in

7 principali sintomi di cattiva digestione e come trattarli

Sintomi di cattiva digestione o indigestione come bruciore di stomaco e eruttazioni frequenti possono comparire dopo aver mangiato qualsiasi cibo, specialmente quando è ricco di proteine ​​e / o cibi ricchi di grassi, poiché questi alimenti richiedono più tempo per essere digeriti.

Allo stesso modo, bere molti liquidi durante un pasto può anche causare indigestione, poiché aumenta il volume dello stomaco e rallenta il processo di digestione. Quindi i segni e sintomi che possono indicare una cattiva digestione sono generalmente:

  1. Sensazione di stomaco pieno, anche dopo aver mangiato poco;
  2. Gas e flatulenza;
  3. Bruciore di stomaco e bruciore di stomaco;
  4. Eruttazione frequente;
  5. Vertigini e vomito;
  6. Diarrea o costipazione;
  7. Fatica.

Oltre al disagio intestinale, è importante sottolineare che l’indigestione può far sì che l’assorbimento di alcuni nutrienti venga compromesso a livello intestinale, aumentando il rischio di problemi come l’anemia e la mancanza di vitamine.

Come viene effettuato il trattamento

Il trattamento per una cattiva digestione dovrebbe essere indicato da un gastroenterologo o da un medico generico in base ai sintomi presentati dalla persona. In questo modo, può essere prescritto l’uso di alcuni farmaci per alleviare i sintomi e migliorare la digestione come Gaviscon e Melox plus, ad esempio.

Inoltre esistono alcuni rimedi casalinghi e naturali che hanno anche proprietà digestive e che potrebbero essere indicati come un modo per completare il trattamento indicato dal medico, come il latte di magnesia, il tè boldo e il tè all’anice. Un’altra buona opzione è mangiare una fetta di ananas o bere circa 50 ml del succo di questo frutto senza aggiungere acqua per diluirlo, poiché facilita e velocizza la digestione, soprattutto dei cibi grassi. Ulteriori informazioni sui  rimedi casalinghi per combattere la cattiva digestione.

Cosa mangiare 

La dieta per combattere l’indigestione dovrebbe avere principalmente cibi di facile assorbimento e che non irritano lo stomaco come gelatina, succhi di frutta naturali, pane e biscotti senza farcitura, oltre ad evitare il consumo di liquidi durante i pasti. 

Gli alimenti da evitare sono quelli che contengono molte fibre e stimolano la produzione di gas come verdure a foglia verde, fagioli, uova, salsicce e quelli ricchi di grassi come burro, ricotta, latte e carne rossa. Inoltre, è anche importante evitare cibi industrializzati e trasformati, poiché solitamente sono ricchi di grassi e conservanti che irritano il sistema digerente. Impara più in dettaglio  come dovrebbe essere la dieta . 

Quando vedere un dottore

Si consiglia di consultare un medico quando la sensazione di cattiva digestione è frequente, in presenza di episodi quotidiani o quando si ripetono più di 8 volte al mese. Il medico valuterà i sintomi presentati dalla persona e indicherà un’endoscopia al fine di identificare la causa dell’indigestione. Ulteriori informazioni su come viene eseguita l’endoscopia.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

5 passaggi per aiutare a prevenire problemi digestivi con l’avanzare dell’età

Infezione intestinale: farmaci, rimedi casalinghi e dieta