in

Come mangiare (e recuperare da) una dieta a basso contenuto di fibre

La fibra alimentare è la parte indigeribile degli alimenti vegetali. Una dieta a basso contenuto di fibre, o dieta a basso residuo, limita la quantità di fibre che si mangia ogni giorno limitando gli alimenti ricchi di fibre .

La fibra fa bene alla salute, ma a volte può essere difficile da elaborare per il tuo sistema digestivo. Per questo motivo, un medico potrebbe raccomandare una dieta a basso contenuto di fibre per trattare le riacutizzazioni dei problemi dell’apparato digerente, tra cui:

  • sindrome dell’intestino irritabile (IBS)
  • diverticolite
  • Morbo di Crohn
  • colite ulcerosa

I medici potrebbero anche raccomandare una dieta a basso contenuto di fibre per trattare la diarrea e i crampi. Potrebbe essere necessario seguire questa dieta prima di sottoporsi a una colonscopia , dopo tipi di intervento chirurgico o durante alcuni trattamenti contro il cancro.

L’obiettivo è far riposare il tuo apparato digerente. Una dieta povera di fibre dovrebbe:

  • ridurre la quantità di cibo non digerito che si muove attraverso l’intestino
  • alleggerire la quantità di lavoro che sta facendo il sistema digestivo
  • ridurre la quantità di feci prodotte
  • alleviare il dolore addominale , la diarrea e altri sintomi

La dieta a basso contenuto di fibre limita la quantità di nutrienti che ottieni e non è intesa per la perdita di peso. Senza una guida adeguata, la dieta può causare effetti collaterali indesiderati e peggiorare i sintomi a lungo termine.

Le persone dovrebbero seguire una dieta a basso contenuto di fibre solo sotto la guida di un operatore sanitario.

Leggi di più per imparare modi salutari per seguire una dieta povera di fibre.

Cosa si può mangiare con una dieta povera di fibre?

In genere, una dieta a basso contenuto di fibre limita l’assunzione di fibre a circa 10 grammi al giornoFonte attendibilesia per i maschi che per le femmine. Riduce anche altri alimenti che potrebbero stimolare l’attività intestinale.

Gli alimenti che compongono la dieta a basso contenuto di fibre non sono le migliori opzioni per la salute a lungo termine.

Per esempio, grano intero pane ha più sostanze nutritive e benefici per la salute rispetto al pane bianco, ma cereali integrali sono ricchi di fibre, così la gente su questa dieta dovrebbe optare per il pane bianco invece.

Il medico ti consiglierà di seguire la dieta a basso contenuto di fibre solo per un breve periodo, fino a quando l’intestino non guarisce, la diarrea si risolve o il corpo si riprende dall’intervento.

Evita qualsiasi cibo che sai che il tuo corpo troverà difficile da digerire.

Quando stai seguendo una dieta a basso contenuto di fibre, alcuni cibi, come i cibi piccanti, possono influenzare maggiormente il tuo sistema digestivo. Potresti anche voler evitare tè, caffè e alcol durante questo periodo.

Consigli per una dieta povera di fibre

Prima e durante la dieta a basso contenuto di fibre, chiedi al tuo medico di eventuali alimenti di cui ti stai chiedendo. Possono dare consigli sul tipo di piano che andrà a beneficio della tua salute generale e soddisferà le tue esigenze specifiche.

Potrebbe anche essere utile incontrare un dietologo per ottenere piani alimentari specifici e indicazioni su una dieta povera di fibre.

Cambiare i tipi di cereali che mangi è un buon punto di partenza per rimuovere le fibre. Prova invece a sostituire i cibi integrali con prodotti a base di farina bianca o raffinata.

Quando vai al supermercato, leggi le etichette e cerca di evitare cibi con più di 2 grammi di fibre per porzione.

Impegnati a mantenere alta l’assunzione di liquidi. Questo ti aiuterà a evitare la stitichezza durante questa dieta.

Hai bisogno di un punto di partenza? Prova questo menù.

  • Colazione: uova strapazzate, pane tostato bianco imburrato e succo di verdura.
  • Pranzo: un panino con insalata di tonno su un rotolo bianco senza semi con una tazza di melone.
  • Cena: salmone alla griglia leggermente condito con purè di patate.
Rispondi al nostro quiz gratuito sulla dieta di 3 domande

La nostra valutazione gratuita classifica le migliori diete per te in base alle tue risposte a 3 domande veloci.

TROVA LA TUA DIETA

Perché una dieta povera di fibre è vantaggiosa?

Una dieta povera di fibre può aiutare a dare una pausa al tuo sistema digestivo. La fibra, mentre di solito ha benefici per la salute, richiede uno sforzo maggiore per il tuo corpo da digerire.

Il medico potrebbe consigliare di provare questa dieta per un breve periodo se si dispone di uno dei seguenti:

  • IBS
  • Morbo di Crohn
  • colite ulcerosa
  • diverticolite
  • diarrea
  • crampi addominali
  • stipsi
  • irritazione o danno nel tratto digestivo
  • restringimento intestinale causato da un tumore
  • recupero da chirurgia gastrointestinale, tra cui colostomia e ileostomia
  • radioterapia in corso o altri trattamenti che potrebbero influenzare il tratto gastrointestinale

Come ricominciare a mangiare fibre

Quando sei pronto per ricominciare a introdurre la fibra, è meglio farlo lentamente. Questo è un aiuto per prevenire spiacevoli effetti collaterali.

Aumentare gradualmente l’assunzione di 5 grammi di fibra a settimana. Per fare questo, prova a introdurre una piccola porzione di un alimento ricco di fibre al giorno.

Se il cibo non causa sintomi, puoi reinserirlo nella tua dieta.

La quantità di fibra necessaria dipende dalla tua età e dal tuo sesso. Secondo l’ Academy of Nutrition and Dietetics , le persone che seguono una dieta da 2.000 calorie dovrebbero assumere le seguenti quantità di fibre:

  • 38 grammi al giorno per i maschi adulti e 30 grammi dopo i 50 anni
  • 25 grammi al giorno per le femmine adulte e 21 grammi dopo i 50 anni

Il modo più salutare per assumere fibre è mangiare frutta con la buccia, verdure, cereali integrali, fagioli, noci e semi.

Conosci le tue fibre

Esistono due tipi di fibra :

  • Fibra solubile. Questo tipo di fibra assorbe l’acqua durante la digestione, trasformandosi in una sostanza morbida e gelatinosa. Per alcuni, la fibra solubile ha meno probabilità di irritare il tratto digestivo. Altri possono notare un aumento di gas, gonfiore o disagio poiché molti alimenti ricchi di fibre solubili contengono anche fibre fermentabili o prebiotici che alimentano i batteri intestinali. Tuttavia, durante una dieta povera di fibre, piccole quantità di fibre solubili potrebbero andare bene. Fagioli, avena, piselli e agrumi sono ricchi di fibre solubili.
  • Fibra insolubile. Questo tipo di fibra non si dissolve nello stomaco e i frammenti non digeriti possono irritare l’intestino. Durante una dieta povera di fibre, fai particolare attenzione a evitare cibi come grano integrale, cereali e bucce di frutta e verdura.

La linea di fondo

Le persone dovrebbero seguire una dieta a basso contenuto di fibre solo sotto la guida di un operatore sanitario. Il medico sarà in grado di dirti per quanto tempo devi stare a dieta. Questo dipenderà dalla tua situazione o condizione.

Durante la tua dieta a basso contenuto di fibre, evita gli alimenti che contengono fibre insolubili e assicurati di prendere nota del contenuto di fibre negli alimenti confezionati.

Molti degli alimenti consentiti in una dieta a basso contenuto di fibre sono meno salutari delle alternative ad alto contenuto di fibre. Quando inizi a mangiare di nuovo cibi ricchi di fibre, fallo lentamente e, se possibile, torna a cibi salutari come cereali integrali, legumi e verdure.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Perché ho mal di schiena e diarrea ricorrenti?

Che cos’è un test della lipasi?