in

9 luoghi in cui i germi sono in agguato nella tua cucina

La contaminazione incrociata è comune in cucina

Lo sapevi che circa il 9% dei focolai di malattie di origine alimentare si verificano in casa ed è quasi impossibile dire dove possono vivere i batteri ad occhio nudo?

La ricerca ha identificato i  migliori articoli da cucina  che sono comunemente contaminati in modo incrociato durante la preparazione di un pasto (bleah!). Susan Rehm, specialista in malattie infettive  , delinea questi principali contaminanti in cucina e come assicurarsi di non ammalarsi.

1. Asciugamano di stoffa

Come le spugne, gli asciugamani di stoffa erano l’articolo più frequentemente contaminato in cucina. Quante volte hai usato un asciugamano per pulire il bancone dopo aver cucinato, lavato le mani e poi asciugato le mani pulite con lo stesso asciugamano? Succede più spesso di quanto pensi. 

“Uno dei modi migliori per prevenire la contaminazione incrociata in cucina è utilizzare tovaglioli di carta”, afferma il dott. Rehm.

La ricerca mostra anche che la  salmonella cresce sui panni  conservati durante la notte, anche dopo essere stati lavati e risciacquati nel lavandino. Per ridurre al minimo il rischio di contaminazione, utilizzare rigorosamente salviette di carta o utilizzare un panno nuovo e pulito per ogni superficie della cucina. Assicurati di lavare gli asciugamani con candeggina o altri disinfettanti prima di riutilizzarli.

2. Smartphone o tablet

Proprio come se porti con te il telefono in bagno, qualsiasi cosa tocchi in cucina a seguito del contatto con la carne cruda può contaminarsi. Ciò include il tuo smartphone o tablet che usi per seguire una ricetta o rispondere a una chiamata. 

“O non usarlo o pulirlo con la frequenza con cui ti laveresti le mani”, dice.

Considera l’idea di coprire il tuo dispositivo con plastica trasparente o di stampare la ricetta in modo da non dover toccare il tuo dispositivo. Se non desideri stamparlo, assicurati di  disinfettare il telefono in  seguito.

Per disinfettare il telefono, il Dr. Rehm consiglia di seguire questi passaggi:

  1. Togli la custodia e spegni completamente il telefono o il tablet.
  2. Nebulizza un panno per la pulizia delicato con alcol isopropilico al 70%.
  3. Pulisci delicatamente ogni angolo del tuo telefono o tablet.
  4. Pulisci la custodia e gli accessori del telefono con la stessa soluzione.
  5. Lascia asciugare completamente prima di accendere il dispositivo.

Non utilizzare mai prodotti chimici aggressivi sui tuoi dispositivi. Ricontrolla con la marca del tuo telefono il modo corretto di disinfettare i loro prodotti in modo da non rovinare la tua costosa tecnologia.

3. Rubinetto del lavandino, frigorifero, maniglia del forno, contenitore della spazzatura

Quando è stata l’ultima volta che hai disinfettato il rubinetto del lavandino, il frigorifero, il forno o la pattumiera? 

“Durante la preparazione del cibo, essere consapevoli che ci sono batteri nel cibo e toccarlo può diffonderlo su altre superfici e potenzialmente causare malattie”, afferma Dr Rehm. “I batteri comuni trovati in cucina includono  E. coli ,  salmonella , shigella, campylobacter, norovirus ed epatite A.”

E.coli può sopravvivere per ore su una superficie, la salmonella può sopravvivere per circa quattro ore e l’epatite A può sopravvivere per mesi. Se questi numeri ti rendono nervoso, riduci le possibilità di contrarre quei germi disinfettando ogni superficie con cui i batteri potrebbero essere entrati in contatto. E sì, questo significa pulire o spruzzare ogni superficie della tua cucina su cui hai lavorato solo per essere sicuro. 

4. Utensili da cucina

Con così tanti utensili da cucina diversi, è importante essere consapevoli anche di come li usi.

“Quando si utilizza una pinza o una forchetta per mettere il pollame crudo sulla griglia, è necessario lavarlo subito dopo se si prevede di utilizzare gli stessi strumenti per servire il pasto”, afferma il dott. Rehm.

Igienizza i tuoi utensili lavandoli a mano con acqua calda e sapone e una soluzione igienizzante. Assicurati di asciugarli completamente all’aria prima di riporli nell’armadio. 

5. Mani

Che tu ci creda o no, è normale che le persone non si lavino le mani con la frequenza o la qualità necessarie per ridurre la contaminazione batterica.

“Quando si prepara il cibo, è consigliabile lavarsi le mani prima, spesso durante e dopo”, afferma il dott. Rehm.

Ogni volta che maneggi carne cruda, lavati le mani. Inumidisci le  mani  con il sapone (non dimenticare le unghie, tra le dita e il dorso delle mani!) Strofina le mani per almeno 20 secondi e poi usa un tovagliolo di carta per asciugarle e non riutilizzarle. Getta via il tovagliolo di carta usato subito dopo l’uso. 

6. Frutta e verdura

I batteri possono essere trovati sulla tua frutta e verdura preferita. 

Se non stai attento, quei batteri potrebbero causare nausea, vomito e diarrea. La pulizia è meno efficace che non contaminarla in primo luogo, quindi prendi l’abitudine di mantenere le superfici il più pulite possibile la prima volta per evitare la contaminazione incrociata.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

5 semplici consigli per prevenire il Norovirus questo inverno

Quando chiamare il dottore per il tuo neonato