in

Il sistema immunitario del tuo neonato è abbastanza forte?

Come proteggere il bambino da batteri e virus

Lenisci le grida del tuo bambino appena nato e ti diverti al suo primo sorriso. Ha bisogno di te per tutto – e tu vuoi proteggerlo da tutto – ma come salvaguardare il suo fragile sistema immunitario dalla malattia e dall’influenza?

È importante considerare, soprattutto nelle prime settimane di vita di un bambino, afferma  Camille Sabella, MD , Direttore del Center for Pediatric Infectious Diseases presso Cleveland Clinic Children’s.

“Il sistema immunitario di un bambino non matura fino a circa 2 o 3 mesi”, afferma il dott. Sabella.

“In quei primi mesi, il sistema immunitario, soprattutto l’immunità cellulo-mediata, diventa più sviluppato. Questo è molto importante per aiutare un bambino a combattere i virus “.

Ciò significa che il sistema immunitario di un bambino di 2 settimane non può combattere virus o batteri quasi quanto la lattina di un bambino di 3 mesi.

Il lato positivo è che il sistema immunitario della madre continua a proteggere il suo bambino con gli anticorpi che sono stati condivisi attraverso la placenta immediatamente dopo la nascita. Questi anticorpi rimangono attivi per le prime settimane di vita di un bambino, dice il dottor Sabella.

Questo offre una certa protezione da batteri e virus. L’allattamento al seno aumenta anche questa immunità precoce.

Sappi quando chiamare un dottore

Ci sono molti modi per ridurre il rischio di malattia del tuo bambino.

Per cominciare, sappi quando dovresti assolutamente chiamare un medico. Ciò include uno dei seguenti segni:

  • Respirazione difficile.
  • Colore bluastro della pelle o delle labbra.
  • Disidratazione.
  • Febbre.
  • Letargia o incapacità di svegliarsi.

Stai in guardia dai virus

Tieni presente che i neonati sono vulnerabili ai virus. Eccone alcuni a cui prestare attenzione:

  • Virus dello stomaco . I virus gastrointestinali possono presentare problemi significativi per i bambini, afferma il dott. Sabella. Possono causare disidratazione derivante dalla diarrea. Questi insetti possono anche diffondersi rapidamente nel flusso sanguigno se colpiscono durante il primo mese di vita di un bambino. Questo tipo di infezione può causare danni al fegato, meningite , encefalite e infiammazione del cuore.
  • Virus respiratorio sinciziale (RSV) . I bambini sotto i 6 mesi di età che contraggono questo virus sono spesso ricoverati in ospedale. Può causare bronchiolite, una condizione in cui le piccole vie aeree nei polmoni si gonfiano, bloccano il flusso d’aria e si riempiono di muco. L’RSV causa anche la polmonite.
  • Influenza. I neonati si ammalano di influenza più di quanto non facciano i bambini più grandi e gli adulti. Sebbene esista un potenziale trattamento del virus dell’influenza, spesso può trasformarsi in polmonite o apnea, afferma il dott. Sabella.

Come ridurre il rischio di malattia del tuo bambino

Ci sono cose che puoi fare per proteggere il tuo bambino durante i primi mesi di vita, dice il dottor Sabella.

1. Limitare le esposizioni esterne. Non puoi tenere il tuo bambino in una bolla finché non raggiunge il segno di 6 mesi. Ma puoi limitare il contatto con altre persone. E chiedi ai visitatori di lavarsi le mani prima di toccare il bambino.

“I primi due mesi di vita, consideriamo davvero un momento sacro per cercare di limitare il più possibile l’esposizione perché i bambini possono contrarre virus da persone che non sanno nemmeno di essere ancora contagiose”, dice.

2. Guarda per la febbre . È difficile per i medici determinare se un virus o un batterio stiano causando la malattia di un bambino. Quindi, sbagliano sul lato della cautela. Qualsiasi febbre – 100,4 F o superiore – probabilmente farà atterrare il tuo bambino in ospedale per un trattamento antibiotico IV, dice il dott. In alcuni casi, i medici ordinano una puntura lombare per escludere la meningite.

“La nostra capacità di distinguere immediatamente tra un virus e un’infezione batterica è limitata”, afferma. “Spesso dobbiamo fare di tutto e trattarlo per escludere gli scenari peggiori”.

3. Tenere il passo con i vaccini. Mantenere il tuo bambino aggiornato con i vaccini è fondamentale, afferma il dott. Sabella.

Il vaccino contro la pertosse (pertosse) è particolarmente importante. La malattia è pericolosa per la vita di un bambino di età inferiore a 6 mesi. I bambini dovrebbero ricevere il vaccino prima a 2 mesi, dice.

I vaccini Hib e Prevnar proteggono dalle infezioni del flusso sanguigno e dalla meningite.

Se sei una donna che sta leggendo questo articolo prima di avere tuo figlio, considera l’ idea di farti vaccinare contro l’ influenza . Non viene somministrato ai neonati. Ma la vaccinazione per la madre durante la gravidanza protegge anche il bambino.

Essere consapevoli, prendere precauzioni di buon senso e mettersi in contatto con un medico secondo necessità può aiutare a proteggere il tuo neonato.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

I pericoli del latte crudo: cosa dovresti sapere

Hai problemi di digestione con la sindrome dell’intestino irritabile?