in

Cosa fare in caso di sanguinamento rettale (con o senza dolore)

4 cause e trattamenti comuni

Ogni volta che scopri che stai sanguinando, attira la tua attenzione. Ed è spesso facile trovare la fonte del sangue. Ma quando si tratta di  sanguinamento rettale , la fonte non è così facile da individuare. E questo può far preoccupare chiunque. Quindi quali sono le fonti più probabili di sanguinamento rettale?

Il chirurgo colorettale Massarat Zutshi, MD, discute le probabili cause di sanguinamento rettale e spiega perché dovresti lavorare con il tuo medico per trovare la causa se ti succede.

Quali sono le cause del sanguinamento rettale?

  1. Emorroidi. È normale che tutti abbiano le emorroidi dentro e fuori l’ano. Ma ci sono diversi motivi per cui possono irritarsi. Se noti del sangue sulla carta igienica o nella toilette, i fattori che possono indicare le emorroidi includono:
  • Stipsi.
  • Diarrea.
  • Dieta povera di fibre.
  • Sollevamento pesante.
  • Sgabelli duri.
  1. Ragadi anali. Se ci sono lacrime nel tessuto dell’ano, potresti provare sia sanguinamento rettale che dolore durante e dopo un movimento intestinale. Le cause tipiche delle ragadi anali includono:
  • Costipazione cronica.
  • Diarrea.
  • Tendendo.
  • Rapporto anale.
  1. Diverticolosi. Quando piccole tasche, o diverticoli , si formano nel rivestimento dell’intestino, hai la diverticolosi. La pressione sui punti deboli della parete intestinale può causare la formazione di queste piccole tasche.
  2. Cancro al colon. In un numero molto limitato di casi, il sanguinamento rettale è un segno di cancro al colon . Potresti anche notare altri sintomi, come perdita di peso inspiegabile o dolore all’addome.

Il cancro del colon inizia tipicamente con i polipi nel colon. La diagnosi precoce è l’obiettivo qui, dice il dottor Zutshi. I polipi sono tipicamente benigni all’inizio e un chirurgo può rimuoverli prima che diventino cancerogeni se prendi il problema in anticipo.

Il dottor Zutshi sottolinea che le emorroidi e le ragadi anali sono responsabili del sanguinamento rettale circa il 98% delle volte. Tuttavia, è importante informare il medico se si verificano sanguinamento rettale in modo che possa escludere altri problemi.

Cosa dovrà sapere il tuo medico?

È utile se puoi prendere nota di quanto tempo hai sofferto di sanguinamento rettale, se si ferma, poi ricomincia e quanto tempo dura.

Altre informazioni importanti che il medico dovrebbe sapere includono:

  • Vedi il sangue nelle feci e / o nel water?
  • Di che colore è il sangue?
  • Il sangue si presenta sempre con un movimento intestinale?
  • Stai provando dolore?
  • Qual è la tua storia medica familiare?

Pianifica di iniziare le proiezioni dopo i 50 anni

Anche se non si verificano problemi o non si nota alcuna emorragia rettale, la dott.ssa Zutshi sottolinea che è fondamentale iniziare a sottoporsi a screening per il cancro al colon  quando si compiono  50 anni. Aggiunge che dovresti iniziare a fare screening regolari prima (10 anni prima dell’età del parente quando è stato diagnosticato un cancro) se hai una storia di cancro al colon nella tua famiglia.

Mangiare una dieta ricca di fibre e rimanere ben idratati può aiutare ad affrontare il sanguinamento rettale, dice. E dovresti continuare quelle sane abitudini dopo che l’emorragia si ferma per evitare che si ripresenti.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

The Scoop on Poop: 5 fatti che devi sapere

I 6 principali rischi per la salute durante l’inverno e come sconfiggerli