in

Come viene trattata la diarrea

Per la diarrea non complicata, i rimedi casalinghi e da banco possono aiutare

La diarrea è una condizione comune caratterizzata da feci estremamente molli. Non è certo un’esperienza piacevole, ma come problema di salute di solito non è grave. La diarrea può essere causata da un’infezione virale o batterica o potrebbe essere sintomatica di malattie o condizioni più gravi. Il più delle volte, la diarrea scompare da sola dopo alcuni giorni, di solito senza alcun trattamento. Tuttavia, in alcuni casi, il trattamento potrebbe essere utilizzato per rallentare la diarrea. 

Per la diarrea che si protrae per due o più giorni, è importante chiedere aiuto a un medico per scoprire se esiste una causa sottostante come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS), la celiachia, la malattia infiammatoria intestinale (IBD) o un’altra malattia o condizione. 1

La diarrea che si protrae per diverse settimane può essere considerata cronica ed è importante lavorare con un medico per ottenere la diagnosi e il trattamento della causa alla base della diarrea per evitare disidratazione e malnutrizione.

Rimedi casalinghi e stile di vita

Non mancano i consigli sui rimedi casalinghi per la diarrea. Tuttavia, non tutti i rimedi casalinghi funzionano per ogni tipo di diarrea o per ogni persona. È importante discutere di cambiamenti nella dieta o altri rimedi casalinghi con un medico, soprattutto se la diarrea è cronica.

La diarrea acquosa può significare che il corpo sta perdendo più liquidi ed elettroliti di quelli che sta assorbendo, il che rende la reidratazione una priorità. Alcuni dei cambiamenti dietetici che le persone spesso provano a casa per rallentare o fermare la diarrea includono la dieta BRAT , evitare cibi che possono causare diarrea, mangiare cibi che possono rallentare la diarrea e bere più liquidi.

Dieta BRAT

La dieta di banane, riso, salsa di mele e pane tostato (BRAT) è stata a lungo utilizzata come trattamento per la diarrea. L’idea è che questi alimenti non possano causare più diarrea e possono anche aiutare a rallentarla, il tutto mantenendo una persona un po ‘nutrita.

Gli alimenti in BRAT sono poveri di fibre e ricchi di amido, che possono aiutare a rassodare le feci. Sono anche abbastanza insipidi da non causare ulteriori disturbi allo stomaco. Questa dieta non è pensata per essere utilizzata a lungo termine perché non è abbastanza nutriente e l’obiettivo dovrebbe essere tornare a una dieta regolare il prima possibile.

Tuttavia, recentemente gli esperti hanno espresso dubbi sul fatto che la dieta BRAT non sia abbastanza nutriente per i bambini che hanno la diarrea. 2

L’American Academy of Pediatrics non raccomanda più la dieta BRAT per l’uso nei bambini che hanno diarrea da gastroenterite (un’infezione comune che causa diarrea e vomito che a volte viene chiamata anche “influenza intestinale”).

Alcuni pediatri possono raccomandare di nutrire un bambino con la loro dieta regolare o di dargli da mangiare qualunque cosa gli stia appetendo o può “stare giù”, nel caso di un bambino che vomita. Verificare sempre con un pediatra per ottenere indicazioni su cosa nutrire un bambino con diarrea e / o vomito.

Idratazione

Feci molli, e soprattutto se c’è anche vomito, possono portare a una rapida perdita di liquidi nel corpo. Troppa perdita di liquidi in questo modo può portare alla disidratazione.

La maggior parte delle persone, anche quando ha sia diarrea che vomito, non si disidrata seriamente. Tuttavia, è importante continuare a bere come tollerato. Per qualcuno che sta anche vomitando, ciò potrebbe significare solo prendere sorsi fino a quando non rimangono più liquidi.

Per le persone che sono altrimenti considerate sane, l’acqua potabile può aiutare a prevenire la diarrea. L’acqua può diventare noiosa, il che potrebbe rendere difficile tenere il passo. Bere altri tipi di liquidi come brodi, acqua di cocco o bevande sportive può anche aiutare perché hanno un certo sapore e possono contenere minerali ed elettroliti (come il sodio). 

Una regola pratica è che per ogni episodio di diarrea, bevi una tazza di acqua in più per sostituire quei liquidi persi.

Per i bambini e per le persone che hanno una condizione medica di base (come il morbo di Crohn o la colite ulcerosa) o hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere parti dell’intestino, la disidratazione può essere più preoccupante. È qui che si può prendere in considerazione la terapia di reidratazione orale.

La soluzione di reidratazione orale (ORS) è un preparato che sostituisce non solo il fluido, ma anche gli elettroliti. L’ORS è spesso venduto in farmacia come polvere che può essere miscelata con acqua, ma può anche essere preparato in casa con ingredienti comuni come zucchero, sale, acqua e cereali per bambini. Per coloro che riescono a trattenere il cibo, altre idee includono l’uso di una bevanda sportiva commerciale e la miscelazione di alcune banane, patate dolci, avocado, yogurt o spinaci.

Verificare con un medico se la disidratazione è un problema e per consigli su quale tipo di soluzione di reidratazione orale potrebbe essere la più vantaggiosa.

Cibo e bevande da evitare

In alcuni casi, fermare la diarrea include anche evitare cibi che possono causare disturbi allo stomaco. È importante ricordare che l’obiettivo dovrebbe essere tornare a una dieta regolare e salutare il prima possibile quando la diarrea si ferma.

Gli alimenti che alcune persone potrebbero non essere in grado di tollerare in caso di diarrea includono:

  • Dolcificanti artificiali (acesulfame potassio o Ace-K, Advantame, aspartame, saccarina, stevia, sucralosio) 
  • Bevande contenenti caffeina (caffè, tè, cola)
  • Bevande gassate
  • Verdure crocifere (come cavoli, cavolfiori e broccoli)
  • Cibi grassi
  • Alimenti fibrosi (cereali integrali, noci e semi)
  • Cibi fritti
  • Alimenti con aggiunta di zuccheri
  • Latticini
  • Cibi piccanti (compresi quelli che contengono cipolle o aglio)

riposo

Avere la diarrea significa che qualcosa è andato storto nel sistema digerente e vale la pena riposarsi per aiutare se stessi a recuperare più velocemente. Prendersi qualche giorno di ferie dal lavoro e dalla scuola per prendersi cura di sé può essere una parte importante del trattamento della diarrea. Inoltre, se la diarrea è dovuta a una causa infettiva, come un virus, è anche una buona idea stare a casa per evitare di diffondere il virus ad altri.

Terapie da banco (OTC) per la diarrea a breve termine

Non mancano i farmaci anti-diarrea in ogni farmacia. Tuttavia, dovrebbero essere usati con cautela perché non sono appropriati per ogni caso di diarrea.

Consulta un medico prima di provare farmaci anti-diarroici per fermare la diarrea, soprattutto se le feci molli sono andate avanti per più di pochi giorni. La diarrea cronica causata da una malattia o condizione può richiedere un trattamento più a lungo termine.

Imodio (loperamide)

Imodium agisce rallentando le contrazioni dei muscoli del tratto digerente. È disponibile per l’acquisto da banco, ma può anche essere prescritto a persone che hanno determinate condizioni di salute che causano diarrea. Imodium può avere effetti avversi, inclusi dolore addominale, secchezza delle fauci, sonnolenza, vertigini. In alcuni casi potrebbe anche causare nausea, vomito e persino funzionare troppo bene e portare a costipazione. Le persone che assumono questo farmaco raramente dovrebbero aspettare di vedere come si sentono prima di guidare o fare attività fisiche a causa del rischio di vertigini e sonnolenza.

Pepto-Bismol (Kaopectate, Bismuth Subsalicylate)

Questo farmaco può essere acquistato al banco. Funziona rallentando la quantità di acqua che entra nell’intestino. Questo ha l’effetto di rassodare le feci molli. Alcuni degli effetti negativi possono includere costipazione, feci nere o lingua nera . È importante seguire attentamente le indicazioni con il subsalicilato di bismuto perché può essere pericoloso prenderne troppo. Inoltre non è appropriato per l’uso nei bambini.

Probiotici

I probiotici sono ceppi di batteri “amici” che si trovano naturalmente nel corpo, in particolare nell’intestino, ma possono anche essere trovati in alimenti come yogurt, fiocchi di latte e altri cibi fermentati. Gli integratori probiotici possono essere acquistati al banco.

Uno squilibrio di batteri cattivi nell’intestino spesso è alla base della diarrea. 4  Esiste una quantità crescente di prove che dimostrano che i probiotici possono essere efficaci per la gestione dei sintomi della salute dell’apparato digerente. 5  L’American Gastroenterology Association (AGA) riconosce alcuni ceppi probiotici come un valido trattamento aggiuntivo per la gestione di determinate condizioni gastrointestinali.

Le linee guida di pratica clinica AGA 2020 suggeriscono l’uso di  S boulardii ; o la combinazione a 2 ceppi di  L acidophilus  CL1285 e  Lactobacillus casei  LBC80R; o la combinazione di 3 ceppi di  L acidophilus ,  Lactobacillus delbrueckii  subsp  bulgaricus e  Bifidobacterium bifidum ; o la combinazione di 4 ceppi di  L acidophilus ,  L delbrueckii  subsp  bulgaricus ,  B bifidum e  Streptococcus salivarius  subsp  thermophilus  su no o altri probiotici per la prevenzione di  C difficile infezione per adulti e bambini in trattamento antibiotico. 6

Da notare, le raccomandazioni dell’AGA per i probiotici sono in gran parte condizionate, dato che la quantità e la qualità delle prove cliniche che collegano l’uso di probiotici direttamente a migliori risultati sulla salute dell’apparato digerente sono scarse. Per alcune condizioni, tra cui il morbo di Crohn e la colite ulcerosa, AGA raccomanda l’uso di probiotici solo negli studi clinici. Afferma inoltre che è ragionevole che le persone interessate al costo o ai potenziali effetti collaterali dei probiotici scelgano di non prenderli.

Prebiotici

I prebiotici sono fibre presenti nelle piante che incoraggiano la crescita dei batteri amici nel sistema digestivo. I prebiotici possono essere trovati in frutta e verdura come asparagi, patate dolci, banane, verdure a foglia verde e negli alimenti con cereali integrali. Ci sono anche integratori disponibili al banco.

Inoltre, non ci sono molte prove per l’uso di prebiotici nel trattamento della diarrea. Tuttavia, frutta e verdura fanno parte di una dieta sana. Sebbene possa essere necessario evitare per un po ‘quelli che potrebbero causare disturbi digestivi mentre la diarrea è un problema, è importante aggiungerli nuovamente ai pasti il ​​prima possibile.

Prescrizioni per la diarrea infettiva e cronica

Per la diarrea semplice che va via da sola, spesso sono sufficienti rimedi casalinghi o farmaci da banco. Tuttavia, ci sono alcune cause di diarrea che potrebbero richiedere un trattamento con una prescrizione di un medico.

Sintomi da bandiera rossa come forte dolore addominale, sangue nelle feci (le feci appaiono rosse o nere), febbre alta o disidratazione possono richiedere ulteriori indagini (come una coltura delle feci) e un trattamento con farmaci da prescrizione.

Diarrea del viaggiatore

Dopo un viaggio recente, la diarrea è comune. 1  In alcuni casi, questo andrà via da solo in pochi giorni. Anche così, vedere un medico in caso di diarrea dopo il viaggio è importante in quanto potrebbe essere necessario un trattamento. Ciò è particolarmente vero se c’è sangue nella diarrea, perché ciò può significare un’infezione batterica. L’uso di antibiotici nella diarrea dei viaggiatori dipenderà da una serie di fattori che un medico terrà in considerazione.

Infezione difficile da Clostridium

Il Clostridium difficile (C. difficle) è un batterio che può causare quantità significative di diarrea acquosa. 7  Sta diventando sempre più comune e si diffonde facilmente, rendendolo un problema difficile da sradicare.

Le infezioni da C. difficile sono spesso trattate con antibiotici, più comunemente Flagyl (metronidazolo) e Vancomicina (vancomicina cloridrato), sebbene possano essere utilizzati anche altri antibiotici. Un altro trattamento che viene utilizzato in alcuni luoghi è il trapianto di microbiota fecale. In questo trattamento, le feci di un donatore vengono prelevate e processate e quindi trapiantate in uno dei diversi modi nel colon di una persona che ha un’infezione da C. difficile . 

Infezioni parassitarie

Le infezioni da parassiti sono meno comuni nel mondo occidentale ma possono verificarsi ovunque, soprattutto dopo aver viaggiato in luoghi con meno accesso ai servizi igienici moderni. Negli Stati Uniti, Giardia e Cryptosporidium sono i protozoi più comuni responsabili delle infezioni. I tipi più comuni di vermi parassiti negli Stati Uniti sono ossiuri, anchilostomi, tenie e nematodi.

Le infezioni parassitarie possono causare diarrea ma spesso causano anche altri sintomi come nausea , vomito, affaticamento, gonfiore / gas e perdita di peso. Nel caso di vermi parassiti, alcuni tipi potrebbero passare nelle feci, quindi vermi, uova o parti di vermi potrebbero essere visti con l’occhio visibile.

Nessun farmaco è efficace contro tutti i tipi di parassiti, quindi il farmaco prescritto dipenderà dal parassita trovato. Antibiotici (come Flagyl o Tindamax [tinidazolo]), antiparassitari (come Alinia [nitazoxanide]) o farmaci che uccidono i vermi, chiamati farmaci antielmintici (come Albenza [albendazolo] ed Emverm [mebendazolo]) possono essere usati per trattare i parassiti infezioni.

Diarrea cronica

Quando la diarrea persiste per diverse settimane, può essere cronica. Trattare la diarrea cronica significherà trattare la causa sottostante. Alcuni farmaci possono causare diarrea come effetto avverso. Se si determina che questa sia la causa, parlare con un medico di apportare una modifica al farmaco o al dosaggio può essere il modo per trovare una soluzione.

Esistono diverse condizioni che possono causare diarrea cronica, tra cui IBS, IBD e celiachia. 1  Queste condizioni sono complesse e, ad eccezione della celiachia che viene trattata rimuovendo il glutine dalla dieta, possono essere trattate con una varietà di cambiamenti nella dieta e nello stile di vita, nonché con farmaci.  

IBS-D: L’ IBS che causa diarrea (che viene spesso definita IBS-D) viene spesso trattata con modifiche alla dieta e allo stile di vita, inclusa l’aggiunta di fibre più solubili alla dieta. Alcuni farmaci sono stati sviluppati specificamente per trattare l’IBD-D ma, nella maggior parte dei casi, si è scoperto che i farmaci utilizzati per altre condizioni aiutano anche a trattare l’IBS.

I farmaci che potrebbero essere usati per trattare l’IBS-D includono:

  • Anaspaz, Cystospaz, Levbid, Levsin ( iosciamina ): anti-spasmodici
  • Bentyl ( diciclomina ): un antispasmodico 
  • Buscopan ( butilbromuro di joscina ): un antispasmodico
  • Imodio ( loperamide ): un antidiarroico
  • Lomotil ( difenossilato e atropina ): un antidiarroico 
  • Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI): farmaci anti-ansia
  • Antidepressivi triciclici (come Elavil [amitriptilina]): farmaci per il trattamento della depressione
  • Viberzi ( Eluxadoline ): un antidiarroico specifico per IBS-D
  • Xifaxan ( Rifaximina ): un antibiotico

IBD (morbo di Crohn o colite ulcerosa): la diarrea associata a IBD può essere il risultato di un’infiammazione del tratto digestivo. Pertanto, trattare la diarrea significherà controllare l’infiammazione.

Alle persone con IBD di solito non vengono prescritti farmaci antidiarroici che hanno lo scopo di trattare la diarrea non complicata, poiché questi tipi di farmaci potrebbero non avere alcun effetto. Invece, vengono spesso prescritti farmaci che bloccano le vie infiammatorie per agire direttamente per trattare i tessuti infiammati. Tieni presente che alcune di queste terapie possono richiedere settimane o mesi per avere effetto.

I tipi di farmaci usati per trattare l’IBD includono:

  • Farmaci sulfamidici (sulfasalazina) – per la colite ulcerosa
  • Corticosteroidi ( budesonide , prednisone ) 
  • 5-aminosalicilati ( Asacol , Apriso , Pentasa, Rowasa o 5-ASA) – per la colite ulcerosa 
  • Immunosoppressori (Imuran, 6-MP e Metotrexato )
  • Inibitori JAK ( Xeljanz )
  • Biologici ( Cimzia , Entyvio , Humira , Remicade , Simponi , Stelara )

Una parola da Verywell

La maggior parte dei casi di diarrea si risolverà da sola senza che noi sappiamo mai cosa li ha causati. Aspettare che finisca finché non passa potrebbe essere l’unico trattamento necessario, ma è necessario prestare attenzione per garantire che non venga persa troppa acqua dal corpo e che venga assunto un po ‘di nutrimento. Potrebbe sembrare che la ricerca di un farmaco anti-diarrea come la migliore linea d’azione, ma potrebbe non essere sempre l’idea migliore, quindi è importante consultare prima un medico.

Riposare e mangiare cibi insipidi può aiutare a rallentare le feci molli ed evitare altre complicazioni. Soprattutto nei bambini, la preoccupazione maggiore è spesso la disidratazione , il che significa che l’assunzione di liquidi sotto forma di acqua, brodo o preparati per la reidratazione orale è una grande priorità. Prendersi del tempo per riposarsi e riprendersi è una parte importante del trattamento della diarrea, così come cercare di non diffonderla ad altre persone quando si ritiene che la diarrea sia causata da un’infezione.

La diarrea cronica, che va avanti per più di poche settimane, può avere una causa sottostante più grave. Spesso, in questi casi, i farmaci da banco ei rimedi casalinghi non avranno un grande effetto. Alcune persone possono abituarsi ad avere feci molli tutto il tempo o su base intermittente, ma non è normale avere una diarrea costante. Consultare un medico per scoprire perché sta accadendo la diarrea è l’inizio per ottenere il trattamento giusto. La diarrea cronica può non solo portare a complicazioni come la pelle irritata sul fondo e le emorroidi, ma anche disidratazione e malnutrizione. Questo è il motivo per cui la diarrea che dura da più di pochi giorni è un motivo per parlare con un medico. 

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Come viene diagnosticata la diarrea

Una panoramica della diarrea acquosa