in

Che cos’è il coronavirus e quanto dovresti essere preoccupato?

Inoltre, i modi migliori per proteggerti

Questo articolo è stato originariamente pubblicato il 5 febbraio 2020. È stato aggiornato il 30 giugno 2020, per riflettere le nuove informazioni su questa situazione in rapida evoluzione.

Negli ultimi mesi, una nuova malattia da coronavirus chiamata COVID-19 si è diffusa da dove è stata rilevata per la prima volta in Cina a tutti i continenti tranne l’Antartide. Gli Stati Uniti hanno il maggior numero di casi, con quasi 2,6 milioni di persone infette e oltre 128.000 morti. 

Man mano che ogni giorno emergono nuovi dettagli, probabilmente continui a chiederti cosa significhi per te, la tua famiglia e la tua comunità.

C’è ancora molto da imparare su questa nuova malattia da coronavirus. Il Centers for Disease Control degli Stati Uniti  afferma  che “la risposta immunitaria a COVID-19 non è ancora stata compresa”. Poiché si tratta di un nuovo ceppo di coronavirus, gli scienziati continuano a raccogliere informazioni e ricerche sul virus.

Mentre la situazione continua ad evolversi, lo specialista in malattie infettive Frank Esper, MD , incoraggia le persone a rimanere informate e seguire pratiche di buon senso come il corretto lavaggio delle mani, l’allontanamento sociale e indossare maschere di stoffa in pubblico per ridurre la diffusione dei virus.

“Questo virus merita la nostra attenzione perché può causare malattie molto gravi, ma nell’80% delle persone che lo contraggono, non è così”, dice.

Cos’è il coronavirus?

Il coronavirus è una famiglia di virus comuni nelle persone e negli animali. Possono causare una varietà di malattie, che vanno dal comune raffreddore alla polmonite grave.

I coronavirus si diffondono da persona a persona attraverso goccioline rilasciate quando le persone infette tossiscono o starnutiscono. Queste goccioline infette possono atterrare sulle persone vicine, che possono quindi essere infettate se il virus entra nel loro corpo attraverso gli occhi, il naso o la bocca.

Quindi potresti far entrare il COVID-19 in stretto contatto con una persona infetta che tossisce e starnutisce, afferma Steven Gordon, MD , Presidente del Dipartimento di malattie infettive. Ecco perché il CDC consiglia di indossare una maschera facciale in tessuto in pubblico per prevenire la diffusione. Gli esperti sospettano anche che possa essere possibile ottenerlo toccando una superficie che è stata contaminata da goccioline contenenti virus e quindi toccando gli occhi, il naso o la bocca.

Come faccio a sapere se ho COVID-19?

I sintomi possono comparire da due a 14 giorni dopo che qualcuno è stato esposto al virus e sono ciò che ci si aspetterebbe da una tipica infezione delle vie respiratorie superiori:

  • Febbre o brividi.
  • Tosse.
  • Mancanza di respiro o difficoltà a respirare.
  • Dolori muscolari o muscolari.
  • Mal di testa.
  • Nuova perdita del gusto o dell’olfatto.
  • Gola infiammata.
  • Congestione o naso che cola.
  • Nausea o vomito.
  • Diarrea.

“Purtroppo non esiste una caratteristica veramente identificativa di questo coronavirus che lo separa da altri virus là fuori”, dice il dott. Esper.

Sono stati segnalati anche altri sintomi come dita dei piedi COVID ed eruzioni cutanee .

La maggior parte delle persone che contraggono il virus avrà sintomi lievi e potrà riprendersi da sola a casa. Ma alcuni gruppi sono a maggior rischio di malattie gravi, tra cui:

  • Persone di età superiore ai 50 anni.
  • Quelli con malattie cardiache, malattie polmonari o un sistema immunitario indebolito sembrano essere più a rischio di infezioni gravi che potrebbero portare a polmonite e difficoltà respiratorie.
  • Gli afroamericani hanno  maggiori probabilità di contrarre e morire per complicazioni del virus COVID-19  perché i neri soffrono di tassi più elevati di condizioni mediche croniche come diabete e obesità, ipertensione, malattie cardiache e renali e asma.

I bambini hanno sintomi simili agli adulti, ma in genere la loro malattia è lieve.

L’unico modo per confermare che qualcuno ha COVID-19 è attraverso un test del tampone. Sono in corso sforzi per rendere i test più ampiamente disponibili negli ospedali e nelle strutture sanitarie statunitensi. Per questo motivo, il dottor Esper si aspetta di continuare a vedere un aumento del numero di casi di COVID-19 diagnosticati e segnalati.

La priorità: la prevenzione

Le persone  infettate da questo virus  dovrebbero ricevere cure di supporto come riposo, liquidi e controllo della febbre, per alleviare i sintomi. Per i casi gravi, il trattamento dovrebbe includere cure per supportare le funzioni vitali degli organi e la  FDA ha anche concesso un’autorizzazione all’uso di emergenza  per il farmaco antivirale sperimentale remdesivir per i pazienti ricoverati con COVID-19.

Ma il modo migliore per proteggersi da essa e da qualsiasi altra infezione delle vie respiratorie superiori è praticare una buona igiene durante la stagione del raffreddore e dell’influenza, dice il dottor Gordon.

Le azioni per prevenire la diffusione di virus includono:

  • Lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone o utilizzare un disinfettante per le mani a base di alcol.
  • Coprire adeguatamente naso e bocca con un fazzoletto o una manica quando si tossisce e si starnutisce.
  • Restare a casa dal lavoro se non ti senti bene, che tu pensi di avere qualcosa di estremamente contagioso o meno.
  • Indossare una maschera facciale di stoffa in pubblico, specialmente nei luoghi in cui è difficile mantenere una distanza di almeno 6 piedi tra te e le altre persone. Si consigliano maschere facciali in tessuto perché ora sappiamo che le persone con COVID-19 potrebbero avere sintomi lievi o assenti, mentre continuano a diffondere il virus ad altri. I rivestimenti in tessuto per il viso raccomandati dal CDC non sono maschere chirurgiche o respiratori N-95, che dovrebbero essere riservati agli operatori sanitari e ai primi soccorritori.
  • Disinfezione di superfici che vengono toccate frequentemente, come pomelli e maniglie.
  • Evitare il contatto ravvicinato con persone malate.
  • Evita di toccarti il ​​viso per evitare la diffusione di virus dalle tue mani.
  • Seguendo le linee guida di viaggio del CDC.

Se pensi di essere stato infettato dal coronavirus, chiama il tuo medico. Chiederanno quali sono i tuoi sintomi e ti consiglieranno quali passi successivi dovresti compiere.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Domande frequenti: cosa dovresti sapere su COVID-19 e condizioni mediche croniche

Il ronzio di caffè, cioccolato e caffeina che consumiamo