in

3 consigli per evitare di ammalarsi da piscine e laghi contaminati

Come proteggersi

Pensi che i tuoi occhi diventino rossi dopo aver nuotato a causa del cloro irritante? Sbagliato. Gli esperti dicono che in realtà sono l’urina e il sudore i colpevoli. Si legano al cloro e creano sostanze chimiche irritanti.

Questa miscela chimica può bruciare i tuoi occhi o in una piscina coperta, irritare i polmoni e farti tossire. Sebbene sia spiacevole, il fatto è che il cloro sta facendo il suo lavoro, combattendo la crescita batterica.

Quando i batteri non vengono controllati, sia nelle piscine, nei parchi acquatici o nei laghi, possono causare malattie delle acque ricreative come diarrea e infezioni della pelle.

Nonostante questi rischi, i benefici del nuoto pendono la bilancia. Il nuoto è una forma estremamente buona di esercizio e divertimento. Offre un allenamento cardiovascolare senza stressare le articolazioni delle persone e offre un modo per rilassarsi quando fa caldo. Inoltre rende i bambini bravi e stanchi alla fine della giornata.

Prendendo alcune semplici precauzioni, puoi continuare a godere dei benefici di piscine, parchi acquatici e laghi. Ecco tre modi per ridurre le tue possibilità di ammalarti.

Suggerimento n. 1: non ingerire acqua

“La cosa più importante è evitare di ingerire acqua”, afferma Susan Rehm, specialista in malattie infettive  .

È importante ricordare che il cloro non uccide tutti i germi all’istante. C’è sempre la possibilità che tu stia nuotando in acque contaminate. Piscine, parchi acquatici e vasche idromassaggio rappresentano tutti dei rischi. Ingoiare solo un po ‘di acqua contaminata può farti star male.

Suggerimento n. 2: doccia prima e dopo il nuoto

L’hai sentito prima. Ma molti di noi si sciacquano davvero sotto la doccia prima (e dopo) di entrare nella piscina pubblica?

I ricercatori dei  Centers for Disease Control and Prevention (CDC)  affermano che la diarrea è la malattia dell’acqua ricreativa più comune, ma l’elenco include infezioni della pelle, dell’orecchio e delle ferite. Ognuno di noi trasporta 0,14 grammi di materiale fecale in una piscina, secondo un rapporto del 2013.

Ecco perché è importante fare la doccia prima e dopo il bagno.

“Fai la doccia e pulisci dopo”, dice il dottor Rehm. “Presta molta attenzione al lavaggio delle mani perché eventuali batteri sulle tue mani possono finire per essere ingeriti se tocchi la bocca o il cibo.”

Suggerisce anche di fare delle pause per il bagno ogni 60 minuti e di portare i bambini in pause per il bagno ogni mezz’ora per controllare i loro pantaloni o pannolini.

Suggerimento n. 3: controlla il tempo

Molte persone non prestano abbastanza attenzione al tempo e al modo in cui influisce sui livelli di batteri in laghi, fiumi e torrenti. Fai attenzione nelle giornate molto calde e dopo forti piogge, che causano entrambi un aumento della conta dei batteri.

Tieni presente che con la conoscenza e adottando alcune semplici precauzioni, puoi goderti in sicurezza tutti i benefici del nuoto.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Il tuo stomaco sta agitando? Potresti avere uno ‘stress intestinale’

Come proteggere la tua attività da COVID-19