in

Reflusso acido vs bruciore di stomaco vs Gerd: qual è la differenza?

Quella sensazione di bruciore al petto è reflusso o bruciore di stomaco, o potrebbe essere GERD? I termini possono sembrare usati in modo intercambiabile, ma ci sono differenze. E anche le tue opzioni di trattamento differiscono, a seconda di ciò che hai.

Non sono la stessa cosa

In TV, nelle riviste o online, gli annunci di farmaci che trattano il reflusso acido, il bruciore di stomaco e il GERD possono far sembrare queste condizioni intercambiabili. Loro non sono. E con così tanti trattamenti da banco (OTC) disponibili, potresti pensare che il tuo dolore post-pasto sia qualcosa che puoi trattare da solo. Può essere. Ecco cosa devi sapere su questi tre problemi distinti. (Non perdere i 21 segreti di salute che il tuo intestino sta cercando di dirti .)

Reflusso acido

Il reflusso acido descrive la condizione in cui l’acido e il cibo dallo stomaco si insinuano nell’esofago, il tubo che collega lo stomaco alla gola. Quando tutto va bene, c’è solo un modo in cui il cibo e gli acidi dello stomaco possono andare, ed è giù. Ma quando hai il reflusso acido, quell’acido inverte la direzione. A volte sentirai un sapore aspro, e forse anche un po ‘del cibo che hai appena mangiato, in fondo alla bocca.

Bruciore di stomaco

Quella sensazione di bruciore proprio al centro del petto, dietro lo sterno, in realtà non ha nulla a che fare con il tuo cuore. È il tuo esofago che soffre. Gli esperti pensavano che la sensazione derivasse direttamente dall’acidità di stomaco, ma uno studio pubblicato nel 2016 su JAMA  suggerisce che il reflusso acido stimola l’esofago a produrre citochine, molecole di segnalazione cellulare che sono fondamentali nella risposta immunitaria e stimolano le cellule ad affinare nei siti di infiammazione, infezione e trauma. Tutto ciò pone le basi per il processo infiammatorio. Quindi il bruciore di stomaco può essere un sintomo di reflusso acido, anche se alcune persone con reflusso acido potrebbero non sentire alcun dolore al petto. Se senti il ​​bruciore, questi  8 rimedi casalinghi possono alleviare i sintomi del bruciore di stomaco .

GERD

Abbreviazione di malattia da reflusso gastroesofageo, questo è ciò che ottieni quando il reflusso acido smette di essere un evento occasionale e inizia a diventare cronico. Se il reflusso è divampato due volte a settimana per più di due settimane, o meno frequentemente, la condizione è considerata GERD ogni volta che il reflusso causa sintomi fastidiosi e complicazioni che influiscono sulla qualità della vita, afferma Stuart Spechler , MD, co-senior autore dello studio JAMA e capo della divisione di gastroenterologia presso il Baylor University Medical Center di Dallas, in Texas.

La differenza tra reflusso acido vs bruciore di stomaco vs GERD

Quindi la risposta alle differenze è che il reflusso acido è ciò che causa quella sensazione di bruciore di stomaco. Se dura abbastanza a lungo o accade frequentemente e interferisce con il sonno o altri aspetti della tua vita, hai GERD, la versione cronica del reflusso acido. Questi sono i  6 segnali silenziosi che hai il reflusso acido.

Cosa causa il reflusso?

Normalmente, un muscolo chiamato sfintere esofageo inferiore funge da valvola unidirezionale tra l’esofago inferiore e la parte superiore dello stomaco. Si rilassa per far scivolare il cibo verso il basso, ma poi si sigilla per impedire che l’acido dello stomaco o il cibo parzialmente digerito viaggino nella direzione sbagliata.

Questo sistema efficiente può non funzionare correttamente, in genere quando c’è troppa pressione nell’addome. Questo può accadere se sei incinta o in sovrappeso. Sei anche suscettibile se il tuo stomaco è temporaneamente disteso perché hai mangiato troppo, o hai una condizione chiamata ernia iatale , in cui c’è un’apertura nel diaframma che fa muovere la parte superiore dello stomaco fino al petto.

Il Rx sbagliato

Alcuni farmaci possono indebolire lo sfintere esofageo: trattamenti per l’asma, bloccanti dei canali del calcio per l’ ipertensione , antistaminici, narcotici (come la codeina) e antidepressivi triciclici.

Alcuni farmaci irritano direttamente l’esofago. Quindi, anche se non causano reflusso acido o GERD, possono causare dolore al bruciore di stomaco. Questi includono alcuni antibiotici (come la tetraciclina) bifosfonati orali (come Fosamax, Boniva e Actonel), integratori di ferro, ibuprofene e integratori di potassio. Se sospetti che le tue medicine siano la causa del tuo bruciore di stomaco, parla con il tuo medico di altre opzioni. Ci sono anche cambiamenti nello stile di vita che puoi apportare che ti aiuteranno. Scopri come la dieta mediterranea è migliore per il tuo bruciore di stomaco e GERD rispetto a qualsiasi altro farmaco.

Quando è un’emergenza

Reflusso acido, bruciore di stomaco e GERD possono essere fastidiosi, ma raramente richiedono un’attenzione immediata. Tuttavia, se si manifesta uno dei seguenti sintomi in combinazione, chiedere aiuto immediatamente: dolore al petto, soffocamento, difficoltà a deglutire, perdita di peso, vomito con sangue o una sostanza che assomiglia a un fondo di caffè (un’indicazione di sanguinamento) o o feci nere.

Soluzione OTC: antiacidi

La prima linea di trattamento per un attacco di reflusso acido è solitamente un antiacido (ad esempio, Maalox, Mylanta e Rolaids). Agiscono in base alle necessità neutralizzando l’acidità di stomaco. “L’effetto è molto breve, quindi è meglio usarli subito dopo un pasto, per i sintomi situazionali”, afferma Gary W. Falk,  MD, portavoce dell’American Gastroenterological Association e professore di medicina presso l’ospedale dell’Università della Pennsylvania, a Philadelphia. Per i casi da lievi a moderati di reflusso acido, spesso sentirai immediatamente sollievo. Questi rimedi naturali per alleviare il bruciore di stomaco possono aiutare anche il reflusso acido silenzioso.

Soluzione OTC: H2 bloccanti

Tagamet HB, Pepcid AC e Zantac 75, solo alcuni dei farmaci disponibili al banco o su prescrizione, aiutano a prendere di mira la fonte: rallentano la produzione di acido nello stomaco. Puoi prenderli prima di mangiare cibi che causano problemi; tuttavia, dice il dottor Falk, “la cosa migliore da fare in primo luogo è evitare i cibi che sono stati conosciuti per darti il ​​bruciore di stomaco”.

Soluzione OTC: inibitori della pompa protonica (PPI)

La prossima linea di trattamento è costituita da farmaci PPI come Nexium, Prevacid e Prilosec. Questi farmaci, che vengono presi al posto dei bloccanti H2, sono disponibili anche in forza di prescrizione. Come i bloccanti H2, riducono la quantità di acido prodotto dallo stomaco, ma sono un po ‘più potenti e funzionano per un periodo di tempo più lungo. Non preoccuparti: sarai ancora in grado di digerire un pasto. “Questi farmaci non eliminano completamente l’acido, quindi il tuo stomaco continuerà a produrre livelli sufficienti per elaborare il cibo”, afferma il dott. Falk. Presi ogni giorno (al contrario di quanto necessario, come nel caso dei trattamenti OTC), sono utili per quelli con GERD in piena regola.

“Sono tra i farmaci più sicuri disponibili se usati a breve termine”, afferma il dottor Spechler. “Gli effetti collaterali che vediamo con l’uso a breve termine – cose come mal di testa e diarrea – sono lievi e facilmente gestibili. Tuttavia, ci sono potenziali rischi per gli IPP se presi a lungo termine. ” Alcuni dei problemi includono carenze di magnesio e vitamina B12, diarrea grave, infiammazione renale, demenza e fratture ossee. Scopri come i tuoi farmaci potrebbero renderti depresso .

Prevenzione: perdita di peso

Non è sempre facile, ma modificare determinati comportamenti potrebbe prevenire il reflusso acido e il bruciore di stomaco, sia che tu sia incline a episodi occasionali o che soffra di GERD in piena regola. Per prima cosa, puoi evitare i fattori che causano la distensione dello stomaco, come il mantenimento di un peso sano. 

Prevenzione: mangiare meno grassi

I cibi grassi tendono a sedersi nello stomaco e distenderlo più dei cibi non grassi, afferma il dottor Spechler. Osserva che possono anche indebolire il muscolo dello sfintere esofageo inferiore. Potresti anche provare a mangiare pasti più piccoli più frequenti rispetto a quelli più grandi meno frequenti ed evitare spuntini prima di coricarsi. Questi sono gli alimenti che vuoi evitare di mangiare se hai il reflusso acido .

Prevenzione: la posizione del sonno è importante

Può anche essere utile avere la gravità dalla tua parte: sollevare la testata del letto di circa otto pollici aiuta durante il sonno; Tuttavia, sollevare semplicemente la testa con i cuscini non aiuta. Dormire sul lato sinistro potrebbe anche tenere separati gli acidi dello stomaco dalla valvola. Sebbene possa essere difficile mantenere la posizione per tutta la notte, i cuscini per il corpo appositamente realizzati possono aiutare . Uno studio pubblicato nel 2015 sul  Journal of Clinical Gastroenterology  suggerisce che tali cuscini potrebbero rivelarsi utili. Cosa potrebbe anche aiutare a trattenere l’acido al suo posto: non andare a letto subito dopo cena e, invece, stare in piedi (senza piegarsi!) Per almeno tre ore. Non perdere questi 13 consigli approvati dai medici per dormire meglio la notte.

Prevenzione: tenere un diario alimentare

Persone diverse reagiscono in modo diverso agli alimenti, quindi può aiutare a rilevare i propri schemi con un diario alimentare. Le bevande gassate, che possono dilatare lo stomaco, sono un colpevole comune. Altri fattori possono includere alcol, cioccolato, menta piperita e nicotina nel fumo di sigaretta, che possono rilassare lo sfintere, lasciando fuoriuscire gli acidi. Il reflusso migliorato è solo uno dei 15 modi in cui il tuo corpo guarisce dopo aver smesso di fumare .

Per alcune persone, alcuni cibi possono irritare direttamente l’esofago, provocando la sensazione di bruciore di stomaco, ma non di reflusso. Questi includono cibi acidi come agrumi e pomodori. Anche i cibi piccanti possono essere problematici. Tuttavia, dice il dottor Spechler, è raro sentire il bruciore se si ha un esofago sano per cominciare, in genere quella sensazione si verifica con questi alimenti perché il tuo esofago è già sensibile a causa del reflusso acido. Qui ci sono altri cibi che possono devastare il tuo sistema digestivo.

Trattamenti su prescrizione

Se sei relativamente giovane e descrivi quello che suona come un tipico bruciore di stomaco, il tuo medico sarà abbastanza certo che tu abbia GERD e potrebbe suggerire bloccanti H2 o IPP.

“Questi farmaci sopprimono l’acidità di stomaco”, dice il dottor Spechler. “E le persone, in generale, sono in grado di tollerarli molto bene.” Il problema sono gli effetti collaterali, soprattutto per i PPI. “Non c’è pranzo gratis”, dice. “Tutti i farmaci comportano dei rischi, ma anche i potenziali pericoli degli IPP possono essere esagerati. Gli studi che hanno identificato questi potenziali problemi non sono definitivi “, dice,” e possono solo identificare associazioni tra PPI e problemi, ma non che il PPI abbia causato i problemi “. Parla con il tuo medico del potenziale rischio.

Cosa succede se i farmaci non funzionano

I farmaci sono generalmente efficaci; se li stai assumendo e non ti senti meglio, il medico può eseguire un’endoscopia per assicurarsi che non ci sia un’altra causa per il reflusso e il bruciore di stomaco: un tubo sottile con una fotocamera è inserito nella tua gola (non preoccuparti, tu sarai sedato) in modo che il medico possa controllare se il tuo esofago è infiammato; è anche un’opportunità per raccogliere un campione di tessuto per assicurarsi di non avere problemi più gravi come l’esofago di Barrett, una complicazione della MRGE in cui le cellule esofagee iniziano ad assomigliare alle cellule intestinali, aumentando il rischio di cancro esofageo.

Un altro modo per vedere cosa sta succedendo all’interno del torace è eseguire un test della sonda dell’acido ambulatoriale (pH): un sensore di pH posizionato nell’esofago monitora quando e per quanto tempo l’acido gastrico fluisce nell’esofago. Altri test riguardano la misurazione delle contrazioni nell’esofago (tramite la cosiddetta manometria esofagea) o l’esecuzione di una radiografia.

Oltre ad assicurarsi che non ci siano complicazioni, questi test aiutano anche a confermare che hai sicuramente GERD e se la chirurgia potrebbe aiutare. La fundoplicatio è una procedura laparoscopica minimamente invasiva in cui il chirurgo avvolge una porzione dello stomaco attorno all’esofago inferiore per mantenere la valvola chiusa quando dovrebbe essere.

Uno studio pubblicato nel 2018 sul World Journal of Surgery ha   scoperto che una nuova opzione chiamata aumento dello sfintere magnetico si traduce in sintomi di reflusso significativamente ridotti. Questa procedura chirurgica meno invasiva impianta un anello di magneti, delle dimensioni di un quarto circa, alla giunzione dello stomaco e dell’esofago. Si espande per far entrare il cibo, quindi si restringe dopo aver mangiato. Ci sono potenziali effetti collaterali come difficoltà a deglutire, per non parlare dell’eliminazione della possibilità di ottenere una risonanza magnetica.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

6 trucchi intelligenti per evitare la stitichezza in viaggio

3 cibi estivi che alleviano il gonfiore della pancia e 6 da cui dovresti stare alla larga