in

Infezione intestinale: farmaci, rimedi casalinghi e dieta

L’infezione gastrointestinale può essere causata da batteri, virus o parassiti e può causare sintomi come diarrea, vertigini, vomito, dolore addominale e disidratazione.

Il trattamento consiste generalmente nell’alleviare i sintomi con il riposo, l’idratazione e un’alimentazione adeguata. Tuttavia, in alcuni casi, se si tratta di un’infezione batterica intestinale che non guarisce, il medico può prescrivere un antibiotico per curarla. 

Scopri di più sui sintomi di un’infezione intestinale .

Medicinali per l’infezione intestinale 

Durante un’infezione intestinale, possono verificarsi dolore addominale e mal di testa. Se questi dolori sono molto forti, puoi prendere un analgesico come il paracetamolo o il Buscopan. 

Oltre a questo, per aiutare a fermare la diarrea, dovrebbero essere presi probiotici come floratil, lyolactil, lacteol, poiché aiuteranno a ripristinare la flora batterica intestinale e far tornare a funzionare normalmente. 

Generalmente, gli antibiotici non vengono utilizzati nelle infezioni intestinali, poiché funzionano solo nelle infezioni causate da batteri. Nella maggior parte dei casi l’infezione intestinale tende a guarire da sola non appena si effettua un trattamento per alleviare i sintomi, inoltre l’uso eccessivo di antibiotici può rendere resistenti i batteri. Tuttavia, se l’infezione è grave e non si risolve da sola, o se viene identificato il microrganismo specifico responsabile dell’infezione, deve essere utilizzato un antibiotico a cui il batterio è sensibile.

Antibiotici più utilizzati nelle infezioni intestinali

A seconda dei batteri coinvolti nell’infezione intestinale, gli antibiotici che vengono solitamente prescritti dal medico sono amoxicillina, ciprofloxacina, doxiciclina e metronidazolo.

Rimedi casalinghi

La disidratazione è uno dei sintomi più pericolosi che possono verificarsi durante un’infezione intestinale, che può facilmente verificarsi a causa della perdita di liquidi attraverso vomito e diarrea. Per questo motivo la reidratazione orale è molto importante in queste situazioni, e può essere fatta con soluzioni acquistate in farmacia come i sali di reidratazione orale o con la preparazione del siero artigianale che può essere preparato in casa. 

Nei casi più gravi di grave disidratazione, può essere necessario ricoverare l’individuo per la reidratazione da effettuare tramite flebo. 

Per alleviare il dolore e diminuire la diarrea, puoi prendere sciroppi e tè che possono essere facilmente preparati a casa come una camomilla o uno sciroppo di mele. Guarda come preparare questi rimedi naturali . 

Cosa mangiare quando si ha un’infezione intestinale 

Gli alimenti consigliati per le infezioni intestinali sono: 

  • Pane bianco;
  • Biscotti di acqua e sale o amido di mais;
  • Pasta, riso bianco;
  • Frutta sgusciata, cotta o passata;
  • Succhi filtrati;
  • Patate, carote, chayota, igname, yucca, melanzane e zucchine cotte sotto forma di purea, crema o zuppa;
  • Latte di soia o latte senza lattosio;
  • Pollo, pesce o bistecca teneri e senza grassi;
  • Dessert a base di poco zucchero o gelatina;
  • Tè alla camomilla

Questi alimenti facilitano il funzionamento del sistema gastrointestinale, aiutando a sostituire i liquidi ei minerali necessari per combattere le infezioni ed evitare la disidratazione. 

È importante evitare cibi piccanti, caffè, cibi fritti, salse, dolci, biscotti, cioccolatini, bibite analcoliche, salumi, latte, cereali integrali e pane, verdure crude e cibi che provocano gas come cavoli, fagioli e cipolle. Questi alimenti richiedono uno sforzo maggiore a livello gastrointestinale per essere digeriti, irritando la mucosa intestinale e provocando un aumento del disagio addominale. 

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

7 principali sintomi di cattiva digestione e come trattarli

Sintomi di infezione da Escherichia Coli e come trattare