in

4 cose che dovresti sapere su cancro e disidratazione

Perché mantenere alto il consumo di liquidi è importante

Se ti stai sottoponendo a un  trattamento contro il cancro , un problema che devi tenere in primo piano nella tua mente è la  disidratazione . La disidratazione è una perdita eccessiva di liquidi corporei e si verifica quando la produzione di liquidi del corpo supera la sua assunzione di liquidi.

Quando ti sottoponi a un trattamento contro il cancro, effetti collaterali come vomito  o  diarrea  possono portare alla disidratazione. Anche infezioni, febbre alta  , sanguinamento o semplicemente non bere abbastanza liquidi possono portare alla disidratazione.

La disidratazione è una condizione grave e può essere pericolosa per la vita se non trattata. Il pericolo di disidratazione è maggiore se vivi da solo, perché potresti non riconoscerne i segni e gli effetti.

Ecco quattro cose che l’infermiera Josette Snyder, BSN, MSN, AOCN, dice che i malati di cancro dovrebbero sapere sulla disidratazione:

1. Sono disidratato? Ecco un rapido test

Sei disidratato se pizzichi leggermente e sollevi la pelle e rimane in piedi in una tenda, dice Snyder. Altri sintomi includono:

  • Bocca asciutta.
  • Pelle sciolta e rugosa.
  • Secrezioni corporee spesse e secche.
  • Poca o nessuna  produzione di urina .
  • Urina scura.
  • Mal di testa.
  • Vertigini .

2. Tieni traccia dell’assunzione e dell’uscita di liquidi

Non è facile dire quanto fluido stai perdendo a meno che non lo misuri. “Piuttosto che misurare la quantità della tua produzione, tieni traccia di quante volte hai la  diarrea  o il  vomito “, dice Snyder. “Questa informazione sarà molto utile quando si parla con il medico dei sintomi di disidratazione. È anche importante misurare la quantità di liquido che stai assumendo. Usa una bottiglia d’acqua o una tazza che contenga una determinata quantità di liquido e registra quante volte la bevi asciutta. “

3. Se non riesci a trattenere i liquidi, prova con ghiaccio o piccoli sorsi di liquidi

Succhiare piccoli pezzi di ghiaccio può aiutare a migliorare l’assunzione di liquidi. Lo svantaggio è che serve molto ghiaccio per avere un impatto. “Potresti anche scoprire che prendere piccoli sorsi frequenti è più facile che bere grandi quantità alla volta”, dice Snyder. “Prova l’acqua, la soda, il brodo, il succo o qualunque cosa tu possa tollerare. Evita l’alcool e la caffeina  perché possono aumentare gli effetti della disidratazione. “

4. Fermare la perdita di liquidi quando compaiono i primi segni di disidratazione

Il primo passo è gestire i sintomi che contribuiscono alla disidratazione, dice Snyder. Dovresti parlare con il tuo medico o infermiere per un consiglio sulla gestione di questi sintomi. Il secondo passo è continuare a bere liquidi per sostituire quelli che hai perso.

Quando è il momento di chiamare un medico?

Snyder ti incoraggia vivamente a parlare con il tuo medico in merito alle tue condizioni mediche e ai trattamenti specifici. Ma in generale, è il momento di chiamare l’ufficio del medico se si verificano:

  • Difficoltà a trattenere i liquidi.
  • Sintomi incontrollati.
  • Febbre superiore a 100,4  F.
  • Sonnolenza eccessiva
  • Segni di confusione.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Brodo di ossa: come prepararlo e perché dovresti

Sindrome dell’intestino irritabile: 7 trigger-buster