in

Gli integratori non prevengono o tratteranno COVID-19

Domande frequenti su vitamine e coronavirus

Se sei stato sui social media negli ultimi mesi, probabilmente hai visto post o pubblicità su rimedi per il coronavirus o cure miracolose .

È importante sapere che nulla è stato dimostrato per prevenire o curare COVID-19, afferma lo specialista in malattie infettive Kristin Englund, MD . Ciò include integratori e prodotti per la salute naturale.

Sebbene alcune vitamine e integratori possano affermare di sostenere la salute immunitaria , nessuno ha dimostrato di essere efficace nel combattere COVID-19.

Il modo migliore per prevenire l’infezione è mantenere sano il tuo sistema immunitario , mantenere una distanza di sicurezza dagli altri, lavarti spesso le mani ed evitare di toccarti il ​​viso .

Se ti ammali, è importante non usare integratori invece di ricevere cure mediche adeguate. Ed è meglio consultare il proprio medico prima di iniziare qualsiasi nuovo integratore in generale.

Ecco cosa facciamo e non sappiamo finora su integratori e coronavirus.

D: Le pastiglie di zinco o l’acqua tonica e zinco combatteranno il coronavirus?

A: Lo zinco è un minerale importante per la salute immunitaria . Per questo motivo, lo vedi spesso usato nei rimedi contro il raffreddore da banco. Numerosi studi clinici stanno ora testando se lo zinco, combinato con altri integratori o farmaci, potrebbe prevenire il COVID-19 o aiutare le persone a superarlo più rapidamente, ma non sono stati ancora pubblicati i risultati dello studio.

D: L’assunzione di vitamina D può prevenire COVID-19?

A: Si ritiene che la vitamina D abbia effetti protettivi sul sistema immunitario, ma non è ancora noto se possa aiutare a prevenire o curare COVID-19. Una nuova ricerca ha notato tassi più elevati di infezione da COVID-19 e morte nelle aree in cui le persone hanno livelli più bassi di vitamina D nel loro sistema. Ma quegli studi mostrano un’associazione: non che la vitamina D bassa renda qualcuno più propenso a contrarre COVID-19. La ricerca è in corso.

D: La vitamina C può trattare COVID-19?

R: Gli studi clinici stanno esplorando se la vitamina C, in combinazione con altri trattamenti, potrebbe aiutare i pazienti con COVID-19, ma nessuno studio è stato ancora completato.

D: Esistono ricerche sui probiotici e sul coronavirus?

A: Alcune persone che hanno COVID-19 manifestano sintomi digestivi come la diarrea. Sebbene i probiotici possano contribuire a un sano equilibrio dei batteri intestinali, non ci sono prove che facciano qualcosa per le persone con COVID-19.

D: Gli integratori di selenio aiuteranno con COVID-19?

A: Il selenio è un minerale che si trova nel suolo, nell’acqua e in alcuni alimenti. In Cina, i ricercatori hanno notato che il tasso di mortalità COVID-19 era inferiore nelle regioni in cui le persone hanno una maggiore assunzione e status di selenio. Ma questo non significa che gli integratori di selenio preverranno o cureranno COVID-19.

D: Il rame uccide il nuovo coronavirus del 2019?

R: Le superfici in rame sono note per le loro proprietà antivirali e antibatteriche. Uno studio recente ha rilevato che il coronavirus che causa COVID-19 rimane vitale solo su superfici in rame per un massimo di quattro ore, rispetto a due o tre giorni su superfici in plastica e acciaio inossidabile. Ma non ci sono prove che suggeriscano che l’assunzione di integratori di rame possa prevenire o curare COVID-19.

D: Esistono altri rimedi naturali che mi impediranno di essere infettato dal nuovo coronavirus del 2019?

R: Non ci sono ricerche che dimostrino che l’uso o il consumo di prodotti naturali o erboristici, inclusi oli essenziali, olio di eucalipto o amamelide, prevenga l’infezione con il nuovo coronavirus del 2019.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Sei tornato in palestra dopo la quarantena? Ecco cosa considerare

È COVID-19, un raffreddore o allergie stagionali?