in

Ho un virus allo stomaco o un’intossicazione alimentare?

La malattia e il dolore all’addome sono spesso spacciati come influenza gastrica o intossicazione alimentare. Tuttavia, poiché i sintomi sono simili, le persone spesso confondono le due condizioni.

Conoscere la differenza tra i due può supportare una diagnosi accurata.

Virus dello stomaco contro intossicazione alimentare

Un’infezione virale che attacca il sistema digestivo è comunemente chiamata virus dello stomaco.

Le persone a volte chiamano la malattia ” influenza intestinale “, sebbene questo nome sia fuorviante, poiché l’ influenza attacca il sistema respiratorio. Un virus dello stomaco può anche essere conosciuto come gastroenterite virale .

Esistono diversi ceppi del virus. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), la causa più comune negli Stati Uniti è il norovirus .

L’intossicazione alimentare , d’altra parte, descrive l’ingestione di cibo contaminato. Batteri, virus o meno comunemente parassiti possono entrare nel corpo e causare sintomi di gastroenterite attraverso il cibo che si è deteriorato, è stato preparato in modo antigienico o contaminato in qualsiasi altro modo.

Trasmissione

Virus dello stomaco

I virus dello stomaco sono altamente contagiosi e possono diffondersi rapidamente. Le persone infettate da un virus allo stomaco sono contagiose dal momento in cui iniziano a sentirsi male e anche per i primi giorni dopo la guarigione.

Un virus allo stomaco può diffondersi in diversi modi:

  • mangiare cibo o bere liquidi che sono stati contaminati dal virus
  • avere un contatto orale diretto o indiretto con una persona infetta o una superficie con il virus su di essa

Il virus abita anche il vomito e le feci delle persone che hanno l’infezione.

Avvelenamento del cibo

La contaminazione incrociata è spesso la causa dell’intossicazione alimentare, durante la quale gli organismi nocivi si trasferiscono da una superficie all’altra. I cibi crudi e pronti per il consumo, come le insalate, sono particolarmente a rischio di contaminazione.

Ogni anno, circa 48 milioni di persone negli Stati Uniti subiscono un attacco di intossicazione alimentare.

I batteri possono crescere rapidamente quando una serie di alimenti, tra cui carne, latticini e salse, non viene mantenuta alla giusta temperatura. I batteri e altri organismi nocivi producono sostanze velenose che possono causare infiammazioni dell’intestino se ingerite.

La contaminazione può verificarsi anche a casa se la carne cruda non viene maneggiata o cotta correttamente.

Salmonella ed E. coli sono due tipi comuni di batteri legati all’intossicazione alimentare

Sintomi

I sintomi dei virus dello stomaco e dell’intossicazione alimentare sono molto simili ma possono esserci alcune differenze.

Virus dello stomaco

I sintomi di un virus allo stomaco includono:

  • diarrea che può essere acquosa o sanguinolenta
  • una perdita di appetito
  • nausea o vomito
  • crampi allo stomaco, dolori muscolari o debolezza
  • febbre di basso grado
  • mal di testa
  • stordimento o vertigini

Un virus dello stomaco di solito non causa feci sanguinolente. Le feci che contengono sangue potrebbero segnalare un’infezione più grave.

Questi sintomi spesso durano 3-4 giorni ma possono durare fino a 14 giorni.

Avvelenamento del cibo

I sintomi di intossicazione alimentare possono manifestarsi entro poche ore dal pasto. Le persone possono sperimentare:

  • diarrea acquosa o sanguinolenta
  • nausea
  • vomito
  • mal di stomaco e crampi
  • febbre, brividi e dolori muscolari
  • vertigini e vertigini da disidratazione

La malattia da intossicazione alimentare può durare da poche ore a diversi giorni .

Le persone di solito possono sospettare un’intossicazione alimentare se hanno mangiato cibo non refrigerato o altre persone che hanno consumato lo stesso cibo stanno vivendo sintomi simili.

Insalate, pollame crudo o poco cotto, uova, frutti di mare e altri prodotti a base di latte sono alimenti ad alto rischio di intossicazione alimentare.

Diagnosi

Non esiste un unico metodo per diagnosticare un virus allo stomaco. Un medico probabilmente baserà una diagnosi solo sui sintomi che si presentano.

Un test rapido delle feci può essere utilizzato per rilevare il rotavirus o il norovirus, ma non è immediatamente disponibile nella maggior parte delle cliniche. Non sono disponibili test rapidi per altri virus. Un campione di feci può essere utilizzato anche per escludere infezioni batteriche o parassitarie.

La diagnosi di intossicazione alimentare può essere difficile, soprattutto se non è possibile identificare la causa particolare. I test sulle feci possono essere in grado di identificare l’agente patogeno che causa la malattia. Ricevi la nostra newsletter quotidiana gratuita

Aspettatevi ogni giorno righe profonde e scientifiche delle nostre migliori storie. Tocca e mantieni la tua curiosità soddisfatta.Inserisci la tua email ISCRIVITI ORA

La tua privacy è importante per noi. Qualsiasi informazione che ci fornisci tramite questo sito web può essere inserita da noi su server situati in paesi al di fuori dell’UE. Se non accetti tale posizionamento, non fornire le informazioni.

Trattamento

Il trattamento dipende dall’organismo che causa l’infezione.

La terapia di supporto che include una maggiore idratazione, riposo, rifornimento di elettroliti e farmaci per la febbre, di solito sono tutto ciò che è necessario per le malattie virali. Questo perché i virus non rispondono agli antibiotici e devono semplicemente seguire il loro corso.

Se si determina che un batterio, come la Salmonella , sta causando i sintomi, può essere prescritto un antibiotico. Per i parassiti possono essere disponibili farmaci antiparassitari.

Ci sono alcuni passaggi che le persone possono intraprendere a casa per aiutare il recupero da un virus allo stomaco o da un’intossicazione alimentare.

  • Lascia che lo stomaco si stabilizzi. Cerca di non mangiare cibi solidi finché non ti senti meglio.
  • Succhia il ghiaccio o bevi piccoli sorsi d’acqua. Le persone dovrebbero bere molti liquidi per prevenire la disidratazione. Evita i succhi o altre bevande con molto zucchero o dolcificanti che possono peggiorare la diarrea.
  • Riprendi a mangiare facilmente. Inizia con cibi insipidi e facili da digerire, come cracker di soda, pane tostato e riso. Smetti di mangiare se ritorna una sensazione di nausea.
  • Evita alcune sostanze fino a quando non ti senti meglio o per alcuni giorni o una settimana dopo che i sintomi si sono risolti se il tuo caso era grave. Questi includono latticini, caffeina, alcol, zucchero e cibi grassi o molto stagionati.

Le persone dovrebbero essere caute nell’assumere farmaci da banco (OTC), a meno che non siano consigliati da un operatore sanitario, poiché alcuni possono peggiorare l’infezione. Anche i farmaci anti-diarrea possono peggiorare la situazione in alcuni casi.

La gastroenterite si risolverà in genere entro pochi giorni o meno senza farmaci. Tuttavia, l’idratazione è fondamentale per un rapido recupero e la prevenzione delle complicanze.

Le persone dovrebbero consultare un medico se hanno uno dei seguenti sintomi:

  • feci sanguinolente o vomito
  • incapace di trattenere il liquido per 12-24 ore
  • vertigini o stordimento
  • febbre superiore a 104 ° Fahrenheit (° F)
  • dolore addominale grave e inesorabile

Prevenzione

Virus allo stomaco

Il CDC stima che il norovirus causi da 19 a 21 milioni di malattie ogni anno. Le seguenti misure preventive possono aiutare a ridurre il rischio di contrarre un virus allo stomaco.

  • Praticare una corretta igiene delle mani: le persone dovrebbero sempre lavarsi le mani con acqua e sapone, soprattutto dopo aver usato il bagno, aver cambiato i pannolini o prima di mangiare o preparare il cibo.
  • Prendere precauzioni quando si è in cucina: è importante sciacquare frutta e verdura e cuocere accuratamente tutto il cibo.
  • Pulizia e disinfezione di superfici potenzialmente contaminate: le persone devono pulire e disinfettare immediatamente le superfici contaminate dopo vomito o diarrea.
  • Lavare accuratamente il bucato: il virus dello stomaco può essere facilmente trasportato da persona a persona, quindi qualsiasi indumento contaminato da vomito o feci deve essere rimosso e lavato in acqua calda.
  • Tenere le distanze da chiunque sia infettato dal virus: se qualcuno in una famiglia è infetto, dovrebbe usare oggetti personali separati come piatti e bicchieri e, se possibile, usare un bagno separato.

In alcuni paesi è disponibile una vaccinazione che contrasta alcuni virus dello stomaco. Il vaccino può essere efficace nell’aiutare a prevenire gravi sintomi del virus quando somministrato ai bambini nel primo anno di vita.

Avvelenamento del cibo

Le persone possono aiutare a prevenire l’intossicazione alimentare assicurandosi che carne, insalate, condimenti e altri alimenti siano conservati alla giusta temperatura. Non mangiare cibo che è stato lasciato fuori dalla conservazione per più di 2 ore.

È importante che le persone si lavino le mani quando maneggiano carne cruda. Dovrebbero anche assicurarsi di cucinarlo bene e di evitare di mangiare carne cruda, uova crude o salse fatte con uova crude. Durante i picnic o le feste, il cibo che dovrebbe essere refrigerato deve essere conservato in ghiaccio.

Le persone dovrebbero anche fare attenzione quando mangiano nei ristoranti o in altri ambienti non familiari.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Cos’è il malassorbimento degli acidi biliari?

Cosa c’è da sapere sull’insufficienza pancreatica esocrina?