in

Hai il coronavirus: ora cosa succede?

Cosa aspettarsi quando si viene curati o ricoverati in ospedale con COVID-19

Questo articolo è stato originariamente pubblicato il 25 marzo 2020. È stato aggiornato il 22 dicembre 2020 per riflettere le nuove informazioni su questa situazione in rapida evoluzione.

Con il numero di casi in aumento ogni giorno, potresti chiederti cosa succede realmente se ti viene diagnosticato il coronavirus (COVID-19) . O forse ti stai chiedendo cosa ti succede se pensi di poterlo avere.

Naturalmente, le persone sono curiose quando qualcosa non è familiare. Avrai bisogno di essere ricoverato in ospedale? Avrai bisogno di un ventilatore? O ti sembrerà la tua tipica influenza?

“Innanzitutto, COVID-19 è un virus respiratorio, il che significa che invade e attacca il sistema respiratorio”, afferma Neha Vyas, specialista in medicina di famiglia . “Quindi proteggere quel sistema, soprattutto i polmoni , non è solo la priorità principale del tuo corpo, ma anche la priorità principale del tuo medico.”

Secondo un rapporto , circa l’80% di quelli con COVID-19 finisce per avere una risposta lieve e la maggior parte di questi casi dura solo circa due settimane. Ma lo stesso rapporto afferma anche che oltre il 13% di quelli con il virus avrà una risposta grave, che può durare diverse settimane o addirittura mesi .

Quando sei infetto da coronavirus, il tuo corpo ha due opzioni:

  1. Avrai una reazione da lieve a moderata che richiede l’isolamento per 10 giorni, di solito a casa, e non richiederà alcun trattamento speciale. Potresti sentirti piuttosto a disagio, pensa: tosse secca, febbre, affaticamento, mal di gola, diarrea o una nuova perdita di gusto e odore. La maggior parte delle persone risponderà al virus con questo tipo di reazione, MA è di fondamentale importanza che durante questo periodo rimani a casa e lontano da altre persone. (È anche fondamentale notare: a volte una persona non manifesta alcun sintomo, ma ha ancora il virus. Questo è ancora un altro motivo per cui il distanziamento sociale è necessario per rallentare la diffusione di COVID-19.)
  2. Avrai una reazione grave , che può includere mancanza di respiro, senso di oppressione al petto, tosse con muco denso, perdita di appetito, brividi, sudorazione e nuova perdita di gusto e odore. Una grave reazione a COVID-19 può portarti in terapia intensiva e può portare a polmonite, insufficienza respiratoria, sepsi e, nel peggiore dei casi, morte. Secondo l’ Organizzazione mondiale della sanità , circa 1 persona su 5 avrà una reazione grave. Gli anziani e quelli con condizioni croniche o sottostanti (come diabete, malattie polmonari o cardiache) hanno maggiori probabilità di avere questo tipo di reazione.

Come viene trattato il coronavirus a casa?

“La maggior parte delle persone con COVID-19 – circa l’80% – può e deve riprendersi a casa”, afferma il dott. Vyas. “I casi di virus da lievi a moderati possono essere gestiti attraverso farmaci da banco, bere molti liquidi e riposare.”

Antidolorifici per il coronavirus

Di quali farmaci potresti aver bisogno? Gli analgesici come il paracetamolo (Tylenol®) o l’ibuprofene (Advil®, Motrin®) possono alleviare dolori minori. Possono anche essere raccomandati sedativi della tosse o espettoranti, ma è meglio chiedere un consiglio specifico al proprio medico.

Cosa succede se sei ricoverato in ospedale per COVID-19?

Se ti è stato diagnosticato il COVID-19 o credi di averlo, cerca assistenza medica urgente se la tua malattia sta peggiorando o se hai difficoltà a respirare. Si consiglia inoltre di chiamare il proprio medico e indossare una maschera prima di recarsi in qualsiasi struttura medica. Se hai bisogno di chiamare il 911, informa il reparto di spedizione che hai COVID-19 o credi di poterlo fare. Se possibile, indossa una maschera prima dell’arrivo della squadra di emergenza.

Una volta in ospedale, ecco cosa aspettarti:

  • Sarai ammesso e monitorato per condizioni di escalation, in particolare quando si tratta di respirazione e polmoni.
  • Potresti ricevere ossigeno per aiutarti a respirare meglio.
  • Potresti ricevere un’iniezione di epinefrina, un’inalazione di albuterolo o farmaci simili. Questi farmaci possono aiutare a rilassare i muscoli delle vie aeree e aumentare il flusso d’aria ai polmoni.
  • Il personale medico continuerà a sorvegliarti per i segni di infezione secondaria poiché COVID-19 compromette il sistema immunitario e può causare iperinfiammazione in tutto il corpo. 
  • Se il danno ai polmoni continua, potresti sviluppare la sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS) , il che significa che potresti andare in insufficienza respiratoria. A questo punto è necessario un ventilatore medico per respirare.
  • Se il virus continua a diffondersi in tutto il corpo, potrebbe causare la sepsi . La sepsi è una grave condizione medica causata dalla risposta del corpo a un’infezione, che viene trattata con una diagnosi rapida e un trattamento tempestivo. Questo può includere antibiotici, flebo e altre cure di supporto appropriate.
  • La FDA ha anche concesso un’autorizzazione all’uso di emergenza per il farmaco antivirale sperimentale remdesivir per i pazienti ricoverati con COVID-19. È possibile che tu riceva questo farmaco insieme al resto delle tue cure.

La maggior parte delle volte, se sei ricoverato in ospedale per COVID-19, rimarrai per diverse settimane fino a quando non ti sarai ripreso e sarai dimesso a casa.

“COVID-19 può variare da molto lieve a molto grave, ma è importante che le persone comprendano che non tutti i casi richiedono cure mediche urgenti”, afferma il dott. Vyas. “La maggior parte delle persone sarà in grado di monitorare i propri sintomi e gestirli tramite farmaci da banco a casa. Sebbene chiunque possa contrarre il COVID-19, coloro che sono più a rischio e potrebbero aver bisogno del ricovero in ospedale per supporto medico sono gli anziani e quelli con altre condizioni croniche sottostanti “.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

La sorprendente verità sul cibo senza glutine e sulla perdita di peso

Il tuo stomaco sta agitando? Potresti avere uno ‘stress intestinale’