in

Comprensione del diabete di tipo 2

Diabete di tipo 2: una panoramica completa copre i sintomi, il trattamento e la prevenzione di questa condizione spesso legata al peso.

Panoramica

Il diabete di tipo 2, un tempo noto come diabete dell’età adulta o non insulino-dipendente, è una condizione cronica che influisce sul modo in cui il tuo corpo metabolizza lo zucchero (glucosio), l’importante fonte di carburante del tuo corpo.

Con il diabete di tipo 2, il tuo corpo resiste agli effetti dell’insulina, un ormone che regola il movimento dello zucchero nelle cellule, o non produce abbastanza insulina per mantenere un normale livello di glucosio.

Più comune negli adulti, il diabete di tipo 2 colpisce sempre più i bambini con l’aumento dell’obesità infantile. Non esiste una cura per il diabete di tipo 2, ma potresti essere in grado di gestire la condizione mangiando bene, facendo esercizio fisico e mantenendo un peso sano. Se la dieta e l’esercizio fisico non sono sufficienti per gestire bene la glicemia, potresti anche aver bisogno di farmaci per il diabete o terapia insulinica.

Sintomi

Segni e sintomi del diabete di tipo 2 spesso si sviluppano lentamente. In effetti, puoi avere il diabete di tipo 2 per anni e non saperlo. Cercare:

  • Aumento della sete e minzione frequente. L’accumulo di zucchero in eccesso nel flusso sanguigno fa sì che il fluido venga estratto dai tessuti. Questo potrebbe lasciarti assetato. Di conseguenza, potresti bere e urinare più del solito.
  • Aumento della fame. Senza abbastanza insulina per spostare lo zucchero nelle cellule, i muscoli e gli organi si impoveriscono di energia. Questo innesca una fame intensa.
  • Perdita di peso. Nonostante mangi più del solito per alleviare la fame, potresti perdere peso. Senza la capacità di metabolizzare il glucosio, il corpo utilizza combustibili alternativi immagazzinati in muscoli e grasso. Le calorie vengono perse quando il glucosio in eccesso viene rilasciato nelle urine.
  • Fatica. Se le tue cellule sono prive di zucchero, potresti diventare stanco e irritabile.
  • Visione offuscata. Se il tuo livello di zucchero nel sangue è troppo alto, il liquido potrebbe essere estratto dalle lenti degli occhi. Ciò potrebbe influire sulla tua capacità di concentrazione.
  • Piaghe a lenta guarigione o infezioni frequenti. Il diabete di tipo 2 influisce sulla capacità di guarire e resistere alle infezioni.
  • Aree di pelle scurita. Alcune persone con diabete di tipo 2 hanno chiazze di pelle scura e vellutata nelle pieghe e nelle pieghe del corpo, di solito sotto le ascelle e il collo. Questa condizione, chiamata acanthosis nigricans, può essere un segno di insulino-resistenza.

Quando vedere un dottore

Rivolgiti al medico se noti sintomi di diabete di tipo 2.

Cause

Il diabete di tipo 2 si sviluppa quando il corpo diventa resistente all’insulina o quando il pancreas smette di produrre abbastanza insulina. Il motivo esatto in cui ciò accade non è noto, sebbene i fattori genetici e ambientali, come l’eccesso di peso e l’inattività, sembrino essere fattori che contribuiscono.

Come funziona l’insulina

L’insulina è un ormone che proviene dalla ghiandola situata dietro e sotto lo stomaco (pancreas).

  • Il pancreas secerne l’insulina nel flusso sanguigno.
  • L’insulina circola, consentendo allo zucchero di entrare nelle cellule.
  • L’insulina abbassa la quantità di zucchero nel sangue.
  • Man mano che il livello di zucchero nel sangue diminuisce, diminuisce anche la secrezione di insulina dal pancreas.

Il ruolo del glucosio

Il glucosio, uno zucchero, è la principale fonte di energia per le cellule che compongono i muscoli e altri tessuti.

  • Il glucosio proviene da due fonti principali: il cibo e il fegato.
  • Lo zucchero viene assorbito nel flusso sanguigno, dove entra nelle cellule con l’aiuto dell’insulina.
  • Il tuo fegato immagazzina e produce glucosio.
  • Quando i tuoi livelli di glucosio sono bassi, come quando non mangi da un po ‘, il fegato scompone il glicogeno immagazzinato in glucosio per mantenere il tuo livello di glucosio entro un intervallo normale.

Nel diabete di tipo 2, questo processo non funziona bene. Invece di entrare nelle cellule, lo zucchero si accumula nel flusso sanguigno. Man mano che i livelli di zucchero nel sangue aumentano, le cellule beta produttrici di insulina nel pancreas rilasciano più insulina, ma alla fine queste cellule diventano compromesse e non possono produrre abbastanza insulina per soddisfare le richieste del corpo.

Nel molto meno comune diabete di tipo 1, il sistema immunitario distrugge le cellule beta, lasciando il corpo con poca o nessuna insulina.

Fattori di rischio

I ricercatori non comprendono appieno perché alcune persone sviluppano il diabete di tipo 2 e altre no. È chiaro, tuttavia, che alcuni fattori aumentano il rischio, tra cui:

  • Peso. Il sovrappeso è un fattore di rischio primario per il diabete di tipo 2. Più tessuto adiposo hai, più le tue cellule diventano resistenti all’insulina. Tuttavia, non devi essere in sovrappeso per sviluppare il diabete di tipo 2.
  • Distribuzione del grasso. Se il tuo corpo immagazzina grasso principalmente nell’addome, il tuo rischio di diabete di tipo 2 è maggiore che se il tuo corpo immagazzinasse grasso altrove, come i fianchi e le cosce.
  • Inattività. Meno sei attivo, maggiore è il tuo rischio di diabete di tipo 2. L’attività fisica ti aiuta a controllare il tuo peso, utilizza il glucosio come energia e rende le tue cellule più sensibili all’insulina.
  • Storia famigliare. Il rischio di diabete di tipo 2 aumenta se tuo genitore o fratello ha il diabete di tipo 2.
  • Gara. Anche se non è chiaro il motivo, le persone di certe razze – inclusi neri, ispanici, indiani d’America e asiatici-americani – hanno maggiori probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2 rispetto ai bianchi.
  • Età. Il rischio di diabete di tipo 2 aumenta con l’avanzare dell’età, soprattutto dopo i 45 anni. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che le persone tendono a fare meno esercizio fisico, perdere massa muscolare e aumentare di peso con l’avanzare dell’età. Ma il diabete di tipo 2 sta aumentando drasticamente anche tra bambini, adolescenti e giovani adulti.
  • Prediabete. Il prediabete è una condizione in cui il livello di zucchero nel sangue è più alto del normale, ma non abbastanza alto per essere classificato come diabete. Se non trattato, il prediabete spesso progredisce verso il diabete di tipo 2.
  • Diabete gestazionale. Se hai sviluppato il diabete gestazionale durante la gravidanza, il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 aumenta. Se hai dato alla luce un bambino di peso superiore a 9 libbre (4 chilogrammi), sei anche a rischio di diabete di tipo 2.
  • Sindrome dell’Ovaio Policistico. Per le donne, avere la sindrome dell’ovaio policistico, una condizione comune caratterizzata da periodi mestruali irregolari, eccesso di crescita dei capelli e obesità, aumenta il rischio di diabete.

Complicazioni

Il diabete di tipo 2 può essere facile da ignorare, soprattutto nelle prime fasi quando ti senti bene. Ma il diabete colpisce molti organi importanti, inclusi cuore, vasi sanguigni, nervi, occhi e reni. Controllare i livelli di zucchero nel sangue può aiutare a prevenire queste complicazioni.

Sebbene le complicanze a lungo termine del diabete si sviluppino gradualmente, alla fine possono essere invalidanti o addirittura pericolose per la vita. Alcune delle potenziali complicanze del diabete includono:

  • Malattia del cuore e dei vasi sanguigni. Il diabete aumenta notevolmente il rischio di vari problemi cardiovascolari, tra cui malattia coronarica con dolore al petto (angina), infarto, ictus, restringimento delle arterie (aterosclerosi) e ipertensione.
  • Danno ai nervi (neuropatia). Lo zucchero in eccesso può danneggiare le pareti dei minuscoli vasi sanguigni (capillari) che nutrono i tuoi nervi, specialmente nelle gambe. Ciò può causare formicolio, intorpidimento, bruciore o dolore che di solito inizia dalla punta delle dita dei piedi o delle dita e si diffonde gradualmente verso l’alto. Lo zucchero nel sangue scarsamente controllato può farti perdere ogni senso di sensibilità negli arti colpiti. I danni ai nervi che controllano la digestione possono causare problemi di nausea, vomito, diarrea o costipazione. Per gli uomini, la disfunzione erettile può essere un problema.
  • Danno renale (nefropatia). I reni contengono milioni di minuscoli ammassi di vasi sanguigni che filtrano i rifiuti dal sangue. Il diabete può danneggiare questo delicato sistema di filtraggio. Gravi danni possono portare a insufficienza renale o malattia renale allo stadio terminale irreversibile, che spesso alla fine richiede la dialisi o un trapianto di rene.
  • Danni agli occhi. Il diabete può danneggiare i vasi sanguigni della retina (retinopatia diabetica), portando potenzialmente alla cecità. Il diabete aumenta anche il rischio di altre gravi condizioni della vista, come la cataratta e il glaucoma.
  • Danno ai piedi. Il danno ai nervi dei piedi o lo scarso flusso sanguigno ai piedi aumenta il rischio di varie complicazioni ai piedi. Se non trattati, tagli e vesciche possono diventare infezioni gravi, che possono guarire male. Gravi danni potrebbero richiedere l’amputazione della punta, del piede o della gamba.
  • Problema uditivo. I problemi di udito sono più comuni nelle persone con diabete.
  • Condizioni della pelle. Il diabete può lasciarti più suscettibile ai problemi della pelle, comprese le infezioni batteriche e fungine.
  • Il morbo di Alzheimer. Il diabete di tipo 2 può aumentare il rischio di malattia di Alzheimer. Più scarso è il controllo della glicemia, maggiore sembra essere il rischio. L’esatta connessione tra queste due condizioni rimane ancora poco chiara.

Prevenzione

Uno stile di vita sano può aiutarti a prevenire il diabete di tipo 2. Anche se hai il diabete in famiglia, la dieta e l’esercizio fisico possono aiutarti a prevenire la malattia. Se hai già ricevuto una diagnosi di diabete, puoi utilizzare scelte di vita salutari per prevenire le complicazioni. E se hai il prediabete, i cambiamenti nello stile di vita possono rallentare o arrestare la progressione dal prediabete al diabete.

  • Mangia cibi sani. Scegli cibi a basso contenuto di grassi e calorie e più ricchi di fibre. Concentrati su frutta, verdura e cereali integrali.
  • Ottieni fisico. Obiettivo per un minimo di 30 minuti di attività fisica moderata al giorno. Fai una vivace passeggiata quotidiana. Vai in bicicletta. Nuotate. Se non riesci ad adattarti a un allenamento lungo, distribuisci sessioni di 10 minuti o più durante il giorno.
  • Perdi i chili in eccesso. Se sei in sovrappeso, perdere il 7% del tuo peso corporeo può ridurre il rischio di diabete. Per mantenere il tuo peso in un range sano, concentrati sui cambiamenti permanenti delle tue abitudini alimentari e di esercizio. Motivati ​​ricordando i benefici della perdita di peso, come un cuore più sano, più energia e una migliore autostima.

A volte anche i farmaci sono un’opzione. La metformina (Glucophage, Glumetza, altri), un farmaco per il diabete orale, può ridurre il rischio di diabete di tipo 2, ma le scelte di vita salutari rimangono essenziali.

Diagnosi

Per diagnosticare il diabete di tipo 2, ti verrà dato un:

  • Test dell’emoglobina glicata (A1C). Questo esame del sangue indica il livello medio di zucchero nel sangue negli ultimi due o tre mesi. Misura la percentuale di zucchero nel sangue attaccata all’emoglobina, la proteina che trasporta l’ossigeno nei globuli rossi. Più alti sono i livelli di zucchero nel sangue, più emoglobina avrai con lo zucchero attaccato. Un livello A1C del 6,5% o superiore in due test separati indica che hai il diabete. Un risultato compreso tra il 5,7 e il 6,4 per cento è considerato prediabete, che indica un alto rischio di sviluppare il diabete. I livelli normali sono inferiori al 5,7%.

Se il test A1C non è disponibile o se hai determinate condizioni, ad esempio se sei incinta o hai una forma rara di emoglobina (nota come variante dell’emoglobina), che possono rendere impreciso il test A1C, il tuo medico può usare i seguenti test per diagnosticare il diabete:

  • Test di zucchero nel sangue casuale. Verrà prelevato un campione di sangue in un momento casuale. I valori di zucchero nel sangue sono espressi in milligrammi per decilitro (mg / dL) o millimoli per litro (mmol / L). Indipendentemente dall’ultima volta che hai mangiato, un livello di zucchero nel sangue casuale di 200 mg / dL (11,1 mmol / L) o superiore suggerisce il diabete, specialmente se associato a uno qualsiasi dei segni e sintomi del diabete, come minzione frequente e sete estrema.
  • Test della glicemia a digiuno. Dopo un digiuno notturno verrà prelevato un campione di sangue. Un livello di zucchero nel sangue a digiuno inferiore a 100 mg / dL (5,6 mmol / L) è normale. Un livello di zucchero nel sangue a digiuno da 100 a 125 mg / dL (da 5,6 a 6,9 mmol / L) è considerato prediabete. Se è 126 mg / dL (7 mmol / L) o superiore in due test separati, hai il diabete.
  • Test orale di tolleranza al glucosio. Per questo test, digiuni durante la notte e viene misurato il livello di zucchero nel sangue a digiuno. Quindi bevi un liquido zuccherino e i livelli di zucchero nel sangue vengono testati periodicamente per le due ore successive.Un livello di zucchero nel sangue inferiore a 140 mg / dL (7,8 mmol / L) è normale. Una lettura compresa tra 140 e 199 mg / dL (7,8 mmol / L e 11,0 mmol / L) indica prediabete. Una lettura di 200 mg / dL (11,1 mmol / L) o superiore dopo due ore può indicare il diabete.

L’American Diabetes Association raccomanda lo screening di routine per il diabete di tipo 2 a partire dall’età di 45 anni, soprattutto se sei in sovrappeso. Se i risultati sono normali, ripetere il test ogni tre anni. Se i risultati sono al limite, chiedi al tuo medico quando tornare per un altro test.

Lo screening è raccomandato anche per le persone sotto i 45 anni e in sovrappeso se sono presenti altre malattie cardiache o fattori di rischio per il diabete, come uno stile di vita sedentario, una storia familiare di diabete di tipo 2, una storia personale di diabete gestazionale o pressione sanguigna superiore a 140 / 90 millimetri di mercurio (mm Hg).

Se ti viene diagnosticato il diabete, il medico può eseguire altri test per distinguere tra diabete di tipo 1 e tipo 2, poiché le due condizioni spesso richiedono trattamenti diversi.

Dopo la diagnosi

I livelli A1C devono essere controllati da due a quattro volte all’anno. Il tuo obiettivo A1C target può variare a seconda della tua età e di altri fattori. Tuttavia, per la maggior parte delle persone, l’American Diabetes Association raccomanda un livello di A1C inferiore al 7%. Chiedi al tuo medico qual è il tuo obiettivo A1C.

Rispetto ai test giornalieri ripetuti della glicemia, il test A1C è un indicatore migliore dell’efficacia del piano di trattamento del diabete. Un livello elevato di A1C può segnalare la necessità di modificare i farmaci, il piano alimentare o il livello di attività.

Oltre al test A1C, il medico preleverà periodicamente campioni di sangue e urina per controllare i livelli di colesterolo, la funzionalità tiroidea, la funzionalità epatica e la funzionalità renale. Il medico valuterà anche la tua pressione sanguigna. Sono importanti anche esami regolari della vista e del piede.

Trattamento

La gestione del diabete di tipo 2 include:

  • Mangiare sano
  • Esercizio regolare
  • Forse, farmaci per il diabete o terapia insulinica
  • Monitoraggio della glicemia

Questi passaggi ti aiuteranno a mantenere il livello di zucchero nel sangue più vicino alla normalità, il che può ritardare o prevenire complicazioni.

Mangiare sano

Contrariamente alla percezione popolare, non esiste una dieta specifica per il diabete. Tuttavia, è importante centrare la tua dieta su questi cibi ricchi di fibre e poveri di grassi:

  • Frutta
  • Verdure
  • Cereali integrali

Avrai anche bisogno di mangiare meno prodotti animali, carboidrati raffinati e dolci.

Possono essere utili anche cibi a basso indice glicemico. L’indice glicemico è una misura della velocità con cui un alimento provoca un aumento della glicemia. Gli alimenti con un indice glicemico elevato aumentano rapidamente la glicemia. Gli alimenti a basso indice glicemico possono aiutarti a raggiungere uno zucchero nel sangue più stabile. Gli alimenti con un indice glicemico basso in genere sono cibi più ricchi di fibre.

Un dietista registrato può aiutarti a mettere insieme un programma alimentare che si adatti ai tuoi obiettivi di salute, preferenze alimentari e stile di vita. Lui o lei può anche insegnarti come monitorare l’assunzione di carboidrati e farti sapere quanti carboidrati devi mangiare con i tuoi pasti e spuntini per mantenere i livelli di zucchero nel sangue più stabili.

Attività fisica

Tutti hanno bisogno di un regolare esercizio aerobico e le persone che hanno il diabete di tipo 2 non fanno eccezione. Chiedi al tuo medico l’ok prima di iniziare un programma di esercizi. Quindi scegli le attività che ti piacciono, come camminare, nuotare e andare in bicicletta. La cosa più importante è rendere l’attività fisica parte della tua routine quotidiana.

Obiettivo per almeno 30 minuti di esercizio aerobico cinque giorni alla settimana. Anche gli esercizi di stretching e di forza sono importanti. Se non sei stato attivo per un po ‘, inizia lentamente e aumenta gradualmente.

Una combinazione di esercizi – esercizi aerobici, come camminare o ballare quasi tutti i giorni, combinati con l’allenamento di resistenza, come il sollevamento pesi o lo yoga due volte a settimana – spesso aiuta a controllare la glicemia in modo più efficace rispetto a entrambi i tipi di esercizio da soli.

Ricorda che l’attività fisica abbassa lo zucchero nel sangue. Controlla il tuo livello di zucchero nel sangue prima di qualsiasi attività. Potrebbe essere necessario fare uno spuntino prima di allenarsi per aiutare a prevenire un basso livello di zucchero nel sangue se si assumono farmaci per il diabete che abbassano il livello di zucchero nel sangue.

Monitoraggio della glicemia

A seconda del piano di trattamento, potrebbe essere necessario controllare e registrare il livello di zucchero nel sangue ogni tanto o, se si sta assumendo insulina, più volte al giorno. Chiedi al tuo medico quanto spesso vuole che controlli il tuo livello di zucchero nel sangue. Un attento monitoraggio è l’unico modo per assicurarsi che il livello di zucchero nel sangue rimanga entro l’intervallo target.

A volte, i livelli di zucchero nel sangue possono essere imprevedibili. Con l’aiuto del tuo team di trattamento del diabete, imparerai come cambia il livello di zucchero nel sangue in risposta a cibo, esercizio fisico, alcol, malattie e farmaci.

Farmaci per il diabete e terapia insulinica

Alcune persone che hanno il diabete di tipo 2 possono raggiungere i livelli di zucchero nel sangue target da soli con la dieta e l’esercizio fisico, ma molti hanno anche bisogno di farmaci per il diabete o terapia insulinica. La decisione su quali farmaci sono i migliori dipende da molti fattori, tra cui il livello di zucchero nel sangue e qualsiasi altro problema di salute che hai. Il tuo medico potrebbe anche combinare farmaci di classi diverse per aiutarti a controllare la glicemia in molti modi diversi.

Esempi di possibili trattamenti per il diabete di tipo 2 includono:

  • Metformina (Glucophage, Glumetza, altri). In generale, la metformina è il primo farmaco prescritto per il diabete di tipo 2. Funziona migliorando la sensibilità dei tessuti del corpo all’insulina in modo che il tuo corpo utilizzi l’insulina in modo più efficace.La metformina riduce anche la produzione di glucosio nel fegato. La metformina potrebbe non abbassare abbastanza lo zucchero nel sangue da sola. Il medico consiglierà anche cambiamenti nello stile di vita, come perdere peso e diventare più attivi.Nausea e diarrea sono possibili effetti collaterali della metformina. Questi effetti indesiderati di solito scompaiono man mano che il corpo si abitua al medicinale. Se la metformina e i cambiamenti dello stile di vita non sono sufficienti per controllare il livello di zucchero nel sangue, è possibile aggiungere altri farmaci orali o iniettati.
  • Sulfoniluree. Questi farmaci aiutano il tuo corpo a secernere più insulina. Esempi di farmaci in questa classe includono gliburide (DiaBeta, Glynase), glipizide (Glucotrol) e glimepiride (Amaryl). Possibili effetti collaterali includono un basso livello di zucchero nel sangue e aumento di peso.
  • Meglitinidi. Questi farmaci agiscono come le sulfoniluree stimolando il pancreas a secernere più insulina, ma agiscono più rapidamente e la durata del loro effetto nel corpo è più breve. Hanno anche il rischio di causare un basso livello di zucchero nel sangue, ma questo rischio è inferiore rispetto alle sulfoniluree.Anche l’aumento di peso è una possibilità con questa classe di farmaci. Gli esempi includono repaglinide (Prandin) e nateglinide (Starlix).
  • Tiazolidinedioni. Come la metformina, questi farmaci rendono i tessuti del corpo più sensibili all’insulina. Questa classe di farmaci è stata collegata all’aumento di peso e ad altri effetti collaterali più gravi, come un aumento del rischio di insufficienza cardiaca e fratture. A causa di questi rischi, questi farmaci generalmente non sono un trattamento di prima scelta.Rosiglitazone (Avandia) e pioglitazone (Actos) sono esempi di tiazolidinedioni.
  • Inibitori DPP-4. Questi farmaci aiutano a ridurre i livelli di zucchero nel sangue, ma tendono ad avere un effetto modesto. Non causano aumento di peso. Esempi di questi farmaci sono sitagliptin (Januvia), saxagliptin (Onglyza) e linagliptin (Tradjenta).
  • Agonisti del recettore GLP-1. Questi farmaci rallentano la digestione e aiutano a ridurre i livelli di zucchero nel sangue, anche se non tanto quanto le sulfaniluree. Il loro uso è spesso associato a una certa perdita di peso. Questa classe di farmaci non è consigliata per l’uso da sola.Exenatide (Byetta) e liraglutide (Victoza) sono esempi di agonisti del recettore GLP-1. I possibili effetti collaterali includono nausea e un aumentato rischio di pancreatite.
  • Inibitori SGLT2. Questi sono i più recenti farmaci per il diabete sul mercato. Agiscono impedendo ai reni di riassorbire lo zucchero nel sangue. Invece, lo zucchero viene escreto nelle urine.Gli esempi includono canagliflozin (Invokana) e dapagliflozin (Farxiga). Gli effetti collaterali possono includere infezioni da lieviti e infezioni del tratto urinario, aumento della minzione e ipotensione.
  • Terapia insulinica. Alcune persone che hanno il diabete di tipo 2 necessitano anche di terapia insulinica. In passato, la terapia insulinica veniva utilizzata come ultima risorsa, ma oggi viene spesso prescritta prima per i suoi benefici.

Poiché la normale digestione interferisce con l’insulina assunta per bocca, l’insulina deve essere iniettata. A seconda delle esigenze, il medico può prescrivere una miscela di tipi di insulina da utilizzare durante il giorno e la notte. Spesso, le persone con diabete di tipo 2 iniziano a usare l’insulina con un colpo a lunga durata d’azione durante la notte.

Le iniezioni di insulina comportano l’uso di un ago sottile e una siringa o un iniettore a penna per insulina, un dispositivo che assomiglia a una penna a inchiostro, tranne per il fatto che la cartuccia è piena di insulina.

Esistono molti tipi di insulina e ognuno funziona in modo diverso. Le opzioni includono:

  • Insulina glulisina (Apidra)
  • Insulina lispro (Humalog)
  • Insulina aspart (Novolog)
  • Insulina glargine (Lantus)
  • Insulina detemir (Levemir)
  • Insulina isofano (Humulin N, Novolin N)

Discuti i pro ei contro dei diversi farmaci con il tuo medico. Insieme potete decidere quale farmaco è meglio per voi dopo aver considerato molti fattori, inclusi i costi e altri aspetti della vostra salute.

Oltre ai farmaci per il diabete, il medico potrebbe prescrivere una terapia con aspirina a basso dosaggio e farmaci per abbassare la pressione sanguigna e il colesterolo per aiutare a prevenire le malattie del cuore e dei vasi sanguigni.

Chirurgia bariatrica

Se hai il diabete di tipo 2 e il tuo indice di massa corporea (BMI) è maggiore di 35, potresti essere un candidato per la chirurgia dimagrante (chirurgia bariatrica). I livelli di zucchero nel sangue tornano alla normalità nel 55-95% delle persone con diabete, a seconda della procedura eseguita. Gli interventi chirurgici che bypassano una parte dell’intestino tenue hanno un effetto maggiore sui livelli di zucchero nel sangue rispetto ad altri interventi chirurgici per la perdita di peso.

Gli svantaggi dell’intervento includono il suo costo elevato e ci sono rischi coinvolti, incluso il rischio di morte. Inoltre, sono necessari drastici cambiamenti dello stile di vita e le complicazioni a lungo termine possono includere carenze nutrizionali e osteoporosi.

Gravidanza

Le donne con diabete di tipo 2 potrebbero dover modificare il trattamento durante la gravidanza. Molte donne richiedono la terapia insulinica durante la gravidanza. I farmaci per abbassare il colesterolo e alcuni farmaci per la pressione sanguigna non possono essere usati durante la gravidanza.

Se si hanno segni di retinopatia diabetica, potrebbe peggiorare durante la gravidanza. Visita il tuo oftalmologo durante il primo trimestre di gravidanza e un anno dopo il parto.

Segni di guai

Poiché tanti fattori possono influenzare la glicemia, a volte sorgono problemi che richiedono cure immediate, come:

  • Glicemia alta (iperglicemia). Il livello di zucchero nel sangue può aumentare per molte ragioni, tra cui mangiare troppo, essere malati o non assumere abbastanza farmaci per abbassare il glucosio. Controlla spesso il livello di zucchero nel sangue e osserva i segni e sintomi di glicemia alta: minzione frequente, aumento della sete, secchezza delle fauci, visione offuscata, affaticamento e nausea. Se soffri di iperglicemia, dovrai modificare il tuo programma alimentare, i farmaci o entrambi.
  • Sindrome iperosmolare non chetotica iperglicemica (HHNS). Segni e sintomi di questa condizione pericolosa per la vita includono una lettura dello zucchero nel sangue superiore a 600 mg / dL (33,3 mmol / L), bocca secca, sete estrema, febbre superiore a 101 F (38 C), sonnolenza, confusione, perdita della vista, allucinazioni e urine scure. Il monitor della glicemia potrebbe non essere in grado di darti una lettura esatta a livelli così alti e potrebbe invece leggere semplicemente “alto”.L’HHNS è causato da livelli di zucchero nel sangue altissimi che rendono il sangue denso e sciropposo. Tende ad essere più comune nelle persone anziane con diabete di tipo 2 ed è spesso preceduto da una malattia o infezione. L’HHNS di solito si sviluppa nell’arco di giorni o settimane. Chiama il tuo medico o cerca assistenza medica immediata se hai segni o sintomi di questa condizione.
  • Chetoni aumentati nelle urine (chetoacidosi diabetica). Se le tue cellule hanno fame di energia, il tuo corpo potrebbe iniziare a scomporre il grasso. Questo produce acidi tossici noti come chetoni.Presta attenzione alla sete o alla bocca molto secca, alla minzione frequente, al vomito, alla mancanza di respiro, alla stanchezza e all’alito dall’odore fruttato. Puoi controllare la presenza di chetoni in eccesso nelle urine con un kit per il test dei chetoni da banco. Se hai un eccesso di chetoni nelle urine, consulta subito il medico o cerca assistenza di emergenza. Questa condizione è più comune nelle persone con diabete di tipo 1, ma a volte può verificarsi nelle persone con diabete di tipo 2.
  • Basso livello di zucchero nel sangue (ipoglicemia). Se il livello di zucchero nel sangue scende al di sotto dell’intervallo target, è noto come basso livello di zucchero nel sangue (ipoglicemia). Il livello di zucchero nel sangue può diminuire per molte ragioni, tra cui saltare un pasto, assumere inavvertitamente più farmaci del solito o svolgere più attività fisica del normale. Un basso livello di zucchero nel sangue è molto probabile se prendi farmaci ipoglicemizzanti che promuovono la secrezione di insulina o se stai assumendo insulina.

Controlla regolarmente il livello di zucchero nel sangue e osserva i segni e i sintomi di un basso livello di zucchero nel sangue: sudorazione, tremore, debolezza, fame, vertigini, mal di testa, visione offuscata, palpitazioni cardiache, linguaggio confuso, sonnolenza, confusione e convulsioni.

Se sviluppi ipoglicemia durante la notte, potresti svegliarti con un pigiama fradicio di sudore o un mal di testa. A causa di un effetto di rimbalzo naturale, l’ipoglicemia notturna potrebbe causare una lettura di zucchero nel sangue insolitamente alta al mattino.

Se hai segni o sintomi di un basso livello di zucchero nel sangue, bevi o mangia qualcosa che aumenterà rapidamente il tuo livello di zucchero nel sangue: succo di frutta, compresse di glucosio, caramelle dure, soda normale (non dietetica) o un’altra fonte di zucchero. Ripeti il ​​test tra 15 minuti per assicurarti che i livelli di glucosio nel sangue si siano normalizzati.

In caso contrario, trattare di nuovo e ripetere il test in altri 15 minuti. In caso di perdita di conoscenza, un membro della famiglia o uno stretto contatto potrebbe dover farti un’iniezione di emergenza di glucagone, un ormone che stimola il rilascio di zucchero nel sangue.

Stile di vita e rimedi casalinghi

Una gestione attenta del diabete di tipo 2 può ridurre il rischio di complicazioni gravi, anche mortali. Considera questi suggerimenti:

  • Impegnati a gestire il tuo diabete. Impara tutto quello che puoi sul diabete di tipo 2. Rendi un’alimentazione sana e l’attività fisica parte della tua routine quotidiana. Stabilisci una relazione con un educatore del diabete e chiedi aiuto al tuo team di trattamento del diabete quando ne hai bisogno.
  • Pianifica un esame fisico annuale e esami oculistici regolari. I tuoi regolari controlli del diabete non sono destinati a sostituire le normali visite mediche o esami oculistici di routine. Durante l’attività fisica, il medico cercherà eventuali complicazioni legate al diabete, oltre a esaminare altri problemi medici. Il tuo oculista verificherà i segni di danni alla retina, cataratta e glaucoma.
  • Identificati. Indossa una collana o un braccialetto che dica che hai il diabete.
  • Mantieni aggiornate le tue vaccinazioni. La glicemia alta può indebolire il sistema immunitario. Fai un vaccino antinfluenzale ogni anno e il tuo medico probabilmente consiglierà anche il vaccino contro la polmonite. I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) consiglia anche la vaccinazione contro l’epatite B se non hai precedentemente ricevuto questo vaccino e sei un adulto di età compresa tra 19 e 59 anni con diabete di tipo 1 o di tipo 2. Il CDC consiglia la vaccinazione il prima possibile dopo la diagnosi di diabete di tipo 1 o 2. Se hai 60 anni o più, hai il diabete e non hai mai ricevuto il vaccino, chiedi al tuo medico se è giusto per te.
  • Prenditi cura dei tuoi denti. Il diabete può esporti a infezioni gengivali più gravi. Lavati i denti almeno due volte al giorno, passa il filo interdentale una volta al giorno e pianifica esami dentali regolari. Consulta subito il tuo dentista se le gengive sanguinano o appaiono arrossate o gonfie.
  • Presta attenzione ai tuoi piedi. Lavati i piedi ogni giorno con acqua tiepida. Asciugali delicatamente, soprattutto tra le dita dei piedi, e idratali con una lozione. Controlla i tuoi piedi ogni giorno per vesciche, tagli, piaghe, arrossamenti e gonfiori. Consulta il tuo medico se hai una piaga o un altro problema ai piedi che non guarisce.
  • Tieni sotto controllo la pressione sanguigna e il colesterolo. Mangiare cibi sani e fare esercizio fisico regolarmente può fare molto per controllare la pressione alta e il colesterolo. Potrebbe essere necessario anche un farmaco.
  • Se fumi o usi altri tipi di tabacco, chiedi al tuo medico di aiutarti a smettere. Il fumo aumenta il rischio di varie complicanze del diabete. Parla con il tuo medico dei modi per smettere di fumare o per smettere di usare altri tipi di tabacco.
  • Se bevi alcolici, fallo in modo responsabile. L’alcol, così come i miscelatori per bevande, possono causare glicemia alta o bassa, a seconda di quanto si beve e se si mangia allo stesso tempo. Se scegli di bere, fallo con moderazione e sempre con un pasto.La raccomandazione è non più di un drink al giorno per le donne, non più di due drink al giorno per gli uomini di età pari o inferiore a 65 anni e un drink al giorno per gli uomini di età superiore ai 65 anni. Se stai assumendo insulina o altri farmaci che abbassano il livello di zucchero nel sangue, controlla il livello di zucchero nel sangue prima di andare a dormire per assicurarti di essere a un livello sicuro.

Medicina alternativa

Numerose sostanze della medicina alternativa hanno dimostrato di migliorare la sensibilità all’insulina in alcuni studi, mentre altri studi non riescono a trovare alcun beneficio per il controllo della glicemia o nell’abbassamento dei livelli di A1C. A causa dei risultati contrastanti, non sono consigliate terapie alternative per aiutare con la gestione della glicemia.

Se decidi di provare una terapia alternativa, non interrompere l’assunzione dei farmaci prescritti dal medico. Assicurati di discutere l’uso di una qualsiasi di queste terapie con il tuo medico per assicurarti che non causino reazioni avverse o interagiscano con i tuoi farmaci.

Nessun trattamento, alternativo o convenzionale, può curare il diabete. Quindi è fondamentale che le persone che stanno usando la terapia insulinica per il diabete non smettano di usare l’insulina a meno che non venga richiesto dai loro medici.

Affrontare e sostenere

Il diabete di tipo 2 è una malattia grave e seguire il piano di trattamento del diabete richiede un impegno continuo. Ma i tuoi sforzi sono utili perché seguire il tuo piano di trattamento può ridurre il rischio di complicazioni.

Parlare con un consulente o un terapista può aiutarti a far fronte ai cambiamenti dello stile di vita che derivano da una diagnosi di diabete di tipo 2. Potresti trovare incoraggiamento e comprensione in un gruppo di supporto per il diabete di tipo 2. Sebbene i gruppi di supporto non siano per tutti, possono essere buone fonti di informazioni. I membri del gruppo spesso conoscono gli ultimi trattamenti e tendono a condividere le proprie esperienze o informazioni utili, come dove trovare il conteggio dei carboidrati per il tuo ristorante da asporto preferito. Se sei interessato, il tuo medico potrebbe consigliarti un gruppo nella tua zona.

Oppure puoi visitare l’American Diabetes Association per controllare le attività locali e i gruppi di supporto per le persone con diabete di tipo 2. L’American Diabetes Association offre anche informazioni online e forum online in cui puoi chattare con altri che hanno il diabete. Il numero di telefono è 800-DIABETES (800-342-2383).

Prepararsi per un appuntamento

Il tuo medico di base probabilmente diagnosticherà il tuo diabete di tipo 2. Lui o lei può continuare a curare il tuo diabete o può indirizzarti a un medico specializzato in disturbi ormonali (endocrinologo). Il tuo team sanitario può anche includere:

  • Dietista
  • Educatore certificato per il diabete
  • Medico del piede (podologo)
  • Medico specializzato nella cura degli occhi (oftalmologo)

Se i tuoi livelli di zucchero nel sangue sono molto alti, il medico potrebbe mandarti in ospedale per il trattamento.

Ogni volta che puoi, è una buona idea preparare gli appuntamenti con il tuo team sanitario. Ecco alcune informazioni per aiutarti a prepararti per il tuo appuntamento e sapere cosa aspettarti dal tuo medico.

Cosa puoi fare

  • Sii consapevole di eventuali restrizioni pre-appuntamento. Potrebbe essere necessario astenersi dal mangiare o bere altro che acqua per otto ore per un test della glicemia a digiuno o quattro ore per un test pre-pasto. Quando prendi un appuntamento, chiedi se devi digiunare.
  • Annota i sintomi che stai riscontrando, compresi quelli che potrebbero sembrare non correlati al tuo diabete.
  • Porta un taccuino e una penna o una matita (o il tuo laptop o tablet) per tenere traccia delle informazioni importanti.
  • Scrivi le domande da porre al tuo medico.

Preparare un elenco di domande può aiutarti a sfruttare al massimo il tuo tempo con il tuo medico. Per il diabete di tipo 2, alcune domande fondamentali da porre includono:

Monitoraggio del glucosio

  • Quanto spesso devo monitorare il mio livello di zucchero nel sangue?
  • Qual è il mio intervallo di obiettivi?
  • Come posso utilizzare le informazioni del monitoraggio del glucosio per gestire meglio il mio diabete?

Cambiamenti nello stile di vita

  • Quali cambiamenti devo apportare alla mia dieta?
  • Come posso imparare a contare i carboidrati negli alimenti?
  • Dovrei vedere un dietista per aiutare con la pianificazione del pasto?
  • Quanto esercizio devo fare ogni giorno?

Farmaci

  • Avrò bisogno di prendere medicine? In caso affermativo, di che tipo e quanto?
  • Devo prendere il medicinale in un particolare momento della giornata?
  • Devo prendere l’insulina?
  • Ho altri problemi di salute. Come posso gestire al meglio queste condizioni insieme?

Complicazioni

  • Quali sono i segni e i sintomi di un basso livello di zucchero nel sangue?
  • Come si cura il basso livello di zucchero nel sangue?
  • Quali sono i segni e i sintomi della glicemia alta?
  • Quando dovrei testare i chetoni e come posso farlo?

Gestione medica

  • Quanto spesso devo essere monitorato per le complicanze del diabete? Quali specialisti ho bisogno di vedere?
  • Ci sono risorse disponibili se ho problemi a pagare le forniture per il diabete?
  • Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare con me? Quali siti web consigliate?

Cosa aspettarsi dal proprio medico

È probabile che il medico ti ponga una serie di domande, tra cui:

  • Comprendi il tuo piano di trattamento e ti senti sicuro di poterlo seguire?
  • Come stai affrontando il diabete?
  • Hai sperimentato un basso livello di zucchero nel sangue?
  • Com’è la dieta tipica di una giornata?
  • Ti stai esercitando? In caso affermativo, che tipo di esercizio? Quante volte?
  • Quali sfide stai affrontando nella gestione del tuo diabete?

Cosa puoi fare nel frattempo

Se il livello di zucchero nel sangue è costantemente al di fuori del range target o se non sei sicuro di cosa fare in una determinata situazione, contatta il tuo medico o educatore per il diabete.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Questo è ciò che lo sforzo di fare la cacca in realtà fa al tuo sedere

Quasi 40 persone hanno contratto un’infezione batterica da cuccioli nell’ultimo anno