in

Alimenti per una dieta post-diarrea

Come mantenere una buona alimentazione durante il recupero

Il recupero dalla diarrea richiede un’attenta selezione di ciò che si fa o non si mangia. Tuttavia, nessuno può vivere indefinitamente con la dieta BRAT . Che tu stia appena superando un attacco di gastroenterite o soffra di IBS predominante nella diarrea (IBS-D) , a un certo punto dovrai espandere la tua dieta per garantire il corretto apporto di sostanze nutritive.

Mentre la dieta BRAT, composta da banana, riso, salsa di mele e pane tostato, è stata a lungo considerata un efficace rimedio casalingo per la diarrea, recenti ricerche suggeriscono che potrebbe non essere appropriata per tutte le persone, specialmente i bambini. 1

Inoltre, limitare una dieta a questi quattro alimenti può privare gravemente e rapidamente una persona di energia, grassi, proteine, fibre, vitamina A, vitamina B12 e calcio di cui hanno tanto bisogno.

Principi dietetici

Una volta che hai attraversato i sintomi acuti della diarrea, molte persone ti consiglieranno di evitare le fibre perché possono contribuire alle feci acquose. Ma questo non è necessariamente vero. Dipende in gran parte dal tipo di fibra alimentare che consumi:

  • La fibra solubile può essere sciolta in acqua e fermentare facilmente nel colon. Questi tipi di fibre possono essere prebiotiche , aggiungendosi ai batteri sani nello stomaco, ritardando la velocità con cui le feci passano ed escono dal corpo.
  • La fibra insolubile non si dissolve nel corpo ma piuttosto assorbe l’acqua mentre attraversa il tratto digestivo, ammorbidendo e perdendo le feci nel processo.

Pertanto, dovrai concentrarti sugli alimenti con fibre solubili per aiutare il recupero della flora intestinale mentre costruisci feci più solide. 2

Alcuni gastroenterologi raccomandano anche una dieta a basso contenuto di FODMAP per le persone con IBS. La dieta prevede la restrizione di alcuni alimenti contenenti carboidrati descritti con l’acronimo FODMAP (oligo-, di-, monosaccaridi e polioli fermentabili).

A differenza della dieta BRAT, la dieta FODMAP può essere mantenuta a lungo termine, idealmente sotto la supervisione di un dietista per garantire che venga consumata un’alimentazione adeguata.

Alimenti per la colazione

Mentre banane, salsa di mele e pane tostato possono continuare a rientrare nella routine dietetica, ti consigliamo di aggiungere anche alcune proteine ​​e alimenti probiotici (come lo yogurt).

I prodotti per la colazione sicuri includono:

  • Cereali di riso croccanti
  • Uova bollite o strapazzate con un minimo di burro o olio
  • Farina d’avena, crema di grano, farina o porridge di riso
  • Yogurt puro a basso contenuto di grassi con coltura batterica viva
  • Pancakes o waffle senza sciroppo (controllare per assicurarsi che il prodotto o la miscela non contenga oli completamente o anche parzialmente idrogenati)
  • Gallette di riso non aromatizzate

Pranzo e cena

Il pranzo e la cena si concentrerebbero sull’aumento dell’assunzione di proteine, sull’eliminazione di grassi eccessivi e sull’aggiunta di alcuni carboidrati per aiutare a legare le feci acquose.

Le opzioni di cibo sicuro includono:

  • Tonno in scatola confezionato in acqua (non olio)
  • Una piccola porzione di pollo magro, tacchino o maiale
  • Brodo di pollo
  • Cracker
  • Ciambelline salate
  • Pasta normale o tagliatelle
  • Panino con carne magra a pranzo (evitare il pane integrale)
  • Purè di patate, patate dolci o zucca invernale
  • Una piccola porzione di carote, fagiolini, funghi, barbabietole, punte di asparagi o zucchine sbucciate
  • Una zuppa di verdure realizzata con gli ingredienti sopra elencati

Anche se il riso bianco è utile per trattare la diarrea, evita l’orzo, il riso integrale, il bulgar, il miglio o cereali integrali simili che possono peggiorare la diarrea.

Suggerimenti per l’idratazione

La diarrea provoca il rapido esaurimento dell’acqua e degli elettroliti dal sistema. Per compensare ciò, dovrai sostituire i liquidi su base continuativa anche se hai difficoltà a mantenerli bassi. 3

Se hai un movimento intestinale allentato, bevi almeno 1 tazza di liquidi immediatamente dopo. Sebbene l’acqua sia la migliore, alcune persone sceglieranno bevande sportive senza zucchero per aiutare a sostituire gli elettroliti persi. Successivamente, man mano che il tuo stomaco si rafforza, dovrai aumentare l’assunzione da otto a 10 bicchieri per liquidi chiari (idealmente acqua) al giorno.

Sebbene non contenenti caffeina, le tisane sono ottime per calmare lo stomaco, evita qualsiasi bevanda contenente caffeina, inclusi caffè, tè o soda. Allo stesso modo, mentre l’acqua gassata può aiutare a ridurre la nausea, evita le bibite gassate o le bevande zuccherate che possono peggiorare la diarrea.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Alimenti da evitare in caso di diarrea

Benefici di una dieta leggera per la gestione dei sintomi