in

Capire la sindrome del vomito ciclico

La sindrome del vomito ciclico inizia spesso durante l’infanzia ed è caratterizzata da periodi di vomito più volte all’ora per un periodo di ore o giorni.

Panoramica

La sindrome del vomito ciclico è caratterizzata da episodi di vomito grave che non hanno una causa apparente. Gli episodi possono durare ore o giorni e alternarsi a periodi senza sintomi. Gli episodi sono simili, nel senso che tendono a iniziare alla stessa ora del giorno, durano per la stessa durata e si verificano con gli stessi sintomi e intensità.

La sindrome del vomito ciclico si manifesta in tutte le fasce d’età, anche se spesso inizia nei bambini dai 3 ai 7 anni. Sebbene più comune nei bambini, il numero di casi diagnosticati negli adulti è in aumento.

La sindrome è difficile da diagnosticare perché il vomito è un sintomo di molti disturbi. Il trattamento spesso comporta cambiamenti nello stile di vita per aiutare a prevenire gli eventi che possono scatenare episodi di vomito. I farmaci, comprese le terapie anti-nausea ed emicrania, possono aiutare a ridurre i sintomi.

Sintomi

I sintomi della sindrome del vomito ciclico spesso iniziano al mattino. Segni e sintomi includono:

  • Il vomito grave che si verifica più volte all’ora, continua per ore o giorni, ma dura meno di una settimana
  • Tre o più episodi separati di vomito senza causa apparente negli ultimi sei mesi o cinque o più episodi che si sono verificati in qualsiasi momento
  • Grave nausea
  • Sudorazione intensa

Altri segni e sintomi durante un episodio di vomito possono includere:

  • Dolore addominale
  • Diarrea
  • Febbre
  • Vertigini
  • Sensibilità alla luce
  • Mal di testa
  • Retching o bavaglio

Il tempo tra gli episodi di vomito è solitamente privo di sintomi.

Quando vedere un dottore

Chiama il tuo medico se vedi sangue nel vomito tuo o di tuo figlio.

Il vomito continuato può causare una grave disidratazione che può essere pericolosa per la vita. Chiama il tuo medico se tu o tuo figlio state mostrando sintomi di disidratazione, come:

  • Sete eccessiva
  • Meno minzione
  • Pelle secca
  • Stanchezza e svogliatezza

Cause

La causa alla base della sindrome del vomito ciclico è sconosciuta. Alcune possibili cause includono geni, difficoltà digestive, problemi del sistema nervoso e squilibri ormonali. Attacchi specifici di vomito possono essere innescati da:

  • Raffreddori, allergie o problemi ai seni
  • Stress emotivo o eccitazione, soprattutto nei bambini
  • Ansia o attacchi di panico, soprattutto negli adulti
  • Alimenti, come caffeina, cioccolato o formaggio
  • Mangiare troppo, mangiare prima di andare a letto o digiunare
  • Caldo
  • Esaurimento fisico
  • Fare esercizio fisico troppo
  • Mestruazioni
  • Chinetosi

Identificare i trigger per episodi di vomito può aiutare nella gestione della sindrome del vomito ciclico.

Fattori di rischio

La relazione tra emicrania e sindrome del vomito ciclico non è chiara. Ma molti bambini con sindrome del vomito ciclico hanno una storia familiare di emicrania o hanno emicranie loro stessi quando invecchiano. Negli adulti, l’associazione tra la sindrome del vomito ciclico e l’emicrania può essere inferiore.

Anche l’uso cronico di marijuana (Cannabis sativa) è stato associato alla sindrome del vomito ciclico perché alcune persone usano la marijuana per trattare i loro sintomi.

Tuttavia, la cannabis può portare a una condizione chiamata sindrome da iperemesi da cannabis, che in genere porta a vomito persistente senza normali periodi intermedi. Le persone con questa sindrome spesso mostrano comportamenti frequenti sotto la doccia o il bagno.

La sindrome da iperemesi da cannabis può essere confusa con la sindrome del vomito ciclico. Per escludere la sindrome da iperemesi da cannabis, è necessario interrompere l’uso di marijuana per almeno una o due settimane per vedere se il vomito diminuisce. In caso contrario, il medico continuerà a testare la sindrome del vomito ciclico.

Complicazioni

La sindrome del vomito ciclico può causare queste complicazioni:

  • Disidratazione. Il vomito eccessivo fa sì che il corpo perda rapidamente acqua. I casi gravi di disidratazione potrebbero dover essere trattati in ospedale.
  • Lesioni al tubo del cibo. L’acido dello stomaco che esce con il vomito può danneggiare il tubo che collega la bocca e lo stomaco (esofago). A volte l’esofago diventa così irritato che sanguina.
  • Carie. L’acido contenuto nel vomito può corrodere lo smalto dei denti.

Diagnosi

La sindrome del vomito ciclico può essere difficile da diagnosticare. Non esiste un test specifico per confermare la diagnosi e il vomito è un segno di molte condizioni che devono essere prima escluse.

Il medico inizierà chiedendo informazioni sulla tua storia medica o di tuo figlio e conducendo un esame fisico. Il medico vorrà anche conoscere lo schema dei sintomi che tu o tuo figlio sperimentate.

Successivamente, il medico può raccomandare:

  • Studi di imaging, come l’endoscopia, l’ecografia o una TAC, per verificare la presenza di blocchi nel sistema digerente o segni di altre condizioni digestive
  • Test di motilità per monitorare il movimento del cibo attraverso il sistema digerente e per verificare la presenza di disturbi digestivi
  • Test di laboratorio per verificare la presenza di problemi alla tiroide e altre condizioni metaboliche

Trattamento

Non esiste una cura per la sindrome del vomito ciclico, anche se molti bambini non hanno più episodi di vomito quando raggiungono l’età adulta. Per coloro che soffrono di episodi di vomito ciclico, il trattamento si concentra sul controllo dei segni e dei sintomi. A te oa tuo figlio potrebbe essere prescritto:

  • Farmaci anti-nausea
  • Farmaci antidolorifici
  • Farmaci che sopprimono l’acidità di stomaco
  • Antidepressivi
  • Farmaci antiepilettici

Gli stessi tipi di farmaci usati per l’emicrania a volte possono aiutare a fermare o addirittura prevenire episodi di vomito ciclico. Questi farmaci possono essere raccomandati per le persone i cui episodi sono frequenti e di lunga durata o per le persone con una storia familiare di emicrania.

Potrebbe essere necessario somministrare liquidi EV per prevenire la disidratazione. Il trattamento è personalizzato in base alla gravità e alla durata dei sintomi, nonché alla presenza di complicanze.

Medicina alternativa

Trattamenti alternativi e complementari possono aiutare a prevenire episodi di vomito, sebbene nessuno di questi trattamenti sia stato ben studiato. Questi trattamenti includono:

  • Coenzima Q10 (ubichinone), una sostanza naturale prodotta dall’organismo disponibile come integratore. Il coenzima Q10 aiuta con le funzioni di base delle cellule.
  • L-carnitina, una sostanza naturale prodotta dall’organismo ed è disponibile come integratore. La L-carnitina aiuta il tuo corpo a trasformare il grasso in energia.

La L-carnitina e il coenzima Q10 possono funzionare aiutando il tuo corpo a superare le difficoltà nel convertire il cibo in energia (disfunzione mitocondriale). Alcuni ricercatori ritengono che la disfunzione mitocondriale possa essere un fattore che causa sia la sindrome del vomito ciclico che l’emicrania.

Assicurati di consultare un medico e di far confermare la diagnosi di sindrome del vomito ciclico prima di iniziare qualsiasi integratore. Consulta sempre il tuo medico prima di assumere qualsiasi integratore per assicurarti che tu o tuo figlio stiate assumendo una dose sicura e che l’integratore non interagisca negativamente con i farmaci che state assumendo. Alcune persone possono manifestare effetti collaterali da L-carnitina e coenzima Q10 simili ai sintomi della sindrome del vomito ciclico, tra cui nausea, diarrea e perdita di appetito.

Prepararsi per un appuntamento

È probabile che inizi vedendo il tuo medico di base o il pediatra di tuo figlio. Ma potresti essere indirizzato immediatamente a uno specialista in malattie digestive (gastroenterologo). Se tu o tuo figlio siete nel mezzo di un grave episodio di vomito, il medico può raccomandare cure mediche immediate.

Ecco alcune informazioni per aiutarti a prepararti per il tuo appuntamento e sapere cosa aspettarti dal medico.

Cosa puoi fare

  • Tieni traccia di tutti i sintomi, inclusa la frequenza con cui si verifica il vomito e tutti i fattori scatenanti tipici che potresti aver notato, come cibo o attività.
  • Annota le informazioni mediche chiave, comprese le altre condizioni diagnosticate.
  • Annota le informazioni personali chiave, comprese le abitudini alimentari e qualsiasi grande stress o cambiamento recente, sia positivo che negativo, nella vita di tuo figlio o nella tua.
  • Porta un elenco di tutti i farmaci, vitamine o integratori che tu o tuo figlio prendete.
  • Annota le domande da porre al medico.

Domande da porre al medico

Alcune domande fondamentali da porre al medico includono:

  • Qual è la causa più probabile di questi sintomi?
  • Sono necessari test?
  • Pensi che questa condizione sia temporanea o di lunga durata?
  • Quali trattamenti mi consigliate?
  • C’è un farmaco che può aiutare?
  • Esistono restrizioni dietetiche che possono aiutare?

Non esitate a fare altre domande che vi vengono in mente durante il vostro appuntamento.

Cosa aspettarsi dal dottore

Sii pronto a rispondere alle domande che il tuo medico potrebbe chiedere:

  • Quando tu o tuo figlio avete iniziato a manifestare i sintomi?
  • Con che frequenza si verifica un episodio di vomito grave e quante volte tu o tuo figlio in genere vomitate?
  • Quanto durano in genere gli episodi?
  • Tu o tuo figlio sperimentate dolore addominale?
  • Hai notato segnali di avvertimento che un episodio sta arrivando, come perdita di appetito o sensazione di stanchezza insolita, o qualsiasi fattore scatenante comune, come emozioni intense, malattia o mestruazioni?
  • A te oa tuo figlio sono stati diagnosticati altri problemi medici, comprese le condizioni di salute mentale?
  • Quali trattamenti, compresi i farmaci da banco e i rimedi casalinghi, state assumendo tu o tuo figlio per altre condizioni?
  • Qualcosa sembra migliorare i sintomi o abbreviare la durata di un episodio?
  • Tu o tuo figlio avete precedenti di forti mal di testa?
  • Qualcuno nella tua famiglia ha una storia di sindrome del vomito ciclico o di emicrania?
  • Tu o tuo figlio usate la cannabis in qualsiasi forma? In caso affermativo, con che frequenza?

Cosa puoi fare nel frattempo

Il medico probabilmente vorrà vedere te o tuo figlio immediatamente se è in corso un episodio di vomito grave. Ma se il vomito è passato, riposati molto, bevi liquidi extra e segui una dieta facile da digerire. È anche una buona idea evitare bevande contenenti caffeina o cibi contenenti caffeina, poiché potrebbero scatenare sintomi.

Stile di vita e rimedi casalinghi

I cambiamenti dello stile di vita possono aiutare a controllare i segni ei sintomi della sindrome del vomito ciclico. Le persone con sindrome del vomito ciclico generalmente hanno bisogno di dormire a sufficienza. Una volta che il vomito inizia, può essere utile restare a letto e dormire in una stanza buia e tranquilla.

Quando la fase di vomito è terminata, è molto importante bere liquidi, come una soluzione elettrolitica orale (Pedialyte) o una bevanda sportiva (Gatorade, Powerade, altri) diluita con 1 oncia di acqua per ogni grammo di bevanda sportiva. Alcune persone potrebbero sentirsi abbastanza bene da iniziare a seguire una dieta normale subito dopo aver smesso di vomitare. Ma se non lo fai o tuo figlio non ha voglia di mangiare subito, potresti iniziare con liquidi chiari e poi aggiungere gradualmente cibo solido.

Se gli episodi di vomito sono innescati da stress o eccitazione, durante un intervallo libero da sintomi prova a trovare modi per ridurre lo stress e mantenere la calma. Anche mangiare piccoli pasti e piccoli spuntini contenenti carboidrati al giorno, invece di tre pasti abbondanti, può aiutare.

Affrontare e sostenere

Poiché non sai mai quando potrebbe verificarsi il prossimo episodio, la sindrome del vomito ciclico può essere difficile per tutta la famiglia. I bambini possono essere particolarmente preoccupati e possono preoccuparsi costantemente di stare con altri bambini quando si verifica un episodio.

Tu o tuo figlio potete trarre beneficio dal collegamento con altri che capiscono cosa vuol dire convivere con l’incertezza della sindrome del vomito ciclico. Chiedi al tuo medico informazioni sui gruppi di sostegno nella tua zona.

Prevenzione

Molte persone sanno cosa scatena i loro episodi di vomito ciclico. Evitare questi fattori scatenanti può ridurre la frequenza degli episodi. Anche se potresti sentirti bene tra un episodio e l’altro, è molto importante assumere i farmaci come prescritto dal medico.

Se gli episodi si verificano più di una volta al mese o richiedono il ricovero in ospedale, il medico può raccomandare farmaci preventivi, come amitriptilina, propranololo (Inderal), ciproeptadina e topiramato. Anche i cambiamenti dello stile di vita possono aiutare, tra cui:

  • Ottenere un sonno adeguato
  • Sottovalutare l’importanza dei prossimi eventi perché l’eccitazione può essere un fattore scatenante
  • Evitare cibi trigger, come caffeina, formaggio e cioccolato
  • Mangiare piccoli pasti e piccoli snack contenenti carboidrati ogni giorno a orari regolari

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Pink risponde alle critiche dopo aver rinviato il suo concerto a Sydney per il ricovero in ospedale per “virus gastrico”

11 effetti collaterali comuni della chemioterapia, oltre a come alleviarli