive – come calcio, vitamina D e vitamina A – che i bambini ricevono bevendo prodotti a base di lattosio. (E non c’è mai stato un momento migliore per crescere con l’intolleranza al lattosio, dato che così tante persone scelgono di rinunciare ai latticini .)

Cibi da evitare

Quando acquisti cibo per il tuo bambino, leggi le etichette e non acquistare articoli contenenti lattosio (siero di latte, sottoprodotti del latte, latte in polvere scremato in polvere, latte in polvere e cagliata).

Gli alimenti popolari per bambini che possono contenere lattosio includono:

  • Yogurt
  • farina d’avena preparata
  • formula
  • purè di patate istantaneo
  • Pancakes
  • biscotti (compresi i biscotti per la dentizione)
  • biscotti
  • budino
  • sorbetto
  • gelato
  • formaggio

L’asporto

L’incapacità di digerire lo zucchero nel latte può essere scomoda per un bambino, ma diarrea, gas e mal di stomaco non sempre significano intolleranza al lattosio. Questi sintomi potrebbero indicare un’allergia al latte, problemi digestivi generali comuni nei primi 3 mesi di vita o qualcos’altro.

Se ritieni che il tuo bambino abbia difficoltà a digerire il latte, consulta il pediatra per una diagnosi. E fatti coraggio: anche se una diagnosi può sembrare scoraggiante all’inizio, ti metterà sulla buona strada per avere un bambino più felice e meno esigente.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Ti senti sempre pieno? 6 sintomi da non ignorare

Diabete di tipo 2 e dieta: cosa dovresti sapere