in

5 motivi per aggiungere più cibi fermentati alla tua dieta

Dai crauti al kimchi, questi alimenti aiutano a mantenere sano il tuo intestino

Trilioni di batteri vivono nel tuo intestino, ma non essere disgustato! Molti di loro sono batteri “buoni” che ci aiutano a mantenerci sani.

Pensa come avere animali domestici che vivono dentro di te. E, come con qualsiasi animale domestico, devi dar loro da mangiare. Gail Cresci, PhD, RD , che studia i batteri intestinali, afferma che una dieta occidentale moderna ricca di alimenti trasformati può sconvolgere l’equilibrio del microbiota intestinale, che può portare a spiacevoli sintomi gastrointestinali.

I cibi fermentati possono aiutare. Il dottor Cresci spiega alcuni motivi per cui riportare nella propria dieta cibi fermentati tradizionali, come crauti fermentati o sottaceti, fa bene alla salute ottimale.

1. Non puoi digerire il cibo da solo

I batteri buoni aiutano ad abbattere i carboidrati complessi che mangi. Questo processo di fermentazione e metabolizzazione produce anche altre sostanze benefiche per il tuo corpo.

Per un microbiota intestinale diversificato, hai bisogno di molte fibre solubili da alimenti come fagioli, avena e arance. La fibra insolubile, che si trova in molti cereali integrali , fa bene, ma non è facilmente fermentata, quindi non contribuisce realmente alla diversità dei batteri intestinali.

2. I batteri buoni combattono i cattivi e di solito vincono

Ogni giorno ingerisci batteri patogeni (che causano malattie). Non ti ammali sempre, però, perché se ne prendono cura i tuoi piccoli aiutanti microscopici. I batteri buoni creano sottoprodotti della fermentazione acida che abbassano il pH dell’intestino, diminuendo le possibilità che i batteri cattivi possano sopravvivere. Competono anche per l’approvvigionamento di cibo e per i diritti di accovacciamento sul rivestimento intestinale. Inoltre, secernono proteine ​​antimicrobiche che uccidono i batteri cattivi.

3. Il tuo corpo ha bisogno di aiuto per produrre determinate vitamine

I batteri buoni sono da ringraziare per aver sintetizzato o prodotto molte vitamine di cui il tuo corpo ha bisogno. Tale elenco comprende le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, B12 e K .

4. Un corpo sano ha bisogno di equilibrio

Piccoli batteri nel tuo intestino hanno effetti su tutto il corpo. La ricerca mostra che un microbiota intestinale meno diversificato è associato a molte malattie croniche, come l’obesità, l’asma e condizioni infiammatorie croniche come la malattia infiammatoria intestinale . La ricerca è ancora in corso sul motivo per cui questo è il caso.

5. Possono aiutare a ripristinare la salute dell’intestino dopo aver assunto antibiotici

Hai mai avuto diarrea o altri problemi digestivi dopo aver assunto antibiotici? Questo perché eliminano batteri buoni e cattivi. Mangiare cibi fermentati può aiutare a ripristinare i batteri intestinali alla normalità. Assicurati di seguire una dieta ricca di fibre e alimenti a base vegetale, su cui prosperano i microbi intestinali.

Scegli la varietà

Mescola e abbina questi cibi sani per l’intestino per ottenere benefici ottimali.

  • Kombucha: questo tè fermentato leggermente frizzante è una buona alternativa alla soda. Trovalo nella sezione refrigerata del tuo negozio di alimentari o prepara la tua preparazione usando solo tè, acqua, zucchero e una colonia “madre” o simbiotica di batteri e lievito in 7-30 giorni.
  • Sottaceti: ​​la soluzione migliore è scegliere una varietà dalla sezione refrigerata del negozio di alimentari. O, meglio ancora, prepara i tuoi sottaceti lacto-fermentati con salamoia (soluzione di sale marino raffreddata), aneto, semi di senape e coriandolo e pepe in grani.
  • Crauti: trova versioni dal vivo di questo alimento tradizionale dell’Europa orientale, che letteralmente si traduce in “cavolo acido”, nella custodia del frigorifero. Oppure, se non ti dispiace tagliare, crea i tuoi lotti artigianali.
  • Kimchi: ci sono centinaia di varietà del tradizionale contorno fermentato coreano, comunemente a base di cavolo napa, ravanello, scalogno e spezie. Trova la tua versione preferita nei mercati asiatici o nei negozi di alimentari o sperimenta i sapori a casa.
  • Yogurt: lo yogurt è prodotto con latte in fermentazione (o un’alternativa non casearia) con una coltura batterica iniziale. Alcune varietà commerciali contengono anchebatteri probiotici aggiuntivi.
  • Kefir: questa bevanda a base di latte fermentato è prodotta utilizzando grani di kefir (una combinazione di batteri e lievito). Il risultato finale? Una bevanda leggermente frizzante e piccante più sottile dello yogurt. Trovalo nel caseificio.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Il mirtillo rosso può fermare le infezioni del tratto urinario?

5 segnali da non perdere che tuo figlio è intollerante al lattosio