in

Il mirtillo rosso può fermare le infezioni del tratto urinario?

3 consigli per prevenire le infezioni del tratto urinario

Ecco una statistica per te: circa il 60% delle donne sperimenterà un’infezione del tratto urinario (UTI) ad un certo punto della loro vita.

Una delle convinzioni più diffuse sulle infezioni del tratto urinario è che bere succo di mirtillo rosso (o assumere integratori di mirtillo rosso) può prevenirle ed eliminarle.

“C’è un ingrediente attivo nei mirtilli rossi che può impedire l’adesione dei batteri alla parete della vescica, in particolare E. coli”, spiega l’urologo Courtenay Moore, MD. “Ma la maggior parte degli studi suggerisce che il succo e gli integratori non hanno abbastanza di questo ingrediente attivo (proantocianidine di tipo A) per impedire ai batteri di attaccarsi alle vie urinarie”.

La scienza è mista

Nel complesso, gli studi clinici sull’efficacia dei succhi di mirtillo rosso e degli estratti per prevenire le infezioni del tratto urinario sono contrastanti.

Uno 2013 analisi di 13 studi diversi concluso che il succo di mirtillo e compresse ha ridotto l’insorgenza di IVU rispetto al placebo nelle donne con IVU ricorrenti. Ma un’altra recensione ha scoperto che non l’hanno fatto.

Oltre alle domande sull’efficacia del mirtillo rosso nella prevenzione e nel trattamento delle infezioni del tratto urinario, la quantità di ingrediente attivo che ogni prodotto contiene non è necessariamente coerente. Pertanto, i prodotti potrebbero non avere una quantità sufficiente di principio attivo per essere efficace nell’impedire ai batteri di attaccarsi alla parete della vescica.

Le linee guida dell’American Urological Association sulle infezioni del tratto urinario ricorrenti nelle donne affermano che i medici possono offrire la profilassi al mirtillo rosso (per la prevenzione), poiché vi è un rischio limitato associato a questi integratori, osserva il dottor Moore.

La linea di fondo? “Il mirtillo rosso non farà male, ma potrebbe aiutare. Potrebbe valere la pena provare se si lotta con IVU frequenti , poiché il rischio è molto basso “, afferma il dottor Moore.

Come puoi effettivamente aiutare a prevenire le infezioni del tratto urinario

La dottoressa Moore dice di aver sentito tutti i miti su come prevenire o curare le infezioni del tratto urinario: bere molta acqua, urinare dopo il sesso, evitare pantaloni attillati e stare lontano da vasche idromassaggio, bagnoschiuma e assorbenti interni. Nessuna di queste convinzioni è supportata da dati scientifici, dice.

D’altra parte, ecco tre cose che il dottor Moore dice che le donne dovrebbero fare per aiutare a prevenire le infezioni del tratto urinario:

  1. Prendi precauzioni per prevenire le infezioni del tratto urinario dopo il sesso. “La frequenza dell’attività sessuale è fortemente correlata alle infezioni del tratto urinario”, dice, e avere più partner e una storia di malattie sessualmente trasmissibili ti mettono a rischio maggiore. Se sei incline a infezioni del tratto urinario ricorrenti, il dottor Moore sconsiglia l’uso di spermicidi o contraccettivi di barriera (come un diaframma) e spesso consiglia di assumere una singola dose di un antibiotico orale prima o dopo il sesso.
  2. Sviluppa buone abitudini intestinali . Le infezioni del tratto urinario sono causate quando i batteri dal retto si disperdono nella vagina, dice. Ciò accade più comunemente quando si soffre di stitichezza o diarrea, quindi fai quello che puoi per rimanere regolare .
  3. Bilancia i batteri “buoni” con quelli cattivi.  Per le donne in post-menopausa con IVU ricorrenti, il dottor Moore utilizza spesso una combinazione di estrogeni topici (vaginali) e probiotici. La menopausa altera il pH vaginale, che provoca un cambiamento nella colonizzazione batterica. Gli estrogeni topici normalizzano il pH vaginale in modo che la vagina sia di nuovo ospitale per i batteri buoni. I “batteri buoni”, o lactobacillus, dall’assunzione di probiotici possono quindi colonizzare la vagina. “Vuoi batteri più sani in modo che meno batteri cattivi possano aderire alla vagina”, dice. Correre al supermercato per lo yogurt non è abbastanza, però. “Non tutte le marche di yogurt contengono probiotici e dovresti mangiarne circa sette al giorno per ottenere ciò di cui hai bisogno”, dice.

Anche se le infezioni del tratto urinario si verificano frequentemente, puoi adottare misure per ridurre il rischio.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Sindrome dell’intestino irritabile: 7 trigger-buster

5 motivi per aggiungere più cibi fermentati alla tua dieta