in

Come sapere se il tuo dolore addominale è fisico o mentale

Il tuo cervello e il tuo intestino sono strettamente collegati.

Se ti fa male lo stomaco , potresti pensare che il colpevole sia un organo che si comporta male nell’addome. Questa è una possibilità definita, ma l’autore del reato potrebbe effettivamente essere il tuo cervello . Sì, proprio come il dolore al petto , il dolore addominale può essere fisico o mentale.

Ecco un fatto affascinante che potrebbe aiutarti a vincere durante la serata dei quiz: la tua mente è collegata al tuo intestino tramite il nervo vago , il nervo cranico più lungo del tuo corpo. (Ciò significa che questo nervo proviene dal tuo cervello , non dal tuo midollo spinale). Puoi pensare a questo nervo come a un condotto bidirezionale che comunica costantemente avanti e indietro tra il tuo cervello e il tuo tratto gastrointestinale, Emeran A. Mayer , MD, professore di medicina, fisiologia e psichiatria presso la David Geffen School of Medicine dell’UCLA e autore di The Mind-Gut Connection , racconta a SELF.

Infatti, la maggior parte della produzione del tuo corpo di serotonina , un neurotrasmettitore che svolge un ruolo nell’umore, avviene nel tratto digestivo, Jacqueline Sperling , Ph.D., psicologa clinica e direttrice della formazione e della ricerca del McLean Anxiety Mastery Program , dice a SELF. “Quando stai sperimentando qualcosa nel tuo cervello, può comunicare con l’intestino e viceversa”, dice.

Quindi, come fai a sapere se il tuo dolore addominale proviene effettivamente da quella zona o se la tua salute mentale potrebbe essere dietro il tuo disagio? Qui, i medici spiegano i segni di ciascuno.

Ecco sei segni che il tuo dolore addominale potrebbe essere fisico.

1. Hai mangiato di recente cibo che potrebbe essere stato contaminato.

Molti fattori scatenanti del dolore addominale sono situazionali , dice a SELF James Marion , MD, gastroenterologo e professore di medicina presso la Icahn School of Medicine del Monte Sinai a New York. Sfortunatamente, a volte la situazione in questione è un brutto attacco di malattia di origine alimentare .

Qualcosa di apparentemente innocuo come provare un nuovo piatto in un ristorante potrebbe lasciare il tuo stomaco instabile. Così puoi fare questi errori di sicurezza alimentare quando cucini a casa.

La malattia di origine alimentare può insorgere da ore a giorni dopo aver mangiato qualcosa di contaminato, anche se a volte potrebbero essere necessarie anche settimane, secondo la Mayo Clinic . In ogni caso, un’intossicazione alimentare può causare sintomi quali dolore e crampi addominali, nausea, vomito, diarrea acquosa o sanguinolenta e febbre.

2. Stai eruttando e / o scoreggiando.

Anche se può sembrare che il gas riguardi solo eruttare e scoreggiare , anche il dolore è un sintomo comune.

Il gas si verifica spesso quando il tuo corpo sta lottando per abbattere alcuni carboidrati , portando a un eccesso di aria nel tuo sistema. Ad esempio, circa il 65% delle persone nel mondo ha una certa intolleranza al lattosio, il che significa che hanno difficoltà a elaborare un tipo di zucchero presente nei latticini, secondo la Biblioteca Nazionale di Medicina degli Stati Uniti . Se sei uno di loro, andare in città a mangiare formaggio, latte, gelato e altri prodotti che contengono lattosio può provocare dolore addominale, gonfiore, gas , nausea e diarrea . Per molte persone, l’intolleranza al lattosio si sviluppa in età adulta , quindi può essere necessario del tempo per individuare i latticini come la fonte dei problemi di stomaco.

Puoi anche ruttare, scoreggiare, avere dolori addominali e sperimentare altri sintomi di gas a causa di cose come ingerire troppa aria mentre mastichi o bevi molte bevande gassate. E a volte il gas è un sintomo di una condizione come la sindrome dell’intestino irritabile o la malattia infiammatoria intestinale, nel qual caso sperimenterai altri segni che qualcosa non va fisicamente, come diarrea sanguinolenta e stanchezza costante. ( Ecco come capire la differenza tra IBS e IBD.)

Se di solito soffri di mal di stomaco che pensi sia dovuto a qualcosa che hai mangiato ma non sei sicuro di cosa, parla con il tuo medico. Potrebbero consigliare di tenere un diario alimentare per raccogliere eventuali schemi che non hai notato. Questo potrebbe dare loro una buona idea del tipo di test da eseguire per arrivare anche a una diagnosi.

3. Il tuo stomaco è gonfio e non puoi fare la cacca o hai difficoltà a trattenere il cibo.

Questi possono essere segni di ostruzione intestinale , che si verifica quando una sorta di blocco impedisce al cibo o ai liquidi di passare attraverso il tuo sistema digestivo, afferma il dottor Marion. Oltre a dolori addominali crampi e irregolari, può causare sintomi come perdita di appetito, stitichezza e vomito , secondo la Mayo Clinic . Se noti questi problemi, il dottor Marion consiglia di consultare il medico al più presto per una diagnosi e un trattamento.

4. Puoi indicare esattamente dove fa male l’addome.

Sebbene non sia sempre vero che specifici problemi addominali comportano specifici tipi di dolore, alcune condizioni tendono ad avere tipi caratteristici di disagio che potenzialmente li rendono più facili da identificare.

Ad esempio, l’ appendicite spesso causa dolore che inizia intorno all’ombelico e poi si sposta sotto e a destra di esso, secondo l’ Istituto Nazionale di Diabete e Malattie Digestive e Rene (NIDDK). I calcoli biliari di solito provocano un dolore lancinante nella parte superiore destra dell’addome.

Il punto è che se il tuo dolore è localizzato in una parte dell’addome, ciò potrebbe suggerire qualcosa che sta succedendo con un certo organo lì dentro.

5. Hai appena preso farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) senza mangiare a sufficienza.

L’uso troppo frequente di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), analgesici come naprossene e ibuprofene, e soprattutto senza mangiare, potrebbe causare infiammazioni nel rivestimento dello stomaco e dell’intestino che porta a dolore addominale, afferma il dottor Marion. Il dolore è solitamente simile al bruciore di stomaco o limitato alla zona addominale superiore, aggiunge.

Assicurati di seguire le istruzioni di dosaggio per qualsiasi farmaco che stai assumendo, incluso mangiare adeguatamente o bere abbastanza liquidi. Questo è un ottimo modo per prevenire i sintomi gastrointestinali che potrebbero verificarsi con i FANS, secondo la Cleveland Clinic .

6. Il tuo dolore è grave e viene fornito con febbre, sanguinamento rettale, nausea e / o vomito.

Questi sono segni di un’infezione gastrointestinale potenzialmente grave, dice il dottor Marion, come l’ appendicite o un caso estremo di gastroenterite virale (influenza dello stomaco). Non spazzolare via i forti dolori addominali, soprattutto quando si tratta di altri segni fisici che qualcosa non va. Se hai a che fare con dolori addominali estremi e sintomi gastrointestinali associati, dovresti cercare un trattamento medico di emergenza .

Ecco due segni che il tuo dolore addominale potrebbe essere mentale.

1. Divampa quando sei ansioso.

Se i crampi allo stomaco colpiscono ogni volta che devi prendere un volo o prima di grandi presentazioni di lavoro, potrebbe essere un segno che sei così stressato da influire sul tuo intestino.

“C’è una chiara connessione tra il cervello e le nostre emozioni e come si sente il nostro corpo”, dice Sperling. Rendersi conto che il dolore addominale si manifesta sempre intorno a momenti di paura, stress o ansia può aiutarti a capire che le tue emozioni sono alla base del disagio.

Se sai già di soffrire di ansia ma hai difficoltà a gestire questo sintomo, parla con il tuo medico o terapista per vedere se qualche modifica nel trattamento può essere d’aiuto. Se non sei sicuro che il tuo dolore addominale sia collegato ai cambiamenti nelle tue emozioni, considera di tenere un diario per alcune settimane per tracciare come ti senti e come il dolore va e viene in risposta.

Nel caso in cui i tuoi problemi gastrointestinali sembrino legati a problemi di salute mentale come l’ansia, un professionista della salute mentale potrebbe essere in grado di aiutarti attraverso metodi come la terapia cognitivo comportamentale (CBT). Questa forma di terapia mira ad aiutare le persone a identificare e modificare pensieri e comportamenti inutili per vivere una vita più sana e più felice. Se sei interessato a provarlo, ecco una guida su come trovare un terapista economico.

2. Il tuo dolore arriva con un senso di panico opprimente.

Gli attacchi di panico sono episodi strazianti di paura incontrollabile. Come con l’ansia, gli attacchi di panico possono causare sintomi fisici come dolore addominale e problemi gastrointestinali come la diarrea. Possono anche causare sintomi come dolore al petto, palpitazioni cardiache , sudorazione, tremori e sensazione di morte .

Sebbene al momento innegabilmente orribili, gli attacchi di panico sono altamente curabili con farmaci, terapia come la CBT e meccanismi di coping come la respirazione profonda, secondo la Mayo Clinic . Rivolgiti al tuo medico o terapista per chiedere aiuto se pensi di avere attacchi di panico.

A volte il dolore addominale è fisico e mentale.

Se hai una condizione gastrointestinale come IBS , morbo di Crohn o colite ulcerosa , lo stress o l’ansia possono esacerbare i tuoi sintomi. Questo può rendere la tua salute fisica e mentale ancora più inestricabilmente collegata.

Questa relazione può essere ciclica, afferma Sperling: lo stress o l’ansia possono provocare infiammazioni intestinali e spasmi intestinali , portando a più sintomi gastrointestinali, che possono semplicemente tradursi in più stress o ansia. È piuttosto ingiusto. Se hai una condizione gastrointestinale e ti senti come se fossi bloccato in questo ritmo, parla con il tuo medico per vedere se c’è un modo per far andare un po ‘meglio il tuo intestino e il tuo cervello in modo da non dover soffrire.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Bambino malato? Quando cercare assistenza medica

Diarrea del corridore: come posso prevenirla?