in

Cos’è FODMAP e perché dovresti evitarlo!

Se soffri di un dolore costante nella zona addominale a causa di problemi digestivi come gastrico, gonfiore o sensazione di sazietà dopo aver mangiato un po ‘o sei qualcuno che soffre di diarrea su base regolare, FODMAP potrebbe essere la ragione alla base. La rottura delle molecole del cibo gioca un ruolo cruciale nell’alleviare i movimenti intestinali. In effetti, il consumo di determinati alimenti richiede una maggiore durata per essere digerito e porta alla digestione e molti altri problemi.

Cos’è FODMAP?

FODMAP è la forma abbreviata utilizzata per oligosaccaridi fermentabili, disaccaridi, monosaccaridi e polioli. Questi sono carboidrati a catena corta e alcoli di zucchero che vengono scarsamente assorbiti dal corpo.

Gli alimenti FODMAP tendono a fermentare nell’intestino crasso durante il processo di digestione causando diversi piccoli e grandi problemi come la sindrome dell’intestino irritabile nota come IBS, la proliferazione batterica intestinale piccola nota come SIBO e alcuni disturbi gastrointestinali.
Elevato apporto di FODMAP contenenti alimenti come lattosio presente principalmente nel latte e nei suoi prodotti, fruttosio presente in alcuni tipi di frutta e verdura, fruttani comunemente presenti in verdure e cereali, galatanc presenti in alcuni legumi, fagioli e polioli presenti principalmente in dolcificanti artificiali, alcoli causare gas, diarrea e altre irritazioni addominali.

Se vieni rilevato con tali sintomi, i medici generalmente consigliano una dieta a basso contenuto di FODMAP che include principalmente una stretta limitazione di alimenti contenenti FODMAP alti per alcuni giorni per combattere i sintomi. Dopo un risultato positivo puoi aggiungere lentamente questi prodotti alla tua dieta a seconda di come il tuo corpo reagisce a questi.

Gli alimenti a basso contenuto di FODMAP possono includere frutta e verdura fresca, prodotti senza latticini, soia, pollo, pesce, uova, prodotti senza glutine, avena, noci, semi ecc. Questi alimenti tendono ad essere assorbiti nell’intestino tenue e quindi non lo fanno produrre gas o causare dolore addominale.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Ridurre il gonfiore dello stomaco: 9 abitudini quotidiane che appiattiscono la pancia

Rimedi invernali: ecco come il tè al finocchio fa miracoli per raffreddore e tosse