in

Cosa c’è da sapere sull’insufficienza pancreatica esocrina?

L’insufficienza pancreatica esocrina si verifica quando il pancreas non produce una quantità sufficiente di enzimi che aiutano la digestione.

Questa condizione può portare a uno scarso assorbimento di sostanze nutritive, perdita di peso e carenza di vitamine .

Due delle principali cause di insufficienza pancreatica esocrina (EPI) sono la fibrosi cistica e la pancreatite cronica . I sintomi sono simili ad altre malattie comuni dello stomaco e dell’intestino e i medici spesso sottodiagnosticano l’ EPI.

Un operatore sanitario può trattare con successo l’EPI con enzimi prescritti e cambiamenti nello stile di vita.

Che cos’è?

L’insufficienza pancreatica esocrina è un disturbo digestivo che coinvolge il pancreas e gli enzimi che produce. Gli enzimi sono sostanze chimiche rilasciate per provocare una reazione chimica specifica e il pancreas secerne molti enzimi diversi che servono a scopi diversi.

La digestione del cibo è un processo complicato, che inizia in bocca con la masticazione e il rilascio di saliva. Una volta che una persona ingerisce il cibo, gli acidi nello stomaco lo scompongono.

Dopo circa 15 minuti, il cibo scomposto si sposta nell’intestino tenue. Qui, il pancreas fornisce gli enzimi necessari per convertire il cibo in molecole più piccole. Queste molecole vengono quindi assorbite nel flusso sanguigno e inviate a nutrire il corpo.

Il pancreas, insieme alle ghiandole salivari e sudoripare, è una delle principali ghiandole esocrine. Le ghiandole esocrine rilasciano sostanze in un altro organo o sulla superficie del corpo attraverso un’apertura chiamata condotto.

Le ghiandole endocrine, come la tiroide e l’ipofisi, sono diverse in quanto rilasciano i loro ormoni direttamente nel flusso sanguigno. Il pancreas funge da entrambi. Un pancreas correttamente funzionante consente una digestione e un assorbimento efficaci di importanti nutrienti.

In EPI, il pancreas non produce abbastanza degli enzimi necessari per digerire il cibo. Senza questa ripartizione, un individuo non può assorbire i nutrienti e le vitamine necessari. Questo porta a diarrea , carenza di vitamine e perdita di peso.

Se un operatore sanitario non tratta adeguatamente l’EPI, la condizione può provocare una crescita ritardata o limitata nei neonati e nei bambini, problemi alle ossa, un’aspettativa di vita ridotta e l’esposizione a infezioni.

Cause

Ci sono molte cause di EPI.

Qualsiasi condizione che danneggi il pancreas e arresti o blocchi il rilascio dei suoi enzimi può provocare l’EPI. Le due cause più comuni sono la fibrosi cistica e la pancreatite cronica.

La fibrosi cistica, una malattia genetica pericolosa per la vita che si sviluppa durante l’infanzia, produce muco denso e appiccicoso che colpisce sia i polmoni che il sistema digerente. Il muco si accumula e ostruisce l’apertura del pancreas, impedendo il rilascio naturale degli enzimi durante la digestione.

Nella pancreatite cronica, il pancreas si infiamma. Il normale tessuto pancreatico inizia a diventare tessuto cicatriziale. L’accumulo di questo tessuto cicatriziale impedisce agli enzimi digestivi di lasciare il condotto.

La ricerca ha confermato un legame tra il fumo e lo sviluppo della pancreatite cronica.

Altre condizioni mediche e malattie che possono causare l’EPI sono:

  • tumore del pancreas
  • rimozione chirurgica del pancreas
  • ostruzioni del dotto pancreatico
  • celiachia
  • Morbo di Crohn
  • pancreatite autoimmune
  • diabete
  • Sindrome di Zollinger-Ellison , in cui un tumore delle cellule pancreatiche porta alla produzione di troppo acido gastrico, portando infine a ulcere gastriche
  • sindrome da dumping, un insieme di sintomi tra cui debolezza e movimenti intestinali rapidi che a volte si verificano dopo un intervento chirurgico gastrico
  • bypass gastrico e altri interventi chirurgici gastrointestinali

Sintomi

L’EPI può essere difficile da diagnosticare perché condivide i sintomi con altri disturbi dell’apparato digerente.

Questi includono:

  • sindrome dell’intestino irritabile (IBS)
  • ulcera peptica malattia
  • malattie della cistifellea
  • problemi infiammatori intestinali

I sintomi più frequenti di EPI sono la diarrea e la perdita di peso.

Le persone si riferiscono al tipo di diarrea nell’EPI come steatorrea. Questo tipo di diarrea produce feci che sono:

  • acquoso
  • pallido
  • ingombrante
  • schiumoso
  • odore estremamente sgradevole
  • unto

Queste feci contengono goccioline oleose. Poiché sono costituiti da grandi quantità di grasso non digerito, si attaccano alla tazza del water o galleggiano sull’acqua, rendendoli difficili da tirare.

Ulteriori sintomi di EPI potrebbero includere anche:

  • perdita di peso
  • stanchezza
  • gas
  • crampi
  • gonfiore
  • dolore al centro dello stomaco che si irradia alla schiena
  • perdita di muscoli
  • segni di carenza di vitamine, come unghie fragili, perdita di capelli e problemi della pelle

Diagnosi

Un operatore sanitario spesso diagnostica l’EPI sulla base dei sintomi di cui sopra, in particolare quando l’individuo descrive feci grasse e perdita di peso e una volta che il medico esclude altre condizioni più comuni.

La caratteristica diarrea dell’EPI non si manifesta fino a quando il pancreas non perde il 90% della produzione di enzimi. Questo può rendere difficile la diagnosi di EPI.

Il trattamento raramente inizia subito, a causa della natura a sviluppo lento della condizione. Non c’è pericolo nell’attendere una diagnosi formale prima di iniziare il trattamento.

I test per confermare la diagnosi includono il prelievo di un campione di feci per analisi di laboratorio e vari esami del sangue per verificare la presenza di depositi di grasso e carenze vitaminiche. Il medico può anche richiedere una TAC per esaminare le cause alla base dell’EPI.

Trattamento

La terapia sostitutiva con enzimi pancreatici (PERT) è il trattamento standard per l’EPI.

I farmaci PERT sono disponibili solo su prescrizione. Sono derivati ​​dal pancreas naturale e intatto di un maiale e contengono tutti e tre gli enzimi pancreatici.

Questa terapia assume il ruolo del pancreas. La quantità di farmaco somministrata varia da persona a persona e si basa sia sul peso corporeo che sulla quantità di grassi assunti nella dieta.

Una persona che segue un corso di PERT deve assumere questi farmaci con tutti i pasti e gli spuntini.

PERT è sicuro e ha pochissimi effetti collaterali. La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato i seguenti sei farmaci PERT:

  • Creonte
  • Pancrease
  • Viokace
  • Pertzye
  • Ultresa
  • Zenpep

Suggerimenti sullo stile di vita

Oltre a prendere gli enzimi sostitutivi, le persone con EPI devono interrompere le abitudini che possono peggiorare sia la salute del pancreas che la qualità generale della vita.

Queste modifiche includono:

  • evitare di fumare e smettere se lo fai già
  • seguire una dieta equilibrata, spesso con ridotto contenuto di grassi
  • riducendo le dimensioni del pasto ma aumentando la frequenza
  • non consumare alcol
  • l’assunzione di integratori vitaminici, principalmente per le vitamine liposolubili A, D, E e K, sotto la guida di un medico

Il trattamento può aiutare le persone affette da questa condizione a mangiare e digerire il cibo normalmente, consentendo loro di assorbire i nutrienti e godere di una migliore qualità della vita.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Ho un virus allo stomaco o un’intossicazione alimentare?

Quali sono i segni della malattia di Crohn?