in

Perché dovresti vedere il tuo medico più spesso se hai la malattia di Crohn

4 motivi per cui è importante programmare un follow-up

Che tu abbia combattuto la malattia di Crohn  dai 20 anni o che ti sia stata  diagnosticata di recente nei tuoi 60, ci sono momenti in cui convivere con questa infiammazione cronica del tratto digestivo può sembrare opprimente.

Confuso sul fatto che dovresti resistere o chiamare il tuo medico? Il gastroenterologo  Benjamin Click, MD , offre alcuni consigli e fornisce quattro motivi per andare a vedere il medico.

1. Non sei sicuro di come modificare la tua dieta

Non esiste una “dieta di Crohn” che possa rendere frustrante capire cosa mangiare. L’obiettivo è una dieta equilibrata, ma cerca di evitare o ridurre al minimo i cibi che sembrano causare sintomi gastrointestinali. Questi alimenti variano a seconda delle persone e non sono adatti a tutti. Ad esempio, se hai conosciuto restringimenti intestinali, dovresti mantenere una dieta a basso residuo.

Se hai una riacutizzazione, la Crohn’s & Colitis Foundation  consiglia di  parlare con il tuo medico degli approcci dietetici da considerare. Il tuo medico ricontrollerà che la tua dieta ti mantenga idratato e soddisfi le tue esigenze di vitamine e minerali. I pazienti di Crohn  richiedono spesso determinati integratori, come vitamina D, vitamina B12, ferro, calcio o acido folico. 

2. Vuoi creare una famiglia

Avere la malattia di Crohn attiva può rendere difficile la gravidanza per le donne. La buona notizia è che tenere sotto controllo la malattia di Crohn può consentire a molte donne di concepire con successo.

Si  suggerisce che  il momento migliore per rimanere incinta sia quando la tua  malattia infiammatoria intestinale (IBD)  è in remissione per almeno tre o sei mesi e sei senza steroidi.

“Avere il Crohn in remissione prima del concepimento rende più probabile che la gravidanza proceda senza intoppi”, afferma il dott. Click.

Un’altra preoccupazione è se i farmaci sono sicuri. Sebbene ci siano alcuni farmaci che dovrebbero essere evitati se stai cercando di concepire o sei incinta, la maggior parte dei farmaci generalmente sono sicuri. 

“Non appena inizi a pensare alla gravidanza, parla con il tuo medico. In questo modo, stai costruendo in tempo per sviluppare un piano farmacologico “, afferma il dott. Click.

3. Hai delle fiammate fuori controllo

Se stai vivendo una riacutizzazione fuori controllo, chiedi aiuto. Le riacutizzazioni possono essere causate da infezione, fumo, stress, non assunzione di farmaci come indicato o possono semplicemente far parte del decorso della malattia.

Riacutizzazioni comuni possono essere diarrea, dolore addominale, feci sanguinolente, movimenti intestinali frequenti o nausea. Per arrivare alla radice del problema, il medico può raccomandare esami del sangue, analisi delle feci, una colonscopia, una TAC, una radiografia o una risonanza magnetica. Questi test vengono eseguiti per  scoprire  se i sintomi sono dovuti a infiammazioni a livello intestinale, infezioni o tessuto cicatriziale, ad esempio.

“Non c’è motivo di soffrire”, afferma il dottor Click. “Molti nuovi farmaci per il Crohn sono disponibili e altri vengono testati ogni giorno.”

4. Non vedi il tuo gastroenterologo da un anno

Se non vedi il tuo gastroenterologo da più di un anno, è il momento di  fissare un appuntamento . Anche se ti senti bene, è saggio avere un contatto annuale con il tuo gastroenterologo per parlare di eventuali cambiamenti, monitoraggio della malattia, scoprire se hai bisogno di lavoro di laboratorio o ottenere risposte a domande o dubbi sul futuro.

Il Crohn è  cronico . Se hai il Crohn, la soluzione migliore è trovare un medico che ti piace e uno che condivida i tuoi obiettivi di trattamento. In questo modo, sarà più facile lavorare a stretto contatto con loro.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Ginger Ale e Saltine Crackers? 5 modi per alleviare il mal di stomaco e la nausea

Dolori di stomaco? Evita questi 3 errori se sospetti l’IBS