in

Ti sei mai dimenticato di un tampone? 3 fatti di sindrome da shock tossico

Gli utenti di tamponi sono i più colpiti, ma chiunque può ottenerlo

Se hai una certa età, potresti ricordare una forte copertura giornalistica nei primi anni ’80 sulla sindrome da shock tossico (TSS). Questa condizione rara e grave, spesso associata all’uso di tamponi, proviene da batteri che producono tossine. I nati negli anni ’90 o successivi potrebbero non averne mai sentito parlare, ma le scatole per assorbenti interni portano ancora avvertenze sulla TSS.

Ostetricia / Ginecologia  Jean Reinhold, MD , offre tre cose che dovresti sapere sulla TSS e delinea i passaggi per evitarla.

1. Le probabilità di ottenere TSS sono basse

I batteri coinvolti nella TSS normalmente vivono sul nostro corpo senza causare problemi. Alcune condizioni fanno sì che i batteri inizino a crescere e produrre tossine. Alcune ferite, incisioni, ustioni e procedure ginecologiche possono metterti più a rischio.

La condizione può colpire uomini, donne o bambini, ma la sua incidenza è molto rara. “Ho visto solo un caso nei miei anni di pratica”, dice il dottor Reinhold. Tuttavia, afferma che la consapevolezza della TSS e di come prevenirla è ancora importante, soprattutto per le donne.

È interessante notare un drammatico aumento dei casi segnalati nel 1979 e nel 1980, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. Tale aumento è stato principalmente legato all’uso di tamponi. Nel 1986 l’incidenza era diminuita e da allora è rimasta abbastanza stabile.

“Vedo pazienti che non erano consapevoli di aver lasciato un tampone o non erano sicuri di quanto tempo uno potesse essere lasciato”, dice. E dimenticare di rimuovere l’ultimo tampone durante il ciclo o passare troppo tempo tra un cambio di tampone e l’altro può aumentare il rischio di TSS, dice.

Parlare del rischio di TSS è importante come parte di una discussione più ampia sulle mestruazioni sane  , specialmente per coloro che hanno appena iniziato il ciclo , dice il dottor Reinhold.

2. Gli utenti di tamponi sono (ancora) a maggior rischio

La TSS a volte è mortale e il rischio rimane maggiore per le donne che usano gli assorbenti interni (in particolare quelle con maggiore assorbenza). Circa la metà dei casi di TSS oggi sono legati alle mestruazioni. (Nel 1980, il 95% di tutti i casi lo era.)

I produttori hanno apportato cambiamenti significativi nel modo in cui producono ed etichettano i tamponi dagli anni ’80 e ciò ha contribuito a guidare la riduzione del TSS mestruale.

“Una marca di tamponi super assorbenti è stata tolta completamente dal mercato”, afferma il dott. Reinhold. Ciò accadde subito dopo che un rapporto CDC del giugno 1980 mostrava un legame tra tamponi e TSS.

Altrettanto importante, le donne hanno optato per tamponi ad assorbimento più elevato sempre meno negli anni ’80 – da un massimo del 42% dell’uso di tamponi nel 1980 fino all’1% nel 1986. Oltre alle normative federali e ai cambiamenti nell’industria dei tamponi, le donne hanno aiutato attivamente guidare anche la riduzione.

3. Puoi ridurre il rischio (e utilizzare comunque gli assorbenti interni)

Il dottor Reinhold dice che ci sono diversi modi in cui le donne possono ridurre il rischio di TSS.

  • Cambia frequentemente sia gli assorbenti interni che gli assorbenti durante il ciclo (almeno ogni 4-8 ore).
  • Se usi gli assorbenti interni, usa la minore capacità di assorbimento possibile per il tuo flusso. (I batteri che causano la TSS vengono talvolta introdotti nel flusso sanguigno attraverso minuscole lacrime nella vagina causate dalla rimozione di tamponi troppo secchi.)
  • Regola le dimensioni dell’assorbente o passa agli assorbenti quando il flusso diminuisce.
  • Considera altre opzioni, inclusa la coppetta mestruale . Alcuni tipi di controllo delle  nascite  possono interrompere del tutto il ciclo.

Per coloro che non hanno le mestruazioni, la migliore prevenzione è mantenere pulite le ferite e le incisioni chirurgiche per evitare infezioni. Cambia regolarmente la confezione e le bende. Rivolgiti immediatamente al medico se noti un rossore o gonfiore insolito.

Oltre a eseguire questi passaggi, è importante conoscere i segni della TSS. La condizione può causare il fallimento degli organi e talvolta è mortale se non viene trattata rapidamente.

I sintomi tendono a manifestarsi all’improvviso. Potresti notare:

  • Febbre alta (sempre un sintomo di TSS)
  • Brividi
  • Diarrea acquosa
  • Eruzione cutanea simile a una brutta scottatura solare o punti rossi sulla pelle
  • Bassa pressione sanguigna
  • Arrossamento degli occhi
  • Peeling della pelle sulla pianta dei piedi o sui palmi delle mani

Se sospetti di avere TSS, cerca immediatamente aiuto. Parla con il tuo medico o ginecologo se hai domande sulla TSS o su altri aspetti delle mestruazioni.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Il dolore alla pancia di tuo figlio potrebbe essere pancreatite?

Allergia o intolleranza: come puoi dire la differenza?